Vai al contenuto

Pubblicità

Foglia d'autunno

Membri
  • Numero di messaggi

    3
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Foglia d'autunno

  • Rango
    Nuovo utente

Ospiti recenti del profilo

226 lo hanno visualizzato
  1. Appare evidente che non hai letto con sufficiente attenzione ciò che ho scritto. Vivo in un paese, so cucinare ed ho problemi di deambulazione. Quindi corso di cucina (che potrei comunque frequentare se si tenesse vicino ed a costi compatibili con le mie condizioni economiche, al fine di conoscere altre persone) e corsi di ballo (che non mi piace) sono out. Purtroppo qui non ci sono circoli e ii bar sono mal frequentati, troppa teppaglia, quindi nemmeno la classica partitella a carte mi é concessa. Mi é venuto il dubbio se con i miei requisiti potrei ospitare una. donna migrante. La casa é bella, va solo seguita e dove mangia uno possono mangiare due persone, anche perché in genere cucino abbondante con la speranza che qualcuno possa venire a trovarmi. Avrebbe la sua camera climatizzata ma anche libertà per lavorare, nel caso lo desiderasse. Sono colto, pulito, autosufficiente anche se disordinato ma senza più stimoli vitali, ho bisogno di un faro che illumini quel che mi resta da vivere per evitare accelerazioni verso la morte, alle quali oramai penso da tempo.
  2. Foglia d'autunno

    Mi sento solo

    Buongiorno, sono nuovo. Sono un pensionato, vedovo che vive solo. Non ho nessuno su cui fare affidamento, con il quale scambiare due chiacchere, fare una passeggiata, una partita a carte. Sono stato una persona molto attiva, sportiva, benestante. Oggi ho problemi alle gambe che mi limitano nella deambulazione e grazie a certi comportamenti di mia moglie oggi defunta, mi ritrovo in ristrettezze economiche sebbene non drammatiche. In qualche modo arrivo a fine mese, ma non posso permettermi un aiuto. Vivo in una casa di mia proprietà troppo grande per le mie esigenze e possibilità di seguirla. Sono autosufficiente per i pasti e la gestione della cucina. Mi sto stancando di questa vita fatta solo di preparazione dei pasti, senza uno stimolo, un confronto, un riferimento. Lentamente sento che dentro di me si fa strada il desiderio di chiuderla in qualsiasi modo anche se a frenarmi, per il momento, é la presenza di un animaletto che mi riempie di affetto, ma non so cosa potrebbe succedere se dovesse abbandonarmi. Leggo di gruppi di anziani, soli come me, che decidono di convivere e certo sarebbe un idea se solo sapessi come fare o se avessi conoscenze. Ho provato ad iscrivermi a gruppi di "anime sole" su facebook, ma sembra che siano frequentati da persone che hanno in testa solo il sesso oppure il principe azzurro. Io non cerco sesso e l'anima gemella la vedo solo in una prospettiva di conoscenza giornaliera, di stima ed empatia che si fa strada nel tempo, non dall'oggi al domani. Ma più passa il tempo, più mi sento tagliato fuori ed inutile.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.