Vai al contenuto

Principessa del pianto

Membri
  • Numero di messaggi

    413
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

2 che ti seguono

Che riguarda Principessa del pianto

  • Rango
    Membro

Profile Information

  • Gender
    Female
  • Interests
    leggere<br />scrivere<br />disegnare<br /><br />sono un'artista che apprezza l'arte : )
  1. Perchè anche quando le cose vanno bene, capita una cosa, anche solo snetirsi dire poche parole di importanza quasi nulla... che mi abbatte? Ma io devo essere forte, sono stata debole già troppo... devo essere forte e continuare a sorridere. Che schifo. Mi fa male...
  2. No, a me i test sono stati fatti molto tempo dopo che avevo cominciato la terapia... è una cosa che consiglio, altrimenti gli psicologi trattano a priori... e devono prendere i risultati dei test come assoluti, quando invece non lo sono. Meglio che conoscano prima la persona. Cmq, consiglio di non considerare questo genere di test (su internet), non è valido, a mio parere. In più, senza il commento di un esperto, un test del genere è pressoché inutile. Per la seconda cosa, non ti so dire.
  3. Sono un po' confusa. Emotivamente va meglio, ma sto male fisicamente. Non so se sia dovuto al fatto che ho smesso da poco l'antidepressivo... voi che dite? L'ho smesso gradualmente, comunque... riducendo le dosi. Ora... mi gira la testa, tanto. Tutti i giorni... spero che finisca presto, non mi piace sentirmi così... soprattutto ora che mi sento così carica e piena di voglia di fare, sistemare, agire. Sto facendo ordine nella mia vita. Lo so che detto da una 19enne può sembrare esagerato, ma è così. Mi sto allontanando da tutto ciò che è negativo, per me. TUTTO. E questo mi fa bene, mi fa smettere di essere così vuota e apatica. Mi sento Viva. Ed è bello, anche se a volte fa male, com'è giusto che sia. Ho ritrovato l'amore per l'ordine e per lo studio. So cosa voglio fare e voglio riuscirci. E poi... c'è Lui. Finalmente mi sono aperta, gli ho raccontato ciò che mi è successo durante la mia infanzia. Mi ha detto cose veramente belle. Mi ha chiesto scusa per quelle volte in cui abbiamo discusso, perché si è reso conto di aver frainteso molto. Ed ha anche aggiunto "Adesso so perchè ci siamo conosciuti". Lo so che può sembrare sciocco, ma è una frase che mi ha molto rincuorata. È come se quella frase avesse dato conferma ai suoi "No, non ti lascerò". So che sono forse illusa se mi aspetto che staremo insieme per tutta la vita, anche perchè, già da ora, non stiamo proprio insieme. Però è bello pensarlo, anche se per poco. È bello poter parlare insieme e riuscire a godersi quel momento, senza pensare negativamente a ciò che potrà succedere dopo. Anche se, purtroppo, non riesco a smettere di avere paura di soffrire. Ma cerco di accantonare questa paura, la quale, altrimenti, mi farebbe soffrire anche quando non ce ne sarebbe motivo.
  4. Bond? o.O Macchè, io preferisco un bel Bibidi-bobidi-bù!!!
  5. Esistono i consultori. So che sono gratuiti entro una certa fascia d'età, non so esattamente quale sia, però dovresti rientrarci. Ci sono in ogni città, quindi credo li troveresti anche da te. Io frequento una psicologa e devo dire che mi è servito molto, è una cosa che ti consiglio. Il fatto che mia madre lo sappia mi è stato ostico, a volte, ma anche io non posso permettermi di pagarla da sola (ho 19 anni e, sebbene lavori part-time, la mia attività principale è lo studio, quindi non è che guadagni chissà cosa). Spesso i consultori hanno sede staccata dagli ospedali (nella mia città è così). Inoltre, si possono anche trovare centri specializzati il cui prezzo varia dalla gravità del problema. Mi sono identificata abbastanza in quello che hai scritto, sebbene l'origine del mio disagio sia molto diversa dalla tua. Io, alla sera, però... sono talmente distrutta dai pensieri che finisco per piangere per ore, anche ora, che sto meglio. Secondo me le persone a cui si tiene e che a noi tengono, sono un buon punto d'appoggio. Anche se non riesci a parlare con loro, non temere di chiamarli. Io, ad esempio, quando sto male ma non voglio dire perchè o semplicemente non me la sento di parlarne, chiamo la mia migliore amica. A lei non interessa che le racconti le cose. Vuole starmi vicino e lo fa. Ed anche solo sentire la sua voce, il suo affetto e la sua disponibilità, mi fa sentire meglio :)
  6. piuttosto me le tengo sepolte in giardino!
  7. Grazie Zazà Beh... va molto a giornate, devo dire... poi di solito verso sera, sto veramente male, però di giorno va un pochino meglio. Poi sono molto sotto stress, quindi è tutto peggio. Boh...
  8. Benvenuta! Ti sei scelta un bel nick :)
  9. Le prime due prove sono andate bene. Ed a parte delle discussioni, poi risolte, con il "mio" lui, non c'è niente che non vada. Credo. Però voglio morire. Io non voglio vivere, la vita mi fa troppo male. Chiamatemi codarda, pensate quello che volete. È così da vigliacchi voler fuggire al dolore? È così vile, cercare di non soffrire più? Le gioie che mi porta la vita non sono sufficienti. Il dolore le sovrasta. Quanto può valere la pena, continuare a vivere, se in ogni caso, alla fine della mia vita, sarà sempre di più la sofferenza che la gioia? Io sono stanca di andare a letto e piangere per ore. Sono stanca di desiderare e chiedere la morte, tutte le notti e, poi, cercare un po' di speranza, al mattino, quando mi sveglio. Fa male. Fa molto male.
  10. ENTI CAREnti di propaganda non hanno futuro
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.