Vai al contenuto

Pubblicità

Alyson

Membri
  • Numero di messaggi

    18
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

3 che ti seguono

Che riguarda Alyson

  • Rango
    Nuovo utente
  • Compleanno 20/04/1982

Profile Information

  • Gender
    Female
  • Interests
    Psicologia, chiacchierare, e... moralizzare.
  1. Deve esserci un problema all'origine. Forse il tuo ex ragazzo non ti faceva sentire davvero amata, e di conseguenza non riuscivi a lasciarti andare del tutto con lui. Non darti troppe colpe e analizza gli atteggiamenti di lui che ha avuto nei tuoi confronti. Inoltre, mentre leggevo la tua storia ho pensato che di solito una reazione così estrema che ti porta a vomitare deve presumere una "violenza" subìta in passato. E me lo hai confermato. Dunque tu sei una ragazza che ha vissuto un terribile trauma e che nonostante tu abbia cercato di "andare avanti" questo trauma purtroppo segna ancora profondamente le tue emozioni, e quando sei in intimità con qualcuno inconsciamente riaffiora il problema (tu infatti non ci pensi minimamente, ma l'inconcio sì e riaffiora sottoforma di senso di nausea e rifiuto totale della sitauzione). Ripeto, il tuo ragazzo probabilmente aveva atteggiamenti che comunque non erano abbastanza per tranquillizzarti veramente. Qui urge una terapia..... ma soprattutto un ragazzo migliore.
  2. Trovata la radice del problema, lo psicologo deve dara la soluzione su come "lavorarci su" per migliorare la condizione psicologica al problema. Ti ricordo che la psicologia lavora molto sul subconscio-inconscio e quindi certi problemi che ci affliggono sono di natura misteriosa ed arcaica. Ho quotato le considerazioni che ho trovato a mio parere più giuste!!! Bravo Izumi !!!
  3. Penso che se nella vita la gente fosse più buona si starebbe 1000 volte meglio...

    1. Visualizza i commenti precedenti  2 altro
    2. turbociclo

      turbociclo

      io sono buono! a nulla...

    3. Egocentrum

      Egocentrum

      e stai anche 1000 volte meglio, dunque?

    4. Alyson

      Alyson

      No Egocentrum, non hai capito.

      Ho detto che SE NELLA VITA LA GENTE FOSSE PIU' BUONA SI STAREBBE MILLE VOLTE MEGLIO !!!

      Se io sono buona, non significa che io sto 1000 volte meglio! Se io sono buona sono gli altri che stanno bene di sicuro!!!

      Io starei 1000 volte meglio se le persone fossero tutte buone.

      A me sembrava così chiaro che non dovevo nemmeno spiegarlo.......

  4. Eh, amara delusione è stato scoprire che cognitivo o quel che era... quello psicologo di sogni proprio se ne fregava... io avevo sempre letto di psicologi capaci di interpretare i sogni ovviamente in relazione alla storia clinica del cliente. Avevo bisogno di trovare la radice del mio problema ma da sola mi era difficile. Il dottore è lì apposta, è il suo lavoro! Ho avuto 5 psicologi in vita mia. Tutti per motivi diversi e in fasi diverse della vita. L'ultimo è stato quello che mi ha più deluso. Tutti gli altri sono stati ottimi. (voi direte, perchè non sei andato da quelli ottimi?) perchè a quei tempi ero precaria e quelli ottimi costano anche 70 euro a seduta, che di certo non mi posso permettere.
  5. Detta così mi va bene... ma se permetti l'interpretazione dei sogni è fondamentale per indagare sulla vera natura dei problemi psicologici di un individuo. I simboli onirici sono importanti. Ovvio che una vera e più seria interpretazione è favorita da una profonda conoscenza del paziente. Questo è indiscutibile. Però dico solo che essendo reduce, io personalmente, da uno psicologo verso il quale ho perso tempo, soldi, ore di permessi di lavoro per ben 4 mesi della mia vita per poi sentirmi dire un giorno "ah io non interpreto i sogni perchè non ci credo"... sai avevo voglia di sbattergli quella scrivania in faccia elencandogli tutta la sua incapacità di lavorare.... è stato molto fortunato che ho evitato il tutto. Quindi, detto questo, sono assai contrariata verso chi studia per anni un mestiere difficile e poi non ha voglia di capire un ca*** ! Anzi.... alla fine sono io che ho capito che gente del genere non è che non vuole capire........... PROPRIO NON CAPISCE !!! se uno nasce tondo non muore quadrato. se certa gente non è intelligente c'è poco da fare. E io gli dissi: addio.
  6. Scusami, adesso io sono una tua paziente, vengo da te e ti voglio raccontare un sogno-incubo (qualsiasi cosa) perchè tu non me lo interpreti ??? che psicologo sei??? se ho bisogno di parlare con qualcuno senza che questo mi fa nè dei test nè delle analisi oniriche... allora parlo con il mio gatto che mi da la stessa soddisfazione e almeno non spendo soldi per niente.
  7. Ma io non ti ho chiesto cosa gli altri pensano di te. Non è attinente alla domanda. Io ti ho chiesto cosa tu pensi di te... ed in ogni modo in quale gruppo ti rispecchi di più.
  8. Ah beh, certo tex-... per studiare psicologia può studiarla anche uno stupido !!! tutti possono studiare psicologia.... ad applicarla e ad essere davvero capaci servono appunto "le capacità"... e quindi il tipo di intelligenza elencate.
  9. Per semplificare metto in grassetto nero le tue parole e il resto son le mie. Ho 25 anni. Ok, sto parlando con un adulto. Roma non è stata costruita in un giorno. E' vero. Non pensi però anche tu che i germi della sua "grandezza" o quantomeno della sua "adeguatezza storica" ci fossero già prima che costruisse l'impero? Appunto.. era quello che intendevo... se sei portato sei portato dall'adolescenza. Io pensa che addirittura all'età di 8 anni volevo fare la psicologa!!! Avevo 8 anni quando, forse a causa di una percezione degli adulti sempre molto "impegnati e frenetici" iniziai a chiedermi se si potesse trovare una soluzione ai loro problemi, e quindi a 8 anni iniziai a chiedere a tutti (parenti, nonni, genitori, amici di genitori...) <<Dimmi un tuo problema e io te lo risolvo>>... rompevo le scatole finchè non mi davano corda e ad ogni problema trovavo la giusta soluzione (vi ricordo avevo 8 anni, quindi concepivo la vita con semplicità ed innocenza ^__^ ) Mi sentivo "speciale" credevo di avere trovato un nuovo mestiere!!! mi ero inventata un nuovo lavoro e da grande avrei fatto la "La risolvi-problemi!"... triste scoperta quando da grandicella (13-14 anni) scoprìi che la "risolvi-problemi" che volevo fare non era altro che il mestiere di "Psicologo". Peccato, qualcuno se lo era già inventato prima di me... non so se possa definirmi un tipo "investigativo". Inoltre, vari fallimenti nella vita mi hanno portato a una perdita notevole della fiducia in me stesso. Così, ogni volta che si presenta una difficoltà nuova, l'ansia mi paralizza a tal punto da ottundere la mente. Comunque, questa è un'altra storia, che forse è collegata con la mia sfiducia, ma non necessariamente. Non conoscendo la tua vita non posso sapere cosa ti ha fatto perdere la fiducia in te stesso. Inoltre, una volta un'amica mi disse che lei mi invidiava per il fatto che riuscivo a descrivere con facilità le mie sensazioni. La capacità di autoanalisi (che forse potevo avere prima, e che ora è messa in serio dubbio da tanti fattori, a tal punto che dubito anche di averla potuta avere prima) non credo però basti. La capacità di autoanalisi è una dote innata. E' un talento. Quella sta alla base della psicologia. Se sei capace di quello, hai la strada spianata per fare lo psicologo. Solo che la tua strada in questo momento è intasata da rami secchi che dovrai con il tempo ripulire per riuscire a percorrere al meglio il tuo percorso. I periodi no capitano a tutti. E poi ... fattelo dire in modo bonario... ma quando sarai psicologo (se vorrai), ti sarà chiaro che un Talento non sparisce mai. Se eri capace prima di essere introspettivo lo sei ancora capace. Ripeto, hai solo i tronchi e rami secchi che ti ostruiscono la strada ma è una sitauzione momentanea dovuta a qualcosa che ha messo in discussione le tue capacità.
  10. Innanzitutto vorrei sapere quanti anni hai perchè non so se sto parlando con un ragazzino o con un'adulto.... Roma non è stata costruita in un giorno. Devi sentirti portato, devi desiderarlo in modo spontaneo senza che nessuno ti obblighi ad esserlo. Ogni psicologo ha talenti diversi... chi ha talento di analisi, chi ha talento di indagine... ma la chiave per essere bravi psicologi è l'empatia. Ricordati per essere psicologi bisogna essere estremamente empatici e con una vena investigativa... d'altronde lo psicologo è un detective della mente umana. Devi applicarti Quella che tu ritieni più tua. Gli strumenti che ti porteranno a farla più tua. Sei solo tu che devi renderti conto se il tuo hobby è davvero così profondo da farlo diventare un mestiere (ricorda che dovrai psicanalizzare gente per tutta la vita.......................)
  11. Ragazzi, c'è poco da bacchettare qua... cara Ombra, io tanti anni fa quando un mio ex mi ha tradita, ho avuto una profonda crisi personale, sono caduta in una terribile depressione e non ho toccato cibo per ben 2 settimane !!! bevevo soltanto. Io che ho sempre mangiato di gusto ed ero molto golosa... sai quindi che vuol dire arrivare a questa chiusura di stomaco... ero proprio devastata dal dolore. Ho mangiato una mela e una mozzarella in 15 giorni solo perchè i miei praticamente mi obbligarono, dato che non cenavo nè pranzavo più. Ero dimagrita 7 kg in 15 giorni. Io ero non grassa ma paffutella... ero diventata uno scheletro. Magrissima, il seno quasi sparito. Le gambe erano come due stuzzicadenti... ero orribile, piangevo di continuo, dalla mattina alla sera. Era facile per gli altri dirmi "mangia, dai su mangia!" ma come potevo se avevo lo stomaco totalmente chiuso? Qui non si parla di "anoressia" perchè volevo essere magra... noooo.. anzi.. io volevo mangiare! ho sempre amato mangiare!!! ero golosissima e paffutella! ma stavo così male ma così male ma così profondamente male che era come se qualcosa in me si fosse fermato. Avevo lo stomaco totalmente bloccato, non avevo più proprio lo stimolo della fame !!! anzi!!! provavo schifo a sentire l'odore, e senso di nausea a vedere il cibo !! ovviamente tutto questo durò 15 giorni ma furono davvero duri e dolorosissimi. Poi vedendomi così parenti e colleghi di lavoro praticamente mi consigliarono di prendere dei ricostituenti: pastiglie vitaminiche e olio di fegato di merluzzo (serve per fare venire fame). Quindi posso solo consigliarti di assumere questi "ricostituenti" per iniziare ad avere più appetito.
  12. Sono convinta che le canzoni che ci piacciono (con annessa la spiegazione di ciò che rappresentano per noi) siano un modo per conoscere megli gli altri. Interessante tutta la tua spiegazione.
  13. Ragazzi, guardiamo in faccia la realtà: Steve Jobs era un genio. Punto. Noi siamo qui in un forum di psicologia a parlare e a confrontarci ma se siamo qui dobbiamo necessariamente sapere che il termine "genio" non vuol dire che uno capisce tutto. Genio significa che ha delle capacità di spicco, altamente superiori agli altri IN UN DETERMINATO SETTORE (in uno o più.. ma non in tutto). Le basi della psicologia infatti insegnano che ci sono diversi tipi di intelligenza (9 tipi per la precisione... qui il link all'argomento: ) di cui tutti siamo più o meno dotati. E' solo questa la differenza. ...e il "genio" spicca in maniera elevatissima specialmente in uno di questi, si chiama "genio" perchè arriva dove gli altri non arrivano in maniera del tutto naturale... (per poi magari scoprire che in un'altro tipo di intelligenza tra le altre 8 che gli rimangono è una frana!!!). Non esiste l'intelligenza assoluta. E' stupido crederlo.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.