Vai al contenuto

Pubblicità

*Fly*

Membri
  • Numero contenuti

    6
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

4 Seguaci

Su *Fly*

  • Rank
    Nuovo utente
  • Compleanno 04/02/1988

Profile Information

  • Gender
    Female
  • Location
    Catania
  1. *Fly*

    Dilemma...

    Salve a tutti... Ultimamente ho degli sbalzi d'umore abbastanza evidenti... ci sono volte che sono tranquilla e amo stare in compagnia e dell'altre volte in cui non sono per niente tranquilla e voglio rimanere sola... Il problema adesso è uno... i miei genitori, soprattutto mio padre non si fida di me, quando litighiamo dice cose che davvero fanno male... io nell'ultimo periodo vorrei rispondere a tono a queste cose... ho avuto l'impulso di raccontargli che quando ero piccola suo fratello e suo nipote abusavano di me... ma non so perchè ho paura di affrontare la cosa, paura di una reazione... ma in qualche modo ho bisogno di tirar fuori questa cosa... voi che ne pensate? P.S. Mi scuso per la confusione nello scrivere, ma oggi è una di quelle giornate no... e non riesco nemmeno a concentrarmi.
  2. Ciao, prova anche te a inserire la tua foto nell'avatar personale. Un modo per farsi conoscere e fare nuove amicizie. Un saluto, Alessandro Martinelli.

  3. Ciao, benvenuto nei forum di Psiconline®, ti auguro un sereno e costruttivo confronto con tutti gli altri. Un saluto, Alessandro Martinelli.

  4. Bè quel che ti posso dire è che nelle storie a distanza bisogna essere muniti di tanta pazienza e soprattutto fiducia. Se questo ragazzo ti ha parlato della sua migliore amica tanto meglio... vuol dire che non ti nasconde le cose... quindi se vuoi che funzioni impara a fidarti e tutto andrà benissimo... ciau :P
  5. Io ci sono passata e a volte ci ripasso... quel che ti posso dire è che non devi darle ultimatum e non devi tradire la sua fiducia, perchè altrimenti non si fiderà più di te e allora rimarrà davvero sola... in questi casi ci si allontana dal mondo... ma se questa tua amica non ti allontana allora è perchè si fida di te... se lo dici ai suoi genitori senza che lei voglia si allontanerà... e boh probabilmente le salveresti la vita, ma potrebbe anche non prenderla bene. Cerca di starle vicina, di farla sentire accettata e a suo agio, portala in giro, cerca di non farle pensare al problema...deve solo ritornare ad amare la vita... e per questo ci vuole un'amica non gli ultimatum del tipo " Vedi che se lo rifai chiamo a casa tua e lo dico ai tuoi" o "Se lo rifai non contare più su di me...perchè vuol dire che non tieni a me" purtroppo io ho avuto amiche così... che mi hanno aiutata, ma allo stesso tempo mi hanno abbandonata quando ne avevo più bisogna...quindi il consiglio che ti do è di starle vicina e se il problema peggiora...in quel caso parlale con lei e farle capire che così non va...ma sempre facendo l'amica...non il genitore e non il dottore...Ciao e buona fortuna alla tua amica.
  6. *Fly*

    Aiuto...!

    Intanto grazie a tutti...le vostre risposte mi sono servite molto. Sicuramente andrò da uno psicologo e proverò a risolvere questi problemi. Per digi79... i miei genitori non sanno nulla...e non credo se ne siano mai accorti, quindi il rapporto con questi "parenti" che chiaramente per me valgono meno di 0 è normale...cioè non ci frequentiamo più di tanto...al massimo li vedo a feste, a matrimoni e questi eventi quì... e non capisco come possano riuscire a far finta di nulla...come possano avvicinarsi a me e salutarmi...come non hanno la coscienza sporca per quel che hanno fatto ad una bambina...perchè ero una bambina... comunque per quanto riguarda il sesso... ho provato varie volte di farlo con i miei due ex, ma ho avuto sempre lo stesso problema, mi bloccavo di fronte a loro... non lo so è come se fosse una difesa che parte subito per non farmi fare del male... quindi non credo che sia qualcosa legato alla prima volta, anche perchè loro sono riusciti ad abusare di me...credo sia una cosa legata a queste violenze... e poi ho anche dovuto fare un intervento abbastanza complicato all'età di 11 anni perchè non mi veniva il ciclo e mi si era formata una palla di sangue nella pancia... me ne sono accorta solo perchè non riuscivo a urinare altrimenti sarei morta avvelenata dal sangue che si era accumulato in quei mesi...quindi diciamo che i miei problemi sono un po' iniziati da lì...ho avuto sempre più paura di provare dolore...non riuscivo ad apire le gambe...insomma un po' complicato... a volte mi sembra di vivere una vita che non è mia...comunque grazie mille a tutti voi...mi è servito sfogarmi quì finalmente... senza paura di essere giudicata... Grazie
  7. Ciao Fly :D Quanto vorrei visitare la tua città.. Magari un giorno.. :D

  8. *Fly*

    Aiuto...!

    Salve, sono nuova in questo forum. Veramente non so da dove iniziare... sono un po' imbarazzata a parlare di mie cose, ma non so più tenermi dentro quel che ho...i miei dubbi non mi lasciano vivere... e sicuramente preferisco parlarne con persone estranee...allora ci provo. Ho 19 anni e non ricordo molti momenti della mia infanzia... cioè è come se qualcuno si fosse portato via la mia vita e quindi anche la mia personalità. Non so davvero come spiegare questa cosa. Ho rimosso quasi tutto quel che riguarda la mia vita... è come aver perso la memoria, a volte mi sforzo di ricordare, ma senza alcun risultato. In realtà della mia infanzia riaffiorano solo violenze sessuali da parte di miei parenti, ma anche in questo caso non riesco a fare un quadro completo della situazione, perchè nel mio inconscio sono sicura che ci sono stati ripetuti abusi, ma io ne ricordo in parte... e solo questi, non riesco a ricordare altri momenti... che ne so... per fare un esempio ricordo benissimo uno schiaffo che mi diede una mia maestra d'asilo e anche il motivo che era perchè volevo stare in banco con mio cugino. Poi ricordo quando andavo a casa dei miei nonni e mio zio mi chiamava in camera... e mi obbligava a fare cose che non volevo...ma credo di ricordare solo la prima volta... poi ricordo di quando mio cugino (vicino di casa) mi chiamava con la scusa che doveva farsi la doccia e aspettava la telefonata della sua fidanzata e mi invitava a casa sua e poi mi faceva fare quel che voleva. Lo so che sono cose molto personali, ma non so davvero con chi parlarne... non ricordo nessun momento allegro della mia vita da piccola, ma solo questi fatti che mi fanno stare male e sicuramente mi facevano stare male allora. Uno dei principali fatti per cui scrivo oltre alla "perdita di memoria" è il fatto che non riesco ad avere rapporti sessuali con nessuno... ho paura di provare dolore... ho letto su intenet varie cose sul vaginismo... boh... davvero non so più che fare. So solo che così non riesco più ad andare avanti... Non so voi sicuramente siete più preparati di me...come faccio a recuperare i miei ricordi? E come faccio a ricominciare a vivere senza essere più aggrappata al mio passato che cerca di riaffiorare, ma non ci riesce... Vorrei andare da qualche psicologo, so che magari mi aiuterebbe... ma non riesco a trovare il coraggio, questa è la prima volta che riesco a parlare di queste cose che fino ad oggi mi sono sempre tenuta dentro...Mi aiutereste? :(
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.