Vai al contenuto

Alessia Valerio

Membri
  • Numero di messaggi

    2
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Alessia Valerio

  • Rango
    Nuovo utente

Ospiti recenti del profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. Ciao, non so fin quanto possa essere utile il mio consiglio ma ci provo. Leggendo quello che hai scritto noto molte paure che hai e che per paura, scusa la ripetizione, di affrontarle resti sempre al punto di partenza. Posso solo immaginare come sia difficile superare una paura, superare un'ansia, un problema ma devi almeno provarci. Gia hai ben capito che continuando così stai perdendo parte della tua vita e allora cosa aspetti? Che aspetti per buttarti, parlare con qualcuno( amico/a, famiglia). Che altro aspetti? Ti consiglio almeno di provarci, a vivere, a sbagliare, ad amare. Sono tutte cose meravigliose della vita che puoi provare solo rischiando e solo vivendo. Data la tua condizione, provaci, cosa hai da perdere? Preferisci continuare così e non continuare a vivere lamentandoti e facendoti mille fissazioni continuando a perdere tempo? No. È l'atteggiamento più sbagliato. Vivi. Buttati. Fatti male. Gioisci. Provaci.
  2. Ciao a tutti. Sono alessia, una ragazza di 19 anni. È un periodo di tempo che faccio sogni abbastanza strani. Vi racconto proprio uno degli ultimi. Non so se stessi scappando o meno, ma eravamo tutti molto di fretta. Ero in aereo, stavo partendo con i miei amici. Mi addormento in aereo, il tempo passa velocemente e atterriamo. Andiamo in hotel e prima di dividerci nelle proprie stanze ci sediamo tutti in una. La porta era rimasta aperta. Entra una persona, non riuscivo a identificarla. Ha iniziato a sparare ad ognuno di loro. Io ero paralizzata. Ero seduta nel letto e non ho fatto nulla. Ero ferma lì, immobile. Stava toccando a me. Sangue ovunque, forse anche nella mia faccia schizzato dai colpi dei miei amici attorno a me. Non punta la pistola verso di me, si volta verso di me e va via. Cammina, va fuori dalla porta. Io ero basita. Immobile, sguardo verso la porta e verso quella persona. Non osavo guardami intorno. Sento lamenti, gemiti. Buio. Vuoto. Tutto nero. Uno degli ultimi era questo: ho sognato di essere con mio fratello. lui aveva paura di qualcosa che io non capivo. esco e vedo delle ombre. esco e sento qualcosa che mi segue. ricordo che lui aveva fatto degli incubi e ho visto il suo stesso sogno. erano delle cose, delle persone che volevano ucciderci. ma non capivo il nesso tra me e lui. prendo coscienza e ho paura. Ho tanta paura. Vogliono uccidermi. Il panico mi assale. Mi capita da molti mesi di fare sogni del genere, in cui scappo perché devono uccidermi. All'inizio non facevo troppo caso a questi sogni, ma sono continui e in ognuno di questi o scappo, e mi uccidono o continuo a scappare finché non mi sveglio.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.