Pubblicità

Articles Tagged ‘sviluppo’

Corso di psicologia dello sviluppo

CORSO PSICOLOGIA SVILUPPOIl manuale delinea un panorama completo dello sviluppo psicologico dalla nascita all’adolescenza secondo un punto di vista cognitivo, emotivo e sociale.

Epilessia:nuovi farmaci assunti durante la gravidanza non daneggiano il QI nei bambini

Nuovi farmaci contro l'epilessia, assunti durante la gravidanza, non  danneggiano  le capacità di pensiero o QI dei bambini in età scolare 

epilessiaSecondo una nuova ricerca, condotta  presso l'Università di Manchester, nuovi farmaci contro l'epilessia, il levetiracetam e topirimate - assunti durante la gravidanza, non  danneggiano  le capacità di pensiero o QI dei bambini in età scolare.

Erik Homburger Erikson (1902 -1994)

Erik Homburger EriksonErik H. Erikson è stato uno psicoanalista statunitense di origine tedesca, nato a Francoforte nel 1902 e morto ad Horwick, in Massachussets, nel 1994.

Negli anni della sua giovinezza, si dedicò allo studio dell’arte, viaggiando molto e, successivamente, divenne insegnante per le famiglie americane residenti a Vienna. Entrò, quasi casualmente, a far parte del circolo freudiano, avviando un percorso di analisi con Anna Freud e formandosi con Sigmund Freud, esperienze che consentirono la sua ammissione all’ Istituto Psicoanalitico Viennese.

I bambini prelinguistici sanno classificare i colori

La capacità di categorizzazione dei colori e l'acquisizione del linguaggio sono facoltà indipendenti

Bimbo e coloriUn gruppo congiunto di ricercatori della Chuo University, Japan Women's University e Tohoku University ha scoperto che i bambini di età compresa tra i 5 ei 7 mesi hanno nel loro cervello una rappresentazione categoriale dei colori, ancor prima di acquisire il linguaggio.

I dipendenti curiosi aiutano le aziende a crescere

Recenti studi hanno dimostrato che l’influenza di curiosità e creatività sulla prestazione di lavoro è rilevante ed è utile per la crescita aziendale assumere dipendenti curiosi e creativi.

dipendenti curiosi aiutano le aziende a crescereIn una nuova ricerca è emerso che quei datori di lavoro, che vorrebbero assumere persone in grado di pensare fuori dagli schemi e di risolvere i problemi difficili dovrebbero iniziare a cercare un particolare tratto di personalità: la curiosità.

L'esperienza del coming out: una prospettiva evolutiva

All’incirca a partire dai 2 anni, i bambini mostrano una preferenza  per il gioco con i coetanei dello stesso genere, se interagiscono con bambini di altro genere lo fanno per osservare il loro gioco. Nella scuola primaria vengono prodotte specifiche pratiche di genere:anche i libri  di favole veicolano stereotipi: per esempio le principesse sono solitamente buone e fragili e i principi forti e coraggiosi; per questo i bimbi associano fin dalla piu tenera eta’ al maschile caratteristiche come assertivita’, forza e coraggio e al femminile dipendenza, emotivita’ e cura per gli altri.

coming out

A partire dai 3-4 anni i ruoli e i comportamenti vengono determinati dal genere di appartenenza e ogni forma di atipicita’ viene ostacolata;fra i 4 e i 6 anni possono dare un significato negativo ai termini gay e lesbica anche se non ne conoscono con precisione il significato.

Se le bambine  possono interessarsi ai giochi da maschi, non è lo stesso per i maschietti , e in virtu’ di questo rifiuto anche le bambine saranno portate ad allontanare i giochi maschili.

L'intervento psicoeducativo nei disturbi dello sviluppo

lintervento psicoeducativo nei disturbi dello sviluppoIl volume offre un metodo di intervento efficace e scientificamente fondato per tutte quelle situazioni che vedono protagonisti non solo il bambino con le sue problematiche, ma anche la famiglia e le altre figure con ruolo educativo (insegnanti, educatori professionali ecc.).

Il testo è perciò diviso in due grandi ambiti: i primi tre capitoli intendono approfondire i contesti culturale (utilizzo dell’ICF) e scientifico (modelli di psicologia dello sviluppo, metodo di lavoro condotto su caso singolo) all'interno dei quali individuare le coordinate utili alla definizione del progetto psicoeducativo; la seconda parte è dedicata ai disturbi (spettro dell’autismo, disturbi del comportamento, disabilità intellettiva, disturbi di apprendimento), affrontati secondo uno schema comune: definizione in ambito clinico del problema, modelli psicologici interpretativi del disturbo, interventi che hanno ricevuto delle evidenze rispetto la loro efficacia, variabili da prendere in considerazione nello studio con soggetto singolo, con particolare attenzione alla collaborazione tra famiglia e mondo della scuola.

Lo scopo è proporre un approccio coerente tra valutazioni cliniche e intervento nei diversi contesti di vita.

Le tappe dello sviluppo sociale del bambino

Una descrizione delle tappe fondamentali dello sviluppo sociale del bambino nel primo anno di vita nella relazione con la figura di riferimento

sviluppoLo sviluppo sociale riguarda “il modo in cui i bambini interagiscono con gli altri, e quindi gli schemi di comportamento, i sentimenti, gli atteggiamenti e i concetti manifestati dai bambini in relazione alle altre persone e al modo in cui questi diversi aspetti variano durante la crescita”.
Schaffer (1996).

Lo sviluppo psicologico. Teorie e interpretazioni

SVILUPPO PSICOLOGICOIl volume propone una rappresentazione integrata del fenomeno di crescita e formazione dell’individuo reale, così come lo esperiamo nella quotidianità, sollecitando un atteggiamento interrogativo e critico verso il problema dello sviluppo psicologico dell’essere umano e verso la conoscenza che se ne è sin qui prodotta.

Osservazioni sulla scrittura dei bambini

osservazioni sulla scrittura dei bambiniNon si può negare che per i bambini e i ragazzi di oggi, i cosiddetti “nativi digitali”, la scrittura a mano abbia un ruolo e un significato completamente diversi da quelli delle generazioni precedenti: a cominciare dai due o tre anni i bambini cominciano a giocare con lo smartphone o il tablet e sembrano essere perfettamente a loro agio nell’usare questi strumenti.

Perché è importante scambiare battute con i bambini piccoli?

Scambiare forme di conoscenza, competenze, relazioni e performance

dialogo genitore figlioScambiarsi battute o messaggi informali e spontanei, spettegolare, scherzare e narrare possono essere attività incredibilmente utili per i bambini.
I ricercatori Betty Hart e Todd Risley hanno scoperto che l’interazione quotidiana tra un genitore e il suo bambino forma il linguaggio e sviluppa il vocabolario. Parlare in modo informale e scherzoso con i bambini amplia le conoscenze e le competenze di questi ultimi, e ha effetti duraturi sulle loro prestazioni nel corso della vita.

Ruolo di genere: teorie e sviluppo

Come si sviluppano le differenze di genere durante gli anni dell'infanzia e quali linee teoriche sono state proposte sulla base dello sviluppo del ruolo di genere? Un articolo per saperne di più.

Ruolo di genere teorie e sviluppoIl concetto di “genere” è uno degli attributi più centrali delle persone, nonché oggetto di infinito interesse in tutte le società.

Non dovrebbe quindi sorprendere il fatto che i bambini siano anche consapevoli delle caratteristiche legate al genere e che mostrino sin da piccolissimi queste qualità molto prima della loro maturità sessuale.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Convinzione occhi storti (1568…

mirko, 31 Dottori perdonate il disturbo. Sono un ragazzo di 31 anni e sono quasi 5 anni che vorrei capire una cosa che mi sta facendo diventare letteralmen...

Non riesco più a vivere (15667…

Francesca007, 25 Tutto inizia dai miei 17 anni, quando capisco di non essere abbastanza per i miei genitori. Mio papà mi teneva chiusa in casa come se foss...

Superare un tradimento (156741…

Lucrezia, 42 Salve, sto con il mio compagno da 12 anni, conviviamo. All'inizio del 2019 abbiamo cominciato ad avere qualche incomprensione a causa del suo ...

Area Professionale

Articolo 34 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.34 (sviluppo scientifico della professione), prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che se...

I vantaggi di sfruttare i Bann…

Proseguiamo con l'illustrazione degli strumenti che ci consentono di migliorare la nostra Brand Awareness professionale e di acquisire nuova visibilità e nuova ...

Articolo 33 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.33 (lealtà e colleganza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo setti...

Le parole della Psicologia

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisisti...

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

News Letters