Pubblicità

Articles Tagged ‘ricordo’

Un ricordo di infanzia di Leonardo da Vinci (Freud, 1910)


Sigmund Freud“L’ardore delle carezze, cui accenna la sua fantasia dell’avvoltoio, era anche troppo naturale: la povera madre abbandonata effondeva nell’amore materno il ricordo delle tenerezze perdute e la nostalgia di nuove tenerezze; ed era portata a far ciò non solo per compensare il fatto di non avere un marico, ma anche per compensare il bambino di non avere un padre che lo accarezzasse. Così, come tutte le madri insoddisfatte, collocò il figlioletto al posto del marito e, provocando una troppo precoce maturazione del suo erotismo, lo spogliò di parte della sua virilità.” p.257)

Aiuta te stesso a superare la depressione


Sentirsi meglio attraverso piccoli passi

depressioneUn americano su quattro soffre di Depressione Maggiore, a confermarlo alcune ricerche americane, condotte negli ultimi 10 anni.

Decodificati i meccanismi fisiologici della memoria

Un singolo neurone sarebbe responsabile sia della formazione del ricordo sia della sua cancellazione.

memoria drosofila

In uno studio sui moscerini della frutta (drosofila), un team di ricercatori dello Scripps Research Institute Florida ha mostrato i meccanismi fisiologici nei quali un ricordo è formato e poi successivamente dimenticato.

La clinica psicoanalitica contemporanea

La clinica psicoanalitica contemporaneaMirando a rifondare teoricamente la clinica, André Green ritorna qui sugli assi principali della pratica psicoanalitica e rivisita le basi stesse del metodo analitico.

Reciprocità tra teoria e prassi (Ferenczi, 1924)

sandor ferenczi

“Ci richiameremo dunque direttamente all’ultimo saggio di Freud a carattere tecnico sul tema Ricordare, ripetere ed elaborare,(1914): saggio in cui alle tre attività menzionate nel titolo viene attribuita un’importanza diversa, in quanto al lavoro analitico viene assegnato uno scopo specifico: ricordare; di conseguenza il voler rivivere anziché ricordare è considerato un sintomo di resistenza e, come tale, un’attività da evitarsi.

Scusa, mi ricordi il tuo nome?

Quando ci troviamo in situazioni nuove ed incontriamo nuove persone che ci vengono presentate, abbiamo sempre una grande difficoltà a ricordare il loro nome. Perché accade questo? Come possiamo fare per porvi rimedio?

mi ricordi il tuo nomeE’ importante ricordare le persone”, ha affermato l’attrice Joan Crawford. “Mi ricordo centinaia di nomi, forse di più, non perché mi viene naturale, tutto il contrario! Non penso di essere brava in questo, ma è uno sforzo che mi sembra giusto fare!”.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le parole della Psicologia

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

News Letters