Vai al contenuto

Un'irascibilità inspiegabile


Messaggi consigliati

Buona sera a tutti!

Vi scrivo per cercare di capire le potenziali cause e avere dei consigli su metodi da poter adottare al fine di non sfociare in questa mia irascibilità!

Ultimamente meno, ma fino a qualche mese fa ho attraversato un periodo davvero difficile. La cosa mi perseguita ormai da anni e fino ad adesso, fortunatamente, non ci sono state conseguenze gravi ma, sinceramente, tempo che ce ne possano essere.

Mi capita di litigare facilmente con le persone e diventare estremamente irascibile, così, all'improvviso; basta una frase maldetta, un azione strana per scatenare il tutto.

La mia ira non emerge subito bensì, inizialmente ho come un senso di tristezza e delusione e poi, dopo un po' di tempo, inizio a cercare i pretesti per litigare. Alzo la voce come un forsennato e mi viene voglia di spaccare le cose che ho intorno.
Ricordo che una volta, rientrando a casa in bici, un tizio con la macchina non mi stava dando la precedenza alla rotatoria, si fermò quasi alla fine e mi chiese scusa. Io non le accettai e mi ci scagliai contro prendendolo a parole. Rientrando a casa, chiusi la porta e diedi un pugno al muro facendomi male.

Un'altra volta mi capitò di essere in macchina e, in partenza da fermo, mi si spense. La tizia dietro si mise a suonare col clacson e ricordo che misi le quattro frecce, tirai il freno a mano e scesi per affrontarla. La presi a parole, risalii in macchina e me ne andai.

In quest'ultimo anno, una volta ruppi due bicchieri con dei pugni, un'altra volta spaccai il vetro della porta della camera da letto facendo sbattere la porta con violenza, una volta lanciai le tazze della colazione contro il lavello della cucina, una volta ruppi un vasetto di marmellata tagliandomi un dito che ancora oggi, a volte mi fa male.

Spesso litigo con la mia fidanzata, non ho pazienza con i miei, detesto il mio datore di lavoro e ho un senso di rabbia, menefreghismo e odio con moltissime persone. So che il problema non è loro ma mio. Vorrei tanto capire come fare per smettere perché vi giuro che non mi sopporto più.

La cosa più frustrante di tutto ciò è che in quei momenti non mi sento affatto lucido. La mia fidanzata mi dice che il mio sguardo cambia e, personalmente, mi sento un'altra persona. Sento in me una forza inspiegabile e la mia soglia del dolore si riduce notevolmente. Poi, quando la lucidità si ripresenta, mi rendo conto che non ne valeva la pena, che ho rischiato di fare qualcosa di grave per l'ennesima volta e non faccio altro che disperarmi per il rimorso e la paura. Sono consapevole che la cosa non aveva il minimo senso e magari il dialogo poteva spiegare la mia incomprensione.

Spero di risolvere al più presto questa mia condizione, anche a costo di dovermi rivolgere ad uno specialista, ma non voglio perdere niente e nessuno attorno a me.

Saluti.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 3 weeks later...

Pubblicità


Una volta vidi un film in cui si diceva di prendere a pugni un cuscino, rompere degli oggetti, sfogare quella rabbia, ma non con le persone.

Questo accumulo di rabbia da cosa ha origine? Te lo sei mai chiesto? Sei frustrato? Ti senti insoddisfatto? Forse non fai una vita che ti piace?

Sarebbe bene vedere da cosa nasce questa rabbia.

Io in passato amavo gettare a terra cose di vetro, frantumarle, schiacciarle e passarci sopra con i piedi ( non nudi ovviamente) ma proprio fare l'atto di calpestare.

Era uno sfogo perchè la mia rabbia non poteva rivolgersi alle persone e quindi quella era una sostituzione.

Tu potresti canalizzare la tua energia in qualcosa come le arti marziali, lo sport, qualcosa che ti faccia uscire fuori tutta questa energia accumulata e sprecata così in momenti di ira che non portano a niente.

Allo stesso tempo magari potresti analizzare insieme a qualcuno da cosa viene tutta questa tua rabbia, da dove nasce e cosa ti provoca quella tristezza e delusione.

 

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
  • 1 year later...

Ciao,

Dagli esempi che hai fatto è evidente che la tua irascibilità non è normale, proprio come hai detto tu stesso.

Sì, io ti consiglio di sentire uno specialista e di non scartare del tutto l'idea di prendere dei farmaci (se te ne vengono prescritti da un medico fidato).

Saluti.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.