Vai al contenuto

Pubblicità

cometa

Membri
  • Numero contenuti

    38
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

1 Seguace

Su cometa

  • Rank
    Utente attivo

Profile Information

  • Gender
    Male
  1. Forse ho un approccio un po' "egoistico" nel pormi con questo mio dilemma,ma non avendo trovato motivazioni che possano giustificare questo modo di agire (che a mio modo di vedere esce da un modo chiaro e coerente di rapportarsi con gli altri,ma questo e' il mio giudizio). Motivazioni per quegli episodi non ce ne sono (ho indagato in questo senso con la diretta persona interessata) se non far credere qualcosa che non e' vero....tantopiu' per un viaggio di pochi giorni quando obiettivamente non ci sarebbe nessun problema ad esporre la verita'. Forse sbaglio io a voler capire il perche' non si riporta la verita'.
  2. Ciao e grazie della risposta. Il mio quesito , come accennavo,e' quello di capire se dietro queste piccole bugie si nasconda o no qualcosa di piu' importante...come magari l'insicurezza,come dici tu....
  3. Ciao a tutti. Vengo a sottoporvi questa cosa riguardante una persona molto vicina a me. Mi sono accorto in qualche occasione che questa persona tende a dire cose non vere anche quando non ne sarebbe strettamente necessario.Mi spiego con degli esempi. Con questa persona decido di andare in vacanza da qualche parte in occasione delle ferie estive e scegliamo una destinazione alla portata delle nostre tasche ( comunque viene scelta una destinazione all'estero molto carina).Prenotiamo il viaggio ed ecco il bello...!!Ci capita di incontrare poco dopo dei suoi conoscenti casualmente al Supermercato e dai discorsi capisco che lei gli aveva fatto credere precedentemente a questo incontro che saremmo andati in vacanza in una localita' tropicale da sogno!! Altro esempio. In occasione di un ponte festivo decidiamo di rimanere a casa e di non effettuare nessuna gita (visto anche un impegno inderogabile che abbiamo in questo ponte). Vengo casualmente a sapere che lei ha detto ad alcune persone di aver previsto per quella data una toccata e fuga in una nota localita' europea.... Mi chiedo come mai dire a determinate persone (che tra l'altro hanno rapporti sporadici con noi )queste bugie se cosi' le possiamo chiamare?! Non hanno nessuna utilita' e anzi...a mio avviso possono essere smentite facilmente la qual cosa comporta anche una brutta figura! Forse questo comportamento deriva dal fatto di voler apparire cio' che non si e' o che comunque sia sintomo di un'insoddisfazione personale della attuale vita di questa persona? Mumble..mumble.... Grazie e tutti quelli che mi vorranno leggere...
  4. Ciao Mirtilla. In effetti la tesi piu' accreditata e' quella di omicidi commissionati a questi balordi per reperire pezzi anatomici da utilizzare in riti satanici. Un'altra tesi vede questi omicidi come reperimento di pezzi anatomici da impiantare sul corpo mumificato del cadavere della figlia di un noto pittore svizzero. Il fatto strano e' che le indagini oltre a subire vari depistaggi hanno anche comportato gli improvvisi e inspiegabili trasferimenti delle indagini varie volte. Solo chi era molto molto in alto poteva arrivare a fare cio'.....
  5. Ciao a tutti. Lo so,di questa orribile vicenda sono stati scritti km di articoli,fatte tante teorie,libri,trasmissioni televisive e addirittura film (in passato in Italia...in futuro a Hollywood). Per chi ha seguito con interesse questa scia di sangue rimasta a mio avviso parzialmente impunita chiedo che idea si sia fatto della stessa. Pochi giorni fa e' mancato Mario Vanni,l'ultimo "compagno di merende" rimasto in vita,l'ultimo testimone e probabile custode noto dei perche' segreti di quegli atroci delitti. Io penso che la verita' non si sapra' quindi mai...pero' personalmente credo alla teoria della "cupola superiore" che ordinava feticci a questi 3 balordi... Voi che ne pensate in proposito?? Ciao a tutti.
  6. Esatto! L'infantilita' e la gelosia sono i primi punti da affrontare! Pero' comunque in questo caso e' da considerarsi persa come coppia??? Del resto lui neghera' fino alla morte ma..... lei puo' buttare all'aria tutto per un sospetto che poi magari alla fine in realta' non ha corrispondenza su come sono andate veramente le cose?? Cosa le rimane da fare???
  7. No,non penso che lei lo voglia lasciare. Troppo innamorata,troppo legata e non si sentirebbe di lasciarlo per un sospetto di cui non ha certezze. Del resto la considerano (lei sicuramente) una storia importantissima. Ci sono progetti importanti,c'e' affiatamento. A parte questo episodio nessuna sbavatura. O forse le sbavature sono le stesse gelosie morbose. Lei in cuor suo,un cuore sensibile di donna,sente che non c'e' stato un tradimento fisico. Le sensazioni pero' possono essere traditrici. Lei pensa a qualcosa che smentisca il sospetto......del tipo...... "proporre a lui una sera a sorpresa di telefonare in vivavoce all'amica (dicendo di essser solo) e sentire il comportamento di lei..." tattica infantile???inutile???utile???
  8. In effetti non si spiega il perche' uno debba piangere se non e' nel torto. Lui giustifica la cosa come un'amicizia punto e basta,tenuta nascosta lla partner per paura della gelosia. Pensate che il fatto di tradire (in un rapporto "ufficiale",non in una storiella superficiale o di sesso) comporti spesso l'aspetto di recidivita'???
  9. Ciao Lapina e grazie della tua risposta. QUesto metodo e' gia' stato affrontato. Ovviamente lui nega,,,,,,nega...piange e si dispera.......
  10. Gia'...la gelosia morbosa e' sintomo di insicurezza. Verso se stessi che si ripercuote verso l'altro. Molti dicono...forse a ragione..che chi e' geloso morboso nella coppia e' il primo che potrebbe tradire. Chi non si fida dell'altro probabilmente non si fida nemmeno di se stesso in certi ambiti affettivi. Il problema....nel caso sopra citato e' quello di stabilire ,sempre che lo si voglia ,ovviamente la verita'. Ma per stabilire la verita' bisognerebbe paradossalmente ridursi a fare delle verifiche (controlo sulle chiamate ecc)che porterebbero sicuramente a varcare quella che e' la sottilissima linea di demarcazione tra il tenere gli okki aperti senza essere morbosi e dimostrare di non avere piu' fiducia nell'altro. Del resto..molto spesso chi tradisce nega fino alla morte di averlo fatto. Per cui forse..se il dubbio rimane...forse non rimane altro che fare il conto con se stessi,chiedendosi se si puo' sopportare nel tempo il peso del sospetto?
  11. cometa

    IL SOSPETTO.....

    Ciao a tutti. Vengo a sottoporvi la situazione creatasi a una coppia amica. Due giovani...insieme da due anni. Quando si sono conosciuti lei era single da un anno;nella storia precedente era stata tradita. Lui un po' piu' grande....usciva d a una convivenza poiche' non piu' innamorato (lui). I due si frequentano,si amano....fanno progetti importanti...tutto e' felice e sereno. Una sera mentre guardano la tv arriva una telefonata al cellulare di lui e lui non risponde. Lei chiede spiegazioni alla non risposta ma lui e' vago e vuole far cadere l'argomento li. Questo atteggiamento pero' insospettisce lei che vuole comporre quel numero..ma lui prende ambedue i telefoni e cancella tale numero. A questo punto scatta il sospetto di qualcosa di quantomeno poco chiaro. La serata vi lascio immaginare come e' finita. La mattina dopo i due sono disperati.Qualcosa nel rapporto scricchiola forse. Lui piange,si dispera e dopo tante parole confessa che quella era solo una vecchia amica che lo chiama da tempo per avere conforti e consigli sulla propria storia d'amore e che lui non ha rivelato dell'esistenza di questa amica per paura della gelosia di lei. E si,perche ambedue sono molto gelosi l'uno dell'altro. Come due infanti iniziano le storie del tipo :adesso ti controllo il telefono e vediamo se questa solo amica ti chiama tutti i giorni.... Lui piange disperato e vuole un'altra possibilita' per non rovinare la storia e nega di aver mai tradito. Ecco..............il sospetto si insinua...... Voi amici sensibili e sinceri del forum che fareste nei panni di lei? Come vedete la cosa??? Grazie a tutti.
  12. Commentare Cometa sarebbe un'impresa.

    Poliedrico...Sensibile, dolce, amante dell'arte.

    Ma questo non lo descrive ancora...

    Direi che è una persona tutta da scoprire e che sorprende sempre con qualche aspetto nuovo che salta fuori nella semplicità più assoluta.

    Sarà sciocco parlar di affetto in un forum, ma per me è un Amico.

    Una spalla su cui contare.

  13. Concordo nel dire che prima di amare un'altra persona occorre saper amare se stessi. Compito non facile. Amore e' una parola troppo abusata. A volte assumiamo comportamenti e modi di vita che ci distraggono e ci tengono cosi' lontani dall'affrontare noi stessi. Molte persone sono in perenne fuga da loro stesse ma finsicono per essere le uniche vere vittime del loro comportamento. Imparare ad amarsi comporta il fermarsi,il non fuggire,l'affrontarsi,il sentirsi.....intraprendendo il viaggio dell'autopercezione dell'io.
  14. Gia'...in effetti e' un bel dilemma. Forse e' un limite. Mi chiedo fino a che punto il tipo (Sig. Cavallo) abbia creato un business intorno a questa storia....
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.