Vai al contenuto

namara

Membri
  • Numero di messaggi

    9
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda namara

  • Rango
    Nuovo utente
  1. . bocca chiusa ed occhi aperti e vedrai che avrai la tua risposta. MOLTO SAGGIO.... CI PROVERO' SPERO DI RIUSCIRE A RIMANERE CALMA E DISTACCATA. CI TENGO MOLTO A CAPIRE. NIENTE DI PIU' BELLO CHE SE VENISSE FUORI CHE STAVO SBAGLIANDO!
  2. gatta ci cova .molte volte l'istinto se nn e' basato sulla gelosia puo' essere vero. dici che la figlia sia stata lasciata dal fidanzato ....sai perche'? potrebbe aver notato la tua stessa cosa che hai notato tu? NON SO, NON NE HO IDEA.... se' nn e' vero cio' che sospetti , ogni volta che il tuo amoroso sara' in in presenza di voi due si sentira' in imbarazzo e nn sapra' mai come comportarsi. se e' vero cio' che sospetti nn fara' altro che liberarsi di te. bocca chiusa ed occhi aperti e vedrai che avrai la tua risposta. Grazie... Mi sembra molto saggio il non parlare delle cose che ho notato, LE CONSEGUENZE SAREBBERO QUELLE DA TE PREVISTE.
  3. Io sono di natura istintiva, e solo in seconda istanza razionale. Credo che qualcosa "parli dentro di noi". La razionalità ci serve solo per rendere accettabili e/o inconfutabili agli altri (ma prima di tutto a noi stessi) quello che già in fieri abbiamo "sentito" a livello prerazionale... In questo senso hai ragione.... La razionalità la metto dopo, dopo che a pelle ho sentito qualcosa. E quando la uso, magari andando contro il mio primo istinto, dopo un sacco di tempo mi ritrovo a dire che, cavoli! Avrei fatto meglio a dare retta alla pelle. E a pelle la cosa... mi puzza! Come mi comporto nella circostanza in oggetto ... Inizialmente ho provato a parlane (con modi belli, come dice Harley? Boh! A me tanto brutti non sono sembrati.... ma vista la reazione, forse sbaglio!). Adesso mi sto dando un po' di tempo per capire se la persona che ho di fronte è o non è in grado di amarmi (se è in grado di amare altri, mi cambia poco...). Per questo son qui. per capire se la mia pelle sbaglia, se sono magri io avedere la cosa con troppa gelosia. Poi credo che darò ragione ad Harley, ma non gli parlerò (troppo facile finire nei tranelli dialettici per me che dico quello che penso, e penso quello che dico). Gli scriverò. Scripta manent... e alla carta non puoi controbattere, almeno non prima di aver letto tutto.... Sbaglio? Grazie a tutti per avermi risposto
  4. E' QUELLO CHE SPESSO PENSO ANCHE IO... POI MI DICO CHE NO, CHE SONO IO TROPPO, CATTIVA, FORSE GELOSA, CHE SONO IO LA POSSESSIVA.... RIPETENDO A ME STESSA LE PAROLE CHE LUI MI HA DETTO QUEL PAIO DI VOLTE CHE HO INTAVOLATO PIANO PIANO IL DISCORSO. IL FATTO E' CHE GLI VOGLIO BENE, ANCHE PERCHE' QUESTO E' IL SOLO LATO NEGATIVO DEL RAPPORTO. ANCHE SE NON E' AFFATTO PICCOLO. HAI RAGIONE TU, E HA RAGIONE ARLEY: TOPOLINO VA MESSO ALLA STRETTE. SOLO COSI' MI FARA' CAPIRE LE SUE VERE INTENZIONI. GRAZIEEEEEE
  5. Grazie carissima.... ADESSO DEVO TROVARE I BEI MODI.... NON è FACILE. tI PRENDE LA "PANCIA" CON DENTRO TUTTE LE SOFFERENZE SOFFOCATE NEL SILENZIO. dUNQUE UN PO' DI DISTACCO, PER NON FINIRE DALLA PARTE DEL TORTO, CI VUOLE. NO?
  6. Grazie per la risposta, allora....... toglie qualcosa a noi due, sì. Come ha individuato perfettamente Arley, è una cosa che si frappone come causa ( o alibi) per un salto di qualità della nostra relazione. Un po' come Topolino e Minni, che sono fidanzati e vivono in due case diversa da quando Disney li ha concepiti, cioè quasi cent'anni fa. Ma siccome io non sono una ragazzina, e vivrò molto meno degli eroi Dineyani, vorrei arrivare a capire come comportarmi. In secondo luogo mi dispiace molto per la ragazza, che soffre a causa di un rapporto col suo ex ragazzo, che non va nè avanti nè indietro, e temo che forse in questa sua difficoltà di relazionarsi al suo lui, non sia estraneo del tutto il rapporto che ha avuto col padre.
  7. Ciao Nello aspetta una attimo.... riparti dal principio e cerca di spiegarmi meglio cosa vuol dire "approccio comunicativo selettivo" "basi sentimentali piuttosto che istruttorie".Mi sembra interessante, ma detto così mi lascia perplessa.... Insomma io mi trovo a disagio con un linguaggio così difficile (per me) e se ti va di rispiegarlo in modo più terra terra te ne sarei grata
  8. Vorrei un parere da un professionista circa un problema che mi fa stare molto male. Non so come interpretare il fatto che l'uomo che amo, a 51 anni, viva ancora a casa con sua madre. Pur essendo stato sposato, dopo il divorzio è tornato a casa con lei, e questo nonostante di fronte all'appartamento dove loro due convivono lui abbia la sua propria abitazione che è completamente disabitata. Questo dura ormai da 15 anni. Inizialmente mi ha lasciato intendere che, se conoscendoci reciprocamente le cose fossero andate bene, saremmo andati a vivere insieme, essendo io del tutto disponibile a non lasciare sola una donna anziana (anche se perfettamente in salute). Ma più passa il tempo più mi rendo conto che le cose gli stanno bene così come sono. Mi sento sempre più a disagio, mi sembra una situazione del tipo, lei, lui e l'altra, dove la parte dell'amante è toccata a me. Lei fa tutto per lui, lava, stira, cucina prelibatezze, e lo rimprovera se i termosifoni non funzionano a dovere o la cantina è in disordine. Io faccio l'unica cosa che lei "non può fare". A me questo rapporto sembra disfunzionale, e temo di essere una di quelle donne che amano sempre gli uomini che non hanno nessuna intenzione di riamarle, mentre loro si danno inutilmente da fare per cambiarli. Ma la cosa non finisce qui. Lui ha una sola figlia. Ha sempre dichiarato di aver rinunciato, dopo la separazione, e per moltissimi anni ad avere rapporti stabili con donne, limitandosi a quelli usa e getta. Questo, mi ha siegato, per crescere la bimba in modo sano e per non farla soffrire di gelosia se lui avesse deciso di convivere con un'altra donna. Quando ci siamo innamorati la ragazza era ventenne e fidanzata. Nonostante questo lei andava insieme al padre a scuola di balli standard e sudamericani. Cioè invece di ballare la rumba o il tango con il suo fidanzato, e il padre con un'altra donna, loro ballavano insieme. Questo fatto a me sembrava assurdo. Anche io ho un figlio adolescente e uno ventenne, e non mi verrebbe mai in mente di mettere in atto con loro movenze così marcatamente a sfondo erotico, tipo bachata o salsa... Forse giusto una quadriglia! Poi questa usanza è finita, ma la ragazza in seguito ha evidenziato notevoli problemi nel rapportarsi al suo fidanzato, che la ha lasciata, facendola soffrire molto. A mio avviso tutto questo è legato da un filo invisibile, ma non oso parlargliene per non mandarlo in bestia. La sua educazione è stata molto rigida e intransigente, e lui non potrebbe neanche ammettere di pensare di aver pensato ad un'attrazione sessuale tra lui e la ragazza.... Ma a me tutto sembra strano e mi fa soffrire. Il mio fidanzato ha, nel su inconscio, una attrazione per la madre e la figlia? Ed io come farei bene a comportarmi? Temo di essere una "donna che ama troppo" alle prese con l'uomo impossibile... Che fare? Grazie
  9. namara

    PARLIAMO DI ASTINENZA SESSUALE

    Carissimo vai tranquillo... se è vero quello che dici, e cioè che per te il sesso ha senso solo se c'è amore, allora sappi che hai tutta la mia stima e comprensione. Sei il primo uomo "Bello" che io abbia mai conosciuto. Spero prima o poi di incontrane almeno un'altro, magari di persona.... No non sto scherzando. Probabilmente non hai ancora trovato la persona giusta per te. E' questione anche di fortuna. Speriamo che la dea bendata passi presto anche dalle nostre parti!
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.