Vai al contenuto

Icy

Membri
  • Numero di messaggi

    19
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Icy

  • Rango
    Nuovo utente
  1. 57, livello medio-alto. Che ho vinto?
  2. Non è che abbiano fatto chissà quale scoperta, basta pensare che, seppure vivendo in gruppo, le persone rispondono basandosi unicamente sulle proprie percezioni, che sono l'unica cosa che ci connette col mondo esterno. Evitiamo tutto ciò che ci dà disagio, cerchiamo ciò che dà piacere. Se facciamo qualcosa di buono è perchè la gioia della persona che abbiamo di fronte produce in noi stessi gioia, gratificazione, appunto. Se fare del bene producesse dolore, non credo che in molti lo farebbero. Io non la vedo come una cosa da condannare però, è naturale, pensare che le persone siano buone "aggra
  3. Icy

    Strani ricordi

    Grazie per le risposte, rispondendo a digi: sono abbastanza sicura dell'età, ricordo che ero piccola, e ho anche un paio di riferimenti: mio fratello è nato quando avevo sette anni, e lui ancora non era nato a quei tempi, quindi ero sicuramente al di sotto di quell'età. Su questa cosa mi interrogo da anni in realtà, ma non ho mai avuto il coraggio di parlarne con nessuno che conosco, per via delle "implicazioni". Sono strane queste fantasie che facevo, e ho paura di quello che potrebbero significare. Io ho grossi problemi nel relazionarmi con l'altro sesso, non ho mai avuto rapporti sessuali
  4. Icy

    Strani ricordi

    Dunque, ho letto alcune cose riguardo la sessualità infantile, sul fatto che già dai primi anni sia una cosa normalissima toccarsi e scoprirsi, ma... questo non è bastato a chiarire del tutto i miei dubbi riguardo certe cose che ricordo... Quand'ero piccola... diciamo che avrò avuto 4/5 anni circa, avevo l'abitudine di masturbarmi con l'ausilio di giocattoli, quasi esclusivamente Barbie, anche se ricordo di aver usato un pupazzetto lego delle volte. E qui c'è la prima cosa che mi colpisce: il fatto che scegliessi strumenti di forma umanoide. Chiarisco che per masturbazione non intendo penetra
  5. Ok, proverò a seguire il tuo consiglio :) Il fatto è che questo è un sito di psicologia, speravo nel passaggio di qualche psicologo/psichiatra che conosce questo tipo di terapia ^^
  6. Io mi trovo molto spesso da sola, per un breve periodo ho avuto una gran paura di essa ma adesso va molto meglio :) Come la affronto? Mi tengo la mente impegnata, il più delle volte sto su Internet e leggo cose sui forum, talvolta rispondo anche e discuto, altre volte ancora "gioco". Oppure ascolto musica... adoro ascoltare musica e immaginarmi mentre la canto con la voce della cantante, e ballare, esibirmi davanti al pubblico, probabilmente perchè mi piacerebbe farlo nella realtà ma non sono brava a cantare, ahymè ' Più raramente mi dedico ad attività creative, ma questo lo faccio solo quand
  7. Salve penny, grazie per il link, ma non credo che sia quello che cerco, credo che quella sia un altro tipo di terapia con un nome molto simile, e poi quello è il link a una scuola, l'unico spazio per il confronto è un forum poco frequentato e un pochino scadente, per intenderci, non c'è nemmeno la scroll bar O_o Insomma, se gli interventi arrivano fin sotto il livello della finestra non li puoi leggere v_v''' Cmq grazie anche solo per aver letto questo 3d e averci provato ^^
  8. Icy

    Rabbia non rabbia

    Il fatto è che non è così semplice, quando mi arrabbio, anche durante le sedute, dentro di me posso sentire due cose: o il vuoto, o l'ansia. Se sento l'ansia dopo un po' sento l'esigenza di scaricarla perchè non mi faccia troppo male. Lo psico dice che dovrei trovare un modo diverso di gestire la mia ansia in modo da arrivare all'emozione che c'è sotto piuttosto che scaricarla, ma non ho idea di quale sia questo modo, e lui non me lo dice, non so se perchè non lo sa perchè dipende dalle persone o se perchè vuole che lo scopra da sola. Sì, secondo il mio psichiatra è importante che provi le mi
  9. Icy

    Rabbia non rabbia

    Non lo so che cosa dovrei provare esattamente, è anche per questo che ho aperto questo topic. Delle volte la gente dice di sentirsi ribollire dentro quando si arrabbia, o qualcosa del genere, penso sia questo che "dovrei" sentire. Cmq, per spiegarla nel modo più semplice che mi è possibile, in teoria: Nasce l'emozione -> percepisci dentro di te a livello fisico l'emozione -> esprimi l'emozione "all'esterno" in qualche maniera In teoria, a me, manca il pezzo centrale, nel senso che non mi dò il tempo di provare l'emozione e la butto subito fuori, ma il fatto che non mi dia il tempo nec
  10. Salve, volevo raccogliere più informazioni possibili riguardo questo tipo di terapia dal nome lunghissimo e quasi impossibile da ricordare, purtroppo non riesco a ricordare il nome di chi l'ha "inventata", mi sembra fosse un nome arabo, potete aiutarmi? Vi spiego meglio cos'è che voglio sapere: teoricamente che cos'è questa terapia, come si svolge, quali sono i suoi obiettivi e fino a che punto è efficace. Non abbiate paura ad essere prolissi perchè voglio sapere più cose possibili riguardo questa terapia, visto che la sto seguendo da più di due anni ormai e comincio a chiedermi se sia il cas
  11. Icy

    Rabbia non rabbia

    Salve ad entrambi, e grazie a Sid per il consiglio riguardo al libro, lo cercherò :) Il problema riguardo al pianto è che secondo il mio psichiatra, al pari di agitare le gambe mentre sono seduta, o sospirare, o cose di questo genere è un modo per scaricare la rabbia, non per provarla. Piangendo mi libero dalla tensione che la rabbia fa nascere dentro di me, ma assieme alla tensione perdo anche la rabbia stessa, e finisco appunto col non provarla. Sbattere i pugni, gridare, anche quelli sono modi per scaricare la rabbia, e ci stanno, per carità, ma devono essere preceduti dalla percezione int
  12. Icy

    Rabbia non rabbia

    Esattamente. Per te magari potrà sembrare strano. Per me invece è stato strano scoprire che il mio modo di provare rabbia era incompleto perchè non associato ad una espressione corporea, sono stata convinta di essere perfettamente normale per anni. Edit: anzi, mi devo correggere, molte volte quando mi sono arrabbiata sono scoppiata a piangere, evidentemente proprio perchè non sapevo come altro esprimermi.
  13. Buonasera!!!!!

  14. Icy

    Rabbia non rabbia

    Salve, sto seguendo una terapia che mi sembra si chiami "psicodinamica" per problemi d'ansia e di lieve depressione già da un po', e quello che è venuto fuori è che ho difficoltà ad entrare in contatto con certe emozioni. Nel senso che "mentalmente" so che ci sono, ma a livello corporeo non le percepisco. E pare che l'emozione che mi mette maggiormente in difficoltà sia la rabbia. Mi potete descrivere come vi sentite quando siete arrabbiati? Secondo voi cosa posso fare io per ritrovare il contatto con questa emozione?
  15. Icy

    Senza emozioni

    Grazie per avermi risposto. L'ultima volta che sono andata da lui gli ho parlato delle mie perplessità e gli ho chiesto se velatamente se si poteva cambiare tipo di terapia (adesso non so e uno psicoterapeuta sia specializzato in uno o più tipi di terapia), cmq mi ha fatto capire che secondo lui era meglio continuare con questo sistema. Diciamo che i rapporti sono lievemente tesi da parte mia perchè non capisco come quello che stiamo facendo possa aiutarmi... cioè, lo so che scopo ha... ma è il modo in cui lo facciamo che mi lascia perplessa. Un anno e mezzo? Come fai a resistere? :shock
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.