Vai al contenuto
  • Pubblicità

mara

giusto due parole di incoraggiamento

Messaggi consigliati

Ciao a tutti,

mi è strano chiedere aiuto (per di più su un forum), proprio io che in tutta la vita (ho 33 anni) ho solo "prestato" aiuto agli altri che avevano più bisogno di me e a furia di dare precedenza agli altri mi sono un pò persa per strada.

Adesso mi trovo proprio alla frutta. Non vorrei annoiare nessuno anche perchè non so proprio da dove iniziare tante sono le cose che mi si affollano nella mente. Mi sento vuota, sola, inutile, senza prospettive e sogni.

In realtà ho un buon compagno, che però è assorbito completamente dal lavoro; ho un'ottima madre, che da venti anni "assisto" moralmente dopo la morte di mio padre; ho una bella casa, comprata con i soldi del mio compagno visto che da sei anni sono disoccupata; ho tre bei nipoti, che non vedo poi così spesso; ho due buoni fratelli, con cui non parlo vista la loro tendenza a rimuovere psicologicamente le difficoltà di vita della nostra madre; ho, insomma, una bella vita .. cosa mi manca?! Ho tutto e niente.

Ho un vuoto totale. Passo le mie giornate in casa nella ricerca di annunci di lavoro e nella consapevolezza più spietata che non servo a nulla se non a preparare la cena, a stirare e a pulire casa. La sera mi metto a letto piena di buoni propositi per il giorno dopo che però con il sorgere del sole svaniscono nel nulla e mi alzo con un senso di oppressione e angoscia per la nuova e inutile giornata che mi si para davanti.

La cosa peggiore e che nascondo a tutti questo mio malessere. Al mio compagno che mi dice di non fare la vittima, a mia madre che non voglio far preoccupare, ai mie fratelli che non capirebbero. SO che trovare lavoro mi aiuterebbe a risollevare un pò l'umore, ma dopo tutti questi anni non mi sento capace di fare nulla. Mi sento fuori luogo e inadatta ad immaginarmi in qualsiasi lavoro.

Scusate per lo sproloquio, spero che qualcuno abbia il buon cuore di dirmi anche solo ciao, sarebbe per me già un piccolo motivo per non sentirmi così sola.

ciao a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Ciao Mara,

appena ho finito di leggere le tue righe mi sono sentito in dovere di dirti qualcosa perchè, secondo il mio modesto avviso, la soluzione del tuo malessere è abbastanza semplice (semplice per modo di dire, naturalmente...).

Sarà perchè anch'io ho individuato le cause e le possibili soluzioni per il brutto momento che sto passando (vedi la discussione che ho aperto una settimana fa ) ma sono convinto che certi malesseri possono svanire magicamente risolvendo un solo problema.

Da quello che dici, dalle sensazioni che provi sono convinto che nel tuo caso ti basterà trovare un lavoro, magari che ti piace, e tutto si risolverà, riguadagnerai stima e fiducia in te stessa, l'umore migliorerà nettamente e ritroverai la voglia di fare tante cose.

Certo non è facile trovare un lavoro, ma secondo me sapere che la soluzione è quella ti può essere di grande aiuto.

Un abbraccio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

grazie mille per aver risposto.

Non so se trovare lavoro sia la soluzione a tutti i miei angoscianti pensieri ma sicuramente mi aiuterebbe a ristrovare un pò di fiducia e autostima che adesso sono sotto terra. Purtroppo tutti i tentativi fatti sono stati infruttuosi e questo non ha fatto altro che aumentare il mio malessere perchè mi sento inadeguta e sbagliata visto che nessuno mi ha mai chiamata anche solo per un colloquio e questo mi logora.

E adesso ho paura anche solo di mandare una candidatura per la paura di non ricevere risposte.

e così il circolo vizioso non si rompe

Sto disperata

Grazie ancora per aver risposto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao mara,

Se la tua situazione economica non ti obbliga a cercare un lavoro per necessità, perchè nel frattempo che lo cerchi non provi a fare un po' di volontariato ? secondo me è una bella esperienza e ti sentiresti utile con uno scopo quando ti alzi la mattina.

Il peggio che si può fare quando si va in depressione è vivere alla giornata e tirare a campare aspettando la sera per andare a dormire.

un abbraccio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

:Batting Eyelashes: sera mara , :Batting Eyelashes: sera snower, bacini sadness :Batting .

Eyelashes: Mara l'idea di snowe non è affatto sbagliata. Non sentirti inadeguata solo pperchè non hai risposte per dei lavori, mica è colpa tua ,ma di una politica in cui la meritocrazia è zero. Telefona a delle case famiglie , spesso hanno bisogno di aiuto , :friends: basterà andarci anche due volte la settimana. Ma ci sono anche tante altre realtà.. Non ti dico di fare sport perchè so che nella tua condizione , ti secca anche fisicamente muoverti.Visto che stai entrando in un circolo vizioso.Mi dispiace che il tuo compagno ti risponda'' non fare la vittima' mi dispiace che i tuoi fratelli non capirebbero. Sei sicura che tutto va bene da te? o hai fatto di questa realtà uno stato mentale perfetto , perchè non ti senti in diritto di lamentarti in confronto a chi ha molto meno.E questo che ti hanno inculcato Mara? . Non è cosi che funzionano le cose, metterti in una gabbia dorata e vedere il mondo dalla finestra non è un privileggio come ti vogliono far credere. Allora sai che devi fare? devi uscire e combatterli, compagno, fratelli ecc..... combatitli e vai a cercarti del volontariato, anche tramite chiesa se sei credente. Tramite internet vedi i numeri di telefono e chiama.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

grazie a tutti per il supporto e la "sopportazione" :)

Ho pensato spesso di fare volontariato, ma per farlo ci vuole la moneta. Nel senso che ci devi arrivare sul posto e io adesso non me lo posso permettere. Vicino a me non ci sono strutture e non frequento volentieri la chiesa...non condivido le loro impostazioni...forse se riuscissi ad avvicinarmi ad essa qualcosa nella mia "psiche" cambierebbe. Tante persone che la frequentano hanno inziato a vedere la vita in modo diverso..ci ho anche provato tanto tempo fa ma proprio non riesco a condividere certi messaggi che spesso mi sembrano contraddittori e di convenienza..ma questa è solo un'opinione personale e probabilmente errata, ma non riesco a vedere diversamente.(mi scuseranno i credenti che in realtà ammiro per la loro capacità di credere incondizionatamente).

Apprezzo davvero col cuore tutte le parole che mi avete dedicato mi fanno sentire meno sola.

In realtà non mi hanno insegnato il masochismo, ma nella mia vita non mi sono potuta permettere di lamentarmi perchè c'era sempre qualcuno che aveva bisogno più di me e così a forza di mettere tutto dentro son finita con il maturare l'incapacità di aprirmi e sfogarmi.

Trovare una via d'uscita a questa tremenda apatia è complesso e per me difficile ... non riesco a trovare la corda mentale che mi dia la spinta alla risalita..forse ancora tocco il fondo..chissà!

Baci a tutti non vi ringrazierò mai abbastanza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Secondo me, l'inghippo sta in queste espressioni...

...................................

In realtà non mi hanno insegnato il masochismo, ma nella mia vita non mi sono potuta permettere di lamentarmi perchè c'era sempre qualcuno che aveva bisogno più di me e così a forza di mettere tutto dentro son finita con il maturare l'incapacità di aprirmi e sfogarmi.

..............

La cosa peggiore e che nascondo a tutti questo mio malessere. Al mio compagno che mi dice di non fare la vittima, a mia madre che non voglio far preoccupare, ai mie fratelli che non capirebbero.

P.S. per fare volontariato non è necessario essere credenti, e non tutte le associazioni sono religiose... Shame%20On%20You.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Senzapadroni,

vuoi dire che mi sono contraddetta?

In realtà volevo dire che vedo gli altri sempre più bisognosi di me e che io in fondo posso sempre aspettare. Forse è un meccanismo di difesa come per dire: penso agli altri così non penso alle tragedie del mio cervello.

So che ci sono associazioni laiche ma io dicevo:

a) che per fare volontariato ci vogliono i soldi per arrivare in sede e io attualmente non ne dispongo

b) in alternativa alle associazioni laiche c'è la chiesa ma io non sono credente

Non so se mi sono spiegata e che scrivo troppo e quindi rischio di non spiegarmi bene...ma che ne so!!! :wacko:

Ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Beh.. intanto potresti provare ad informarti, così magari esci un po' di casa e ti tieni la mente impegnata in altro.

Vedere che associazioni ci sono, parlare con gli altri volontari se possibile, cercare di capire com'è l'ambiente.

Io penso che ci sarà sicuramente qualcuno disposto a darti un passaggio per andare in sede, non rinunciare a priori, informati prima :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao Senzapadroni,

vuoi dire che mi sono contraddetta?

In realtà volevo dire che vedo gli altri sempre più bisognosi di me e che io in fondo posso sempre aspettare. Forse è un meccanismo di difesa come per dire: penso agli altri così non penso alle tragedie del mio cervello.

...................

Non so se mi sono spiegata e che scrivo troppo e quindi rischio di non spiegarmi bene...ma che ne so!!! :wacko:

Ciao

No, no, ti spieghi bene... Lo ripeti in questa frase che ho evidenziato in grosseto...

Dare agli altri di più di quello che dai a te stessa, ti ha impoverito...

Tutti questi "altri" che tu hai messo al primo posto, ora, dovrebbero mettersi loro stessi al secondo posto... Devono sapere che tutto questo annullarti ha creato delle "tragedie nel tuo cervello"...

In buona sostanza: esiste il "sano egoismo"! Senza quello, non costruisci te stessa e non puoi essere di aiuto a nessuno...

Vorrei che qualcuno ti spiegasse meglio questo concetto, 'ché io non sono brava a farlo... E che ti spiegasse anche "come"... 'ché io non l'ho ancora imparato...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ah! Ok!!

Allora non avevo capito cosa mi volessi dire

Grazie mille per avermi illuminato quella parte del cervello che aveva rimosso quel concetto di "sano egoismo" tanto vero e importante quanto difficile da applicare nella mia vita di tutti i giorni.

E' molto difficile ma è vero che se dimentichi te stessa poi non sei più "operativa" nemmeno per gli altri e un pò già non lo sono più.

Speriamo di imparare a esserlo (sani egoisti) senza poi essere sopraffatti dai sensi di colpa :cray:

Saluti cari

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.