Vai al contenuto

shojomanga

Membri
  • Numero di messaggi

    25
  • Registrato dal

  • Ultima visita

messaggi di shojomanga


  1. Il troll è un provocatore, :) e la legge comune di Internet è non rispondergli:))

    Però però..

    Allora vi auguro a tutti buone cose, ho provato ad aprirmi i risultati vedo ancora che son pessimi quindi non mi resta che starmene nel mio brodo, credetemi non é facile imparare a star con gli altri quando si ha un passato di autismo. Mi son sforzata di apparire integrata e normale, ma non lo sono, mi é andata così, si può comunicare in mille altri modi. Grazie a tutti della considerazione, tolgo il disturbo. :hi:


  2. Il troll è un provocatore, :) e la legge comune di Internet è non rispondergli:))

    Però però..

    Chiedo scusa a tutti del mio comportamento scorretto, ma sono arrabbiata e a un passo dalla fossa e se son qui é forse per quella disperazione che conduce tanti a sperare soccorso persino da un sito internet. Son qui non contro qualcuno ma ho bisogno di aiuto sincero altrimenti ditemi subito che sto perdendo tempo e me ne vado da qui. Buona serata a tutti e scusate tanto se vi ho resi partecipi di una cosa mia. :=@::=@::=@::=@::ola (2):


  3. no ma scusa.....eh......ma qui non siamo mancati dottori.......siamo persone che si confrontano perchè pensano di avere alcuni punti in comune..........

    penso che a volte si sposta il problema sugli altri quando non ci si vuole guardare dentro!

    Forse lo psi ti invitava a far questo.........il mio psi sai quante volte mi è sembrato non ci fosse quando avevo bisogno?E sai quante volte si è letteralmente arrabbiato alzando la voce.........quando io cercavo da lui una mano perchè stavo male?

    Adesso a distanza di tempo, penso che se con me non si fosse comportato cosi forse non mi avrebbe dato lo stimolo a guardarmi dentro e riflettere e provare a cambiare una mia modalità di approccio!!!

    La terapia è difficile, non c'è qualcuno che ti coccola e ti cerca quando stai male!è difficilelo so........ma trovare qualcuno che ti da sempre ragione forse nn ti aiuta a volte.......!!!

    Qui cercavi qualcuno che sosteneva la tesi che gli psi non 'sono umani' come dici te??Certo ci saranno psi che magari non fanno il loro lavoro in modo professionale, come x tutti i lavori di qs mondo......

    li avrai incontrato tutti te??

    qui con i ns psi........viviamo relazioni difficili a volte.....ma siamo consapevoli (il piu' delle volte)che loro sono li x smontare i ns.meccanismi........e per autarci in un modo non tangibile.....siamo noi che dobbiamo essere in grado di riconoscere qs aiuto.......

    Ti ringrazio molto. Ma io mi sarei un pò rotta di adeguarmi il più delle volte io ai voleri altrui, ho espresso pareri ed emozioni, e avete detto la vostra, io non condividevo molti pareri, e vi siete arrabbiati, poi mi sono arrabbiata io allora, e mò sono di colpo imbecille e ingrata? e poi cos'é 'sto troll?


  4. Ma se è stata stronza perché desideri che lei ti chiami a distanza di anni? Con le persone veramente stronze si chiude e basta, non si desidera risentirle! Pensi che sbaglio a pensarla così?

    Mica ho detto che attendo ancora la sua telefonata...quindi sbagli a prescindere.

    Perché non ritieni necessario dirlo?? le relazioni affettive si costruiscono in due, quindi se sei veramente convinta di ciò che provi dovresti manifestarlo e rischiare il rifiuto, come pensi che reagiresti in tal caso?

    Io spero che queste domande possano iniziare ad aiutarti a schiarirti la confusione come tu chiedevi.

    Non pretendere che ti si possa leggere nella mente, dacci qualche spunto per aiutarti :;):

    E non sentirti rifiutata anche da noi, se avrai mai la pazienza di leggerti le pagine precedenti (poco alla volta magari :sweat: ), ne troverai delle belle :He He:

    [/quote

    Ma siete voi che non ce la potete fare!!! :muttley:


  5. Ciao Olivia, io penso che la maggiorparte di noi ti capisce molto bene perché quasi tutte ci siamo passate ma non vorrei fermarmi a questo.

    Io penso che tu sia legittimata a sperare e chiedere qualsiasi cosa (esistono casi, rari, credo, in cui il rapporto terapeutico evolve in altro) ma mi chiedo perché sei disposta ad accettare un'amore sbilanciato, dove tu attendi qualcuno in una netta posizione d'inferiorità, perché?

    Se ti va di parlarne, tu che cosa immagini? cioè immagini possibile avere una relazione sentimentale contemporaneamente oppure vorresti che finisse la terapia e lui ti sposasse?

    Altra cosa importante: perché lo ami?

    Io voglio sottomettere chi? Io immagino solo una posizione orizzontale. Lo desidero perché é un bel ragazzo.


  6. io credo che sia normale cercare risposte che da soli sembra non riusciamo a trovare... capita a tutti.

    però è anche vero che molto spesso le risposte che ci vengono date "non ci vanno mai bene" perchè non sono le nostre!

    è un cane che si morde la coda ma la verità forse è una sola... arriveremo a quelle risposte da soli e solo quelle che vengono da noi ci soddisferanno.

    certo, ci vuole taaaaaaante pazienza!

    No no, le risposte non mi vanno bene non perché non sono le mie, ma perché non vanno bene. Punto. :Talking Ear Off:


  7. Se hai tempo e voglia di rileggere le mille pagine troverai che nessuno è stato liquidato in fretta sulla questione innamoramento che è stata sviscerata a fondo...

    se no mille pagine di cosa? su questo specifico aspetto della terapia?

    alcune sono anche divertenti, altre tristi, ma molto illuminanti...

    Non c'ho mica voglia di leggere mille pagine.


  8. Tutte noi abbiamo "bisogno" di condividere i nostri dolori....e tutte noi comunque dobbiamo pensare di cavarcela da sole, la psicoterapia è una gran cosa ma principalmente siamo noi che ci dobbiamo aiutare....E' un percorso difficile, doloroso,ma indispensabile io continuo ad essere convinta che tu ne debba parlare con il tuo psi. x riuscire a star meglio..... :air_kiss:

    Si lo so bene, é per questo che dico queste cose, e del fatto che non ritengo necessario dirglielo, altrimenti lo avrei già fatto e non sarei qui. Lo ritengo molto competente ma come diciamo entrambe bisogna camminare con le proprie gambe e non attendersi nulla da nessuno. Passavo da queste parti e mi domandavo se c'era qualcuno che potesse schiarmirmi la confusione, non importa. Ma il bacino si riferisce a quello che mi dovrei attendere da psico come conforto o me lo dai tu? preferisco il tuo e questo spiega meglio di tutte le parole che ho usato finora.


  9. Infatti lui non mi ha detto che mi avrebbe cercato!

    se la terapia finisce non prevede che poi il terapeuta cerchi il pz......Poi appunto se il pz sente che non riesce a gestire tranquillamente il distacco puo' ricontattarlo......

    Siamo noi che poi dobbiamo riprendere la ns. vita....e cercare di mettere in moto cio' che è stato sollecitato in terapia....

    Poi ognuno con i suoi tempi e modi......

    Non è questione di comportamento verso il terapeuta.....Tu dici di esserti 'compotrata bene', ma la terapia si fonda su altri presupposti.....sul cercare di tirar fuori da ognuno la modalità piu' appropriata (che è già presente in moi) per riacquistare la serenità.....in modo da riuscire a gestire i ns punti deboli....E' una terapia.......non è un dimostrare al terapeuta di 'esere bravi e gentili'.......è una terapia x riuscire a cambiare alcune ns. modalità di reazione.......a certe situazioni.......(quelle che ci fan star male!).......

    Ok allora intendo dire che lei fu stronza ed io sempre collaborante e corretta. Capito ora? mi ha particolarmente lasciata andare alla deriva in momenti difficili. Punto. Non indoriamo la pillola.


  10. Sono perfettamente daccordo con te, e sono anche convinta che un bravo teraputa si accorge del transfert che c'è nei suoi confronti...(quello che si confonde con l'innamoramente ) e quindi secondo me anche senza dir nulla lo psi. sa comunque come gestire la cosa...Credo che parlargliene serva ad elaborare e comunque a sentirsi più leggere più libere..... Io non gliene ho mai parlato chiaramente ma sono sicura che a suo tempo lui avesse iniziato lo stesso a gestire il mio transfert, che poi come dicevi tu si è "evoluto"....

    Sarà senz'altro come dite, anzi, ma io in tutte queste parole sagge e professionali intravedo un'ipocrisia :3_2: verso chi non ha più voglia di riflettere ulteriormente ma solo di condividere un proprio dolore....e che non si ferma solo nella cotta per il suo medico. Me la saprò cavare, come sempre. :vava: Ciao vi ringrazio delle vostre risposte. :ciao:


  11. queste minestre riscaldate...

    semplicemente lei ora si trova sola e sta cercando di riattaccare...

    tu non si capisce bene se con la tua compagna ci stai bene o se ce l'hai come ripiego..

    un pò di esamini di coscienza non farebbero male...

    Secondo me invece le relazioni umane, amicizie, legami sentimentali ecc. sono sempre un mistero intricato su come non farsi fraintedere, su che parole usare, insomma possiamo tranquillamente dire che saperci indovinare con amici o compagni dipende forse per lo più da una grazia divina!! a volte uno cerca solo ascolto partecipe alla fine. Io direi che queste situazioni di riavvicinamento sono da un lato un segnale di speranza e di perdono, ma quasi sempre trapelano una forte solitudine da parte di chi vuol "riparare" a tutti i costi i propri vissuti dolorosi attendendosi ancora cose che non sempre ritornano. Ci si può allontanare reciprocamente in modo costruttivo e molto bello, voi che dite? Poi forse mi sbaglio...anche perché non ho una storia costellata di chissà quanti legami esterni alla famiglia.


  12. purtroppo quello col terapeuta di solito è un rapporto vincolato alla terapia...finita una terapia non ci si può aspettare telefonate da parte loro...non c'entra nulla che tu sia brava ed educata... pensa se uno psicologo che ha pazienti tutti i giorni per anni, dovesse continuare, finita la terapia, a contattarli tutti! passerebbe le giornate al telefono... :He He:

    No io non ne discuto, ma mi sembra una situazione non molto umana o normale che io debba tirar fuori dei segreti a persone per cui son soltanto un numero....io mica pretendo nulla ma dopo due anni mi attendevo un suo "come va?". Non dobbiamo sempre nasconderci, io lo dico onestamente, la cosa non mi piace manco un pò! I miei conflitti in fondo non me li ha sostenuti nessuno, :starwars: e per il sentimento verso il mio psico forse sbaglio a chiedere pareri, nessuno mi ha mai aiutata ma solo ostacolata. :=@:


  13. perchè ti avrebbero dovuto cercare loro se la terapia con loro era finita? forse non ho capito cosa intendi dire...

    sull'innamoramento, ti posso dire che in base a tutte le esperienze lette qui di solito è un sentimento "passeggero", una fase di passaggio della terapia, che poi si trasforma in qualcos'altro. è molto utile alla terapia! anche se ti imbarazza dovresti parlarne a lui, ti rassicurerà e ti aiuterà a gestire questa cosa.

    Non gli e lo voglio dire adesso, mi basta semplicemente parlarne con qualcuno al momento :coccio: e riguardo le dottoresse io non ho mai preteso niente da loro, mi sarebbe bastata una telefonata ogni tanto anche perché queste signorine le pagavo 60 euro o 40.000 lire all'epoca x 4 volte la settimana se parliamo di qualche anno fa.


  14. ciao a tutte,

    intanto volevo dirvi che vi leggo sempre, sempre........

    io non partecipo piu' molto, al forum,perchè studio la sera.......e quando mi collego voglio prima aggiornarmi sulle vs. vicende.......

    Con lo psi tutto ok.......la seduta scorsa abbiamo parlato di fine della terapia.......lui mi ha detto che la fine non è lontano..

    vi confesso che la cosa mi ha un po' spaventato, ma allo stesso tempo mi ha fatto star bene sapere che finalmente riusciro a camminare da sola.......

    Certo mi mancherà qs rapporto particolare....ma questo dovrebbe essere gestibile grazie al percosro che ho fatto!!

    La fine penso che sarà x fine anno........lui mi ha lasciato intendere questo, se non ci saranno intoppi!!

    Mi ha spiegato che lui ci sarà sempre se avro' bisogno di un confronto....ma x come son fatta io nn penso che lo cerchero'.......non so poi mi porro' il problema quando si presenterà.....

    Per adesso sono tranquilla......anche se ci penso...........cerco di gestire la cosa, infatti penso che la prossima seduta gli riparlero' di quello che ho elaborato.......

    Vi volevo aggiornare........e abbracciarvi tutte........

    Le mie terapeute precedenti invece non mi han più cercata, eppure io mi son sempre comportata abbastanza bene...sono stata anche in qualche clinica psichiatrica, e anche loro non mi han più contattato, anche perché l'esperienza in questi posti fu sempre molto negativa. Io penso e son convinta di essere una ragazza rispettosa e generosa. Così ora mi sento sola, e col fardello del sentimento che provo per il nuovo psico e che non vuole passare. Secondo te cosa devo fare? Lasciar scemare questa mia passione con il rischio di perdere un'opportunità post terapia o alimentare questo amore comporta un inutile sofferenza? Insomma devo attenderlo? e come? Mi sento ormai una larva umana....


  15. ciao Olivia ! 00055017.gif

    una relazione sentimentale tra psico e paziente non va bene perchè il paziente è in una posizione debole rispetto allo psi e un tale rapporto potrebbe avere degli effetti devastanti sul paziente

    detto ciò ci sono casi di pazienti e psi innamorati, ma ovviamente la terapia deve interrompersi perchè lo psi non avrebbe il necessario distacco per essere professionale. stesso discorso per un rapporto di amicizia

    ovviamente puoi sperare in un'amicizia che successiva alla fine della terapia, ma poi devi vedere cosa vorrai veramente quando la terapia sarà finita.....

    a proposito, da quanto sei in terapia ? che tipo di terapia fai ?

    a me interessa solo parlarne con qualcuno...attendo vostre risposte


  16. ciao Olivia ! 00055017.gif

    una relazione sentimentale tra psico e paziente non va bene perchè il paziente è in una posizione debole rispetto allo psi e un tale rapporto potrebbe avere degli effetti devastanti sul paziente

    detto ciò ci sono casi di pazienti e psi innamorati, ma ovviamente la terapia deve interrompersi perchè lo psi non avrebbe il necessario distacco per essere professionale. stesso discorso per un rapporto di amicizia

    ovviamente puoi sperare in un'amicizia che successiva alla fine della terapia, ma poi devi vedere cosa vorrai veramente quando la terapia sarà finita.....

    a proposito, da quanto sei in terapia ? che tipo di terapia fai ?

    è una terapia sistemico relazionale...BOH? ci vado da più di un anno, ne ho parlato solo con voi ora, e poi mi chiedo se questa cosa sta ostacolando la terapia, o se fa bene, io mi sento solo indecisa alla fine....io voglio solo sapere se quando non sarò più sua paziente tra qualche anno, potrò sperare di averlo, voi dite che mi passerà? ne soffro tanto! :help:


  17. L'amore reciproco, dichiarato, come rapporto esclusivo sentimentale non va bene fra medico e paziente in quanto il professionista non sarebbe più obiettivo e non potrebbe aiutarti nel tuo percorso.

    Stessa cosa per l'amicizia.

    Non so se ti passerà. Da quanto tempo ci vai?

    Ci vado da un anno e mezzo quasi, più che altro son solo indecisa se sperarci o no, magari lui mi ama... :redface: magari devo attenderlo tutta la vita....ma come sto??


  18. Ciao a tutti mi chiamo Olivia e anche io mi sono infatuata del mio psico, pur sapendo che é sbagliato, pur sapendo che poi passa ecc. ma io intanto non son sicura che mi passerà, e poi volevo fare una domanda stupida ma che non ho mai fatto a nessuno dato che mi vergogno di questa faccenda: perché l'amore tra psico e paziente non va bene? Può davvero fare dei danni alla propria serenità, al proprio percorso, o posso sperare che un giorno lontano dopo avermi attesa mi chiede in moglie? Posso sperare anche solo in un'amicizia? Sbrogliatemi questa matassa... :wacko:

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.