Vai al contenuto

Pubblicità

Sss.

Membri
  • Numero contenuti

    1
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su Sss.

  • Rank
    Nuovo utente

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Ho 21 anni, sono al terzo anno di università, e la mia vita si sta lentamente disfacendo. Non che la mia vita sia mai stata perfetta: bulli alle elementari, difficoltà a relazionarmi con gli altri, problemi d’ansia, un padre assente, una madre che finge che tutto sia rosa e fiori. Dopo aver passato un periodo molto buio al quarto anno di liceo, sembrava che le cose cominciassero lentamente a migliorare per me. Buoni voti all’università, tre amiche a sostenermi. In generale, una situazione serena. Le cose, tuttavia, hanno cominciato a peggiorare da ottobre circa. Naturalmente, essendo ricominciate le lezioni all’università, diventa più difficile vedersi con le amiche, tutt’al più che frequentiamo tre facoltà diverse. Ma abbiamo superato la lontananza per i due/tre anni precedenti, sicuramente le cose andranno come sempre. Improvvisamente, però, e con soli pochi giorni di preavviso, una delle tre mi dice che ha deciso di proseguire gli studi all’estero. Trattandosi di un processo tutt’altro che semplice e veloce, capisco che, per qualche motivo, ha deciso di non condividere con me questa scelta (“Non c’era nulla di certo, non volevo mettermi troppa pressione addosso”). Traduzione, riusciamo a rivederci una sola volta prima della partenza, e poi addio, buona vita. Continuiamo a scambiarci sms, ma non posso dimenticare il suo comportamento. Nel frattempo, le altre due amiche cominciano a formarsi ciascuna un gruppetto all’università sempre più unito. Ho dimenticato di dire che, vista la mia estrema difficoltà nel relazionarmi con sconosciuti, all’università “conosco” due o tre persone, con cui mi limito a scambiare quattro chiacchiere prima delle lezioni. Le mie due amiche, invece, non hanno alcuna difficoltà del tipo. Le uscite con le altre ragazze si fanno sempre più frequenti, vacanze insieme (di cui non vengo neppure messa a conoscenza. “Ah, non te l’avevo detto?”). Ma continuo ad essere abbastanza serena, anche se un piccolo puntino nero comincia ad infiltrarsi nella mia vita. Le giornate chiusa in casa si fanno sempre più frequenti, i pianti notturni più numerosi, la difficoltà a concentrarmi nello studio più opprimente. Ma la facciata di normalità non deve cadere. Ieri sera esco con una delle due amiche. Mi dice che deve andare via presto. Per quasi tutta la serata manda sms, ascolta messaggi audio. Mi viene il dubbio che dopo abbia altri impegni, ma allontano il pensiero. O, almeno, ci provo: la mia mente è fissa lì, parlo a malapena, cerco di non scoppiare a piangere, sorrisetto stentato. La mia amica se ne va, anche con un certo anticipo rispetto all’orario che mi aveva precedentemente comunicato. Non ce la faccio a tornare a casa, mi siedo su un muretto e decido di chiedere aiuto. Le invio un messaggio audio in cui piango, mi scuso, le spiego il mio disagio, cosa io stia passando. Mi risponde “Sto guidando, ascolto il messaggio dopo”. Sono passate circa 18 ore da quel messaggio,e non mi è stata data alcuna risposta. Inutile dire che stia passando uno dei giorni più brutti della mia vita. Mi sento tradita, delusa, da una persona che conosco da 10 anni. Non ho meritato neppure una frase di compatimento. Un “Scusa, ma non so come aiutarti”. Ho meritato solo il silenzio, da chi pensavo fosse la mia più cara amica. E ora mi ritrovo così, da sola. Direte voi, e la terza amica? Diciamo che non la conosco da molto tempo, e c’e anche un certo conflitto di interessi, visto il legame di parentela tra lei e la ragazza del messaggio audio. Non so perché stia scrivendo tutto questo, su una pagina casuale che ho trovato navigando in internet. Ma è da ieri sera che ho brutti pensieri in testa, e non so a chi o cosa rivolgermi. Il mondo mi sta crollando addosso e non ho la forza necessaria a cercare un rifugio.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.