Vai al contenuto

Sono finita


Vali

Messaggi consigliati

Ciao a tutti 

sto combattendo con la mia depressione o chiamatela come volete forse da molto più tempo di quello che penso . Ho 30 anni da qualche giorno ma di base tutti pensano che abbia il cervello di una bambina . Ho un’Autostima quasi inesistente e un grande bisogno di essere amata e incoraggiata in questa vita . Dopo una relazione durata 8 anni e finita perché non ero più innamorata di lui ma di un altro ( che mi ha ignorata sposando un’altra ) ho deciso di lasciarmi tutto alle spalle e provare a reagire al dolore , sono andata in Australia per un lungo viaggio .  Mi ero ripromessa di non instaurare relazioni ma quando mi sono sentita immensamente sola e senza appoggi ho iniziato a frequentare un ragazzo della mia età che mi ha  aiutata e ci siamo innamorati, io più titubante , lui super convinto. Mi ha inseguita fino in capo al mondo per amore, lui non è italiano , ho conosciuto la sua famiglia mi hanno accolta con amore. Dopo essere venuto ripetutamente in Italia per vedermi io ho deciso di mollare tutto e ora sono in Australia con lui e stiamo cercando di crearci una vita, con tutti i sacrifici che ne conseguono . L’ho fatto anche per la mia famiglia che non apprezzava di vedermi vivere da sola (mi ci ero ormai abituata quasi )  e continuava a insistere che dovevo uscire farmi amici , trovare un uomo! Discorsi del genere . Sapevano di questo ragazzo ma non credevano che una storia tra noi avrebbe funzionato! Così ho deciso stanca di tutte queste pressioni , io volevo solo essere lasciata in pace nella mia solitudine! 
Ora sono con lui abbiamo iniziato una vita diversa , a volte però si litiga io non sono esattamente un angelo quando mi arrabbio e lui neppure ! Non sono la “moglie perfetta” , spesso sono di cattivo umore , mi dice che ascolto musica triste, mi piace bere ( stoppa i miei cattivi pensieri ) ma non sempre ! Lui vorrebbe da me che studiassi un bachelor o diploma che mi dia un buon lavoro in futuro,  e nonostante la sua situazione economica sia brutta non vuole che io paghi per nulla. Molto spesso però sento che vuole una donna che io non sono. Quando gli dico di essere depressa e di essere stressante perché già il fatto di alzarmi la mattina è una conquista ..risponde che tutti in questi giorni sono afflitti e tristi e che devo farmi forza . e poi scherza .. scherza come se io non fossi davvero malata dentro e triste . 
mi chiede di comportarmi come tutte le altre donne ..! Del tipo fargli il caffè la mattina  , la cena , pulire casa , fare la spesa , Sistemargli i vestiti.  Per carità lui lavora e paga per tutto , ma non si tratta di questo . Non capisce la mia depressione e quando mi dice anche solo “perché non mi fai il caffè come tutte le altre donne?” Non capisce quanto mi ferisce !! Anche se poi quando gli urlo dietro dice solo che stava scherzando , che dovrei saperlo che scherza. Ma lo scherzo non ha mai fine!  La verità è che qui non ho persone che mi appoggiano sono sola come lo sono sempre stata nessuno riesce a capire quanto stia soffrendo e non so più che fare . Lui dice di amarmi e se decidessi di lascarlo soffrirebbe molto

So che mi ama davvero glielo leggo negli occhi ha attraversato gli oceani e rischiato il suo visto più di una volta per non parlare di tutti i soldi che ha perso nel venire in Italia per me .  E la verità che non voglio lasciarlo quando è comprensivo e l’aiuto migliore che una donna possa volere! 
ma io sono depressa , mangio male, voglio a volte solo bere, odio prendermi cura della casa come di me stessa ! E nessuno nessuno lo capisce quanto sia dura !! 
Datemi dei consigli per favore 

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Pubblicità


Cara Vali, io lo capisco quanto è dura e immagino lo sia ancora di più in un paese che non è il tuo. Consigli non ne ho, purtroppo, però una cosa la so: non se ne esce senza un aiuto professionale.

(Ho perso 20 anni della mia vita a chiedermi come uscirne, cosa avessi fatto di male per essere così sola, così sbagliata, così diversa, ad aggrapparmi disperatamente agli altri trovandomi ancora più sola e disperata. E l'unica cosa che serviva per iniziare a guarire era un medico).

Un abbraccio 🍀

Link al commento
Condividi su altri siti

 

A volte lo penso seriamente anche io , che mi serve uno psicologo ( o forse psichiatra?!) ..

ma dicendolo a lui per esempio ho paura che non mi prenderebbe sul serio. Lui è convinto che io possa fare qualunque cosa , che sono forte e che posso superare la tristezza! ha davvero un’immensa fiducia in me e questa cosa non fa che aumentare la mia “ansia” . Tutto il mondo si aspetta chissà cosa da me , io invece sono una semplice ragazza triste non migliore delle altre che finita la scuola superiore non aveva la minima voglia di continuare a stare sui libri , così ho trovato un lavoro normalissimo e l’ho mantenuto per molti anni fino ad ora che ne ho 30. È tardi per cambiare te stessa a quest’età o almeno è quello che sento ! Mi sembra come di aver già passato tutto quello che c’è da passare in vita . Una volta filosofeggiavo sulla vita .. ora invece penso solo alle cose materiali , base . Dormire , cucinare seguire il corso di inglese .. ho degli interessi per corsi universitari , ne ho davvero, ma non ho abbastanza soldi soprattutto qui sono costosi! Lui vorrebbe pagare per me vedermi con un buon lavoro e soddisfatta .  E quando gli dico che non voglio più nulla , non desidero nulla, non avrò mai una “buona professione” lui mi riprende . Non dire così , tutti ce la fanno ce la farai anche tu!!

sono stanca di sentirmi dire che ce la posso fare . Vorrei solo sparire nel deserto a volte , e dormire senza più pensare a niente . 
nessuno capisce la mia immensa stanchezza dentro ..

credi davvero che l’unica possibilità sia lo psicologo?? Ho sempre provato pietà per gli strizza cervelli , sono molto orgogliosa difficilmente mi apro e odio far vedere il mio lato debole , soprattutto a chi non amo! 
 

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Per tanti aspetti mi ricordi la me stessa di tanti anni fa. Ho iniziato ad avere coscienza di stare male verso i 18 anni e ho iniziato a curarmi solo a 36, quindi vedi che cambiare si può a qualsiasi età. La depressione è una malattia come tante altre, quindi basta affrontarla con il medico giusto per cambiare la qualità della vita in una maniera che ti sorprenderà. L'unico problema è che la gente non lo sa e il depresso non ha voglia di curarsi.

Io all'inizio mi sono rivolta a uno psichiatra che mi ha prescritto una cura farmacologica e ho reagito bene in pochi giorni; da quel momento ho sentito anche il bisogno di "parlare" con qualcuno dei problemi che avevo accumulato nel corso degli anni e ho aggiunto la psicoterapia.

Nel mio caso è stato fondamentale iniziare con i farmaci, semplicemente per ritrovare la voglia di vivere e di fare. A volte anche i medici di base prescrivono degli antidepressivi ma è importante che sia proprio uno psichiatra a stabilire quale farmaco e quale dosaggio sono adatti per il ogni caso specifico. Non devi vergognarti né di rivolgerti a uno psichiatra né eventualmente di assumere gli psicofarmaci: siamo in tanti, più di quanti tu creda. Il tuo compagno dovrà prenderti sul serio: iniziate entrambi a leggere qualcosa sulla depressione per familiarizzare con l'idea, ci sono centinaia di articoli su Internet. Se stai bene tu, starà sicuramente meglio anche lui.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Ciao, io invece sono una ragazza di 18 anni... Leggendo le vostre storie mi ci sono ritrovata molto seppur la giovane età. Sin da quando sono piccola ho crolli emotivi forti durante le giornate... Un momento sono felice e spensierata e il secondo dopo una depressione piena di angoscia mi travolge... In passato tutti questi sbalzi d'umore mi hanno portato a soffrire di anoressia e quindi ad essere in cura in un centro specializzato... Ma a causa della mia timidezza e orgoglio non ho mai avuto il coraggio di aprirmi con una psicologa o medico a riguardo del mio '' sentirmi male''. Ho provato anche a compiere gesti suicidi in passato... Ma mai ho trovato il coraggio di aprirmi con qualcuno... Amiche? A trovarne... Per loro sono solo esagerazioni... Fidanzato? L'unico che è rimasto. Lui mi ascolta, e mi accetta per come sono. Stiamo insieme da tre anni ormai e non potrei chiedere di meglio... Ma anche per lui '' esagero '' sono troppo emotiva. Questo è vero, la mia sensibilità mi porta a stare male di continuo però non posso controllarla... Ciò che mi fanno più paura sono l'aspettative che gli altri hanno di me. Sempre ad aspettarsi voti alti, bravura ecc e questa cosa mette ansia e paura di non farcela. Vorrei essere felice anch'io come tutte le mie coetanee, non arrabbiarmi o perdere il controllo sempre.. Perché non riesco, cosa c'è in me di sbagliato? Per poi parlare della solitudine... Soprattutto in questo periodo difficile per tutti mi sento più sola che mai e tutti gli scheletri del passato escono fuori e mi assillono.. Da una settimana continuo a fare incubi a non avere un sonno regolare così che lo stress aumenta sempre di più... Vorrei solo stare tranquilla anche perché sono vicina alla maturità... Voglio solo essere felice. 

Link al commento
Condividi su altri siti

 
11 ore fa, Speranza01 ha scritto:

Ciao, io invece sono una ragazza di 18 anni... Leggendo le vostre storie mi ci sono ritrovata molto seppur la giovane età. Sin da quando sono piccola ho crolli emotivi forti durante le giornate... Un momento sono felice e spensierata e il secondo dopo una depressione piena di angoscia mi travolge... In passato tutti questi sbalzi d'umore mi hanno portato a soffrire di anoressia e quindi ad essere in cura in un centro specializzato... Ma a causa della mia timidezza e orgoglio non ho mai avuto il coraggio di aprirmi con una psicologa o medico a riguardo del mio '' sentirmi male''. Ho provato anche a compiere gesti suicidi in passato... Ma mai ho trovato il coraggio di aprirmi con qualcuno... Amiche? A trovarne... Per loro sono solo esagerazioni... Fidanzato? L'unico che è rimasto. Lui mi ascolta, e mi accetta per come sono. Stiamo insieme da tre anni ormai e non potrei chiedere di meglio... Ma anche per lui '' esagero '' sono troppo emotiva. Questo è vero, la mia sensibilità mi porta a stare male di continuo però non posso controllarla... Ciò che mi fanno più paura sono l'aspettative che gli altri hanno di me. Sempre ad aspettarsi voti alti, bravura ecc e questa cosa mette ansia e paura di non farcela. Vorrei essere felice anch'io come tutte le mie coetanee, non arrabbiarmi o perdere il controllo sempre.. Perché non riesco, cosa c'è in me di sbagliato? Per poi parlare della solitudine... Soprattutto in questo periodo difficile per tutti mi sento più sola che mai e tutti gli scheletri del passato escono fuori e mi assillono.. Da una settimana continuo a fare incubi a non avere un sonno regolare così che lo stress aumenta sempre di più... Vorrei solo stare tranquilla anche perché sono vicina alla maturità... Voglio solo essere felice. 

Il problema principale del malessere psicologico è che la maggior parte delle persone lo ritiene un capriccio o un problema di carattere. I medici e gli psicologi invece sono molto empatici, sanno bene quanto sia difficile mettersi a nudo e riescono quasi sempre a far sentire accolti e protetti i loro pazienti (il "quasi" è d'obbligo, trattandosi di esseri umani).

Il grande vantaggio di voi giovani rispetto a chi ha sofferto in passato è che negli ultimi decenni sono stati compiuti passi da gigante: la sofferenza psichica oggi è molto più compresa e accettata e spesso esistono banchi di ascolto psicologico nelle scuole. Nella tua scuola non esiste questo servizio? Prova a informarti, è utile e gratuito. (Aneddoto: quando frequentavo la quarta superiore, negli anni '80, ebbi un grosso crollo emotivo, piangevo di continuo, stavo visibilmente male; l'unica insegnante che mostrò di essersi resa conto del mio malessere fu quella di matematica che mi prese in disparte e volle parlarmi. Ma ahimé non aveva grandi capacità psicologiche: mi chiese a bruciapelo se per caso non fossi incinta o innamorata del prof. di ragioneria. Morale: mi sentii ancora più incompresa e disperata. Questo per dire che amici/fidanzati/parenti comprensivi fanno bene al cuore ma non hanno idea di come aiutare una persona che soffre).

Ti faccio tanti auguri per la maturità e, soprattutto, di trovare la serenità che meriti.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
Il 22/4/2020 alle 07:57 , Speranza01 ha scritto:

Ciao, io invece sono una ragazza di 18 anni... Leggendo le vostre storie mi ci sono ritrovata molto seppur la giovane età. Sin da quando sono piccola ho crolli emotivi forti durante le giornate... Un momento sono felice e spensierata e il secondo dopo una depressione piena di angoscia mi travolge... In passato tutti questi sbalzi d'umore mi hanno portato a soffrire di anoressia e quindi ad essere in cura in un centro specializzato... Ma a causa della mia timidezza e orgoglio non ho mai avuto il coraggio di aprirmi con una psicologa o medico a riguardo del mio '' sentirmi male''. Ho provato anche a compiere gesti suicidi in passato... Ma mai ho trovato il coraggio di aprirmi con qualcuno... Amiche? A trovarne... Per loro sono solo esagerazioni... Fidanzato? L'unico che è rimasto. Lui mi ascolta, e mi accetta per come sono. Stiamo insieme da tre anni ormai e non potrei chiedere di meglio... Ma anche per lui '' esagero '' sono troppo emotiva. Questo è vero, la mia sensibilità mi porta a stare male di continuo però non posso controllarla... Ciò che mi fanno più paura sono l'aspettative che gli altri hanno di me. Sempre ad aspettarsi voti alti, bravura ecc e questa cosa mette ansia e paura di non farcela. Vorrei essere felice anch'io come tutte le mie coetanee, non arrabbiarmi o perdere il controllo sempre.. Perché non riesco, cosa c'è in me di sbagliato? Per poi parlare della solitudine... Soprattutto in questo periodo difficile per tutti mi sento più sola che mai e tutti gli scheletri del passato escono fuori e mi assillono.. Da una settimana continuo a fare incubi a non avere un sonno regolare così che lo stress aumenta sempre di più... Vorrei solo stare tranquilla anche perché sono vicina alla maturità... Voglio solo essere felice. 

 

Il 18/4/2020 alle 19:00 , muchachaenlaventana ha scritto:

Per tanti aspetti mi ricordi la me stessa di tanti anni fa. Ho iniziato ad avere coscienza di stare male verso i 18 anni e ho iniziato a curarmi solo a 36, quindi vedi che cambiare si può a qualsiasi età. La depressione è una malattia come tante altre, quindi basta affrontarla con il medico giusto per cambiare la qualità della vita in una maniera che ti sorprenderà. L'unico problema è che la gente non lo sa e il depresso non ha voglia di curarsi.

Io all'inizio mi sono rivolta a uno psichiatra che mi ha prescritto una cura farmacologica e ho reagito bene in pochi giorni; da quel momento ho sentito anche il bisogno di "parlare" con qualcuno dei problemi che avevo accumulato nel corso degli anni e ho aggiunto la psicoterapia.

Nel mio caso è stato fondamentale iniziare con i farmaci, semplicemente per ritrovare la voglia di vivere e di fare. A volte anche i medici di base prescrivono degli antidepressivi ma è importante che sia proprio uno psichiatra a stabilire quale farmaco e quale dosaggio sono adatti per il ogni caso specifico. Non devi vergognarti né di rivolgerti a uno psichiatra né eventualmente di assumere gli psicofarmaci: siamo in tanti, più di quanti tu creda. Il tuo compagno dovrà prenderti sul serio: iniziate entrambi a leggere qualcosa sulla depressione per familiarizzare con l'idea, ci sono centinaia di articoli su Internet. Se stai bene tu, starà sicuramente meglio anche lui.

Forse è proprio così , l’unica è iniziare un percorso da uno psicologo o psichiatra. ma come faccio a sapere se è meglio l’uno o l’altro? 
credimi non ho nessuno a cui chiedere questo consiglio , con la mia famiglia si parla solo di quello che sto facendo qui che sto studiando , i miei piani lavorativi per il futuro , quanti soldi abbiamo , come stiamo insieme , devo continuamente rispondere se sono ingrassata o no..! ( lo sono e questa cosa mi uccide , ma si sa  che lo stress e l’ansia , il cambiamento di vita , di cibo, poca attività fisica perché l’idea di andare in palestra anche solo mi fa sentire una perfetta idiota ..l’ho fatto per un periodo non è servito a nulla , solo ad abbassare la mia già super bassa autostima) . Cose del genere . 
lontane anni luce da quello che sento dentro , le sconfitte, i rimpianti di cose non fatte per questa appunto super bassa autostima! Se ne avessi avuto un minino , ora sarei con quell’uomo che mi aveva fatto perdere la testa , che lo so mi vuole bene me ne ha sempre voluto e mi ha rispettata altrimenti mi avrebbe “presa” quando ne ha avuto l’occasione ..ma che è sposato con un’altra e hanno un bel figlio !  è triste rendersi conto di aver perso battaglie . A 30 anni . 
Amo il mio compagno grazie a dio ora profondamente, siamo simili e lui sa cosa c’è nel mio intimo . Sa tutto di me mi sono sempre aperta con lui sin da subito! 
abituata a nascondere i miei dolori alle persone che avevo a fianco , con lui non funzionerebbe . È troppo accorto , con tutti , troppo attento ai sentimenti. Devo lavorare il doppio se sono depressa per nasconderlo , così lo ammetto di esserlo e basta , ma lui insiste che sono forte che mi ama , di sorridere alla vita che alla mia età tutte le donne sono spensierate! Che sono bella intelligente posso studiare ecc ecc 

ora anche se so che quello che dici è vero che mi serve uno psichiatra . Non so come dirlo a lui 

temo che riderebbe , o mi direbbe certo tutto quello di cui hai bisogno . Minimizzando la gravità della situazione infine quindi. 
come posso parlargliene? 
 

Link al commento
Condividi su altri siti

 
1 ora fa, Vali ha scritto:

 

Forse è proprio così , l’unica è iniziare un percorso da uno psicologo o psichiatra. ma come faccio a sapere se è meglio l’uno o l’altro? 
credimi non ho nessuno a cui chiedere questo consiglio , con la mia famiglia si parla solo di quello che sto facendo qui che sto studiando , i miei piani lavorativi per il futuro , quanti soldi abbiamo , come stiamo insieme , devo continuamente rispondere se sono ingrassata o no..! ( lo sono e questa cosa mi uccide , ma si sa  che lo stress e l’ansia , il cambiamento di vita , di cibo, poca attività fisica perché l’idea di andare in palestra anche solo mi fa sentire una perfetta idiota ..l’ho fatto per un periodo non è servito a nulla , solo ad abbassare la mia già super bassa autostima) . Cose del genere . 
lontane anni luce da quello che sento dentro , le sconfitte, i rimpianti di cose non fatte per questa appunto super bassa autostima! Se ne avessi avuto un minino , ora sarei con quell’uomo che mi aveva fatto perdere la testa , che lo so mi vuole bene me ne ha sempre voluto e mi ha rispettata altrimenti mi avrebbe “presa” quando ne ha avuto l’occasione ..ma che è sposato con un’altra e hanno un bel figlio !  è triste rendersi conto di aver perso battaglie . A 30 anni . 
Amo il mio compagno grazie a dio ora profondamente, siamo simili e lui sa cosa c’è nel mio intimo . Sa tutto di me mi sono sempre aperta con lui sin da subito! 
abituata a nascondere i miei dolori alle persone che avevo a fianco , con lui non funzionerebbe . È troppo accorto , con tutti , troppo attento ai sentimenti. Devo lavorare il doppio se sono depressa per nasconderlo , così lo ammetto di esserlo e basta , ma lui insiste che sono forte che mi ama , di sorridere alla vita che alla mia età tutte le donne sono spensierate! Che sono bella intelligente posso studiare ecc ecc 

ora anche se so che quello che dici è vero che mi serve uno psichiatra . Non so come dirlo a lui 

temo che riderebbe , o mi direbbe certo tutto quello di cui hai bisogno . Minimizzando la gravità della situazione infine quindi. 
come posso parlargliene? 
 

Vali, lo so bene che fa parte della depressione vivere di rimpianti e non riuscire a vedere un futuro, ma ti garantisco che perfino a 50 anni è possibile sentirsi giovani e fare dei progetti 🙂 Vivi in città? Hai un medico di base là? Prova a chiedere consiglio a lui/lei: magari può indirizzarti nella scelta dello specialista oppure dirti se esiste un servizio psichiatrico gratuito. In ogni caso, se hai paura che il tuo compagno non capisca, potresti prenotare una visita e parlargliene solo dopo, quando tu stessa avrai capito di cosa si tratta e potrai persuadere anche lui. A 30 anni puoi ancora studiare, trovare un lavoro, avere figli se ne vuoi... Insomma, statisticamente è più la vita che hai davanti di quella che hai già vissuto e il meglio deve ancora arrivare: è difficile crederci ma non hai niente da perdere e un tentativo lo devi fare. Una persona che ti ama non può impedirtelo.

Link al commento
Condividi su altri siti

 
23 ore fa, muchachaenlaventana ha scritto:

Vali, lo so bene che fa parte della depressione vivere di rimpianti e non riuscire a vedere un futuro, ma ti garantisco che perfino a 50 anni è possibile sentirsi giovani e fare dei progetti 🙂 Vivi in città? Hai un medico di base là? Prova a chiedere consiglio a lui/lei: magari può indirizzarti nella scelta dello specialista oppure dirti se esiste un servizio psichiatrico gratuito. In ogni caso, se hai paura che il tuo compagno non capisca, potresti prenotare una visita e parlargliene solo dopo, quando tu stessa avrai capito di cosa si tratta e potrai persuadere anche lui. A 30 anni puoi ancora studiare, trovare un lavoro, avere figli se ne vuoi... Insomma, statisticamente è più la vita che hai davanti di quella che hai già vissuto e il meglio deve ancora arrivare: è difficile crederci ma non hai niente da perdere e un tentativo lo devi fare. Una persona che ti ama non può impedirtelo.

Non dico che me lo impedirebbe , ho solo paura che non mi prenderebbe sul serio . Sono un’ariete odiamo non essere presi sul serio 😒

come ti ho detto sono all’estero .. qui è anche più costoso questo servizio, ed è chiaramente un percorso : andare avanti costerebbe sicuramente molto, e non abbiamo per niente tanti soldi 

so che sarebbe importante.. oltretutto sarebbe in inglese 😂 ( lo capisco ma non so se a livello medico  ce la farei a capire tutto) ..insomma sono proprio un disastro ! 

il fatto è che  cerco ogni giorno di dirmi no no non ti serve uno psichiatra no.. poi però accade sempre qualche episodio anche piccolo che mi ributta  a terra , è come una ruota che gira ... 

grazie, proverò a seguire il tuo consiglio e si vedrà 

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

 
8 minuti fa, Vali ha scritto:

Non dico che me lo impedirebbe , ho solo paura che non mi prenderebbe sul serio . Sono un’ariete odiamo non essere presi sul serio 😒

come ti ho detto sono all’estero .. qui è anche più costoso questo servizio, ed è chiaramente un percorso : andare avanti costerebbe sicuramente molto, e non abbiamo per niente tanti soldi 

so che sarebbe importante.. oltretutto sarebbe in inglese 😂 ( lo capisco ma non so se a livello medico  ce la farei a capire tutto) ..insomma sono proprio un disastro ! 

il fatto è che  cerco ogni giorno di dirmi no no non ti serve uno psichiatra no.. poi però accade sempre qualche episodio anche piccolo che mi ributta  a terra , è come una ruota che gira ... 

grazie, proverò a seguire il tuo consiglio e si vedrà 

 

 

Naturalmente non so come funzionino le cose in Australia. Per la mia esperienza, lo psichiatra non richiede visite molto frequenti, se non inizialmente per calibrare la terapia: sono passati molti anni ma ricordo un primo colloquio, seguito forse da un paio di visite settimanali e via via sempre meno frequenti. La psicoterapia, quella sì, è più impegnativa e richiede incontri regolari. Però non so quanto possa essere utile in questa fase, soprattutto se non ti senti perfettamente padrona dell'inglese, quindi un passettino alla volta 🙂 Il medico di base ti prenderà assolutamente sul serio, vedrai.

Link al commento
Condividi su altri siti

 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.