Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Salve a tutti, vorrei confrontarmi con voi sul tema già espresso nel titolo. Come dicevo, mia figlia ha 18 anni. Da un mese a questa parte, circa, mia figlia non ha più voglia di andare a scuola. Ha già fatto molte assenze dall'inizio dell'anno. È una ragazza molto attiva ed è invece molto costante nello sport e nel seguire il corso di teatro, inglese e francese. Al momento si sta anche esercitando a guidare con un istruttore per prendere la patente. Ha sempre fatto molte attività extrascolastiche di sua iniziativa e ci si è sempre dedicata con costanza e precisione. A scuola ha sempre avuto (anche adesso) un rendimento discreto. Ha degli amici con cui esce regolarmente sebbene mi dica di non averne voglia e di essersi stufata di loro, con molti di loro ha tagliato i contatti. Ultimamente, però, ha iniziato a trascurare la cura di sé, il modo di vestire ecc. Da quel che mi ha detto il rapporto con i suoi compagni di classe (che non è mai stato dei migliori) le causa ansia, angoscia e stress che sfoga fumando e mangiando tanto. Si sente presa in giro e fraintesa dai suoi professori e non si sente stimata o benvoluta. Mi ha raccontato che più volte le è capitato di essere stata presa in giro per il suo modo di vestire e per il suo aspetto. Inoltre, spesso i suoi compagni di classe ridono quando parla o quando viene interrogata, sebbene a mio avviso non ci sia veramente niente per cui deriderla. Ho parlato con i suoi insegnanti e si dichiarano totalmente sorpresi da queste sue dichiarazioni. Ho provato a proporle di andare da uno psicologo ma non vuole sentirne parlare. Mia figlia ha tanti sogni e progetti per il futuro e ho paura che questa situazione possa bloccarla. Cosa ne pensate? Come dovrei comportarmi? Perché si comporta così? 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 3 months later...

Pubblicità


Ciao,

come soluzione estrema prova a farle cambiare scuola se non l'hai già fatto.

I professori negheranno sempre (almeno la maggior parte) ciò che succede.

Avere 18 anni non è semplice, da quello che scrivi sei una buona madre.

 

In bocca al lupo

 

C.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 1 month later...

salve Chiara 156;

non sò se tuttora la situazione sia simile a quella descritta , visto che sono passati  ben 6 mesi e la scuola sta per terminare.

tenuto presente che hai notato un costante interesse per il mondo che  la circonda e voglia di fare,  la svogliatezza può provenire da un'assenza di un progetto formativo preciso o che non gli sia chiaro esattamente cosa voglia fare del suo Futuro. 

Ciò é Comprensibile , se guardandoci intorno vediamo un mercato del Lavoro iperflessibilizzato, formazione accademica o tecnica che non Assicura un impiego stabile, programmazione televisiva e pubblicitaria che mette in avanti la Fortuna come Elemento principale per fare successo e Logica stravolta da trabocchetti linguistici paradossali.

 

Es:  Nel programma <Eredità> su canale Tv pubblico, affiancano due definizioni strettamente somiglianti e in genere quella confideresti corretta é quella sbagliata !  Se Io mi mettessi nei panni di figlio Adolescente interrogherei mie genitori per sapere che senso ha andare a Scuola , se poi le risposte Giuste sono le più Assurde ! Oppure al gioco ad eliminazione  in cui devi comporre una parola e il sensore non riconosce la lettera se non la gridi come  Ossesso ? Ma  al provino te lo spiegano ? Io ho partecipato a un quiz all'estero e in genere il presentatore o tecnico ti Spiegano come funziona apparecchio e te lo fa testare fuori onda prima della registrazione .

Altro esempio: <Mezzogiorno in Famiglia> al sabato le squadre si confrontano con gioco delle Tabelle alfabetiche con Nomi di cose, canzoni,etc; Ma la Regia é composta da Figli di persone anziane o sono tutti giovani orfani ? Mostrano i temi del gioco per frazione di secondo e poi riprendono il tabellone di traverso e non riesce a leggerlo nemmeno un Falco !! La 3-4° Età di cui é composto l'audience di questa tipologia di pubblico non é certo che sappia usare il fermo immagine per leggere i temi.

Detto ciò puoi comprendere anche Tu come sia ?? decidere che strada intraprendere, quale percorso formativo mi stimoli a formarmi anche dopo gli studi base. 

Io ho " potuto" scegliere cosa studiare nel campo applicazione che mio padre mi ha suggerito di fare, Mi sono formato come Giardiniere di piante ornamentali e poi mi sono riconvertito alla Viticoltura. % anni fa sono entrato fase di demoralizzazione e quello che facevo mi metteva in Ansia  non dava significato alla mia esistenza. Dopo 2 anni di ?? e programmi occupazionali mi sono deciso a intraprendere la strada del Volontariato presso un Centro Diurno Terapeutico per malati di Demenze Cognitive e qualche ora come custode presso la Fondazione che gestisce il Centro e mi Trovo molto bene con gli Utenti del Centro, qualche resistenza esiste con personale di cura, ma é la Vita ! Questo in seguito mi ha aperto la strada al servizio di Volontariato a domicilio con delle persone bisognose di Aiuto pratico e 1a figura non professionale che gli presti qualche ora di Attenzione. 

Concludo ritornando alla questione dello studio. Non à tanto importante quello che si studia, Ma trovare dentro sé stessi la ragione per cui si é qui a questo mondo, poi si può Intraprendere qualsiasi tipo di studio. Importante é che ci conduca verso lo Scopo che ci siamo prefissati, pi si passa ad un' altro studio; nello studiare é inclusa l'Applicazione pratica del tema trattato , se nò é blablabla. Sapere settoriale non inserito nella rete delle relazioni tra Esseri Umani ! Ovviamente questo percorso é faticoso sul piano fisico e emotivo, ma Faticare per quello in cui si crede da senso al nostro Sacrificio !! 

Se trova il senso del suo ESSERE qui, selezionerà le amicizie che la conducono verso il suo Obiettivo e lascerà andare quelle che la Allontanano da ciò !

 

Per quanto riguarda  la Scuola che attualmente frequenta, trovato il senso e individuato il percorso possibile, Soffrirà comunque per queste divergenze con i Compagni e gli Insegnanti , ma potrà Focalizzare questa Energia che attualmente spende nel cibo e fumo per Metterli in Contraddizione con un'altra Eloquenza verbale, che proviene dal Comprendere la realtà che la circonda e non tentennare per Capire dove va !!

Il Sostegno psicoterapeutico porta i suoi frutti se il diretto interessato ci và di sua volontà per essere supportato professionalmente dove vede che da solo o con la consulenza famigliare mancano elle tessere al Puzzle del suo vissuto ü così feci Io 5 anni fa, tuttora ho rapporto d'Amicizia con lo psicoterapeuta che mi accompagnò allora e posso Condividere delle riflessioni senza per questo essere sotto terapia ! Ovviamente allora prima di sceglierlo ne provai 4-5 per sentire con quale entravo in sintonia. 

 

Scusa se sono stato lungo, ma la tematica é complessa e il Futuro Esistenziale e professionale di una Persona che Ti é Cara vale questo tempo.  

 

 

 

 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.