Vai al contenuto

boksic

Membri
  • Numero di messaggi

    6
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda boksic

  • Rango
    Nuovo utente
  1. Forse qualche dettaglio,spero,ti chiarira' meglio le idee,almeno spero... Il progetto umanitario “Bits of Future: Food for All” si basa sull’utilizzo dell’invenzione di Umberto Manola, un ingegnere italiano la cui ricerca è iniziata agli inizi degli anni ’80 ed è sfociata nella tecnologia Hyst (Hypercritical Separation Technology). Nato nell’ambito dell’industria molitoria, il sistema Hyst consente un miglior utilizzo dei prodotti agricoli e dei sottoprodotti agroindustriali a fini alimentari ed energetici. Già i primi test avevano mostrato che la farina Hyst prodotta, ad esempio, da un sottoprodotto come la crusca di frumento, era estremamente ricca di proteine, vitamine, ferro e zinco. Offriva, pertanto, evidenti vantaggi in contesti di povertà, malnutrizione e denutrizione nei quali la dieta si basa sul consumo di cereali. Ma non era tutto. Attraverso la lavorazione Hyst era possibile ottenere, partendo da materiali “poveri” come le paglie di grano e di mais, mangimi con caratteristiche simili a quelle di un fieno di ottima qualità per contenuto di proteine, amido e valore nutrizionale. Nutrire meglio gli animali significava garantire migliori condizioni di vita e una più appropriata alimentazione per gli esseri umani che da essi dipendono. L’AssociazioneLa sperimentazione richiedeva ingenti risorse economiche e poté continuare grazie al sostegno finanziario di Danilo Speranza, presidente dell’associazione R.E. Maya. Quest’ultimo intuì l’enorme potenzialità della ricerca per sviluppare una tecnologia che alleviasse il problema della fame nei Paesi in via di sviluppo. Danilo Speranza e l’associazione R.E. Maya (ora Scienza per Amore) si occupavano, tra le varie attività, di fornire aiuti alimentari e assistenza legale alle comunità somale in Italia e di sostenere gli orfani di guerra direttamente nel loro Paese. Attraverso le esperienze maturate nel confronto con questo Paese martoriato, gli associati conobbero i gravi problemi legati alla fame e alla guerra. Per questo motivo, alla fine degli anni Novanta, molti di loro sposarono il progetto di aiuto all’Africa. Convinti della validità della ricerca si unirono al Presidente per finanziare l’ingegnere. Da questo sforzo comune, durato oltre 15 anni, si arrivò al brevetto Hyst e all’ideazione del progetto Bits of Future: Food for All. Nel luglio del 2009 si concretizzava l’accordo dal quale sarebbe scaturita l’immediata collaborazione operativa tra l’inventore e l’associazione R.E. Maya. Già dai primi passi, Bits of Future: Food for All ha dovuto affrontare una serie di ostacoli che, comunque, non hanno impedito che la validità della Tecnologia e del Progetto venissero riconosciuti ai più alti vertici istituzionali e scientifici. Bits of Future oggiI Governi di Senegal, Somalia, Ruanda, Cameru, Burkina Faso, Burundi e Congo Brazzaville hanno firmato lettere ufficiali di interesse, con l’intento di arrivare in tempi brevi alla realizzazione delle prime installazioni industriali. Molti altri governi africani hanno manifestato la volontà di aderire all’iniziativa. Importanti organizzazioni internazionali che operano nell’ambito della cooperazione allo sviluppo – quali la FAO, l’IFAD, la Word Bank e l’African Development Bank – hanno mostrato il proprio apprezzamento verso il Progetto e la Tecnologia Hyst. In Italia Bits of Future: Food for All, dopo aver ricevuto il plauso di diverse autorità, prima tra tutte la Presidenza della Repubblica, è stato accolto con favore anche presso il Ministero della Cooperazione Internazionale e l’Integrazione. Inoltre, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e quello della Salute hanno confermato la validità e la sicurezza dei prodotti destinati all’alimentazione ottenuti dalla Hyst. Oltre all’ENEA, prestigiose università italiane – come Sapienza, il Campus Bio-Medico di Roma e la Statale di Milano – hanno avviato progetti di ricerca scientifica in collaborazione con l’Associazione, al fine di caratterizzare i prodotti ed esplorare nuovi campi di applicazione.
  2. boksic

    Scusate ma ce l'ha d'oro?

    Forse vestirsi cosi' e' una sua fragilita' interiore che non cogli,tipo un'armatura per nascondere certe sue debolezze,ma sto ipotizzando ,naturalmente..
  3. La mazzetta (o le collusioni sarebbe piu' preciso),se le sono passate i nostri denigratori:la nostra linea e' e rimarra' sempre scientifica con relativi dati(freddi,ma inoppugnabili da qualsiasi parola calunniosa):mazzette non ne abbiamo date mai,altri non lo so....
  4. Buongiorno a tutti:sono un membro dell'Associazione Scienza per l'amore (ex maya):su di me e gli altri associati,da anni,sono stati gettati fiumi di fango e parole negative,quando la nostra linea e' sempre stata dettata unicamente da prove scientifiche inoppugnabili:a tale proposito,vi invio un link dell'associazione che,non a caso,chiama Senza Parole:da questo documento potete evincere le personalita' che ci appoggiano(a cominciare dalla lettera di plauso del Presidente della Repubblica,ai ministri di tanti paesi,all'appoggio di enti nazionali ed internazionali importantissimi,e l'appoggio della World Bank e delle Banca Africana di sviluppo: https://dl.dropboxusercontent.com/u/39022686/Senza%20Parole.pdf Come potete vedere,il documento e' dettagliatissimo:vorrei sapere come le parole senza uno sola prova,possano bloccare un progetto umanitario importantissimo come la rivoluzionaria tecnologia Hyst inventata dall'ing.italiano Umberto Manola e sovvenzionata per oltre 20 anni dall'Associazione Scienza per l'amore (ex maya):come possono avere questo potere cosi' distruttivo le sole parole?Non e' piu' importante applicare una tecnologia gia' funzionante che fermererebbe il terribile orologio che decreta la morte di un babino in Africa ogni 15 secondi?Grazie per l'attenzione,di cuore..
  5. boksic

    Psichiatra

    Forse ti ha risposto cosi' per darti un input positivo:tante volte si usano "trucchetti a fin di bene" per far intraprendere le persone verso un nuovo cammino piu' salutare..
  6. boksic

    Gelosia

    Posso cercare di aiutarti come "amico virtuale",non essendo uno psicologo:forse(ma e' una mia personalissima opinione),rendersi piu' morbidi e non irrigidirsi nei confronti degli altri ti potrebbe giovare,prova a prendere la vita con piu' sorrisi e rimugenare di meno,forse qualcosa cambiera'!A proposito,volevo sapere se tu o qualcun'altro,sapeva qualcosa della ""sindrome rancorosa del beneficiato":ne vorrei parlare per un argomento che mi sta molto a cuore e di cui parlero' in seguito...
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.