Vai al contenuto

AlessandroMartinelli

Membri
  • Numero di messaggi

    4045
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda AlessandroMartinelli

  • Rango
    Il nostro piccolo angelo: Emanuele Nathaniel Joshua
  • Compleanno 14/11/1981

Contact Methods

  • MSN
    alessandromartinellionline@hotmail.it
  • Website URL
    http://
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Milano

Ospiti recenti del profilo

9413 lo hanno visualizzato
  1. Se vuoi ho inserito nuovi quadri nel sito

  2. ciao Ale...

    il pupino..

    sarà cresciuto,...

    cammina??

    dagli una strizzatina da parte mia...

    :-)

  3. Ciao Tex, ancora cosi tanta paura dell'omosessualità?
  4. Sono molto felice che il sondaggio vada bene!
  5. La chiamano «colonia degli hanseniani». Il lungo viale, la fresca e ampia pineta, poi il portone del palazzo a tre piani. L’ultimo «hanseniano» è arrivato dall’Africa solo pochi giorni fa. Altri sono qui da quarant’anni e passa: la colonia degli hanseniani è un forziere di storie dimenticate. Un forziere difficile da aprire: i suoi abitanti (a volte) ci temono. È una sorta di isola, che di tanto in tanto getta un ponte con il «mondo dei sani». Se può. Se vuole. Perché il «mondo dei sani» – ci spiegano – qui è amato e temuto. Soprattutto temuto. A causa del suo giudizio. E di quella parola, che
  6. Roma, 29 apr. (Adnkronos Salute) - Un cognome che fa soffrire, perché buffo e beffeggiato dagli amici fin da bambini. E che, crescendo, può ostacolare le proprie ambizioni. Tanto che molti decidono di cambiarlo: 1.400 sono le richieste che ogni anno arrivano al ministero dell'Interno per sostituire anche solo una lettera della parola che fa arrossire, cambiandone il suono e sollevandoci dall'imbarazzo. "Ma a ogni persona che arriva a prendere provvedimenti concreti per placare il malessere, ne corrispondono tre che al contrario si chiudono in depressione. Una vera e propria depressione da cogn
  7. Traumi nascosti che non è facile individuare, lacerazioni che non si rimarginano. Tra gli stranieri presenti nel nostro Paese molti sono stati vittime di violenze e di torture di cui continuano a portarsi addosso i segni, e non solo dal punto di vista fisico. E molti altri arrivano per migliorare le loro condizioni economiche e in Italia si trovano incastrati in situazioni di forte disagio e sofferenza. È di queste persone che si occupa il progetto "Ferite invisibili” della Caritas diocesana di Roma, di cui a Roma è stato presentato un primo bilancio. Si tratta di un'iniziativa nata nel 2005
  8. Buon sabato 3 maggio a tutti! Un saluto, Alessandro Misha Martinelli.
  9. "Lei ha un tumore..." Probabilmente già aspettavi questa diagnosi: i dolori alla testa erano troppo frequenti, dimenticavi sempre più cose, sentivi che qualche cosa non andava bene. Oppure non ne avevi la benché minima idea: un giorno vivi normalmente e in quello successivo ti ritrovi a dare un senso alle parole del medico. Qui di seguito troverai qualche consiglio tratto dall'esperienza di altre persone che hanno vissuto la tua situazione. Capire la malattia Il primo passo da compiere dopo la diagnosi di un tumore cerebrale è apprendere il più possibile sulla patologia ascoltando attenta
  10. Dott. Orazio Caruso - Psicologo, Psicoterapeuta Questo intervento vuole brevemente offrire qualche spunto di riflessione sullo “stato dell’arte” della Psicologia Scolastica in Italia e stimolare un eventuale confronto. Non si vogliono qui citare orientamenti teorici, modelli interpretativi e linee guida o fare il punto sull’iter parlamentare delle proposte di legge in essere, quanto piuttosto cercare di capire concretamente cosa succede nelle nostre scuole. Da più parti e da tempo è infatti presente in Italia un dibattito sull’introduzione dello Psicologo Scolastico, che vede, a fasi alterne,
  11. Dott.ssa Forestiere Maddalena - Psicologa, psicoterapeuta. La maternità è da sempre stata considerata nell’ immaginario comune, la meta più ambita da ogni donna, tutto ciò a cui essa deve aspirare per sentirsi realizzata e appagata. La realtà, però, è ben diversa. Dire che la "Dolce attesa" sia un’esperienza estremamente profonda ed importante nella vita di una donna è abbastanza scontato, ma proprio per questo essa viene vissuta in maniera diversa, non solo da donne diverse, ma dalla stessa donna in gravidanze diverse. Da numerosi studi condotti, sappiamo che una gravidanza se vissuta bene,
  12. Il nostro cervello e la nostra mente sono plasmati continuamente dalle interazioni quotidiane, ancor di più dalle relazioni che producono apprendimenti significativi. Se il processo di comunicazione è descrivibile in chiave psicologica e umanistica, altrettanto importante appare la dimensione biologica. Abbiamo bisogno di vedere per credere, e le implicazioni biologiche di una relazione affettiva con una funzione stabilizzante sul tono dell’umore o di regolazione emotiva, come può realizzarsi in una psicoterapia, a livello di circuiti e centri cerebrali, cominciano ad essere svelate e conferma
  13. Aspettiamo confroni e opinioni...
  14. AlessandroMartinelli

    Arteterapia

    Arteterapia e l'espressione di noi stessi, per un benessere psicofisico. Chi ha preso parte a questa terapia?
  15. Un allarmante ma quanto vecchia, pratica/gara. Un saluto, Alessandro Misha Martinelli.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.