Pubblicità

Articles Tagged ‘sonno’

Dipendenza da videogiochi: diminuzione del sonno, obesità e rischio di patologie cardiovascolare per alcuni giocatori

Bambini e ragazzi con dipendenza da videogame possono, in età adulta,  avere una maggiore predisposizione a sviluppare disturbi correlati al sonno, all’ obesità e a  patologie cardiovascolari,

videogameBambini e ragazzi con dipendenza da videogame possono, in età adulta,  avere una maggiore predisposizione a sviluppare disturbi correlati al sonno, all’ obesità e a  patologie cardiovascolari, a rilevarlo una ricerca Canadese condotta in collaborazione tra la “California State University”  e la  “School of Medicine di McMaster University.”

7 ragioni per essere orgogliosi di essere nottambuli

Si dirà anche che il mattino ha l’oro in bocca, ma il fatto stesso d’esser gufo comporta tanti altri vantaggi. È il momento d’incominciare ad apprezzarli.n 133053797 large570

Non fraintendeteci, però: c’iscriviamo senza alcun dubbio fra i difensori del sonno.

E assicurarsi di goderne nella giusta dose ogni giorno (dalle sette alle nove ore di sonno per l’adulto, in media) è importante per restare in salute.

Alterazioni del sonno nella depressione post-partum

sonno e depressione post-partumAttualmente le condizioni di vita della donna, rispetto al passato, sono notevolmente cambiate; le donne hanno diversi impegni durante la loro giornata: oltre a prendersi cura della gestione famigliare, la maggior parte di loro ha anche un lavoro; ciò comporta che hanno meno tempo da dedicare a loro stesse ed alla loro salute.

Attacchi di panico (1456160096729)

le risposte dellespertoBibba, 24

 

D

 


Salve, da quando ho scoperto di essere allergica al nichel spesso ho attacchi di panico..mi sento un groppo alla gola, ansia, gambe gelate e, subito dopo, mi viene sonno.

Dominare l'insonnia

INSONNIAUn manuale che spiega che cos'è il sonno e quali fasi attraversa, le cause dei disturbi del sonno,

Dormire 7- 8 ore a notte migliora le prestazioni cognitive

Risultati preliminari dallo studio più grande del mondo sul sonno hanno mostrato che le persone che dormono di media tra le 7 e le 8 ore a notte hanno prestazioni cognitive maggiori rispetto a quelli che dormono di meno o di più rispetto a questa media.

Dormire

I neuroscienziati del Western University's Brain and Mind Institute hanno pubblicato le loro ricerche nel giornale SLEEP. Lo studio sul sonno più grande del mondo è stato effettuato nel Giugno del 2017 su 40.000 persone da tutto il mondo che hanno partecipato allo studio scientifico online il quale includeva un ampio questionario ed una serie di prestazioni cognitive.

E se dormire di meno aiutasse a prevenire la depressione?

Un ricercatore di psicologia ha trovato prove preliminari che il dormire poco può effettivamente ridurre il rischio di sintomi depressivi in alcune persone. Le sue scoperte sono state pubblicate sul Journal of Personality and Social Psychology.

depressione"La mia ricerca è focalizzata sulla risposta alla seguente domanda - dato uno stesso evento negativo della vita, perché una persona diventa depressa e un'altra persona no?", si è domandato l'autore dello studio Gerald J. Haeffel dell'Università di Notre Dame.

I cuccioli non dormono da soli

Il sonno dei bambini oltre i metodi e i pregiudizi

I cuccioli non dormono da soli"Questo libro vuole aiutarvi a scegliere dove e come dormire serenamente con i vostri figli. Sfogliandolo, troverete qualche consiglio pratico e alcune semplici strategie che spero vi aiuteranno a gestire i risvegli dei vostri bambini con serenità e, perché no, con un pizzico di fantasia.

I sonnambuli sentono meno il dolore fisico

Si chiama «paradosso del sonnambulismo» e consiste nel fatto che chi soffre di questo disturbo è molto sensibile alla sofferenza fisica durante la veglia e poco nel sonno.sleep kLLF U10602113231311YMI 700x394LaStampa.it

I medici lo chiamano il “paradosso del sonnambulismo”. Se da un lato chi soffre di questo disturbo è più propenso a sentire dolore quando è sveglio, dall’altro la percezione durante gli episodi notturni è quasi assente.

Il sonno e i suoi disturbi

Il sonno è quel fenomeno, senza il quale sarebbe impossibile vivere; è implicato nella regolazione della qualità della vita, dell’umore e della nostra efficienza durante la giornata.

il sonno e i suoi disturbiInfatti, benché il sonno sia rappresentato da un apparente stato di quiete, durante questo stato avvengono complessi cambiamenti a livello cerebrale che non possono essere spiegati solo come un semplice stato di riposo fisico e psichico. Ad esempio, ci sono alcune cellule cerebrali che in alcune fasi del sonno hanno una attività 5-10 volte maggiore rispetto alla veglia.

Due caratteristiche fondamentali distinguono il sonno dallo stato di veglia: la prima è che il sonno erige una barriera percettiva fra mondo cosciente e mondo esterno, la seconda è che uno stimolo sensoriale (ad esempio un rumore forte) può superare questa barriera e svegliare chi dorme.

Il sonno migliora le difese del sistema immunitario

il sonno può aiutare il sistema immunitario a combattere un'infezione, lo stress cronico ed altre condizioni che ci rendono più sensibili ad altre malattie.

sonno news sistema immunitario

Molti studi hanno indagato gli effetti benefici del sonno sulle abilità cognitive, come la memoria, e sulla salute in generale.

Il sonno rafforza i ricordi

Il sonno aiuta a conservare nella memoria le informazioni che vengono apprese durante il giorno.


sonnoEsperimenti condotti sugli animali hanno mostrato come i nuovi ricordi vengono riattivati durante il sonno. Il cervello “replica” le esperienze precedenti durante la notte e ciò permette di rafforzare i ricordi mentre si dorme.

La durata del sonno infantile legata a depressione materna

Le ricerche hanno mostrato che le madri che hanno avuto esperienze di depressione prenatale o parto cesareo potrebbero influenzare la durata e la qualità del sonno dei loro figli.

sonno news depressione

Lo studio ha analizzato i dati di genitori Canadesi e scoperto che il minor sonno dei loro figli a 3 mesi di età era presente nelle madri che non avevano ottenuto una laurea all'università, mentre avevano avuto esperienze di depressione durante la gravidanza oppure avevano avuto un parto cesareo di emergenza.

La Paralisi del sonno: uno stato di coscienza terrificante, ma unico.

Avete mai provato l'angosciante sensazione di rimanere "paralizzati" nel sonno? I risultati di vari studi provenienti dal mondo anglosassone hanno individuato i potenziali fattori di rischio di quella che in termini tecnici viene definita "Paralisi del sonno".paralisi del sonno

“Sono sveglio nel letto… nell’angolo della stanza ci sono due uomini. Non li posso vedere, ma so che ci sono e come sono fatti. Li posso sentire parlare. Stanno parlando della morte. Non mi posso muovere. Uno degli uomini si avvicina e si mette direttamente su di me… Sputa ed il suo sputo finisce sull’orbita del mio occhio chiuso. Posso sentire l’impatto, il bagnato, la scia di bava.”

Le fasi del sonno e il ciclo sonno-veglia

Il sonno, come abbiamo già accennato, non è uno stato uniforme ma  varia costantemente nel corso della notte con modificazioni, che avvengono in intervalli di tempo molto variabili.

fasi sonnoIl sonno è un processo, quindi, dinamico, che dal punto di vista comportamentale e fisiologico si distingue in due componenti principali, che si succedono con una ciclicità di circa 70-120 minuti:

Sonno REM:  nel 1953 Eugene Aserinsky e Nathaniel Kleitman  scoprirono la presenza di movimenti oculari rapidi durante il sonno, e da questa caratteristica lo denominarono REM, cioè  Rapid Eye Movements: movimenti oculari rapidi.

Le porte del sogno. Vol. 2

le porte del sogno"Le porte del sogno" custodisce gli ultimi scritti di Géza Roheim.

In tal senso questi due volumi possono essere inquadrati come una versione conclusiva del suo pensiero, la sintesi documentata e affascinante di trent'anni di ricerche effettuate "sul campo".

Lo stress, il sonno REM e l'espressione genica

La prima e più diretta conseguenza dello stress quotidiano è un aumento nel sonno REM (rapid eye movement - movimento rapido oculare).

sonno REM news

La ricerca, pubblicata sul giornale "PNAS reports" ha anche dimostrato che l'aumento del sonno REM è associato con i geni coinvolti nella sopravvivenza e morte delle cellule.

Meglio dormirci su

L'attività cerebrale che si verifica durante il sonno consolida la memoria

attività cerebraleUna nuova ricerca dell'Università di Bristol rivela come l'attività cerebrale durante il sonno, specie con l'enorme numero di esperienze in cui ci imbattiamo tutti i giorni, trattiene solo le informazioni più importanti in memoria.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rottura di un rapporto (156631…

  Vu Thi Bich Diep, 28 Buongiorno,Io e il mio ragazzo non ci parliamo da due settimane. I motivi sono che lui si sente troppo stressato per colpa del...

Mi sento fuori dal mondo (1565…

  carol, 28 Sono una neo mamma di 28 anni, brasiliana, vivo in italia da quando ne ho 10.Il mio disagio purtroppo mi segue da quando sono piccola. Al...

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Area Professionale

Articolo 31 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.31 (consenso per i minori), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo set...

Scrivere un articolo per farsi…

Prosegue la nostra guida su come scrivere un testo per il web. Nell'articolo precedente ci siamo preoccupati di progettare il testo in modo che fosse in grado d...

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Le parole della Psicologia

Emozione

Reazione affettiva a uno stimolo ambientale che insorge repentinamente e ha breve durata, come ad esempio paura, rabbia tristezza, gioia, disgusto, attesa. sorp...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

News Letters