Vai al contenuto

daniela-7

Membri
  • Numero di messaggi

    4
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda daniela-7

  • Rango
    Nuovo utente
  1. Purtroppo la mia sensazione è molto simile alla tua, è evidente che tu gli interessi e che sta bene con te, ma tutto questo rimane confinato ad un rapporto extraconiugale, senza che da parte sua ci sia l'intenzione di modificare qualcosa nella sua vita. Da come ne parli non credo che tu voglia la stessa cosa. Quindi, seppur con difficoltà, perso per perso, perchè non provi a dire basta? A negarti quando ti cerca? Non è tattica, ma solo coerenza con ciò che si vuole dalla vita.....
  2. Ciao Rhonda, io non sono ne una psicologa e nemmeno un'addetta ai lavori, posso solo darti un mio parere che spero possa darti degli spunti di riflessione. Alla base dei suoi comportamenti altalenanti ed incompresibili ci possono essere due motivazioni: il fatto che sia impegnato ed il fatto che siate colleghi. Non dici molto sulla sua situazione familiare, dici solo che ha dei problemi, dati per certo. Quindi ci troviamo nella classica situazione di un uomo che cerca al di fuori della sua relazione ciò che non riesce ad avere da questa. Io non metto in dubbio che lui abbia trovato in te ciò che cerca e desidera ma sicuramente poi non è in grado di gestire alla lunga un rapporto con te, vuoi per sensi di colpa con la sua compagna, vuoi per la consapevolezza di non essere in grado di cambiare le cose, quindi ad un certo punto tu diventi il suo problema. Non dici nulla nemmeno sui vostri rapporti di lavoro....potrebbe temere ripercussioni se sul lavoro si scoprisse la vostra relazione? Potrebbe temere che qualcuno comunichi qualcosa alla sua compagna? Io vedo il comportamento avverso nei tuoi confronti come un'incapacità nel gestirti, non gli sei indifferente, altrimenti ti tratterebbe con indifferenza, come se non esistessi. Quindi, alla tua domanda io rispondo con la prima opzione, ma aggiungo anche che, a sensazione, difficilmente le cose cambieranno se tu poi continui ad esserci tutte le volte che ti cerca....e in generale, nella maggior parte dei casi, vince quasi sempre la relazione insoddisfacente perchè non costringe ad aver coraggio. Ho detto in generale, tutto può succedere ;-)
  3. Grazie Rhonda, per il tuo interessamento e per la tua risposta. Effettivamente, nel cercare di scrivere tutto quello che potevo, ho omesso questo particolare.....abitiamo a 120 km di distanza, non poco in effetti. In più abbiamo orari completamente diversi, io lavoro dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 18, lui fa turni tutta la settimana, notti comprese, non ha sabati e domeniche ma gli capita di avere giorni liberi durante la settimana che, a quanto capito, sfrutta per andare dai suoi..... a 300 km da dove abita lui. Inutile dirti che non ho ancora risolto questo mio problema, non riesco a farmene una ragione; sono di base molto rispettosa, faccio molta fatica a cercare una persona che non mi cerca, penso di dare fastidio.... Negli ultimi mesi ci siamo sentitti quasi esclusivamente via messaggio, pima che io ponessi lo stop......io non l'ho praticamente mai chiamato....vista la situazione che sta vivendo temo che non sia mai il momento giusto.....magari è dai suoi, magari sta dormendo, magari sta lavorando. Lo so da me che è una situazione che logora e come tale è sbagliata.....ma temo che finchè non saprò dalla sua bocca che non mi vuole più vedere, non riuscirò a smettere di pensarci :-(
  4. ....non interessi abbastanza? Non so, ne sono sempre stata convinta anche io, se qualcuno me l'avesse chiesto qualche mese fa ne sarei stata sicura, ora non più, ma forse perchè sono un po' turbata da quello che mi è successo e voglio soltanto convincermi che non sempre è così. Mi aiutate a capire ? Vi racconto in breve...... Conosco 5 mesi fa un ragazzo, casualmente, in aeroporto, io dovevo partire per lavoro, lui anche. Una specie di colpo di fulmine, ci scambiamo i numeri e poi partiamo. La cosa inizia con scambi di messaggi, dapprima molto tranquilli e man mano si fanno sempre più personali, si scopre col tempo una bellissima affinità. Ci si scambia foto, nostre e della nostra casa (abbiamo entrambi 40 anni e siamo single),è il periodo di natale quindi ognuno ha propri impegni famigliari....tra l'altro lui abita e lavora a milano ma la sua famiglia di origine è a 300 km di distanza quindi va spesso avanti indietro. Dopo le festività ci si incontra finalmente, dopo un turno di lavoro, sull'onda di messaggi molto carini, mi dice che vuole vedermi subito, è l'una e mezza di notte...io accetto.....arriva a casa mia alle 3 di mattina.....incontro stupendo, si riconferma un'affinità pazzesca, se ne va alle 6 di mattina per iniziare un nuovo turno di lavoro. Da quel momento decidiamo di vederci la settimana successiva, poi ancora quella dopo, si parla di fare mille cose insieme..... io non ho mai trovato una persona con la quale stare così bene e, davvero, la sensazione era reciproca. Succede un fatto molto grave, riceve la bruttissima notizia che sua mamma deve essere operata per un tumore. Va in crisi. Si fa sentire ma tra turni stretti di lavoro e la scelta di tornare dalla sua famiglia quando ha giorni liberi, fa si che non ci vediamo. Lo rivedo dopo un mese, quando sua mamma viene operata perchè mi chiede di raggiungerlo in clinica, stiamo insieme 2 bellissime ore, mi vuole presentare suo padre ma alla fine per una questione di tempi non c'è stata l'occasione. Riaccompagna la madre nella sua città, inizia la chemioterapia.....un ciclo ogni 3 settimane....la sua vita è presa tra turni di lavoro e viaggi in treno per stare con la sua famiglia a cui è molto attaccato...cosa che mi aveva confessato da subito, in tempi non sospetti quando tutto era tranquillo. Da quel momento, sono passati 3 mesi e non ci siamo più visti. Ha continuato a scrivermi che non vede l'ora di vedermi, che vorrebbe trascorrere serenamente un po' di tempo con me ma non riesce a trovare il modo....non ce la fa. In più di un'occasione gli ho chiesto chiaramente di dirmi se devo sparire, che non ho paura di quello che potrebbe dirmi, ma ho paura che lui non abbia il coraggio di dirmelo....lui mi ha detto di non sparire ma che ora non ce la fa. Ragazzi, per concludere, ieri ho fatto una cosa di cui mi sono pentitissima. Vivo male questa situazione, non riesco a vederlo ma perchè fondamentalemnte io credo che lui non voglia....non ci credo che non possa....sono passati 3 mesi. Nei messaggi lui è sempre molto carino ed affettuoso, conferma quello che prova per me, ma passano anche 5 o 6 giorni prima che lui si faccia sentire anche con un messaggio. Ieri, dopo aver macinato l'intero weekend all'idea di non interessargli abbastanza gli ho scritto "io mi fermo qui".....perchè vivo troppo male questa storia, perchè non è giusto che io pretenda niente da lui e se le cose non arrivano è perchè non devono arrivare. Credo di aver messo fine ad una cosa potenzialmente bellissima.....forse dovevo aspettare che la situazione con sua madre si ristabilisse. Mi dite cosa pensate? Sto veramente da cani..... Lui ha risposto sempre in modo molto carino che si scusava per non essere la stessa persona che avevo conosciuto ma questa situazione lo sta molto provando, che mi capisce e mi rispetta molto, mi chiede perdono e tutto questo non cambia l'affetto che prova per me. Ho fatto male? Io stavo malissimo, volevo dare uno scossone alla situazione.....ma mi sono pentita...tremendamente pentita....ma allo stesso tempo temo di non interessargli abbastanza..... Grazie
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.