Vai al contenuto

Pioloreggente

Membri
  • Numero di messaggi

    9
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Pioloreggente

  • Rango
    Nuovo utente
  1. Mi sembra ridicolo che ci siano persone che soffrono davvero, e alcuni (incapaci di guardare oltre se stessi) vengono a maciullarti le p***e con storie assurde, in cui soffrono per storie d'amore o per caz**te galattiche. Guardate quali sono i veri problemi e smettete di cercare una spalla su cui piangere. Poi cosa ne sai se sono ottimista altruista comunista o vegetariano, pensa prima di sparare la prima idea che ti passa per la testa.
  2. Copio anche qui la risposta, Antonio hai creato una doppia discussione. Queste sono alcune regole imparate di prima persona. Potrebbero non funzionare, ma sono un buon punto di partenza. Regola #1: Sii POSITIVO. Probabilmente stai passando un brutto momento, tutto ti sembra andare male e sei in un circolo vizioso. Sei in preda a pensieri negativi. La prima cosa da fare è cambiare mentalità. Devi credere fermamente che la tua vita stia migliorando e ogni giorno deve essere un'occasione di miglioramento. Potresti avere delle ricadute di tristezza. Potresti anche essere depresso. Ma fatti forza e applica la regola #1: pensa positivo. Sei un ragazzone giovane e in salute, centinaia di persone morirebbero per essere come te. Hai le capacità per distruggere il mondo! Regola #2: Focalizza i tuoi obbiettivi. Per raggiungere dei traguardi, devi prima definirli nella tua mente. Quindi prendi un foglio e scrivi i tuoi obbiettivi, quelli che ti renderebbero un uomo realizzato. Puoi scrivere per esempio: "Tra x anni avrò uno stipendio di x euro, vivrò in un appartamento mio, avrò una cerchia stimata di amici, saprò conquistare una donna, avrò sconfitto lo stress e sarò sicuro di me". Ovviamente scrivi le caratteristiche essenziali, dalle quali potresti riconoscere il tuo "Io realizzato" Regola #3: Suddividi i tuoi obbiettivi Ora che sai cosa vuoi, dividi i tuoi obbiettivi in "missioni" più facili da realizzare. Devi fare piccoli passi per ottenere grandi risultati. Sii creativo e realistico quando ti poni i traguardi. Una "missione" potrebbe essere: "Oggi leggo 50 annunci di lavoro e ne chiamo 5 per avere un colloquio" oppure "Stasera vado al bar tal dei tali e attacco bottone con almeno due ragazze", "oggi mi limito a un piatto di spaghetti" Regola #4: Supera i tuoi limiti Ognuno ha delle paure e dei difetti. Non spariscono da un giorno all'altro, ma puoi spingerti fino a superarli. L'importante è superare (anche di poco) le proprie barriere. Se sei terrorizzato dall'approcciare le ragazze, puoi la prima volta guardarla negli occhi e sorridere, il secondo giorno ti sforzi per scambiarci una battuta e così via. Fai due respiri profondi, ti carichi e Vai! Teorema: Elimina ciò che è dannoso. Il tuo cervello usa la play come pretesto per non impegnarsi, e ti allontana dai problemi della vita vera. Elimina la play dalla tua vita, è tempo buttato. La stacchi e la sigilli in cantina, problema risolto. Sarà dura ma ce la farai. Teorema: Il metodo migliore per dimagrire e riacquistare fisico è fare attività. Quindi iscriviti in palestra o vai ad allenarti all'aperto.Potresti trovare una gara di corsa 10km o 15Km e allenarti in vista di quell'obbiettivo (in internet trovi anche i piani di allenamento). Fare attività abbassa il cortisolo (elimina quindi lo stress) e produce endorfine (neurotrasmettitore del piacere). Consiglio: se dovesse venirti voglia di giocare alla play, esci di casa e vai ad allenarti. Questi sono i più importanti che mi sono venuti in mente, poi fai quello che vuoi. A te la scelta! Ultima regola: tutti sono troppo impegnati a vedere i loro problemi per notare i tuoi. Non aver paura di esporti. In bocca al lupo, Carlo
  3. Pensavo fosse un forum di appassionati di psicologia e cervello, e invece è pieno di gente che parla di come soffre... che spettacolo raccapricciante. Dalla pubblicità si capisce che è un modo per estendere il sito (consulenze psicologiche a pagamento). E' stato breve ma penso che farò l'eliminazione del mio profilo a breve.
  4. A volte mi stupisco di quello che dico :cool: Edit: Facci sapere come va, naturalmente.
  5. Queste sono alcune regole imparate di prima persona. Potrebbero non funzionare, ma sono un buon punto di partenza. Regola #1: Sii POSITIVO. Probabilmente stai passando un brutto momento, tutto ti sembra andare male e sei in un circolo vizioso. Sei in preda a pensieri negativi. La prima cosa da fare è cambiare mentalità. Devi credere fermamente che la tua vita stia migliorando e ogni giorno deve essere un'occasione di miglioramento. Potresti avere delle ricadute di tristezza. Potresti anche essere depresso. Ma fatti forza e applica la regola #1: pensa positivo. Sei un ragazzone giovane e in salute, centinaia di persone morirebbero per essere come te. Hai le capacità per distruggere il mondo! Regola #2: Focalizza i tuoi obbiettivi. Per raggiungere dei traguardi, devi prima definirli nella tua mente. Quindi prendi un foglio e scrivi i tuoi obbiettivi, quelli che ti renderebbero un uomo realizzato. Puoi scrivere per esempio: "Tra x anni avrò uno stipendio di x euro, vivrò in un appartamento mio, avrò una cerchia stimata di amici, saprò conquistare una donna, avrò sconfitto lo stress e sarò sicuro di me". Ovviamente scrivi le caratteristiche essenziali, dalle quali potresti riconoscere il tuo "Io realizzato" Regola #3: Suddividi i tuoi obbiettivi Ora che sai cosa vuoi, dividi i tuoi obbiettivi in "missioni" più facili da realizzare. Devi fare piccoli passi per ottenere grandi risultati. Sii creativo e realistico quando ti poni i traguardi. Una "missione" potrebbe essere: "Oggi leggo 50 annunci di lavoro e ne chiamo 5 per avere un colloquio" oppure "Stasera vado al bar tal dei tali e attacco bottone con almeno due ragazze", "oggi mi limito a un piatto di spaghetti" Regola #4: Supera i tuoi limiti Ognuno ha delle paure e dei difetti. Non spariscono da un giorno all'altro, ma puoi spingerti fino a superarli. L'importante è superare (anche di poco) le proprie barriere. Se sei terrorizzato dall'approcciare le ragazze, puoi la prima volta guardarla negli occhi e sorridere, il secondo giorno ti sforzi per scambiarci una battuta e così via. Fai due respiri profondi, ti carichi e Vai! Teorema: Elimina ciò che è dannoso. Il tuo cervello usa la play come pretesto per non impegnarsi, e ti allontana dai problemi della vita vera. Elimina la play dalla tua vita, è tempo buttato. La stacchi e la sigilli in cantina, problema risolto. Sarà dura ma ce la farai. Teorema: Il metodo migliore per dimagrire e riacquistare fisico è fare attività. Quindi iscriviti in palestra o vai ad allenarti all'aperto.Potresti trovare una gara di corsa 10km o 15Km e allenarti in vista di quell'obbiettivo (in internet trovi anche i piani di allenamento). Fare attività abbassa il cortisolo (elimina quindi lo stress) e produce endorfine (neurotrasmettitore del piacere). Consiglio: se dovesse venirti voglia di giocare alla play, esci di casa e vai ad allenarti. Questi sono i più importanti che mi sono venuti in mente, poi fai quello che vuoi. A te la scelta! Ultima regola: tutti sono troppo impegnati a vedere i loro problemi per notare i tuoi. Non aver paura di esporti. In bocca al lupo, Carlo
  6. Ciao, sono iscritto da pochissimo al forum e ho voglia di fare alcuni commenti a caldo. Intanto noto che questo è il primo (e unico) sito italiano di psicologia, dove appassionati e professionisti (come vedo scritto) possono incontrarsi per parlare. Commento #1: Purtroppo c'è poca attività, vedo i soliti 5/6 utenti attivi e basta, sarebbe bello estendere questa community. Commento #2: Vedo che alcuni thread sono lasciati privi di risposte, e vedo poche risposte da parte di professionisti. Forse gli admin dovrebbero contribuire maggiormente per vivacizzare e completare con pareri professionali le conversazioni. Commento #3: Perché non aprire una sezione di ipnosi e fenomeni pseudo-ipnotici. Da quello che mi risulta è una branca molto estesa della psicologia e offre validissimi metodi. Spesso si confonde l'ipnosi con fenomeni paranormali, vite precedenti, controllo di massa. Mi piacerebbe avere un posto in cui discutere e far chiarezza su questa bellissima scienza. Questo è quello che mi è saltato all'occhio, mi piacerebbe avere una risposta da qualche admin. Se qualcun altro ha idee o migliorie, credo che questa possa essere la discussione adatta per parlarne Buona serata a tutti
  7. Si. E' sufficiente porre una domanda al subconscio (basta solo pensarla). Il subconscio (collaborativo la maggior parte delle volte) inizia a controllare impercettibilmente i muscoli della mano (sembrerà ferma) e il pendolo si muove flebilmente. Bastano pochi minuti per cominciare, ed è un fenomeno riconosciuto anche dagli ipnotisti attuali. Se ti interessa cerca ideoplastica su wikipedia e poi leggi qui, ho fatto la scansione di quel capitolo del libro. http://justpaste.it/i7pq P.S. Penso di aver capito il motivo per cui avevo problemi. Quando prima ho scritto "...fornendoci la risposta esatta", stavo scrivendo "desiderata" senza accorgermene. Una sorta di lapsus. Ho capito immediatamente che devo mettere in chiaro il fatto che voglio la risposta onesta dal subcosciente quando lo interrogo.
  8. Ciao amico, probabilmente sono l'ultima persona adatta a rispondere. Però il tuo racconto mi ha colpito e forse un po' ti capisco. Anche io ho passato un brutto momento poco più di un anno fa. Pensavo addirittura di dover morire, cosa che non è successa. Capisco cosa significa sentire la testa scoppiare, come se ci fosse un mostro pronto a divorare ogni briciolo di lucidità rimasta. Però non mollare, non farti prendere da idee avventate. Il tempo guarisce ogni ferita e piano piano passerà. Sono convinto che, anche se la vita sembra un inutile perdita di tempo, bisogna accettarla per come viene, cercando di trovare il lato ironico della cosa: chi lo sa se un giorno penserai che quello che hai passato è stato, a suo modo, utile. E ripensandoci ci sorriderai sopra. (Mi ci gioco la mano che succederà). Se posso darti un consiglio, cerca di parlarne il più possibile con le persone che ti sono vicine. Non aver paura, probabilmente posso capirti e supportarti. Non costruire un muro fra te e la realtà, fra te e gli altri. Ultima cosa: Anche se penso che gli psicologi siano dei gran paraculi, possono aiutarti a capire te stesso e fornirti dei punti di vista interessanti. In bocca al lupo per tutto quanto, Carlo P.S. Penso ancora che la vita non abbia un senso/scopo, ma la trovo estremamente divertente :)
  9. Ciao a tutti, piacere di conoscervi, Mi sono appena iscritto al forum. Ho comprato usato un vecchio libro sull'autoipnosi e il miglioramento personale. "L'autoipnosi" di M. LeCron. Spiega la tecnica autoipnotica e fornisce le basi per intraprendere un autotrattamento psicologico. Il principale strumento usato da LeCron per indagare il subcosciente è la tecnica del Pendolo. Per chi non lo sappia, consiste in un oggetto (ciondolo, pietra, qualsiasi cosa) legato all'estremità di un filo lungo una ventina di centimetri. Appoggiando il gomito sul tavolo, si tiene in mano l'altra estremità della cordicella. Il pendolo rimane sospeso a qualche centimetro dal tavolo. Si decide che pendolo può oscillare in quattro modi: rotatorio orario, rotatorio antiorario, in verticale e in ozzontale. Il principio è semplice e si basa sull'ideoplastica: inizialmente associamo a ognuno di questi movimenti un significato "SI" "NO" "NON SO" e "NON POSSO RISPONDERE". Dopodiché basterà rilassarsi e fare una domanda al subcosciente per vedere che il pendolo inizia a muoversi lentamente, fornendoci la risposta esatta. LeCron spiega che bisogna cercare di non influenzare la risposta, svuotando la mente e pensando intensamente alla domanda posta. Tuttavia faccio fatica ad avere una risposta precisa, e a volte ottengo due risposte diverse ponendo più volte la domanda. In pratica faccio fatica a non influenzare consciamente la risposta esatta con la risposta "attesa". Qualcuno ha consigli ed esperienze a riguardo?
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.