Vai al contenuto

Alianna

Membri
  • Numero di messaggi

    58
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Alianna

  • Rango
    Utente attivo

Profile Information

  • Gender
    Female
  • Location
    Milano
  1. Ciao Pulcino... non mettere tuo marito allo stesso livello del tuo psy... immagina come se il tuo psy fosse di un' altra dimensione... e tuo marito invece un comune mortale come te. Dici che non vuoi perdere il tuo psy come amico, perchè siete amici? Lui ti curerebbe anche gratis? Vi vedete al di fuori della terapia?
  2. Non credo sia così, io rinuncerei volentieri al mio personaggio... anche domani! Ma alla situazione attuale vorrebbe dire ferire persone che dallo psy non ci vanno e quindi non capirebbero il senso del mio cambiamento... Il cambiamento parte dall'interno, se io non sono pronta ad ignorare i ricatti morali di queste persone nulla potrà cambiare. Io non devo riscrivere il canovaccio, devo solo cambiare percorso, la mia storia... sarà la mia mappa, non posso stracciarla... non capirei il senso del cambiamento...
  3. Bellissimo il tuo topic! Io mi sento nel mezzo ... gli altri mi impongono una maschera... ed ogni volta in cui cerco di toglierla... loro fanno di tutto per rimettermela! A piccoli passi... con l'analisi ho scoperto di avere una maschera prima non mi ero mai accorta, credevo di essere io così, poi ogni giorno ho cominciato a toglierla per qualche minuto, poi un pò di più fino a restare senza per giornate interne. Ma nel momento in cui cerco di acclamare la mia nuova identità con queste persone (la mia famiglia di origine), vengo zittita e ricacciata nel oblio con parole che mi arrivano in faccia come acido muriatico... quindi sono costretta a rimettere su la maschera ...mi sta stretta e soffoco... da li attachi di ansia, claustrofobia! Non mi sento un eroina delle favole... anzi ho sempre aspettato che il mio eroe mi venga a tirar fuori da questa bara di cristallo... urka che confusione eheheh
  4. Anche il mio mi ha fatto questa domanda... ancora oggi non ho il coraggio di dirgli... si mi interessa...la ricevuta.... mi interessa dannazioneee!
  5. Concordo in tutto e aggiungo... ma poi chi lo dice che una persona che non ha mai tradito... non tradirà mai o viceversa?
  6. se non ricordo male (se sbaglio muchacha mi corrgerà) lui ha fissato l'appuntamento in un ora in cui muchacha non poteva... non mi pare abbia detto che volesse parlare da solo con il padre. ripeto che non credo sia questione di fiducia...
  7. ... non ho mai detto che lo psy di muchacha vuole parlare di lei alle sue spalle... il mio pensiero è molto più elementare... ti faccio un esempio reale: quando io e il mio compagno andiamo dal pediatra con il cucciolo e poi torniamo a casa, salta fuori che lui ha inteso una cosa ed io un'altra, oppure che io non sentito una cosa perchè stavo vestendo il bimbo e lui si o viceversa. Per quello credo che sia giusto che ci siano tutti e due, a volte ci sfuggono particolari che non riteniamo importanti e invece lo sono. So bene l'importanza di un padre nella vita di un bambino, lotto tutti i giorni affinchè ci sia, quindi se tra padre è figlio c'è qualche problema vorrei esserci per aiutare e non per spiare ... non è questione di fiducia!
  8. Questo l'ho capito e muchacha è la madre, quindi deve esserci anche lei, come madre del bambino. Non esiste che lui parli solo con il padre.
  9. Per questo motivo mi sembra strano il fatto che tu abbia usato lo stesso terapeuta e anche che lui abbia deciso di prendere in carica... praticamente tutta la famiglia... anche se esistono quelli di coppia e presumo anche quelli di famiglia, ma un conto è andarci direttamente tutti assieme, un conto è andarci per conto proprio, instaurare un certo tipo di rapporto e poi... portarci la famiglia. Comunque sia, io al posto tuo chiederei di esserci all'incontro, sei la madre ed è giusto che ci sia anche tu. Se lui non puo all'ora che puoi tu che cambiasse l'orario. Anche perchè 4 orecchie sono meglio di 2.
  10. Cara... che tenerezza mi fai. Mi ricordi me i primi tempi! Resisti, ci sei quasi, solo che devi lasciarti andare. Va bene anche se sei innamorata di lui, ma quando sei lì affronta i tuoi problemi, non cercare di arrivare subito alla fine... non ci sono scorciatoie! Forse questa cosa dei soldi... ti farà capire che devi utilizzare meglio il tempo passato con lui. Nulla ti impedisce di guardarlo e fantasticare ma allo stesso tempo di lavorare su di te. Fatti aiutare!
  11. ma guarda io non piango con questo genere di film perchè non riesco ad immedesimarmi, non conosco la guerra... quindi mi sembra tutto finto... perchè hai pianto tu? Sarai fragile in questo momento!
  12. non mi ha fatto nessun effetto... mi spiace, ma ti assicuro che piango in tutti i film d'amore!
  13. volevo dire il mio ex mondo ehehe alla fine di quello vado a parlare... del passato!
  14. A me è accaduto che una persona a me vicina, volesse andare dal mio psy... le ho detto che avrei preferito di no. Proprio per i dubbi che ti stai ponendo tu... io e questa persona abbiamo condivisi affetti ed infanzia... il sol pensiero che lui possa credere alla sua versione e non alla mia (nel raccontare l'infanzia)... mi manda in bestia... e poi ai tempi c'era anche gelosia... Io avrei affrontato la questione figlio con un'altra persona, perchè ora inevitabilmente in terapia parlerai di lui... il tuo tempo con lui, diventa il tempo della famiglia e non hai più qualcosa di veramente tuo... non so se mi sono spiegata. Quella stanza è il mio mondo, non voglio che ci entri il mio compagno o altre persone a me vicine.
  15. Ma è bellissima!!!!! Mai sentita prima, ne farò la mia filosofia di vita ;=)
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.