Pubblicità

Articles Tagged ‘social’

5 motivi per pubblicare un articolo su un sito specializzato

Tra le molte questioni che un professionista della psicologia si trova ad affrontare oggigiorno, quella della promozione online è molto importante. Un metodo efficace è sicuramente la pubblicazione di articoli su siti specializzati.

psiconline articoloOggi nessun professionista può esimersi dal fare considerazioni sulla propria promozione in rete ma, erroneamente, si crede che basti avviare un proprio sito internet per risolvere il problema.

Sfortunatamente però la questione è più complessa; si cercherà quindi di spiegare come la pubblicazione online di articoli possa rafforzare la propria presenza in rete ed avere un riscontro, anche offline, nella propria professione.

Bisogno di accettazione sociale e dipendenza da Facebook

Oltre un miliardo di persone usa Facebook per connettersi con gli altri e mantenere relazioni sociali. Ma una nuova ricerca suggerisce che il sito di social network può causare dipendenza per alcuni.

accettazione sociale

Uno studio pubblicato su Computers in Human Behavior ha rilevato che le persone che ritenevano di dover essere accettate socialmente per avere un valore come persona erano più a rischio di usare Facebook in modo compulsivo e disadattivo.

Esperienze negative sui social e influenze sulla depressione

Un nuovo studio rileva che le esperienze negative sui social media hanno un impatto maggiore delle interazioni positive quando si tratta della possibilità che i giovani adulti riferiscano sintomi depressivi.

depressione socialI ricercatori dell' Università di Pittsburgh ritengono che i risultati possano contribuire agli interventi e alle raccomandazioni cliniche per ridurre il rischio di depressione.

Esperienze negative sui social e solitudine

Interazioni positive sui social non stanno rendendo i giovani più connessi, mentre le esperienze negative stanno aumentando la loro probabilità a sentirsi soli.

social

I risultati si basano su una ricerca dell' University of Pittsburgh Center for Research on Media Technology and Health (MTH) condotta e premiata nel 2017, che ha suggerito che un uso maggiore dei social media sia associato con un aumento del senso di solitudine.

Facebook: l'autostima modifica la reazione al ritratto di sé

Le persone con una bassa autostima non si sentono in grado di presentarsi in modo autentico sul sito di social network Facebook, secondo una nuova ricerca pubblicata su Computers in Human Behavior.

autostima Facebook"Facebook è un sito ricco per le ricerche, che consente varie forme di coinvolgimento degli utenti, ma anche una notevole esposizione di informazioni. La precedente evidenza nella letteratura sui social media indica che Facebook è un'arma a doppio taglio".

Il maltrattamento infantile porta a un uso problematico dei social

I giovani adulti che hanno subito abusi o trascuratezza durante l'infanzia hanno maggiori probabilità di mostrare segni di utilizzo problematico e compulsivo dei social media, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Psychiatry Research.

social maltrattamento"Attraverso il lavoro di sensibilizzazione presso le scuole superiori e la realizzazione di seminari universitari, ho avuto molte conversazioni informali con i giovani che discutono spesso di quanto sono 'attaccati' ai loro dispositivi", ha detto l'autrice dello studio Joanne D. Worsley dell' Università di Liverpool.

Iperconnessi

iperconnessiLa tesi di Jean M. Twenge è semplice ma rivoluzionaria: i ragazzi non sono piú quelli di un tempo.

Relazioni insicure e utilizzo problematico di Facebook

l' insicurezza nelle relazioni è legata ad un uso disadattivo di Facebook, secondo una nuova ricerca pubblicata su BMC Psychology.

facebook relazioni

"Questo argomento è stato interessante a causa dell'evoluzione nell'uso dei social media e per il collegamento tra i nuovi modelli di utilizzo di Facebook (ad esempio il confronto sociale) e gli esiti psicologici negativi come i sintomi della depressione e la bassa autostima", ha detto l'autore dello studio Sally Flynn della National University of Ireland Galway.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi sento triste e depresso [16…

ANONIMo, 14 anni   Buongiorno, sono un ragazzo di 14 anni e sto vivendo un periodo buio nella mia vita; il motivo è soprattutto l'impatto che ha av...

Mio marito ha un disturbo? [16…

Francesca, 36 anni. Salve, ho un problema con mio marito. Lui ha 39 anni e siamo sposati da 12. Da 3 ha un'azienda tutta sua di idraulica, fa impianti, ec...

Vivo ogni giorno con sempre me…

  lola, 23 anni   Salve, sono una ragazza di 23 anni e soffro di molti dei settori sopra indicati..avrei davvero bisogno di sfogarmi con qualcun...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Afasia

L’afasia è un disturbo della formulazione e della comprensione di messaggi linguistici, che consegue a lesioni focali cerebrali, in persone che avevano in pre...

Fissazione

Nel linguaggio comune, quando parliamo di fissazioni, ci riferiamo a comportamenti che la persona ha sempre messo in atto, che sono diventati abituali e che la ...

News Letters