Vai al contenuto
  • Pubblicità

Accedi per seguirlo  
AlessandroMartinelli

I doveri dello psicologo e i diritti del cliente

Messaggi consigliati

Quali i limiti da rispettare nell'esercizio della professione psicologica? Nel 1998, in seguito all´approvazione del Codice Deontologico, vengono per la prima volta stabilite le regole di comportamento cui lo psicologo deve attenersi nel corso della sua attività professionale.

Occorre intendere l´insieme degli articoli ivi presenti non solo come norme da rispettare (per le trasgressioni più gravi la pena è la radiazione dall´albo professionale) ma...

http://www.psiconline.it/article.php?sid=5631

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Ciao Martinelli, chissà se mi risponderai.

La tua pallina lanciata a caso mi ha risvegliato qualcosa.

<Sono redue da un fallimento terapeutico.

Secondo te è ai limiti del corretto far entrare tutti cani e porci in un gruppo SALUTE dove ci sono soggetti che vanno dal depresso allo schizofrenico per trarne un vantaggio second la toeria dell'utero protettivo?

io ci sono statau na volta, e dopio due ore sono fuggita, era condotto male, la gente sotto sotto prendeva in giro lo schiozofrenco che parlava delle voci circa una possibile apocalisse prossima.

Io non volevo andarci, ma rassicurata da lui ci andai non sapendo che c'erano queste persone. Il giorno dopo ho avuto un crollo e solo lo psichiatra mi ha tirato su. Lo sapeva che ero sensibile che ho avuto un padre che beveva e a momenti faceva come quel povero schizofrenico, mi ha risollevato dei traumi, come diversi traumi nel corso delle sedute e che poi non ah saputo controllare perchè io peggioravo, piangevo.

Alla faccia della teoeria comportamentista. Diceva qualche mese, dopo un anno mi dice hce sono io il fallimento della mia terapia, che non mi tiro su da sola. Ammetto di avere una madre e un marito che non hanno voluto partecipare se non a una seduta con lui, ma io aveo fiducia in lui e mi ha tradita, stavo per smettere i farmaci e mi ha fatto crollare.

Mi fa odiare tutti ora, come se familiari e marito fossero responsabili del mio male. Mia madre al massimo ha fatto omertà nei confronti di abusi che ho subito da piccola dal gentiore, ma mio marito anche se è un èpo'. str... non c'entra se non per il poco ascolto. Lo spicologo in guerra con lo psichiatra entrambi della asl, dice dell'inutilità del farmaco, io so solo che senza di quello non mangiavo non parlavo e non dormivo.

Non capisco l'utilità di riportare alla luce cosi' fortemente certi traumi sse poi vengono lasciati volteggiare nella mia mente senza controllo.

Sono delusa. incavolata. Son duemesi che non lo vedo piu'. MI SENTO TRADITA. Eppure pare che sia stato dentro le regole, da come c'è scritto nell'articolo, intanto io fatico a tornare al puntodi prima che non era buono, ma almeno avevo dell'amore per mio marito che ho iniziato a odiare, e non so se arrivo al divorzio. Avrà i suoi torti, forse lo psicologo ha fatto emergere quel che avevo dentro, forse è stato bravo, ma io uno str... cosi' non voglio vederlo mai piu'. E per fortuna che era un comportamentista. Se lui per tempi suoi ha tirato fuori tutto subito, beh doveva fari i conti coi tempi miei non li ha fatti e neanche ha la responsabilità di quel che ha fatto. ero su un equilibrio precario?

Non si aiuta uno che sta in bilico a cadere. Penso che un Astrologo avrebbe poituto fare di meglio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ciao Martinelli, chissà se mi risponderai.

La tua pallina lanciata a caso mi ha risvegliato qualcosa.

<Sono redue da un fallimento terapeutico.

Secondo te è ai limiti del corretto far entrare tutti cani e porci in un gruppo SALUTE dove ci sono soggetti  che vanno dal depresso allo schizofrenico per trarne un vantaggio second la toeria dell'utero protettivo?

io ci sono statau na volta, e dopio due ore sono fuggita, era condotto male, la gente sotto sotto prendeva in giro lo schiozofrenco che parlava delle voci circa una possibile apocalisse prossima.

Io non volevo andarci, ma rassicurata da lui ci andai non sapendo che c'erano queste persone. Il giorno dopo ho avuto un crollo e solo lo psichiatra mi ha tirato su. Lo sapeva che ero sensibile che ho avuto un padre che beveva e a momenti faceva come quel povero schizofrenico, mi ha risollevato dei traumi, come diversi traumi nel corso delle sedute e che poi non ah saputo controllare perchè io peggioravo, piangevo.

Alla faccia della teoeria comportamentista. Diceva qualche mese, dopo un anno mi dice hce sono io il fallimento della mia terapia, che non mi tiro su da sola. Ammetto di avere una madre e un marito che non hanno voluto partecipare se non a una seduta con lui, ma io aveo fiducia in lui e mi ha tradita, stavo per smettere i farmaci e mi ha fatto crollare.

Mi fa odiare tutti ora, come se familiari e marito fossero responsabili  del mio male. Mia madre al massimo ha fatto omertà nei confronti di abusi che ho subito da piccola dal gentiore, ma mio marito anche se è un èpo'. str... non c'entra se non per il poco ascolto. Lo spicologo in guerra con lo psichiatra entrambi della asl, dice dell'inutilità del farmaco, io so solo che senza di quello non mangiavo non parlavo e non dormivo.

Non capisco l'utilità di riportare alla luce cosi' fortemente certi traumi sse poi vengono lasciati volteggiare nella mia mente senza controllo.

Sono delusa. incavolata. Son duemesi che non lo vedo piu'. MI SENTO TRADITA. Eppure pare che sia stato dentro le regole, da come c'è scritto nell'articolo, intanto io fatico a tornare al puntodi prima che non era buono, ma almeno avevo dell'amore per mio marito che ho iniziato a odiare, e non so se arrivo al divorzio. Avrà i suoi torti, forse lo psicologo ha fatto emergere quel che avevo dentro, forse è stato bravo, ma io uno str... cosi' non voglio vederlo mai piu'. E per fortuna che era un comportamentista. Se lui per tempi suoi ha tirato fuori tutto subito, beh doveva fari i conti coi tempi miei non li ha fatti e neanche ha la responsabilità di quel che ha fatto. ero su un equilibrio precario?

Non si aiuta uno che sta in bilico a cadere. Penso che un Astrologo avrebbe poituto fare di meglio.

Carissima TEMPLARE1971,

portare alla luce vecchi e profondi traumi è uno dei tanti principali obbiettivi di una terapia.

Un trauma...un problema o un disagio non spariranno mai, anche con una terapia, ma sicuramente il percorso aiuterà noi stessi a convivere e saper gestire al meglio i nostri problemi.

Un saluto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.