Pubblicità

Articles Tagged ‘linguaggio’

Anomia

L' anomia è un deficit specifico della denominazione di oggetti, presente in diversi gradi nell' Afasia,mentre le altre componenti del linguaggio risultano intatte.

anomia

Il paziente con anomia è in grado di ripetere una parola pronunciata, ma è incapace di denominare gli oggetti facendo lunghe pause nel tentativo di ricercare il termine significativo, utilizza circonlocuzioni (giro di parole) al fine di evitare la parola non ricordata, sostituzioni terminologiche (solitamente la parola è sostituita da una più generale, ad esempio: "quell'oggetto che..."), gesti e frasi che possono comunicare il significato.

Autismo infantile: Linguaggi e Misteri

Nel mio studio ripercorro alcune interpretazioni psicanalitiche mutuate da Bettelheim, Mahler ed altri. Penso che la novità sia quella di aver preso da Piaget, che peraltro non si è mai interessato di autismo, diverse argomentazioni sullo sviluppo psicologico in età evolutiva, sul modo di porsi del fanciullo in relazione con il mondo esterno e sulla genesi delle categorie dello spazio, del tempo e della causalità.

autismo, infanziaSono stato portato, cioè, a ribadire alcuni concetti sul nascere e sul manifestarsi dell’autismo nella prima infanzia secondo le tesi degli autori sopra citati, ma anche ad avvalermi delle teorie piagetiane senza le quali, come dice il Bruner, oggi non si capirebbe quasi nulla dello sviluppo psicologico del bambino, del fanciullo e dell’adolescente.

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è caratterizzato da una progressiva alterazione del linguaggio.

demenza semantica

È una sindrome comportamentale che risulta dalla degenerazione del sistema neurale che sottende la memoria semantica, comprendente la parte laterale e interiore dei lobi temporali e il polo temporale bilateralmente.

I bambini prelinguistici sanno classificare i colori

La capacità di categorizzazione dei colori e l'acquisizione del linguaggio sono facoltà indipendenti

Bimbo e coloriUn gruppo congiunto di ricercatori della Chuo University, Japan Women's University e Tohoku University ha scoperto che i bambini di età compresa tra i 5 ei 7 mesi hanno nel loro cervello una rappresentazione categoriale dei colori, ancor prima di acquisire il linguaggio.

I neonati hanno un'innata abilità di identificare le parole del linguaggio

Il linguaggioassume un'importanza topica per lo sviluppo individuale umano e perciò è utile comprendere e studiare come avviene il processamento del linguaggionei neonati.

neonat linguaggio news

Gli umani nascono con una buona capacità di memoria e di processamento del linguaggio e possono usare due tipi di segnali per suddivdere il linguaggio parlato, un passo chiave nell'acquisizione del linguaggio.

I nuovi linguaggi digitali: emoji ed emoticon

Emoji ed emoticon possono fornire informazioni chiave tipiche della comunicazione faccia a faccia, ed ancora della più comune forma del linguaggio scritto, come quella utilizzata nei libri di testo.

comunicazione, messaggi, emoji, emoticonUna nuova ricerca ha scoperto che i messaggi di testo come le emoticon, le ortografie irregolari ed i punti esclamativi nei messaggi di testo non sono semplicemente metodi grezzi o sciatti per sostituire il linguaggio scritto.

Il linguaggio

linguaggioL’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una caratteristica umana.

Il linguaggio può essere definito come la capacità di associare suoni e significati attraverso regole grammaticali che variano al variare della lingua madre.

Il linguaggio umano è la capacità dell'uomo di comunicare per mezzo di un codice complesso, cioè una lingua. Tramite tale capacità produciamo e capiamo frasi corrette dotate di significato.

Il linguaggio dei sogni

Uno studio ha cercato di comprendere se il linguaggio usato dalle persone per descrivere i propri sogni differisca dal linguaggio che usano per descrivere le loro esperienze di veglia.

Il linguaggio dei sogniCapita spesso di svegliarsi e ricordare le immagini principali dei sogni fatti durante la notte, ma non si riesce a ricordare nient'altro.

Molte persone, tengono un taccuino ed una matita vicino al letto così da poter cogliere l'essenza di un sogno prima che, riaddormentandosi, lasci completamente la sua coscienza.

Al contrario, potrebbero anche esserci dei sogni che non si riescono a dimenticare, nonostante si possa desiderare di rimuoverli.

Il linguaggio dell'anima

Fondamenti di ecobiopsicologia

il linguaggio dellanimaLa nostalgia della bellezza e dell'armonia che vincola in legami indissolubili il rapporto mente-corpo dell'uomo, la sua anima e le relazioni che essa intrattiene con la natura e con l'universo sono il campo di studio dell'ecobiopsicologia.

Il linguaggio della vita

LINGUAGGIO DELLA VITAUna sorta di biografia intellettuale in cui Hillman racconta la sua formazione di giovane americano che a vent'anni rimane folgorato dalla "Interpretazione dei sogni" di Freud, entra in contatto con la cultura europea, va a Zurigo da Jung e si sottopone all'analisi e alla psicoterapia, per poi diventare direttore dello Jung-Institut.

Il mestiere delle parole

Cura e vita tra psicoanalisi, epistemologia e fenomenologia

Il mestiere delle paroleLa vicenda delle teorie psicodinamiche e delle condotte psicoterapeutiche s’intreccia in questo libro con due correnti filosofiche, l’epistemologia e la fenomenologia.

L'attivazione cerebrale delle madri al pianto dei bambini

In uno studio su delle madri di 11 diversi paesi, è stato evidenziato che, il pianto dei bambini era in grado di attivare regioni cerebrali specifiche legate al movimento ed al linguaggio. Dai risultati di questo studio, è emerso che i comportamenti e le attività cerebrali sottostanti le risposte delle madri al pianto dei bambini sono state coerenti nonostante le differenti culture di appartenenza delle stesse.

piantobambinoIl pianto dei bambini attiva regioni cerebrali specifiche legate al movimento ed al linguaggio, secondo uno studio del National Institutes of Health condotto su delle madri in 11 differenti paesi.

L'orecchio e il linguaggio

orecchio linguaggioLe tesi di Alfred Tomatis stanno conquistando uno spazio sempre più ampio anche in Italia e ruotano attorno alla riflessione sulla centralità dell'ascolto come elemento essenziale per la comprensione dell'uomo.

La musica e il linguaggio nei bambini

La ricerca suggerisce che la formazione musicale precoce può aiutare i bambini a imparare le lingue

linguaggio e musicaLa musica e il linguaggio presentano alcune proprietà in comune: entrambe richiedono ritmo e sono costituite da unità più piccole quali le sillabe per il linguaggio e le note per la musica.

La sincronizzazione cerebrale dipende dal tipo di linguaggio

Gli scienziati del centro di ricerca basco BCBL hanno mostrato per la prima volta, che il modo in cui l'attività di due cervelli sia connessa, dipenda dal tipo di linguaggioespresso: se in linguamadre o straniero.

linguaggio news madrelingua

Quando due persone parlano, i loro cervelli iniziano a lavorare simultaneamente, sincronizzandosi e stabilendo un legame unitario.

Linguaggi e memoria del corpo in psicoanalisi

Saggio sulle simbolizzazioni plurime

Linguaggi e memoria del corpoJean José Baranes, psicoanalista familiare del lavoro nei gruppi e nelle istituzioni, sviluppa le voci, inizialmente aperte e lasciate incoltivate da Freud (La scissione dell'Io, 1937), sondate da Ferenczi che le approfondì: quelle di un'altra psicoanalisi che gli adolescenti, come i casi difficili, impongono allo psicoanalista di oggi.

Lo sviluppo comunicativo e linguistico del bambino

Il linguaggio è considerato un comportamento specifico della specie umana, il cui sviluppo dipende dalla maturazione di strutture e processi fisiologici inscindibili dall’esposizione ad un ambiente linguistico.

sviluppo comunicativo linguistico

Lo sviluppo della comunicazione e del linguaggio è caratterizzato da una serie di fasi che si succedono in un determinato ordine, anche se questo processo è molto diversificato da un bambino all’altro sia per quanto riguarda i tempi, sia per i modi e le strategie di apprendimento.

Malati di mente? No!

La rilevanza del linguaggio in riferimento alle persone colpite da una malattia mentale è fondamentale nella percezione di qualsiasi patologia

malattia mentaleUna nuova ricerca suggerisce che anche sottili differenze nel modo con cui ci si rivolge alle persone affette da malattie mentali può influenzare gli altri.

Nessuna ferita è per sempre. Intervista a Raffaele Morelli

La nostra intervista esclusiva al Dottor Raffaele Morelli in occasione del XXV° Congresso Nazionale della SIMP a Montesilvano (PE).

Raffaele MorelliSabato 7 e domenica 8 novembre si è svolto a Montesilvano il XXV Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Psicosomatica in memoria di uno dei padri fondatori, il Dott. Romano Di Donato.

Organizzatori sono stati il presidente della SIMP, il dottor Piero Parietti, insieme al CSPP guidato dal presidente Domenico Agresta, figlio del dottor Fausto Agresta, noto psicanalista nonché coordinatore della sezione pescarese.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Due nemici sotto lo stesso tet…

maria, 69 anni     Salve ! Sto vivendo un momento abbastanza difficile e complicato della mia vita e da sola non riesco ad uscirne, ecco perch...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Disturbo Schizotipico di Perso…

L'individuo con Disturbo Schizotipico di Personalità presenta tratti di stranezza, eccentricità, così come un marcato e persistente isolamento sociale. Il dist...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

News Letters