Pubblicità

Articles Tagged ‘obesità’

Dipendenza da videogiochi: diminuzione del sonno, obesità e rischio di patologie cardiovascolare per alcuni giocatori

Bambini e ragazzi con dipendenza da videogame possono, in età adulta,  avere una maggiore predisposizione a sviluppare disturbi correlati al sonno, all’ obesità e a  patologie cardiovascolari,

videogameBambini e ragazzi con dipendenza da videogame possono, in età adulta,  avere una maggiore predisposizione a sviluppare disturbi correlati al sonno, all’ obesità e a  patologie cardiovascolari, a rilevarlo una ricerca Canadese condotta in collaborazione tra la “California State University”  e la  “School of Medicine di McMaster University.”

Disturbo bipolare, sedentarietà e stati di salute patologici

Uno stile di vita sedentario associato al disturbo bipolare può determinare l’insorgenza di stati di salute patologici quali obesità e malattie cardiache

sedentarietà e disturbo bipolareUn nuovo studio, pubblicato sulla rivista Psychiatry Research, ha delineato il legame tra il disturbo bipolare, il tempo che si trascorre seduti e diversi problemi di salute, tra cui, nello specifico, le malattie cardiovascolari.

Impatto dei fattori genetici e dell’ambiente familiare sull’obesità infantile

Un recente studio internazionale ha rilevato che circa il 35-40% dell’Indice di Massa Corporea (Body Mass Index), un parametro di valutazione del peso corporeo, viene ereditato dai genitori.

Obesità infantile

I ricercatori affermano che per la maggior parte dei bambini obesi, la percentuale sale al 55-60%, dunque più della metà della loro tendenza all’obesità è determinata da fattori genetici e dall’ambiente familiare. All’interno di questo studio, condotto presso l’Università di Sussex, sono stati raccolti dati relativi all’altezza e al peso di 100.000 bambini e dei loro genitori, provenienti da tutto il mondo.

Mindfulness disposizionale legata a valori glicemici sani

L’essere consapevoli di sé, dei propri sentimenti, delle proprie azioni ed emozioni, può essere collegato all’avere livelli di glicemia nella norma nonché una migliore salute cardiovascolare

livelli di glucosio La mindfulness disposizionale è la propensione innata alla consapevolezza intenzionale.
Ciò significa essere consapevoli dei propri pensieri e sentimenti presenti; una sorta di autoconsapevolezza che una persona ha intrinsecamente e che impiega durante le attività quotidiane, in opposizione allo stato di mindfulness ottenibile tramite esercizi meditativi.

Obesità e Confine del Sé nel Test I.Co.S.

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro/fuori e il Test I.Co.S. è concretamente utile per comprendere lo stile di gestione, da parte del soggetto obeso, delle relazioni con l’esterno e tra le sue parti interne.

Obesità e Confine del SéPrima di entrare nello specifico del rapporto tra Obesità e problemi di confine, è importante ricordare che il disturbo psicosomatico rappresenta lo spostamento sul corpo di un problema di natura psichica che, non potendo essere risolto su quel piano, viene “spostato” sul piano somatico con una operazione che, per quanto paradossale, rappresenta comunque un “vantaggio” da diversi punti di vista:

  • rende visibile/denuncia l’esistenza di un problema... ed in genere costringe ad occuparsi in qualche modo di sé
  • “protegge”, almeno temporaneamente, la persona da qualcosa che la spaventa molto più del sintomo corporeo... nonostante apparentemente sia proprio su quest’ultimo che si concentrano tutte le sue preoccupazioni
  • costruisce una sorta di rappresentazione simbolica dell’operazione che, se riportata sul piano psicologico, risolverebbe il vero problema.

Obesità, ansia e depressione: quale legame?

Un nuovo studio ha riscontrato un collegamento tra l'obesità e un aumentato rischio di sviluppare ansia e depressione in bambini e adolescenti.

obesità ansia depressione. quale legameQuesto aumento del rischio sembra essere indipendente dai tradizionali fattori di rischio, come la malattia psichiatrica dei genitori e lo status socio-economico, secondo i ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma, in Svezia.

Perle e delfini

La cura del sovrappeso nell'età evolutiva con l'educazione terapeutica familiare empowering

Perle e delfiniPerle e delfini cerca di capire il perché dell'obesità e come affrontarla nella pratica senza favorire altre patologie, in uno dei paesi che porta il primato dell'epidemia: l'Italia.

Ruolo del disagio psicologico e dell'alimentazione emotiva nell'obesità

Una nuova ricerca, pubblicata nella rivista Obesity, ha scoperto che le persone con redditi più bassi sono più soggetti a obesità a causa di un disagio psicologico che provoca una alimentazione di tipo emotivo.

disagiopsicologicoeobesità.jpg

La ricerca dell'University of Liverpool e della Edith Cowan University (ECU) ha esplorato se la relazione tra uno stato socioeconomico inferiore (SES) e obesità sia spiegata da stress psicologico e una successiva alimentazione emotiva come strategia di coping.

150 partecipanti provenienti dal nord-ovest dell'Inghilterra da una serie di background socio-economici hanno completato questionari che misurano il disagio psicologico, il mangiare emotivo e la capacità di recupero.

Ruolo dello stile di vita nell'obesità

Fattori differenti da quelli genetici potrebbero giocare un ruolo di maggior rilievo nell’obesità.

ObesitàUn nuovo studio, pubblicato sulla rivista Nature Communications e condotto da ricercatori europei, ha esplorato il motivo per il quale l’obesità è molto più comune un alcune aree geografiche piuttosto che altre.

Stress psicologico e obesità: un nuovo collegamento biologico

I ricercatori hanno scoperto un collegamento tra i percorsi delle microRNA e quelli di regolazione in condizioni sia metaboliche che ansia-correlate. In particolare, in questi disturbi, i microRNA regolano la segnalazione di acetilcolina nel sistema nervoso e le componenti molecolari ad essa correlate.

stress 1obesitàUn team di ricercatori della Hebrew University of Jerusalem, ha indagato gli elementi molecolari che mediano la relazione tra ansia e metabolismo, ossia un tipo di microRNA che influenza i meccanismi biologici.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Due nemici sotto lo stesso tet…

maria, 69 anni     Salve ! Sto vivendo un momento abbastanza difficile e complicato della mia vita e da sola non riesco ad uscirne, ecco perch...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Dipsomania

Per dipSomania si intende una patologia  caratterizzata da un irresistibile desiderio di ingerire bevande alcoliche. Per Dipsomania ( gr. δίψα "sete" e ...

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

Suicidio

Per suicidio (dal latino suicidium, sui occido, uccisione di se stessi) si intende l'atto con il quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente...

News Letters