Pubblicità

Articles Tagged ‘social media’

L'uso dei social media avviene sia online che offline

I social media hanno cambiato il modo in cui le persone interagiscono. Tuttavia, l'uso dei social media non è né statico né specificamente collegato a determinate piattaforme. Le capacità tecniche emergenti, i cambiamenti nello stile di vita e la gestione del tempo, nonché le crescenti possibilità di interagire online e offline influenzano contemporaneamente il nostro uso dei social media. Questi sono alcuni dei risultati di una nuova tesi di dottorato su Instagram e social media dell'University of Gothenburg.

social media online offline

Nei suoi studi, la dottoressa BeataJungselius, si è concentrata sull'uso di Instagram e ha condotto interviste con un gruppo di utenti nel 2012, mentre cinque anni dopo è tornata da quello stesso gruppo di instagrammer per capire come il loro uso, sia di Instagram sia dei social media in generale, sono cambiati nel tempo.

Aspetti psicologici dell’utilizzo di Instagram

Le motivazioni che spingono all'uso di Instagram differiscono da quelle di altri Social-Media

instagramUna nuova ricerca pubblicata sul Journal Computers in Human Behaviour ha scoperto quali sono le ragioni principali che spingono le persone a utilizzare Instagram, così come le motivazioni sottese alla condivisione costante di foto e video.

Ghosting: chiudere le relazioni trasformandosi in fantasmi

Con Il termine “ghosting” è stato descritto l'atto di scomparire dalla vita di un partner o di un amico ignorandone le chiamate, i messaggi di testo e i messaggi sui social media.

il ghosting. chiudere la relazione trasformandosi in un fantasmaFino ad oggi il termine di una relazione era legato ad un “punto di arrivo” in cui la coppia, per scelta di uno dei due o di entrambi, decidevano di porre fine alla relazione.

Ma, con le nuove tecnologie, come i messaggi di testo ed i social media, che svolgono un ruolo più ampio nelle relazioni moderne, la semplice interruzione dei contatti digitali con il partner, è diventato un modo semplice per segnalare la fine di una relazione.

Greater social media use tied to higher risk of eating and body image concerns

Social media combines many of the visual aspects of traditional media with the opportunity for social media users to interact and propagate stereotypes that can lead to eating and body image concerns.

Logging on to social media sites frequently throughout the week or spending hours trolling various social feeds during the day is linked to a greater risk of young adults developing eating and body image concerns, a University of Pittsburgh School of Medicine analysis discovered.

I rischi causati dai social ai nostri figli!

I ricercatori mettono in guardia i genitori da potenziali danni di messaggi on-line sui loro figli.

on lineCiò che i genitori condividono con gli altri sui loro figli in quest’epoca digitale presenta nuovi rischi e spesso imprevisti, secondo una nuova ricerca presentata presso l'American Academy of Pediatrics (AAP) nel 2016 durante la Conferenza Nazionale a San Francisco. (Venerdì 21 ottobre)

I social media sul posto di lavoro

Lo studio ha mostrato che le personalità estroverse e nevrotiche trascorrono molto più tempo sui social media durante l’orario di lavoro per motivi privati; al contrario, soggetti puntuali e organizzati trascorrono meno tempo on line durante l’orario di lavoro, ma possono usare attivamente il web per motivi legati al lavoro stesso.

Social media lavoroCon il termine social network si fa riferimento ad un servizio informatico on line che permette la realizzazione di reti sociali virtuali; il loro utilizzo consente di condividere contenuti testuali, immagini, video e audio e di interagire tra loro.

Il like sui social, un premio necessario per essere felici

I Social network hanno saturato la nostra vita di relazione e sostituito molte interazioni personali al punto che un Like è ormai come una ricompensa di cui abbiamo assoluto bisogno.

I like sui social premio

Il nostro uso dei Social Media, in particolare i nostri sforzi per massimizzare i "Mi piace", segue un modello di "apprendimento premiato", secondo un nuovo studio condotto da un team internazionale di scienziati. Le scoperte, che appaiono sulla rivista Nature Communications, rivelano parallelismi con il comportamento degli animali, come i ratti, nella ricerca di ricompense alimentari.

Le nuove madri possono essere vulnerabili alla 'condivisione'

Sia se debbano commiserarsi sul proprio stile di genitorialità, ricevere consigli, o semplicemente vantarsi dei risultati dei loro ragazzi, i genitori di oggi spesso si rivolgono a un forum sempre pronto: i social media.

madri condivisione

Mariea Grubbs Hoy, Professoressa presso la School of Advertising and Public Relations del College of Communication and Information, ha lavorato con Alexa K. Fox, assistente professore di marketing presso l'University of Akron, per studiare lo "sharenting" (creativa parola nata dalla combinazione di parenting e sharing), ovvero, l'uso abituale dei social media da parte di un genitore per condividere notizie e immagini sui propri figli.

Le nuove relazioni sui social: l'orbiting

L'orbiting è il nuovo fenomeno giovanile in cui vengono interrotte tutte le comunicazione dirette e significative con una persona che non ci interessa più ma si continua a mantenere un'interazione superficiale attraverso i social media "orbitandole" intorno continuando ad "osservare" la sua vita.

Le nuove relazioni sui social orbitingMegan è una ragazza di 26 anni che iniziò a uscire con un ragazzo l'anno precedente dopo averlo conosciuto attraverso degli amici in comune (online).

Uscirono a cena e trascorsero del tempo insieme. Andò persino a casa con lui un fine settimana, dove incontrò suo padre e gli amici di lui.

Non dirlo al web, dillo allo psicologo.

La ricerca rileva che il supporto sociale cercato sui social media non migliora la salute mentale per gli utenti che non hanno un buon sostegno nella vita off-line.

non dirlo al web ma dillo allo psicologo

Sui social media passiamo molto tempo della nostra giornata, l'utilizzo che ne facciamo è vario e risponde a diverse esigenze. Se abbiamo bisogno di reperire una ricetta, leggere le ultime notizie, chiedere informazioni al nostro assistente digitale, persino offrire il nostro punto di vista e decidere se ciò che abbiamo visto o letto, ci è piaciuto oppure no, attraverso le reaction possiamo farlo.

Passare troppo tempo sui socialnetwork disturba il sonno

Una nuova ricerca americana suggerisce che trascorrere molto tempo sui social media causa disturbi del sonno

disturbi del sonnoI ricercatori hanno trovato che coloro che trascorrono molto tempo sui social media durante il giorno o che sono abituati ad accedervi frequentemente per tutta la settimana, hanno probabilità significativamente maggiori di soffrire di disturbi del sonno rispetto a coloro che fanno un uso più moderato dei mezzi informatici.

Perchè crediamo ancora alle fake news?

"Non credere a nulla di ciò che senti, e solo a metà di ciò che vedi" Edgar Allan Poe, 1845. Uno studio, oggi,  rivela che gli umani credono a tutto ciò che vedono.

Fake News 1Le elezioni presidenziali americane del 2016 hanno portato una notevole attenzione al fenomeno delle "fake news". I video della presidente della camera Nancy Pelosi furono manipolati per farla apparire incoerente o ubriaca e ancora oggi sono in circolazione sui social media. Questi video modificati sono stati condivisi anche da coloro che diffondono il maggior numero di "fake news".

Relazioni insicure e utilizzo problematico di Facebook

l' insicurezza nelle relazioni è legata ad un uso disadattivo di Facebook, secondo una nuova ricerca pubblicata su BMC Psychology.

facebook relazioni

"Questo argomento è stato interessante a causa dell'evoluzione nell'uso dei social media e per il collegamento tra i nuovi modelli di utilizzo di Facebook (ad esempio il confronto sociale) e gli esiti psicologici negativi come i sintomi della depressione e la bassa autostima", ha detto l'autore dello studio Sally Flynn della National University of Ireland Galway.

Una semplice strategia per migliorare l'umore

Abbiamo tutti un rimedio - un bicchiere di vino o un pezzo di cioccolato - per sollevare il morale quando siamo di cattivo umore.

umore news felicità

Piuttosto che concentrarsi sui modi per farci sentire meglio, un team di ricercatori della Iowa State University suggerisce di augurare il meglio agli altri.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Dismorfismo corporeo

L’interesse sociale nei confronti del Disturbo di Dismorfismo Corporeo (BDD) è cresciuto solo recentemente nonostante sia stato documentato per la prima volta n...

Narcisismo

La parola "narcisismo" proviene dal mito greco di Narciso. Secondo il mito Narciso era un bel giovane che rifiutò l'amore della ninfa Eco. Come punizione, fu d...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

News Letters