Vai al contenuto

mjuana

Membri
  • Numero di messaggi

    18
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda mjuana

  • Rango
    Nuovo utente
  1. Cara Froggy, ti ringrazio per avermi risposto, per favore mi dici come faccio a mandarti un MP? Non conosco bene le regole di questo forum. Grazie, attendo una risposta
  2. Cari tutti, non è la prima volta che faccio questa richiesta in questo forum, ma purtroppo ho avuto solo risposte esigue e soprattutto nessun esperto ha provato ad aiutarmi. Sono in grande difficoltà personale, ho bisogno di un supporto terapeutico, avevo cominciato un percorso a Milano (perchè vivo lì) con un terapeuta segnalato proprio su questo sito, ma sinceramente dopo due sedute ho smesso perchè troppo esoso: 100 euro a seduta senza fattura (con la fattura mi avrebbe dovuto aggiungere l'IVA), con un trattamento intensivo (1 volta a settimana) almeno per i primi due mesi. Io tutti qu
  3. mjuana

    Richiesta di un terapeuta

    Grazie per le vostre risposte, come si fa a mandare un mp? Inoltre sono entrata anch'io nel sito degli psicoterapeuti per regione proprio da psiconline, ma non c'è il prezzo .... Scusate , non sono molto pratica di questo forum, se mi dici come si fa a amndare un mp ti scrivo. grazie mille
  4. mjuana

    Richiesta di un terapeuta

    100 euro a seduta. Mi sembra un po' tanto....
  5. mjuana

    Richiesta di un terapeuta

    Scusate, non so se è previsto dalle regole di questo forum, chiedo a qualcuno di voi se può indicarmi un buono psicoterapeuta nella zona di Milano o Rho. Ho deciso di intraprendere una terapia, ma non conosco nessuno e quelli che mi sono stati indicati da conoscenti hanno prezzi carissimi; non voglio affidarmi ad una struttura pubblica perchè purtroppo so che il livello di attenzione rispetto alle mie esigenze sarebbe basso. Non so se ho bisogno di uno psicologo clinico o di un cognitivista o di uno psico-dinamico, non lo so, ho bisogno di un esperto che mi aiuti a fronteggarie il momento di
  6. mjuana

    Derealizzazione

    Ciao, non sono una psicologa, né una psichiatra, ma da quello che ho letto deralizzazione e autolesionismo sono due sintomi severi di quello che si chiama disturbo border di personalità. vai al più presto da uno psicoterapeuta e cerca di farti aiutare. In bocca al lupo
  7. mjuana

    separazione

    Ciao, la tua storia somiglia molto alla mia solo che in questo caso io sono una delle vittime dell'indecisione e alla fin fine dell'incosistenza di un uomo che, essendo andato via di casa e lasciato la moglie in seguito all'inizio della nostra relazione, dopo sei mesi di fuoco e fiamme in cui si è preso una casa per conto suo, in cui si parlava e addirittura ci si arrischiava a fare un bambino, improvvisamente ha cominciato ad avere nostalgia, di una moglie che ha ripetutamente tradito, che ha già dodici anni fa cercato di lasciare, con cui non faceva più l'amore da anni, di una casa che gli p
  8. Ciao a tutti, grazi eper le vostre risposte, io continuo a stare malissimo, però nel frattempo è successo qualcosa... lui ha sospeso la mediazione familiare, che non ha prodotto una riconciliazione, ma un rasserenamento del rapporto tra i due, un enorme brainstorming in lui che gli ha permesso di mettere a fuoco tutti gli errori del suo passato rapporto, ma anche un'enorme confusione. In queste ultime settimane lui era in preda ad uno stato di confusione emotiva e mentale totale, diceva cose, poi dopo poche ore ne diceva altre, fino a quando una sera mi ha detto "non ho più la bussola, non ri
  9. Vi ringrazio per i vostri interventi. In realtà ho pensato di intraprendere anch'io un percorso di analisi proprio per capire fino in fondo cosa voglio dalla mia vita in questo momento. Insomma, incomincio una relazione dichiarando apertamente il mio desiderio di avere un figlio, come desiderio fortissimo e ponendolo come condizione per intraprendere un rapporto con lui, e in effetti i primi meravigliosi sei mesi di relazione si sono nutriti di questa bellissima apertura da parte di entrambi a non evitare che questo potesse accadere. Si guardava in avanti e si faceva tutto in quella prospetti
  10. Ciao, grazie per avermi raccontato la tua esperienza così simile. in realtà sto cercando anch'io di mettere da paret i sentimenti, più che altro mi accorgo che sono in una condizone in cui non riesco più ad ancorarmi ad alcuna sua parola, questa forse è una difesa visto che siamo al punto in cui cambia continuamente visione, versione di quello che pensa, che dice. In un momento dichiara lo sforzo di star facendo dei passi perchè non vuole buttare il nostro belissimo rapporto alle ortiche, dopo un'ora mi chiama per dirmi che nessuno deve aspettarsi niente da lui, che è incapace di assumers
  11. Cara, purtroppo il tuo disturbo ansioso io lo conosco molto bene. Vivo col terrore che il mio uomo possa dimenticarsi di chiamarmi, se non ricevo il messaggino alla tot ora entro in panico e se un motivo mi scrive che non può chiamare mi immagino di tutto, innanzit tutto che si stia stancando di me. Questo disturbo l'ho avuto sin da bambina, quando ho cominciato ad andare a scuola a 4 anni e mezzo, avevo il terrore che i miei genitori si dineticassero di venirmi a prendere, vivevo la chiamata al microfono da parte dei genitori come un incubo finché non arrivava il mio nome. Questa cosa mi
  12. Soffro come un cane, per favore aiutatemi a capire: Il mio compagno, o meglio, quello che io credevo fosse il mio compagno, uomo sposato di 53 anni, che, avendo cominciato una relazione con me lo scorso novembre, a gennaio scorso è andato via di casa. Premetto che lui aveva programmato di andar via ma questa cosa è stata anticipata dall’incrementarsi delle discussioni con la moglie e infine dal fatto di essere stato scoperto con un SMS in cui si alludeva alla sua volontà di diventare il padre dei miei figli. Risultato: la moglie lo butta fuori di casa prima del previsto. Dopo un paio di mesi i
  13. mjuana

    lo odio !

    Ciao, ti scrivo per dirti che ti capisco e ti sono vicina, ho anch'io una situazione simile, con un padre che non esito a dichiarare pazzo, irascibile, depresso e inevitabilmente un fallito. Una personalità schiacciante, che calpesta chiunque gli capiti a tiro e che ha fatto di me e mia madre due infelici. Contrariamente a quello che ti dicono gli altri, urlare, gridare in faccia, non serve a nulla, se non a peggiorare la condizione di chi è vittima di queste vessazioni, in questo caso tua (mia) madre che ci vive insieme e tu (io). Non c'è molto da fare, purtroppo, forse solo cercare di rid
  14. Torno a chiedere aiuto, per il semplice motivo che per quanto abbia deciso di stare comunque accanto al mio compagno (uomo sposato che da quando ha cominciato questa storia con me è andato via di casa), dandogli tutto il mio amore, e di "aspettare" che "elabori" la sua vicenda familiare e recuperi quella giusta serenità per cominciare a prpgettare un futuro, in realtà soffro come un cane. Cerco di non darlo a vedere, ma a volte i miei gesti e il mio tono di voce tradiscono i miei stati d'animo, ma soprattutto la mia paura di perderlo. Ho seguito il consiglio di Chiara, l'esperta di problemi
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.