Vai al contenuto

Chiara1231123

Membri
  • Numero di messaggi

    6
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Chiara1231123

  • Rango
    Nuovo utente

Ospiti recenti del profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. Ciao! Ho la tua stessa età e sono nella tua stessa situazione... anche io ho dei genitori che sono sempre stati iperprotettivi e si sono sempre aspettati il massimo da me... Anche io ho pensato tante volte che sarò davvero me stessa e vivrò davvero appieno solo quando sarò andata via di casa. Certo loro cercano di proteggerci ma facendo così ci fanno solo del male. Dovremmo imparare a cavarcela con le nostre forze e senza il loro aiuto ma purtroppo il loro proteggerci sempre ci porta ad avere molta paura per il futuro e difficoltà nella crescita personale.. Sinceramente nemmeno io so che fare... vorrei andarmene,costruire una mia famiglia ed iniziare davvero a vivere la mia vita ma è come se qualcosa mi bloccasse,perché sicuramente non è così semplice
  2. Chiara1231123

    Non so più che fare

    Ciao Elena,io credo proprio che ce la farai invece! Non mollare.. se hai bisogno di parlare con qualcuno se vuoi ti scrivo privatamente così potrai sfogarti un po’ ? Che ne dici ?!
  3. Ciao,ho appena letto il tuo messaggio qui sul forum e mi sono immedesimata molto in quello che hai scritto. Io non soffro di depressione, ma molto spesso attraverso momenti di profonda tristezza e solitudine. Ultimamente molto spesso sono triste, anzi non triste,direi più apatica,per tutto... Il consiglio che vorrei darti è quello di non lasciarti trasportare troppo dalle emozioni,sono davvero pericolose a volte.. Piuttosto scrivi sul tuo diario, esci a farti una camminata, ascolta la tua musica preferita... Pensi davvero che la morte sia la soluzione migliore? Non oso immaginare la tristezza profonda che ti porta ad avere il coraggio di ucciderti, anche se pure io ho avuto molte volte il pensiero, ma solo quello. Senti..so che il futuro lo vedi grigio,che pensi che tutto sia uno schifo, e forse è così ora, ma perché non provare a vivere, perché non provare ad andare oltre le proprie paure,ad affrontarle e superarle? Credo che per le persone troppo sensibili come te o me, sia davvero difficile vivere, perché siamo fragili, ci facciamo trasportare dalle emozioni, e solo noi abbiamo potuto toccare con mano la sofferenza, ma non bisogna mai perdere la speranza,perché credo che ognuno di noi abbia uno scopo nella vita,bisogna solo avere pazienza e forse quel giorno di svolta in cui tutto andrà meglio arriverà... Non abbatterti, la vita è la tua, tu solo puoi cambiarla e renderla migliore. Fai quello che ti piace,vivi. So che non è facile, che sono solo frasi fatte, ma se hai avuto il coraggio di provare a ucciderti, avrai sicuramente il coraggio di rialzarti e di provare a trovare un po’ di luce in mezzo a tutto questo buio. Un saluto, chiara.
  4. Ciao,scusa per il ritardo della risposta.. come stai ora?
  5. Chiara1231123

    Problemi di adolescenza

    Ciao a tutti,sono nuova di qua. Scrivo perché non so più con chi parlare..Mi sento sola,abbandonata,anche da chi prima di tutto dovrebbe starmi accanto. Sono una ragazza di 19 anni,timida,sensibile,impaurita dalla vita, insicura. Soffro di ansia e quest’ansia è dovuta a tutti i miei problemi famigliari che ancora sto attraversando. Premetto che non ho mai avuto paura di restare sola, quando ero più piccola mi piaceva chiudermi nella mia stanzetta e fare l’unica cosa che mi piaceva fare,ovvero cantare. Le sofferenze sono cominciate ad arrivare con l’adolescenza,in particolare in questo periodo di cambiamenti (università),il fatto di non essere riuscita a trovare quella che fa per me e di conseguenza questo ha portato a molte ‘delusioni’ alla mia famiglia,perché probabilmente si aspettavano qualcosa di più da me. E forse anche io. Forse avevo altre aspettative su di me. Ma sono troppo fragile,non riesco a reagire a questa situazione,studio tanto per fare un piacere agli altri(alle superiori ero sempre sui libri),non ho più l’ispirazione. Inoltre conosco solo persone cattive,insensibili,senza cuore, che ti usano per non sentirsi sole,che non ti ascoltano, amiche che non ti chiedono perché sei triste, ragazzi che si fermano all’apparenza,vedono una ragazza timida, che vorrebbe dare tutto il proprio cuore all’amore e si spaventano. Uomini non uomini,che vogliono solo divertirsi, che ti ‘usano’ per arrivare ai loro scopi e poi si dimenticano di te. E io? Io resto sola alla fine dei conti. Pensi che devi andare avanti,che devi continuare così e cercarti quelle amiche che ogni volta ti fanno sentire una merda,che ti fanno sentire inferiore. Avresti bisogno di un’amica, avresti bisogno di una sorella,avresti bisogno di un fidanzato,avresti bisogno della tua famiglia. Avresti bisogno di amore,di essere semplicemente aiutata. Di essere ascoltata da chi dovrebbe essere lì a porgerti una spalla su cui piangere. Vorrei solo che tutto questo mi insegnasse a diventare indifferente e basta.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.