Vai al contenuto

Pubblicità

Megadave

Membri
  • Numero contenuti

    86
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su Megadave

  • Rank
    Utente attivo
  • Compleanno 02/02/1965

Profile Information

  • Gender
    Male

Visite recenti

375 visite nel profilo
  1. Salve a tutti. Non vi ho più aggiornato perchè ormai la mia vicenda è completamente differente dal titolo melodrammatico che avevo dato a questa discussione. Ora è solo una brutta storia di separazione coniugale. E poi sono stato superimpegnato con il trasferimento del mio negozio in nuovi locali che sembra mi stiano garantendo un lavoro decisamente migliore, sia qualitativamente che quantitativamente. Certo che rileggendomi ero proprio fuori di testa, ma cercate di capire. Ero SOLO contro una concatenazione di eventi che avrebbe ammazzato un cavallo. Nulla di quello che scrivevo era esagerato: ero proprio nei casini. Se sono qui a parlarvi, senza aver compiuto gesti di autolesionismo, è perchè alla fine ha vinto l'amore viscerale che ho per le mie ragazze (da agosto sono cresciute a vista d'occhio), e NON POSSO permettermi nulla che non sia finalizzato al loro bene. E anche parlare con voi mi ha garantito quel minimo di razionalità e umanità che mi hanno fatto rimanere aggrappato alla vita. Siatene orgogliosi. Che altro dire, siamo alla squallida cronistoria... Pensavamo di separarci consensualmente, come vi avevo accennato, e invece non solo non hanno risposto alla nostra proposta di accordo, presentandosi all'udienza successiva con niente... ma lei e il suo avvocato hanno addirittura rilanciato... chiedendo molti più soldi per il mantenimento delle figlie!!!! Il giudice con molta pazienza ci ha rinviato ad una sua decisione temporanea... che è arrivata dopo solo due giorni! Evidentemente aveva capito tutto. Ed ha disposto, oltre naturalmente alla mia uscita da casa (entro il prossimo 20 febbraio), che devo dargli... meno soldi di quelli che io avevo offerto e che lei aveva rifiutato!!! Inutile dire che mia moglie non l'ha presa bene, non so se ora s'inventerà qualcos'altro. Vi racconto un aneddoto... illuminante. Certamente sapete che gli avvocati recitano comunque sempre il loro gioco delle parti, e quand'anche sono sleali, alla fine tra loro parlano sperando sempre di vedersi in seguito contraccambiati. E l'avvocato di mia moglie, per quanto dimostratosi eticamente discutibile.. ha confidato al mio che la sua assistita gli sembra... che "non ci sta tanto con la testa"! Mah... Resta il fatto che io non ci posso fare nulla. Ora mi concentro solo sul lavoro, sulle mie figlie (che per fortuna sono affidate ad entrambi, e nei miei riguradi senza particolari limitazioni)... e a rifarmi una vita sociale che non debba dipendere dalle ovvie limitazioni del matrimonio. Anzi, ho anche scoperto di avere qualche... celata ammiratrice a cui non sembra vero di avere adesso "campo libero"... ma non voglio fare quello che ora se la spassa senza freni da un giorno all'altro come se fossi un cagnolino scappato dal recinto. Mi muovo con gradualità, mentalmente sono ancora in una specie di trance agonistica che potrebbe farmi combinare fesserie...
  2. Ciao Angelo. Ti rispondo con molto (e... non educato) ritardo. Credo entrambe le cose. Ha dei problemi seri deflagrati tutti insieme. Ma il mobbing c'è stato, il suo superiore ha fatto "scappare" già altre colleghe, la sua stessa moglie ha tentato il suicidio... Certamente mia moglie ha forse ingigantito tutto, non ha messo minimamente nel computo che comunque non era sola (anche se dice il contrario), e come spesso succede: quando va tutto bene siamo tutti bravi e gentili, ma di fronte alle avversità rischia di manifestarsi il lato peggiore di noi.
  3. Ciao a tutti. Non sarò pedante a fare di nuovo le scuse per la mia assenza, ma ho passato un brutto momento. La mia ormai ex- moglie mi ha tirato un brutto scherzo, un gesto di gratuita e inaudita violenza, che mi fa pensare che A) è in cattiva fede, è una persona cattiva che dopo anni ha mostrato il suo vero volto oppure B) non sta bene e quello che mi distrugge è che ormai non posso far nulla per aiutarla. Insomma, ha inventato una denuncia per maltrattamenti nei riguardi suoi e delle figlie!!! Ho parlato sia con qualche carabiniere che con uno psichiatra forense, oltre naturalmente al mio avvocato e alcuni suoi colleghi, e tutti concordano che è una cosa che fa acqua da tutte le parti, senza testimonianze affidabili nè tantomeno referti. Commisurata alle vere denunce e alle evidenze documentate da chi le subisce, mi dicono che dovrebbe essere archiviata, anche se mi secca che i carabinieri (con molta discrezione, per fortuna) abbiano fatto domande alla maestra della più piccola. Insomma, distrutto, letteralmente demolito, non solo negli affetti ma anche nella reputazione... Se dovesse trapelare la cosa io sarei il padre che ha maltrattato quelle figlie per le quali invece mi farei scuoiare vivo. E' evidente la disonestà del suo avvocato, che rendendosi conto di aver prodotto un ricorso traballante, ci ha messo un "appoggio" pesantissimo. Comunque... stamattina siamo stati in tribunale per la separazione... il giudice mi è sembrato veramente una brava persona, fortunatamente. Non si è fatto risucchiare da quel letame e si è preoccupato solo di definire con obiettività le reciproche situazioni economiche... perchè abbiamo convenuto di trovare un accordo consensuale, che proporremo l'11 gennaio. Non voglio più stare con quella donna. Se è in cattiva fede peggio per lei. Se è malata io NON HO ALCUN POTERE. Amen. Da oggi mi preoccuperò solo delle figlie, di lei non voglio sapere nulla a parte l'ordinaria amministrazione, E se pure per un caso miracoloso (a cui non credo) dovesse tornare prima o poi sui suoi passi non mi lascio infinocchiare: prima trova un aiuto e POI, FORSE, mi riservo di valutare se è "guarita" posso fidarmi di lei. Ma so che non accadrà. Sto assaggiando la violenza interiore, malvagia, irrazionale e bestiale che si annida nelle donne. So che state per dirmi "ecco, ora è toccato a te e stai generalizzando col solito maschilismo d'accatto". Manco per sogno, è una storia che ho sentito tante volte, è un film già visto, ma credevo che mia moglie fosse "differente". Ho aperto gli occhi su un inferno spaventoso: si parla tanto di (POCHE, in percentuale, non crediate alle esagerazioni mediatiche) violenze sulle donne, ma quelle sono perpetrate da isolati bifolchi, mentre nulla si dice della violenza devastante delle "donne separate" o che stanno per separarsi nei confronti dei malcapitati compagni. Ho un amico carabiniere distaccato al 112... Mi ha raccontato che ogni volta che un litigio va un pò oltre le righe, "lei" telefona subito per denunciare la "violenza"... poi finisce tutto nel nulla, salvo i guai dati a "lui" e a volte la distruzione della sua reputazione (e della sua anima!). E' tutto. Ora entro in una nuova fase: la vergogna. Datemi pure del bacchettone retrogrado, ma io ora MI VERGOGNO nei confronti di tutti i miei familiari, di tutti gli amici e della semplice gente comune che ne verrà a conoscenza. Problemi di salute a parte, è la cosa peggiore che potessi aspettarmi. Dio o chi per esso mi aiuti a far trascorrere una vita normale alle mie figlie. Ma tanto, comunque vada, saranno "le figlie di due genitori separati", senza una bella normale famiglia come quella che avevano. Mi perdonino le signore che leggono per i miei commenti discriminatori di "genere"... ma mi ripeto: un conto il bastardo ignorante che usa le mani perchè non ha altro in testa da usare, e un conto un tale comportamento lucidamente e metodicamente cattivo e distruttivo.
  4. A malincuore devo abbandonare questa discussione.. Sono in grossi casini... Vi prego di perdonarmi, e grazie per avermi trattenuto mentre ero praticamente già morto. Auguri per tutto. R.
  5. E... niente... mi scuso ancora con tutti voi... Ci avete provato e - negli evidenti limiti di un forum - siete stati encomiabili... ma ormai sono in piena parabola autodistruttiva... stamattina sono arrivato a parlar male alle mie figlie di mia moglie, le ho messe in guardia dal suo atteggiamento falso e opportunista.. È una cosa terribile (seppur basata su fatti)... Due ragazzine non dovrebbero vivere certe cose.. Ma del resto non dovrebbero nemmeno perdere una famiglia normale... Sono fuori di me dalla rabbia... Mia moglie ieri me ne ha fatta una troppo grossa da digerire, un gesto infamante nei miei riguardi... E IL BELLO È CHE LEI FORSE NON È NEMMENO COSCIENTE DELLA GRAVITÀ DI TALE COSA..
  6. No, è diventata diffidente verso tutto quello che mi riguarda (ma perchè, poi? Boh...). Per quanto concerne l'inopportunità di avvocati e tribunale, forse - visto che è passato un pò di tempo - ti sono sfuggiti alcuni passaggi. Lei è stata manipolata da un'avvocatessa - nota per il suo discutibile profilo etico (si fa fotografare con preti e presiede associazioni di ispirazione cattolica ma poi si adopera per sfasciare famiglie e lucrarci) - la quale l'ha plagiata e spinta a scegliere la via del tribunale anzichè consensuale, come se io fossi un delinquente. Di questo ho anche qualche prova, che però non posso esibire...
  7. Chiedo SCUSA a tutti per la mia "latitanza"... Mi sono dedicato completamente all'allestimento del nuovo negozio, e tra l'altro durante il trasloco ne ho approfittato per cambiare contratti sia a casa che al lavoro, rimanendo per un pò privo di connessione (non amo molto digitare con lo smartphone, preferisco la tastiera del pc). Ho ricevuto un mp da rufuge, molto cortese come del resto cortesi siete stati anche voi in questi due mesi... Preciso che se le cose fossero andate per il meglio non vi avrei accantonato da un momento all'altro: non sono tipo da chiedere conforto e poi, messi i problemi alle spalle, dimenticarmi di chi mi è stato vicino... e senza di voi è probabile che avrebbero già celebrato per me la messa dei "30 giorni".. Vi dico subito che non c'è stata alcuna 'evoluzione'... Abbiamo ricominciato il solito tran tran quotidiano ed io non ho potuto nè voluto far franare la mia attività per... riconquistarla. Si va avanti così... con dialogo zero salvo l'ordinaria quotidianità.. A dire il vero una specie di evoluzione c'è stata, ma in peggio, e non TRA noi ma DENTRO di me. Non sopporto il fatto che lei viva tranquillamente sapendo che ha messo in moto un ricorso in tribunale (!!!!!!!!!!!!!) contro di me... Non sopporto che ora sta sviluppando un rapporto molto 'ruffiano' con le figlie, quasi a volerle far star bene con lei preparandole alla mia cacciata... Vedo a forza cattiveria, opportunismo e malignità in ogni suo gesto. Insomma... sto di nuovo male... ma non dalla disperazione... bensì per la rabbia.. E quel che è peggio, pur non pensandoci più ossessivamente, non ho rimosso certi miei insani propositi. Sono lì, messi da parte, come un'arma momentaneamente con la sicura e nella fondina... ma con il colpo in canna. Vado avanti, mi trascino, con un avvocato come amico, una moglie quasi ex che attende sulla riva che la corrente porti via la mia presenza ingombrante, e tutto attorno questo mondo assurdo che mi sopravviverà con il suo cinismo cosmico... Scusatemi ancora per l'assenza prolungata. Ora vado a dare un bacio alle mie figlie mentre dormono (un piacere semplice ma titanico che a breve mi sarà sottratto con un timbro e qualche firma distratta) e a rifugiarmi nel sonno... Stasera sono particolarmente indeciso: divano, oppure un angolo 'rubato' nel mio letto?
  8. Che storia assurda sto vivendo... senza capo nè coda...
  9. Ovviamente! Si fa subito, semplicemente concordando le condizioni di reciproco soddisfacimento, senza sedute in tribunale!
  10. Le ultime parole famose... Il mio avvocato aveva pienamente ragione. L'avvocato di mia moglie è SCORRETTA e ha plagiato mia moglie, gli ha dato consigli fraudolenti, gli ha addirittura taciuto del suo colloquio con il mio legale, non gli ha rappresentato bene la differenza tra separazione consensuale e giudiziale e... in breve, nonostante i colloqui intercorsi... ha depositato il ricorso in tribunale!!! Noi aspettavamo risposte, preparavamo condizioni... e lei aveva già depositato!! Ora per mia moglie è peggio: consensualmente io l'avrei "liberata" della mia presenza entro ottobre, ma così dovrà aspettare l'udienza del 2 dicembre!! Non solo: a quel punto conteranno le "carte": e in base alle carte il mio reddito è inferiore al suo, quindi non potrà accampare chissà quali pretese!!! Io rimango basito di fronte a tanta meschinità, e continuo a non riconoscere mia moglie, che si è consegnata a questo rapporto malsano con il suo avvocato...
  11. Scusate le pause, ma sto lavorando dedicandomi full time alla mia nuova sede... Sabato ho fatto una cosa un pò infantile... Un drastico cambio di look.. prima avevo i capelli MOLTO lunghi, e gli ho fatto dare un'accorciata ma senza esagerare.. e poi li ho colorati: avevo un bel pò di capelli bianchi che contrastavano con la mia immagine "biologica" che non è tanto da cinquantenne... E poi sto perseverando a controllarmi nell'alimentazione: un mese fa non mangiavo più (immagino capiti a chi cerca un viadotto per lanciarsi).. poi ho cominciato semplicemente a darmi una regolata. Insomma, alla fine ho buttato in un mese otto chili. Non mi riconosce più nessuno (in senso positivo), nonostante prima non fossi comunque da buttare.. Ah.. dimenticavo: ieri mia moglie è ritornata a casa con le foglie. Ma non ho discusso con lei sul da farsi: sono troppo impegnato e sinceramente non mi va. Oggi mi sembrava "normale"... anzi, persino rasserenata.. ma non so se è perchè ha "ritrovato" (riapprezzandolo) quello che aveva frettolosamente cestinato, oppure perchè pregusta il momento in cui mi farà fare le valigie.. Ora mi tocca pure tenere a bada il mio avvocato, che seccato per non aver avuto uno straccio di controrisposta, vuole ricorrere in tribunale! Onestamente non so che pesci pigliare..
  12. Intendo dire: rimetterci insieme (sempre ammesso che avvenga, ora è pura fantasia) nascondendo tutto sotto al tappeto non so a che servirebbe...
  13. E' comunque una cosa scorretta umanamente nei miei confronti (mi lasciano a "cuocere") e professionalmente nei confronti del mio avvocato che ha raccolto l'invito della collega e dopo aver risposto non ha ricevuto nemmeno un "le faremo sapere"! Ora aspettiamo questo week end... poi vediamo il da farsi. A quel punto il mio avvocato, in mancanza di riscontri, partirà con il ricorso giudiziale. Ed allora saranno esposte tutte le vicende di cui abbiamo parlato: abbandono di casa, sotrazione delle figlie... ed anche le questioni psicologiche che riteniamo abbiano pesato sul suo comportamento... Chissà mai che messe sotto attacco decidano di riconsiderare la cosa. Il punto è che io ovviamente vorrei rimettere insieme le cose soprattutto per le figlie, che già hanno sopportato abbastanza, ma non intendo riavvicinarmi a mia moglie "a forza"...
  14. Ovviamente è una citazione che riflette la mia attuale e speriamo momentanea situazione... Per il resto concordo: sì, si sta sviluppando lungo i binari fasulli di una telenovela...
  15. Tanto per farvi capire... Il suo avvocato, ritenendo che io non dessi alcun cenno di risposta alla famigerata lettera, AVEVA GIA' PREPARATO L'ATTO PER CITARMI IN TRIBUNALE. E'una procedura anomala: il mio avvocato, che ha 25 anni di esperienza, aveva detto che di solito è una documentazione che si prepara all'ultimo momento, non si fa mai in anticipo, "tanto per farla"... Boh... e ora, dopo che ha ottenuto l'agognato sì alla separazione... se la prendono comoda..
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.