Vai al contenuto

faffy

Membri
  • Numero di messaggi

    15
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda faffy

  • Rango
    Nuovo utente
  1. faffy

    fobia di fare la pipi

    E' una cosa del tutto normale, solo che tu ti stai focalizzando troppo sul fatto di non riuscirci e alla fine ci riesci sempre meno. Acnhe io, dopo il liceo, non avendo mai usato i bagni all'infuori di quello di casa mia, stavo seduta tre ore senza concludere e poi me ne ritornavo in aula (parlo dell'università) come un gavettone pronto a esplodere. Quindi ti dico che è risolvibilissimo, ci vuole solo un pò di abitudine. Quando stai lì cerca di rilassarti, immagina di stare nel bagno di casa tua, non ci pensare, fischietta aspettando, guardati intorno rivedendo le pareti del bagno di casa tua e vedrai che ce la fai. Magari non alla prima, non alla seconda, ma alla terza sì. Datti tempo, non sei abituato, tutto qui. :)
  2. faffy

    Indecisione CRONICA

    Ma no, che psicoterapia, non credo ci sia bisogno. Forse ho capito che è successo. Mi piaceva l'idea di piacergli e quando la cosa si stava facendo seria, ho cercato un modo x scappare, xchè in fondo, ma in foooondo fondo a destra, ero conscia di non amarlo (e che non mi amava), anche se mi dispiaceva perderlo. Insomma, ci facevamo compagnia, lui xchè si era appena lasciato, io xchè fa sempre piacere avere qcn che ti cerca. Solo che io ho saputo accettare il fatto che non fosse amore e dirglielo chiaramente x non prenderlo in giro, lui invece voleva continuare a recitare la parte (lo so che non mi amava davvero, mi voleva solo bene, come io a lui, e lo so xchè a un certo punto si è riavvicinato all'ex e si sono baciati...). Epoi credo, che chi ama davvero, sentendosi dire: "Ti lascio xchè non ti amo, ma ti voglio bene, sei libero di cercarti qcn che ti ami completamente", ci starebbe malissimissimo, ma non ti direbbe tutte le cose cattive che mi ha detto lui. E' stato capace di dirmi che gli ho rovinato il natale xchè x colpa mia ha tirato un calcio alla macchina e si è rotto la gamba... Poi si è tradito, ha detto che era caduto. Gli ho chiesto "Ma allora sei caduto, che ti sei rotto la gamba?" e mi ha risposto che è caduto dopo aver tirato un calcio alla macchina xchè x il dolore non si reggeva in piedi. ..... Ma va là, quello sarà che è scivolato nel bagno di casa sua. Perciò, conclusione: chi ama davvero non rinfaccia quello che ha fatto x amore e non si rivende così le disgrazie capitate x caso solo x creare sensi di colpa! Oh!
  3. faffy

    Indecisione CRONICA

    dite? No, no, cmq mi interessano molto queste ipotesi xchè x questa situazione ci sto malissimo anche io, non volevo che finisse così, assolutamente, xchè lui lo reputo una xsona intelligentissima, mi è piaciuto molto quando l'ho conosciuto. Con mio padre non ho uno splendido rapporto, nel senso che, sì, vive a casa con noi, siamo una famiglia, direi, unita, ma non c'è dialogo e ho sempre giurato che non mi sarei mai trovata un marito come lui. Non è cattivo, è solo che parla una lingua che non è x niente la mia. Forse mi vuole bene a modo suo, ma mi sono sempre sentita più una rottura che altro. Oggi ho chiamato Lui x chiedergli come stava. E' andato su tutte le furie x la domanda retorica e mi ha perentoriamente intimato di non chiamarlo mai più. Adesso mi odia. {:'( a me dispiace tanto xchè è e resta sempre una xsona a cui tengo molto, ma di amicizia non ne vuole nemmeno sentire parlare. Quindi l'ho xso su tutti i fronti. ç__ç Giuro che tutto quello che ho fatto, l'ho fatto senza capire nemmeno xchè lo facevo. Che devo fare x evitare l'errore in futuro?
  4. faffy

    Indecisione CRONICA

    Ho 24 anni e lui, che ne ha 27 (con una storia di 3 anni alle spalle) è il primo su tutti i livelli. Lui dice che la mia è solo paura e forse è vero. O forse è che in fondo in fondo so che non mi voglio accontentare di amarlo un pò ma voglio qcn di amare moltissimo o alla follia
  5. faffy

    il plagio

    Non sbagli assolutamente, è giusto che tu l'aiuti, ma devi trovare il modo giusto di farlo, perchè altrimenti si sentirà (a Sragione) minacciata o ostacolata e ti allontanerà. Solo che mi rendo conto che sia complicatissimo trovare un modo adatto...
  6. faffy

    Indecisione CRONICA

    E' proprio questo il problema, non sono mai stata innamorata. Forse l'amore è qualcosa di molto più irrazionale, mentre io fino ad ora sono stata molto razionale, non ho ancora xso la testa, ma non so se succede xchè non voglio perderla o perchè non lo amo abbastanza x farlo. Dite che è possesso? Oggi lo volevo chiamare, mi sta a cuore sapere come sta, gli volevo chiedere se mi dà tempo fino a Natale, ma forse non lo faccio, ho cambiato idea già troppe volte, sarebbe un'illusione in più. :( solo che mi fa tristezza pensare di non sentirlo più...
  7. faffy

    Indecisione CRONICA

    qualcuno mi sa spiegare com'è possibile che non si sappia decidere su qcs di veramente importante e invece lo si sappia fare x le cose di poco conto e di ogni giorno? Sto facendo esaurire il mio ex o forse non ex ragazzo. Finchè siamo lontani, nn dico che mi manca, ma lo penso abbastanza e mi fa piacere pensare che c'è. Quando siamo vicini invece mi vengono mille dubbi, gli trovo mille difetti, se litighiamo la prendo come una cosa tragica e medito di lasciarlo. E lo lascio. Lui se ne va mesto mesto, mi dispiace farlo soffrire e comincio a pensare che in fondo mi vuole un mondo di bene, come nessuno, che me l'ha dimostrato mille volte, che forse dovrei riprovarci mettendoci l'impegno, xchè le case non stanno su da sole se non facciamo in modo di costruire delle salde fondamenta... Ieri è partito con la morte nel cuore xchè l'ho lasciato. Pensa sia colpa sua e sa che sono una che tende a scappare. Ma tendo a scappare o non lo amo? Quando va via, mi riviene voglia di lui e mi dispiace pensare di essere sola... L'ho lasciato xchè, nn essendo sicura di quello che volevo, non volevo prenderlo in giro e poi magari lasciarlo quando eravamo ancora più legati. E' solo paura, è una fuga a cui devo cercare di resistere e che devo cercare di vincere, provando a costruire senza allontanarmi mai più o non lo amo e lascio xdere? Non so decidermi... Lui ci spera ancora.
  8. faffy

    Philofobia

    ah... dimenticavo, e lascia perdere la philofobia... quindi dici che non è philofobia? speriamo, guarda, mi togli un peso enorme...
  9. faffy

    Philofobia

    Sì Oscar, non mi sono mai presa una responsabilità, hanno sempre deciso x me, se la volevo prendere, poi desistevo xchè non sono una xsona forte, mi hanno protetta e mi proteggono ancora troppo. Vorrei fare un viaggio da sola ma hanno paura a lasciarmi andare in giro da sola. :( Nelle scelte riguardo a questo ragazzo, ho sbagliato spesso temendo il giudizio dei miei. Ancora non sanno che mi ha lasciato, non l'ho detto xchè temo il "te l'avevo detto".
  10. faffy

    Philofobia

    dimenticavo: vorrei chiedere a Martinelli o a qualcuno del campo se mi dice come si cura la filofobia o se ci sono libri che posso leggere in materia. Aggiungo che i miei non sono separati ma sono spesso oppressivi,non mi fanno fare niente da sola, hanno scelto sempre x me, nn hanno mai parlato nè di sesso nè di amore e non hanno mai detto: ti voglio bene. Lo so che me ne vogliono ma i sentimenti a casa mia non vengono mai mostrati nè discussi. Voglio imparare ad amare liberamente, aiutatemi vi prego, xchè ho perso già tanto, a 24 anni voglio dare una svolta.
  11. faffy

    Philofobia

    ciao a tutti, ho un bisogno disperato dell'aiuto di qualche addetto ai lavori. Forse ho la philofobia, la paura d'amare. Mi spiego meglio: ho 24 anni e non sono mai stata con nessuno. I miei genitori sono iperpresenti, non posso tornare tardi, non posso girare e viaggiare da sola. In una vacanza con un gruppo, dove i miei non c'erano, ho conosciuto un ragazzo che mi attirava. Ho aspettato che si lasciasse con la sua ragazza (cosa che mi ha fatto capire che era nell'aria), al ritorno dalla vacanza (che era durata una settimana), mi sono dichiarata con un'email, lui mi ricambiava e ci siamo messi subito insieme. Prima mi ha avvisata del fatto che usciva da una storia disastrosa e mi ha chiesto ripetutamente di nn sparire sennò avrebbe odiato la categoria femminile e cose del genere. Dopo un pò che ci frequentavamo, mi ha detto che doveva decidere se andare a lavorare in un'altra città, che la decisione la prendeva considerando anche me, che dovevo essere sicura dei fatti mie, che x me aveva detto a sua madre che aveva lasciato la ex e sua madre gli diceva "ma come, tu x una che hai appena conosciuto butti all'aria una storia di tre anni?". Insomma, tutte queste responsabilità, il fatto che non sono mai stata con nessuno, che lui telefonava e mi voleva vedere ogni santo giorno, mi hanno fatto venire paura, ho cercato una scusa, l'ho fatto arrabbiare, mi ha fatto una piazzata tremenda gridando x strada e l'ho lasciato. Mi ha insieguita x un mese, mi piangeva al telefono, mi ha detto che non può stare senza di me, che mi ama ecc, di dargli un'altra possibilità, che nn avrebbe sbagliato più con me, che si scusava, che errare è umano. X un pò non ho ceduto, anche xchè, nonostante il fatto che mi piacesse, odiavo il suo lato irancondo e pensavodi non amarlo, ma sapevo che dopo due o tre settimane non si può essere sicuri di amare o no. Insomma, ho continuato a frequentarlo x conoscerlo megli oe un bel giorno ho deciso di dargli una possibilità xchè aveva dimostrato di meritarla e perchè x una volta volevo mandare a quel paese tutte le paure (so di averne moltissime, sono un'ex timida cronica che si sta svegliando). Così ci siamo rimessi insieme. Stando insieme, ogni giorno si finiva a sbaciucchiarsi, abbracciarsi ecc, il che mi piaceva ma sentivo che mi mancava qcs. I sentimenti d'amore, quel sognare qcn ascoltando le canzoni, quel contare le ore prima di vederlo, gli sguardi ecc, tutto questo non c'era e ho avuto di nuovo paura che non fosse amore. Lui, poi, dal canto suo poneva tutta la questione su: non mi fare così che io per te ho perso questo e quello, ho rinunciato a quello, ho detto a mia madre che avevo lasciato la mia ex, altrimenti l'avrei fatto con più calma, ho mandato a quel paese la mia ex, ho perso un'amica ecc. Mi sono sentita male xchè se non l'amavo gli facevo xdere tutte queste cose e così l'ho lasciato di nuovo. Nonostante tutto, abbiamo continuato a frequentarci. Io sottolineavo smpre che eravamo amici, ma finivamo come al solito a coccolarci. Le coccole sono diventate sempre più belle e intense finchè non stavo così bene con lui che ho sentito accendersi la fiamma. Finalmente lo amavo. Gli ho fatto capire che avevo sbagliato a lasciarlo, ho dato la colpa di ciò sempre alle mie paure, al fatto che non essendo stata mai con nessuno ho paura e non so riconoscere l'amore vero. Ero decisa a ripredermelo e a difendere questa storia una volta x tutte, a farla durare più tempo possibile. A quel punto lui mi ha riproposto l'aut-aut: la sua ex si era rifatta avanti, si erano riavvicinati, c'era stato un bacio, lei piangeva xchè lo rivoleva e lui si sentiva uno schifo, ma le diceva di non illudersi intanto xchè c'ero io. E a me ha chiesto: sei sicura? xchè dopo non si torna indietro, esigo la coerenza xchè x te sto x mandare a quel paese una xsona con cui ho condiviso tanto, perderò la sua amicizia ma se tu cambi idea ti scavo la fossa e ti pentirai a vita. Gli ho detto cmq di sì e l'ho fatto con convinzione. Due giorni dopo ci siamo visti ed era nervoso x dei litigi con sua madre (non so se a causa mia ma credo di sì). E' stato velenoso, scherzava ma lo faceva con pungente ironia e mi ha dato fastidio, non era di nuovo più quello che mi aveva fatto innamorare. Mi sono rivenuti dubbi e paure, mi sono sentita in colpa xchè se non l'amavo gli rovinavo la vita, faceva ancora in tempo a riprendersi la ex, se non gli dicevo niente dei miei dubbi e poi uscivano fuori dopo che aveva liquidato definitivamente la ex, avevo paura che mi distruggesse. Così l'ho chiamato, non gli ho parlato esplicitamente del dubbio, gli ho chiesto solo xchè si fosse comportato in quel modo con me. E' andato su tutte le furio, ha detto che non mi potevo xmettere ancora dubbi, che lui x me stava x madare a quel paese una persona che bla bla bla, mi sono arrabbiata xchè ha messo in mezzo la ex, e gli ho detto: allora vattela a ripredere. Adesso non mi parla più e non mi vuole sentire più. Non mi xmette di vederlo x l'ultima volta. Forse quello che gli ho detto l'avevo premeditato, l'ho provocato, forse me la sono cercata. Quello che vorrei capire è: semplicemente non l'ho mai amato o la mia è paura d'amare? Non so più che pensare, mi sembra che finchè si puntalizzava che eravamo amici, riuscivo a darmi con l'anima, filavamo lisci, lo vedevo bello, andavamo d'accordo, mi piacevano le sue carezze. Quando si mettevano i puntini sulle "i" sul nostro rapporto, con le condizioni, i se e i ma, avevo paura e scappavo, mi sembrava brutto, volagre e cattivo. La cosa che mi terrorizzava era conoscere sua madre sapendo che mi odiava xchè x colpa mia non ci ha riprovato con l'ex, e il fatto che se dicevo sì, doveva essere x forza sì e non si poteva tornare indietro, così lo lasciavo prima di nn poter tornare indietro. Qual è la diagnosi? Sto x impazzire, se non capisco come stanno le cose io divento pazza, anche xchè mi sento in colpa con lui ma non con me, non ci ho mai messo la cattiveria. Aiutatemi, vi prego.
  12. faffy

    Ho fatto un guaio!

    Grazie cmq dell'aiuto prezioso
  13. faffy

    Ho fatto un guaio!

    Niente, problema risolto ma non so come si cancella il topic, sorry! :roll:
  14. faffy

    essere soli

    Ciao Max! :shock: Ma sai ke ho letto il tuo msg tutto d'un fiato e ho notato che sei UGUALE a me!!!! Solo ke io sono femminuccia e ho 23 anni. O__O madò, non pensavo ke ci potesse essere qualcuno identico a me e che ragiona allo stesso modo. Avrei molte cose da dirti e se vuoi ti posso consigliare qcs, Come si fa a mandare un msg privato, così ti do il mio indirizzo di posta o di messenger. :)
  15. No, x niente, non capiscono un cavolo, rigirano sempre la frittata come gli serve a loro, non ti lasciano la possibilità di provare x fatti tuoi, non li sopporto piùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùù!!!!!!! ç__ç x Martinelli, ke mi sembra uno giusto: secondo te a 23 anni sarebbe così strano andare da sola da qualche parte tipo Roma? loro non lo concepiscono proprio, anzi, se dico "sto andando là" si precipitanto con la macchina a sirene spiegate x non farmi andare a piedi... Basta, non ce la faccio +. Il mio prof a questo punto mi ha consigliato la politica del fatto compiuto, rimedio drastico ma, pare, efficace.. Voi ke ne dite? Ki mi aiuta?
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.