Pubblicità

Articles Tagged ‘madre’

Un ricordo di infanzia di Leonardo da Vinci (Freud, 1910)


Sigmund Freud“L’ardore delle carezze, cui accenna la sua fantasia dell’avvoltoio, era anche troppo naturale: la povera madre abbandonata effondeva nell’amore materno il ricordo delle tenerezze perdute e la nostalgia di nuove tenerezze; ed era portata a far ciò non solo per compensare il fatto di non avere un marico, ma anche per compensare il bambino di non avere un padre che lo accarezzasse. Così, come tutte le madri insoddisfatte, collocò il figlioletto al posto del marito e, provocando una troppo precoce maturazione del suo erotismo, lo spogliò di parte della sua virilità.” p.257)

Abuso narcisistico in famiglia (1508266960618)

famiglia, le risposte dellespertoApocalisse, 38

domanda

 

 

Cinque anni fa ho perso mia madre di un grave e raro tumore all'intestino.

La sua perdita ha generato un totale disfacimento familiare nonché un dolore inesprimibile in me.

Ansia perenne (1548091967786)

le risposte dellespertoMadre ansiosa, 60

domanda

 

 

Ho un figlio unico di 30 anni che vive lontano,ma che io controllo ogni giorno sul telefono,verificando suoi ingressi in Facebook e wathsapp, per vedere se è vivo.

Essere madre

Quando una donna diventa mamma i meccanismi e le dinamiche interiori subiscono profonde trasformazioni.

essere madrePer molte donne si riattivano automatismi arcaici di relazione con la propria madre, per altre l’obiettivo principale è distanziarsi il più possibile dal modello acquisito, l’evidenza è che diventare madre attua nella donna una profonda trasformazione a livello psicologico.

Essere padre, essere madre

Storia di un'avventura

essere padre essere madreQuanta parte del nostro agire e sentire di padri e madri oggi è frutto di una millenaria stratificazione culturale di idee e comportamenti e quanta invece è realmente connaturata alla nostra intrinseca diversità genetica?

I quattro codici della vita umana

QUATTRO CODICI VITALa misura del livello di interiorizzazione dei codici filiale, materno, paterno e fraterno determina il grado di armonia e maturità che abbiamo raggiunto.

Il concetto del continuum

il concetto del continuumLa prima violenza che caratterizza la nascita della vita nella nostra cultura è la rottura traumatica del rapporto madre-bambino sin dai primi istanti di vita.

La separazione violenta del neonato dalla madre, imposta dalle moderne tecniche ospedaliere di gestione del parto, viene poi ripetuta spesso orgogliosamente nel corso della vita neo-natale.

In realtà queste traumatiche privazioni infantili spesso costituiscono le premesse per la formazione di individui ansiosi, sradicati, aggressivi.

Il dramma dell'anoressia mentale nel romanzo IO E MIA MADRE

L'anoressia mentale è uno psicodramma che coinvolge in particolare il paziente e la figura materna. Salvatore Vallone, psicologo e psicoterapeuta, ha voluto parlarne in modo insolito attraverso le pagine di un romanzo.

anoressia mentale io e mia madre salvatore valloneSalvatore Vallone psicologo e psicoterapeuta è autore del volume Io e mia madre, edito da Segmenti Editore che ha come tema l'anoressia mentale e si rivolge, come afferma l'autore, a chiunque ami conoscere i fenomeni e le dinamiche che coinvolgono l’inscindibile unione del Corpo e della Mente di un uomo.

Il gesto di Ettore

Preistoria, storia e attualità e scomparsa del padre

il gesto di ettoreDimissionario, inerte, omissivo e socialmente fuori corso. Così appare oggi il padre. Impossibile attribuirgli una connotazione che non sia privativa.

Insonnia e Film Mentali (166392)

le risposte dellespertoFabio 29

 

D

 


Salve mi chiamo Fabio ho 29 anni e ho un'enorme preoccupazione per mia madre di 56 anni che sta soffrendo per un'intossicazione da farmaci...

La nascita: l'emozione del primo incontro e l'inizio di un viaggio

Dopo la nascita, la conoscenza intima del primo incontro madre-bambino serve a porre le basi di quel legame comunicativo che sarà fondamentale per comprendersi nei primi giorni di vita.

La nascita. lemozione del primo incontro e linizio di un viaggioIl primo incontro è intenso, emozionante, confuso, incerto, concitato. Il primo sguardo, riconoscersi in un attimo come due espressioni, testimoni di un unico atto generativo: riconoscere se stesso nell’odore dell’altro, riconoscere il proprio respiro nel respiro dell’altro, ritrovare in quel tono di voce tutto il sapore di un mondo conosciuto, nello stupore di un nuovo mondo di cui si entra a far parte.

La relazione materna come luogo di apprendimento

Tutte le prime esperienze della vita di un essere umano  vengono sperimentate nella relazione con la propria madre. Quello della relazione materna è il luogo di apprendimento per eccellenza: apprendimento comportamentale, comunicativo, relazionale.

La relazione materna come luogo di apprendimentoGran parte dei ricordi infantili di ogni individuo vede la presenza di una figura di rilievo che arricchisce di senso, significato ed emozione le scene di vita passata: la mamma. La figura materna  rappresenta il primo oggetto d’amore, la prima persona con cui si entra in relazione, la persona con cui si sperimenta la fusione, a cui ci si abbandona completamente, di cui ci si fida e a cui ci si affida senza timori o remore.

Le mani della madre. Desiderio, fantasmi ed eredità del materno

le mani della mammaDopo aver indagato la paternità nell'epoca contemporanea con "Il complesso di Telemaco" e altri libri, Massimo Recalcati volge lo sguardo alla madre, andando oltre i luoghi comuni, anche di matrice psicoanalitica, che ne hanno caratterizzato le rappresentazioni più canoniche.

Le tappe dello sviluppo sociale del bambino

Una descrizione delle tappe fondamentali dello sviluppo sociale del bambino nel primo anno di vita nella relazione con la figura di riferimento

sviluppoLo sviluppo sociale riguarda “il modo in cui i bambini interagiscono con gli altri, e quindi gli schemi di comportamento, i sentimenti, gli atteggiamenti e i concetti manifestati dai bambini in relazione alle altre persone e al modo in cui questi diversi aspetti variano durante la crescita”.
Schaffer (1996).

Lui

Lui  di Gianfranco Bernes (molestie)Lorenzo, assieme alla madre, vive nel terrore di un padre violento.

L'orrore in casa gli provoca un forte disagio che affronta con la psicoterapia, un percorso che non abbandonerà mai. Cerca in tutti i modi di allontanare quella figura che di paterno non ha nulla e che non ha mai chiamato papà ma "lui".

Trascorrono gli anni e le molestie non si fermano. Non servono le denunce e le restrizioni imposte dal tribunale.

Madre con demenza senile (1537023486398)

le risposte dellespertomari1881, 61

domanda

 

 

Ho mia madre 85enne all'ospedale per una operazione all'anca ma è affetta da demenza senile progressiva e il recupero è davvero difficile, come figlia ho una mia vita con interessi e attività e abito un po' lontano e non riesco a occuparmi di lei come vorrebbe un'altra figlia cioè, giornalmente.

Madre e matrigna: da sempre è litigio

Non è un segreto che le madri di famiglia hanno un rapporto difficile e conflittuale con le matrigne

madre e matrigna litiganoFilm, spettacoli televisivi e riviste di gossip sono intrisi di odio reciproco e situazioni di tensione, gelosia o vendetta tra le madri e le matrigne.

Mamma nevrotica? (1457910113823)

le risposte dellesperto Idk, 16

D

 

Salve,

chiedo aiuto a voi perché non so cosa fare.Vengo da una famiglia multiproblematica ma credo che mia madre sia
l'anello più debole del gruppo.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto compagno [1596550507819]

Manugia68, 51 anni  Buongiorno, grazie per l'attenzione. Vorrei chiedervi gentilmente che cosa in termini di comportamento dovrei provare a fare per ...

Single a 44 anni [159637738178…

Giuseppe, 44anni Gent.mi dottori buongiorno, vi scrivo per chiedervi un'opinione sulla mia storia di vita. Prometto che non sarò prolisso. ...

stato apatico [1596135127415]

Cerbero80, 40 anni Premetto che vi scrivo non perché io non sia soddisfatto del lavoro che ho fatto fino ad oggi con la mia terapista, ma prevalentemente p...

Area Professionale

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

La resilienza e i concreti ind…

Gregory E. Miller e i suoi collaboratori in un nuovo studio di neuroimaging pubblicato sulla rivista PNAS hanno ipotizzato che la connettività della rete esecut...

Nelle sedute di psicoterapia l…

Una ricerca, pubblicata su “The American Journal of Psychotherapy”, sostiene l'ipotesi che l'umorismo all'interno delle sedute di psicoterapia possa contribuire...

Le parole della Psicologia

Apprendimento globale

L'appredimento globale riguarda il nostro modo personale di affrontare un problema. Come viene appreso l'ambiente intorno a sé e come vengono acquisite nuove...

MECCANISMI DI DIFESA

Quando parliamo di meccanismi di difesa facciamo riferimento ad un termine psicoanalitico che individua i processi dinamici e inconsci mossi dall’Io per fronteg...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

News Letters