Vai al contenuto

Pubblicità

SELVI

Membri
  • Numero contenuti

    3
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su SELVI

  • Rank
    Nuovo utente
  1. SELVI

    un amore sbagliato

    intendevo dire che col mio fidanzato ho sempre avuto l'atteggiamento di sempre a parte forse proprio all'inizio perchè ero molto presa da h
  2. SELVI

    un amore sbagliato

    all'inizio della mia relazione con h. visto che ero molto presa ho rischiato di farmi "beccare". ma dopo tutto naturale, non ho mai manifestato particolari che potessero tradire la mia condizione.
  3. SELVI

    un amore sbagliato

    Salve 1anno fa, dopo 4 anni di fidanzamento col mio ragazzo, l’ho tradito con 1 persona che mi ricordava tanto lui sia fisicamente che come modi di fare. Non gli ero mai stata infedele, nonostante di occasioni me ne siano capitate. Il ragazzo con cui l’ho tradito, H. è diventato la mia ossessione. Continuavo a pensare a lui. Finalmente H. è diventato il mio nuovo uomo ma io non ho mai lasciato il mio fidanzato per vari motivi: amore, affetto e perché non sapevo quanto e se H. fosse rimasto o no in italia. Dopo 3 mesi insieme ho fatto sesso con H. e, nonostante fossi così innamorata e attratta da lui, il sesso con lui mi ha fatto schifo, non sentivo coinvolgimento, orrendo e mentre H. continuava a chiedermi di fare l’amore (perché a lui è piaciuto, e molto!) e a dirmi che mi amava, io iniziavo ad avere una sorta di repulsione verso di lui, così l’ho lasciato. Ma anche col mio fidanzato c’erano problemi e così dopo 2 mesi durante i quali H. proprio non mi era mancato, 1 giorno, presa dalla nostalgia, l’ho ricontattato. Lui mi ha detto quanto ha sofferto perché l’avevo lasciato ma poi è tornato da me. Da qui iniziano i problemi. inizio a sospettare che H. esca con me ma anche con delle altre e poi non è più come prima, non mi fa più regali, non mi scrive più lettere,… io inizio a soffrire e a meditare vendetta. Lo lascio di nuovo, poi mi faccio vedere con altri 2 ragazzi (solo amici), faccio finta di avere nuove relazioni al suo posto. Poi ritorniamo insieme, lui dice che non riesce a fare a meno di me e io gli credo, però penso che esca con delle altre così inizio a progettare la mia vendetta: farlo arrestare per dei reati che so che ha commesso. Lui mi ha sempre confidato tutto e questa posizione mi da una forza mai provata e nessun senso di colpa. Lui continua a chiedermi di uscire e vederci ma io dirado le uscite a circa 1volta ogni 2 settimane, continuando a meditare come poterlo fare arrestare senza venire scoperta da lui, per paura di ripercussioni. Preciso che in tutto questo arco temporale (di circa 1 anno) facciamo sesso solo 4 volte per volere mio perché fosse per lui l’avremmo fatto giornalmente. Lui continua a chiedermi di vederci più spesso ma io non sono più felice vicino a lui; H. infatti sembra avere cambiato carattere e quando glielo faccio notare mi dice che se è così è per colpa mia, che non crederà mai più a una donna. Io con lui mi annoio e dopo 1ora solitamente invento scuse per andare via. La nostra relazione inizia a farsi violenta, con insulti violenti e offensivi. Mentre sono al mare per dimenticare questo amore che definisco malato frequento 1altra persona, S. , molto dolce e innamorato di me, che però non riesce a farmi dimenticare H. in pratica in quel periodo mi divido tra 3 uomini, arrivando ad avere rapporti con tutti e 3 nella stessa settimana, la cosa non mi pesa ma penso di lasciare il mio fidanzato per H. perché sento H. sempre più lontano. H. lo sa ma non mi crede perché è da almeno 9mesi che gli dico che voglio lasciare il mio fidanzato ma non lo faccio. In questo periodo scopro che H. ha 1altra (lo scopro perché 1giorno litigando mi chiama col nome di lei) e stavolta la realtà mi si staglia netta di fronte. Lo lascio, urlo, faccio la pazza. Lui rimane con lei ma ogni tanto mi chiama e dice che in fondo vuole me. Allora io decido di incontrarlo, una volta che la mia storia con S. è terminata. Facciamo sesso per la 5a e ultima volta in 1anno e poi il giorno dopo spiattello tutto alla sua ragazza. Si lasciano perché lei per motivi di lavoro deve andare lontano ma l’idea che lui la senta ancora mi fa impazzire. Ora io ho deciso di andare a vivere col mio fidanzato col quale peraltro sto benissimo perché è l’unica persona che desidero avere al mio fianco. Vorrei precisare che anche sessualmente è l’unico dei 3 col quale mi è piaciuto avere rapporti sessuali, ma penso ancora a H. , ogni tanto ci sentiamo telefonicamente e puntualmente le telefonate diventano liti furibonde. Non sopporto che mi abbia tradita; si, lo so, anche io ero fidanzata e intanto uscivo con lui e S. (anche se lui non lo sapeva) ma lui mi ha tradita, è per me inconcepibile. Come è inconcepibile che nonostante tutti i miei impegni nel farlo arrestare, lui sia ancora libero. Come è inconcepibile che lui non mi ami più come prima; persino alla notizia della mia convivenza non si è scomposto più di tanto. Mi sento senza forze, sconfitta, distrutta. Secondo lei cosa vuol dire tutto questo? Cosa vuol dire pensare costantemente a lui ma razionalmente non riuscire a trovare in lui niente che mi piaccia, né il sesso, né la sua compagnia, e nemmeno più il suo aspetto fisico? Grazie in anticipo e scusi se sono stata prolissa. Selvi85.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.