Pubblicità

Articles Tagged ‘resilienza’

Adozione oggi. Percorsi di resilienza

adozione oggiQuesto libro è il risultato di una ricerca longitudinale sul tema dell’adozione internazionale durata oltre quindici anni.

Attraverso l’approfondimento dei casi seguiti nella pratica clinica – che includono situazioni di diversa gravità – e il confronto con la teoria e la ricerca sull’argomento, cerca di fornire elementi per meglio comprendere il rapporto tra genitori adottivi e figlio adottato.

In particolare l’obiettivo è stato quello di evidenziare le modalità utili per sviluppare in entrambi un atteggiamento che favorisca la resilienza, ai fini di un adeguato percorso di crescita emotiva e di emancipazione.

Atteggiamento positivo negli anziani e resilienza

I ricercatori hanno scoperto che persone con un atteggiamento più positivo verso l’invecchiamento erano resilienti nel fronteggiare lo stress, con una minore esperienza di emozioni negative.

anziane resilienzaUna nuova ricerca pubblicata sul Journal of Gereontology: Psycholocial Sciences, ha evidenziato come un atteggiamento positivo verso l’invecchiamento renda gli anziano più resilienti nel fronteggiare situazioni di stress.

Come superare gli ostacoli e mantenere un atteggiamento resiliente

“Non mi scoraggio perché ogni tentativo sbagliato, scartato è un altro passo avanti.” Thomas Alva Edison

atteggiamento resilienteIn questo articolo ti parlo di come mantenere un atteggiamento resiliente, vincente, come reagire e motivarti anche nei momenti di difficoltà quotidiani che stai affrontando o che potresti fronteggiare.

Competenze situate, variabili educative e dimensione europea: sviluppi di un partenariato Erasmus Plus

Il progetto Erasmus Plus denominato “NewS – New Skills New Schools, Common Standards and Skills in Education”, disamina il concetto di variabili situazionali nello sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza, nonché le metodologie curricolari e la loro integrazione in contesti Formali, Non Formali e Informali.

sviluppi di un partenariato Erasmus PlusABSTRACT

Il progetto Erasmus Plus denominato “NewS – New Skills New Schools, Common Standards and Skills in Education”, disamina il concetto di variabili situazionali nello sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza, nonché le metodologie curricolari e la loro integrazione in contesti Formali, Non Formali e Informali. Il contributo adotta il benchmarking comparando dati primari (le rilevazioni del progetto) e dati secondari, evidenziando la correlazione tra le peculiarità dei sistemi scolastici nazionali e la rilevanza di specifici indicatori. Evidenzia altresì alcune difficoltà di giudizio sommativo e formativo e propone una traslazione del focus dalla relazione docente/discente al setting educativo quale “luogo in valutazione”, dove le competenze emergono e agiscono.

Doppio transfert. Una storia d'amore

Doppio transfert. Una storia damoreCon questo libro abbiamo la sensazione di avere fatto un viaggio attraverso le gioie, i sogni, ma sopratutto i dolori e le ansie di decine di vite. Ci siamo imbattuti nella normalità della follia e nell'oscenità della sofferenza psichica, abbiamo visto le estreme difese che l'animo umano pone contro il proprio disfacimento e la resilienza che permette di adattarsi a vivere anche nelle più estreme condizioni.

Essere o non Essere? ... meglio ridere

Domanda "Ti ritiri tu?" Risposta "Trullallerollà". E' solo un vecchio gioco di parole, ma è sempre efficace. Chi potrebbe essere a pronunciarne la prima parte?

riso e buonumoreUn maratoneta al lumicino delle proprie energie? Un manager che sta "ristrutturando" la propria azienda? Un "tombeur des femmes", un donnaiolo insomma alle prese per la prima volta con un rivale in amore? A cosa avete pensato; vi sembra solo una stupidaggine, una "roba da ridere"?

Di certo quello che colpisce è la risposta: anche in un semplice gioco di parole si nasconde e si manifesta, attraverso una risata, un antico adagio: "Quando piangi e il tuo dolore è immenso, dall'altra parte dell'Universo, qualcosa in te ride a crepapelle. Si tratta soltanto di lasciargli spazio".

La crisi esistenziale: cosa è e come affrontarla

Come ben sanno gli psicoterapeuti, il motivo più frequente che ai nostri giorni spinge le persone in consultazione è una dolorosa sensazione di mancanza di un senso profondo che motivi il proprio esistere, ciò che comunemente è definito appunto crisi esistenziale

crisi esistenzialeCome ben sanno gli psicoterapeuti, il motivo più frequente che ai nostri giorni spinge le persone in consultazione è una dolorosa sensazione di mancanza di un senso profondo che motivi il proprio esistere, ciò che comunemente è definito appunto "crisi esistenziale": ci sono molte persone che apparentemente conducono un'esistenza tranquilla, sembrano realizzate dal punto di vista lavorativo, hanno degli affetti, eppure soffrono a causa di una dolorosa sensazione di vacuità, di mancanza di senso, accompagnata da un'affettività abbattuta, depauperata di energie, appiattita.

La resilienza e i concreti indizi sulle sue basi neurobiologiche

Gregory E. Miller e i suoi collaboratori in un nuovo studio di neuroimaging pubblicato sulla rivista PNAS hanno ipotizzato che la connettività della rete esecutiva centrale fronto-parietale del cervello (CEN) può offrire un contributo alla comprensione delle basi neurobiologiche della resilienza.

la resilienza e i concreti indizi sulle sue basi neurobiologiche

Vi è una notevole variabilità nel modo in cui le persone rispondono ai principali fattori di stress. Alcuni rimangono sani, mentre altri si deteriorano. Poco si sa delle reti cerebrali che sono coinvolte nel modellare questi diversi risultati.

La resilienza: una capacità essenziale per superare le avversità della vita

Sempre più spesso, specialmente nell’ultimo periodo, si è sentito parlare nei servizi giornalistici, in televisione o in radio del termine resilienza. Ma cosa si intende con esso? E perché è così importante nella vita?

di Lorenza Fiorilli

La resilienza una capacità essenziale per superare le avversità della vita

La psicologia ha preso “in prestito” questo concetto dalla fisica, con il quale si indica la capacità di un materiale di resistere agli urti senza spezzarsi e di riacquistare un assetto più possibile simile a quello originario.

Come un pezzo di metallo può subire degli urti e ritrovare una nuova forma, anche gli esseri umani hanno in sé la capacità di fronteggiare e superare un evento traumatico o un forte stress.

Meccanismi neuronali che proteggono dal Disturbo Bipolare

Alcuni CAMBIAMENTI NELLA CONNETTIVITA’ DEL CERVELLO POSSONO PROTEGGERCI CONTRO IL DISTURBO BIPOLARE

disturbo bipolarePerché alcuni individui sviluppano il disturbo bipolare, mentre i loro fratelli ad alto rischio non lo fanno?

Un nuovo studio ha scoperto che i cambiamenti naturali nel circuito cerebrale possono aiutare le persone ad alto rischio genetico di sviluppare il disturbo bipolare a scongiurare l'insorgenza della malattia.

Psicogenealogia e segreti di famiglia

Progetto senso e resilienza

Psicogenealogia e segreti di famigliaCi sono segreti in tutte le famiglie ma alcuni condizionano la vita degli individui e dei loro discendenti.

La gravità della loro influenza dipende da molti fattori: importanza del fatto celato, sofferenza di chi lo nasconde, perturbazione più o meno vasta che si genera nella comunicazione tra i membri del nucleo familiare.

Resilienti allo stress con l'ottimismo e la competenza

Il possesso di determinate caratteristiche come l'ottimismo e la percezione di competenza ci rende resilienti nella gestione dello stress e dei suoi effetti negativi.

ottimismo e competenza contro lo stressLa psicologia che si occupa della self-regulation ha cercato di delineare quelle caratteristiche personali che ci rendono meno vulnerabili allo stress ed ai suoi effetti negativi.

A tal proposito ha indagato più nel dettaglio le nozioni di ottimismo e competenza. Fino a che punto l'ottimismo e la competenza rappresentano la stessa cosa?

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la propria vita di fronte alle difficoltà.  Le persone resilienti sono coloro che anche in circostanze avverse fronteggiano efficacemente le situazioni difficili  dando così un nuovo input alla propria esistenza  raggiungendo traguardi importanti.

RESILIENZA

Essa può essere intesa come una funzione psichica che può modificarsi nel tempo in rapporto all’esperienza, ai vissuti e al mutare dei meccanismi mentali della persona.

 Le  capacità resilienti possono essere di tipo:

  • istintivo: caratteristico dei primi anni di vita quando i meccanismi mentali sono dominati da egocentrismo e onnipotenza;
  • affettivo: che rispecchia la maturazione affettiva, il senso dei valori, il senso di sé e la socializzazione;
  • cognitivo: quando il soggetto può utilizzare le capacità intellettive simbolico-razionali.

Resilienza. Strategie di sviluppo

Il termine “resilienza” nel suo significato originario appartiene alla fisica dei materiali e si riferisce alla proprietà di un corpo di riassumere la propria forma originale dopo aver subito un urto o una deformazione.

Resilienza strategie di sviluppoIl termine resilienza nel suo significato originario appartiene alla fisica dei materiali e si riferisce alla proprietà di un corpo di riassumere la propria forma originale dopo aver subito un urto o una deformazione.

La parola resilienza viene utilizzata anche in Psicologia e sta ad indicare la capacità dell’individuo di far fronte e sapersi adattare e resistere ad eventi stressanti o traumatici riuscendo a riorganizzare efficacemente la propria vita.

Sindrome di Down: Atteggiamenti positivi nelle famiglie

I familiari condividono prevalentemente sentimenti d'amore rispetto al rimpianto o all'imbarazzo

bambini sindrome DownQuando i genitori scoprono, nella fase della gravidanza, che nascerà un figlio con Sindrome di Down, una delle prime domande che potrebbero porsi è "Quali conseguenze avrà la nostra famiglia?".

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

Cinofobia

Il cane è da sempre l’animale più amato dagli esseri umani, ormai è proverbiale la definizione “migliore amico dell’uomo” e in effetti la storia conferma questa...

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento del &n...

News Letters