Vai al contenuto

Pubblicità

lizasoberano

Membri
  • Numero di messaggi

    1
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda lizasoberano

  • Rango
    Nuovo utente

Ospiti recenti del profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. Penso che il problema principale risieda nella mia scarsità di esperienze sociali. Non dico di non aver mai avuto degli amici, ma ne ho avuti davvero pochi nel corso della mia vita. Se ripenso al mio passato, gran parte delle volte preferivo starmen in disparte e iniziavo ad aprirmi solo se gli altri si dimistravano amichevoli. Ho fatto anche degi azzardi in cui ero io ad approcciare per prima, é per questo che poi sono riuscita a farmi degli amici.. ma ogni volta li sceglievo io, infatti anche se qualcuno di popolare cercava di fare amicizia con me a scuola non mi aprivo, probabilmente perché non mi fidavo o perché non mi ritenevo degna. scarsa autostima in pratica. Parlo di esperienze che risalgono alle medie e addirittura elementari. Durante le medie sono rimasta appiccicata ad una mia compagna, nel senso che parlavo solo con lei. C'erano altre ragazze ovviamente, ma con loro non riuscivo ad aprirmi completamente. Ci scherzavo, ci facevo gruppo, ma non mi sembra di ricordare di essermici aperta del tutto. Ora sono al 3 anno delle superiori, ho perso le poche amicizie che avevo. Non riesco più ad aprirmi. Ho paura di venire ferita e di non essere accettata dagli altri. Mi sento uno schifo. Ho paura di star diventando pazza perché a forza di non parlare con nessuno, mi sorgono delle paranoie assurde. Ad esempio, sull'autobus ogbi santo giorno ho pensieri come: questa gente sa che non ho amici, infatti quando qualcuno accanto a me inizia a parlare di discoteca con amici, penso che l'abbia detto apposta per deridermi, come a dire io ho amici e tu sei un fallito. Ovviamente mi rendo conto che non per forza si tratta della verità, anzi so che sono dei oensieri assurdi, anche se é quasi inevitabile che io un pochino ci creda. Eppoi ho sempre lo sguardo triste, quindi cerco di nasconderlo con una faccia neutra e mi faccio paranoie anche su questo. Il mio obiettivo principale mentre cammino per strada é non far trasoarire la mia tristezza. Sono pazza, a volte mi pare persino di essere convinta che gli altri mi leggano nel pensiero. Non so più come gestirla questa cosa, per colpa delle mie convinzioni mi comporto in maniera strana e arrogante anche quando non è mia intenzione. Qualcuno mi aiuti. Dicono che i pazzi non sanno di essere pazzi, quindi il fattto che io in qualche modo mi renda conto dei miei problemi é un segno che non lo sono? Io mi sento davvero pazza. Mi manca l'esperienza , lo so. Ho paura.. avrei soktanto bisogno di qualxuno che mi dica che vado bene cosi come sono.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.