Vai al contenuto

Pubblicità

cercando

Membri
  • Numero contenuti

    16
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su cercando

  • Rank
    Nuovo utente

Profile Information

  • Gender
    Male
  1. @ juditta. In parte sono daccordo con la tua critica. Ci tengo tuttavia a sottolineare che il mio non era banale moralità, almeno nelle intenzioni. La differenza tra l'andare con una prostituta (non avevo capito che il tipo andasse solo con escort, mea culpa) o rifiutare il cibo o alcolizzarsi è ben diversa. E la differenza sta nel diverso valore di "sensibilità". Nel primo caso la tua azione ha una conseguenza diretta sull'altro/a. Negli altri non sempre e non ogni volta (non provoco incidenti ogni volta che guido ubriaco, i bimbi che muoiono di fame vivono lontano da me e comunque non li conosco. Per farla spicciola: è un po' il principio del perchè ci impressioniamo a vedere un cane agonizzante per strada e non invece un riccio o una gazza. Il cane è molto più "vicino" a noi, magari ne abbiamo uno in casa. Perciò rimango del mio avviso: criticare qualcuno che va a prostitute-schiave è doveroso. Sono tuttavia daccordo con te sul fatto che non è la soluzione per una dipendenza che ha altre origini. Mi illudevo che forse può essere un buon inizio per spronare una qualche reazione.
  2. la vendetta è una miseria. La mia vita non migliora se qualcun altro sta male. Partendo da questo, magari, puoi raffreddare i bollenti spiriti prima che l'istinto abbia la meglio. Non importa quanto gravi siano le azioni di ripicca che fai, è importante capire che non c'è bisogno di avere ragione su qualcuno; è dunque evidente che tu cerchi attenzione, fiducia e stima. Sono qualità che devi riconoscere per primo tu verso te stesso. Gli altri sono sempre uno specchio!
  3. magari il mio intervento non avrà nulla a che fare. Però sarebbe carino mettere l'accento su un fatto che da solo dovrebbe, potrebbe bastare a mettere dei freni al vostro andare a prostitute. La maggiorparte di quelle donne è sfruttata, stuprata, minacciata, schiavizzata, umiliata. Molte di loro sono sradicate dal loro Paese con la violenza, stuprate in gruppo per annullare la loro ribellione e la loro volontà, vengono dunque sequestrate e costrette a prostituirsi. E voi piangete della vostra miseria umana sulle loro spalle.
  4. Ciao Dori! rivederlo/i è forte. Ma ce la fai. Anche perchè ce la stai già facendo. Ne parli, ne scrivi, esterni. Concentrati a ciò che di bello hai attorno a te, anche se l'unica cosa degna ti sembra/va lui e voi. Stay focused!
  5. Nuovo is good. Fai-da-te o chiami manodopera? Se la cosa ti può interessare l'acqua era fredda da rabbrividire, ma è stato bello ritornare a mare :) Stasera festeggiamo il compleanno di mamma. un buon sabato a te e a presto!
  6. Ciao Dori! :) Felice di sentirti. Non ripetere che non ci riuscirai, altrimenti non ci riuscirai davvero. La nostra forza di volontà può provocare energie incomprensibili. Che programmi hai oggi? Io riprendo con le immersioni ... sarà dura con l'acqua fredda... un abbraccio !
  7. non l'ho capita...oppure non l'ho voluta capire. Non hai ancora angeli, ancora nessuna chiave di lettura...molti spunti arrivano su questo forum. Ora vado a dormire. Mi auguro che tu riesca a fare altrettanto. Un abbraccio Massimimiliano
  8. non vedo perché adesso tu debba trasferire parte della tua disillusione su di me. Io sono niente di più di un enzima ed ognuno conosce il proprio mondo reale, così grazie per la premura ma lo affronto bene. Mi rendo conto che uno scambio di post qui non è il massimo ed ora ti sembri tutto irrealizzabile, grigio, impossibile. Ma nulla sai di quello che può succedere domani. Anche io una volta avevo seriamente pensato che ormai non valesse più la pena stare al mondo. Proprio in nome di quei sentimenti traditi, che guardi indietro ed è come se niente di tutto quello che avevamo fatto, sperato, lottato, amato, niente era servito a qualcosa. Addirittura mi si era rivoltato contro. Solo e lontano da casa non vedevo la luce. Poi piano piano, molto piano, anche con tanti sforzi da parte mia, ho ripreso il controllo della situazione. Come credere a coloro che mi dicevano di tener duro? che un giorno sarebbe passato? che un nuovo amore sarebbe stato alle porte? (ancora lo aspetto :) ma non ho perso la voglia di amare!). Ma poi la consapevolezza e soprattutto una chiave di lettura differente delle cose, grazie ad un angelo arrivato all'improvviso. Di quelli che mai ti saresti mai aspettato in quel pantano. Una chiave che forse farebbe bene anche a te. Il lacerante dolore non ti da certo slancio. Cogli il suggerimento di altri qui sul forum e parlane con uno specialista che sappia magari darti proprio quella chiave di lettura che oggi forse ti manca. Sarebbe un peccato rinunciare ai tuoi sogni proprio ora che dimostri di aver voglia di capire.
  9. welcome to the real world. Mi spiace che ti sia accaduta questa cosa, credimi. Evidentemente per qualcuno è facile. Ma, ti ripeto, il nocciolo non è tanto lui coi suoi pregi e difetti, ma al significato che tu attribuisci alle cose/fatti/persone.
  10. per carità! nessun affiancamento, era solo un elenco con delle virgole per dire che alla fine della fiera si soffre da soli. Non se l'è prese quando doveva, le responsabilità, perché dovrebbe farlo adesso? Non ha paura di te, ma di sé stesso, perché magari sa di non essersi comportato bene e preferisce chiudere il naso e andare avanti per la sua strada. Ma tu non hai bisogno che lui ti affronti da uomo. I suoi atteggiamenti parlano più di tanti incontri.
  11. ma da quanto tempo eravate insieme prima della malattia di tuo padre? Magari lui è un uomo del presente: un voglio-tutto-e-subito- un non-posso-aspettare-oltre. Un "mordi l'attimo". Tu vuoi avere accanto e accudire e regalare luce ad un uomo che non abbia l'amore di starti accanto in un momento così delicato?????????
  12. Da quello che scrivi sembra un chiaro esempio di uomo con la coda di paglia. Lasciarti via sms è più facile, i sensi di colpa sono minori, ci vuole meno coraggio...o non ce ne vuole affatto. Sembra altresì chiaro che lui già sapesse cosa gli stesse frullando in testa. Ha preso una amara decisione unilaterale facendoti, a quanto pare, cascare dalle nuvole. L'amico fidato viene anche lui meno...alla fine, nel tuo lettone, rimani solo tu. E da lì devi ripartire. Non da lui, da quello che non hai, che non hai più, da quello che sarebbe stato se...
  13. Scusa, non volevo salire in cattedra. Che io non capisca che tu ti svegli nel cuore della notte, gli attacchi di pianto etc, non è fondamentale. E' invece fondamentale che tu lo capisca e soprattutto dia una spiegazione. Ti siederesti al tavolo con lui anche solo per saziarti delle sue briciole, per il tuo bisogno di lui. Lo trovo riduttivo e francamente un insulto a te stessa. Ti sei chiesta perché lo faresti? Meno male che lui non vuole! Ti sta aiutando a non stare ancora peggio. Tu parli di "amore". Ma a me dai l'idea di "bisogno": bisogno di stare con lui, di rendergli le giornate più luminose (le sue o le tue? e chi sei, Madre Teresa?). L'amore col partner, secondo me è gioia, bellezza, chiarore, risate. Se stai soffrendo non è amore. Non si soffre per amore. Ma per un bisogno negato.
  14. L'amore, a mio avviso, ha diverse sfaccettature. Non so se ti abbia amata oppure no. Evidentemente l'amore in questo caso non era eterno. Per varie ragioni, valide o meno che siano lui ha scelto di andare altrove. Non puoi cambiare i tuoi sentimenti, ma puoi cambiare il tuo atteggiamento nei loro (i sentimenti) confronti. Nessuno credo voglia strappartelo dal cuore e probabilmente rimarrà sempre il tuo grande amore. Sembra come se per un certo periodo avete parlato due lingue diverse: lui pensava che tu eri egoista, contemporaneamente tu ritieni di esserti donata completamente. C'è un corto circuito, un meccanismo inceppato. Sicuramente un segno evidente.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.