Vai al contenuto

MrGrim

Membri
  • Numero di messaggi

    4
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

1 che ti segue

Che riguarda MrGrim

  • Rango
    Nuovo utente

Ospiti recenti del profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. MrGrim

    Un po' di cosapevolezza in più

    Riflettevo. Di seguito la mia domanda per te, persona comune come me: Come ti sentiresti se ti dicessi che, ammesso e non concesso che tu abbia dei figli a 25 anni, che i tuoi figli abbiano figli a 25 anni e che i tuoi nipoti abbiano anch'essi dei figli a 25 anni, entro 150 anni dalla tua morte (ad essere generosi) nessuno sulla faccia di questa terra ricorderà che tu sia esistito? Conosci anche solo il nome dei genitori dei tuoi bisnonni? Questa cosapevolezza cambia in qualche modo la visione che hai della vita? Il senso delle tue azioni? Fammi sapere.
  2. Ciao! Come hai anche evidenziato tu stesso, la prima cosa da capire qui è se questa tua difficoltà ad esprimere i pensieri formulandoli in modo corretto, sia la diretta conseguenza della mancanza di allenamento che deriva dalla paura di essere giudicato o vice versa. Certamente la tua paura del giudizio altrui è fondata e comprensibile, inutile dire che non dovrebbe essere così però. Personalmente ho l'impressione che il tuo problema sia un serpente che si morde la coda, difficile capire cosa sia venuto prima: la paura del giudizio o l'espressione approssimativa? Considerando che hai avuto questi 3 o 4 giorni di fluidità, mi sento abbastanza sicuro nel supporre che tu sia perfettamente in grado di esprimerti a dovere. Devi solo lavorare un po' sulla fiducia che hai nelle tue capacità. Se senti che il tuo linguaggio sia inadeguato ad una qualsiasi conversazione, la cosa migliore che tu possa fare per migliorare ed acquisire sicurezza è leggere. Sembra sempre una sciocchezza, ma puoi credermi quando ti dico che leggere ti aiuta ad acquisire una proprietà di lunguaggio a livello inconscio che è fuori dal comune. Trova un genere che ti piace, che sia horror, thriller, fantasy, filosofia, attualità; qualsiasi cosa. Non posso credere comunque che tu non abbia nessuno con cui chiacchierare in confidenza, qualcuno con cui ti senti tranquillo quando parli, qualcuno che sai per certo non giudicarti. Beh, se non ce l'hai ascolta questo: ci sono molte persone normali là fuori che pur non conoscendoti sarebbero pronte ad ascoltare ciò che hai da dire senza giudicarti, se solo tu riuscissi a superare la paura di rivelare che alle volte hai alcune difficoltà a fermare un concetto e trasformarlo in parole. Come dici tu stesso, ti basterebbe qualche istante in più per trovare la parola giusta. È già nella tua testa. Vai tranquillo.
  3. Ciao! Felice di sentire che ti senti sereno ed appagato in questo momento della tua vita. Non è cosa da poco. Avanti così.
  4. Credo che tu debba focalizzarti sull'abbandonare l'Italia; impara l'inglese se non lo conosci ed abbi la forza di staccarti dalla tua famiglia se non lo hai già fatto. Da quel che racconti, soprattutto di tuo padre, non dovrebbe risultarti troppo difficile. Il punto qui è che dovresti cercare di raddrizzare la cose che più ti opprimono al momento e che non ti fanno ragionare con lucidità. Trovare un buon lavoro, prima di tutto. All'estero. È un altro mondo.Ti ci vuole una settimana. Poi focalizzati su ciò che a te non piace di te stesso, sia fuori che dentro; ciò che pensi possa essere la causa dell'isolamento che ti viene imposto dagli altri ma che probabilmente è in parte anche colpa della tua passività, conseguenza della tua infanzia. Cerca di correggerlo lavorandoci attivamente quanto puoi, sforzandoti. Già questo potrebbe aiutarti a prefissare un obiettivo, qualcosa su cui lavorare un passo alla volta, ottenendo dei piccoli risultati. Credo fermamente che ognuno debba poter decidere di prendere in mano la propria vita e farne ciò che vuole, nel bene e nel male. Il problema sorge quando si lascia che le proprie decisioni vengano influenzate da fattori che possono essere corretti e controllati. "non fare promesse quando sei felice; non prendere decisioni quando sei arrabbiato"
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.