Vai al contenuto

Pubblicità

cicala

Membri
  • Numero contenuti

    3
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su cicala

  • Rank
    Nuovo utente

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. cicala

    XANAX

    Io fortunatamente non ho mai sofferto di veri e propri attacchi di panico, ma di ansia generalizzata che mi fa stare in continua agitazione durante tutta la giornata, oltre a dormire poco e male la notte. In ogni caso so che il pericolo di sviluppare dipendenza esiste (è scritto anche sul foglietto illustrativo) soprattutto se lo si prende per periodi prolungati (oltre le 8-12 settimane continuative). Il medico mi ha raccomandato di prestare attenzione durante la giornata, perchè per lavoro devo guidare e c'è appunto il rischio che crei sonnolenza, cosa che infatti ho notato da subito. Quello che è strano è che anche prendendolo, l'ansia non si placa del tutto: che sia per il basso dosaggio? Il medico mi ha detto di stare sulle 10 gocce, il farmacista invece mi ha addirittura detto che 5-6 gocce potrebbero bastare per me che sono minuta di corporatura. Ho paura ad aumentare la dose perchè comunque la sonnolenza mi viene eccome!
  2. Me lo dicono tutti, ed è un saggio consiglio. Ma non è facile, quando si deve lavorare per pagarsi gli studi e, viceversa, studiare per garantirsi un lavoro. La mia "tattica" è quella di andare avanti a testa bassa cercando di fare tutto il possibile e il più in fretta possibile, perchè questo circolo finisca presto. I frutti si vedono, ma ne sto risentendo tanto. D'altro canto, ho paura a prendermela con calma perchè lo vedo come un prolungarsi di questa stressante situazione. Un saluto
  3. Ciao a tutti, Mi iscrivo a questo forum sperando di poter trovare un po' di conforto, appoggio, qualche stimolo per risollevare la mia situazione. Spero che non sia uno dei tanti forum dove le discussioni si arenano senza risposta, ma voglio partire ottimista :) Ho 26 anni e una vita intensa, nel senso che studio e lavoro allo stesso tempo. Sto concludendo una laurea specialistica e amo quello che studio, pur trovandolo molto impegnativo. Lavoro part time (non un classico lavoro da studente, tipo cameriere o barista la sera) ma come impiegata in un ufficio per tre giorni alla settimana. Inutile dire che tra il lavoro, le lezioni (quando posso seguirle) e lo studio, il tempo che rimane è davvero poco, per non dire inesistente. Non faccio sport, esco raramente, molti amici sono spariti. Questo mi ha portato a cadere in una situazione di forte stress da circa un anno, alternando periodi più "sereni" a momenti più critici. Attualmente sto attraversando uno dei secondi. Sono sempre stata una persona ansiosa e somatizzo tutto il mio malessere, prima con la psoriasi, ora con gastrite e colon irritabile in fase acuta. Ultimamente si sono aggiunti i sintomi "tipici" di ansia e stress, come capogiri, nausee, senso di soffocamento, ipocondria... beh, per farla breve non ricordo l'ultimo giorno in cui mi sono sentita bene dalla mattina alla sera. La situazione non migliora, anche a casa ora ho qualche problema con un parente anziano da accudire e se prima era un posto dove rifugiarsi, ora si sta trasformando in un luogo dal quale stare alla larga il più possibile (tanto che preferisco essere a lavoro). Tutto sta diventando un circolo vizioso. Sono una persona timida e molto introversa, non parlo con nessuno dei miei problemi sebbene il mio disagio sia evidente a tutti coloro che mi stanno vicino. In compenso trascorro molto tempo davanti al pc...in questo modo spero che anche un semplice forum possa diventare un'utile valvola di sfogo. Grazie a coloro che vorranno darmi una mano, o anche solo un semplice consiglio.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.