Vai al contenuto

Pubblicità

ladani

Membri
  • Numero contenuti

    157
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

2 Seguaci

Su ladani

  • Rank
    Utente assiduo
  • Compleanno 20/09/1980

Profile Information

  • Gender
    Female
  • Location
    lombardia
  1. ladani

    questione Nello

    un incontro tra due persone può riservare sorprese inaspettate....mi piace pensare a questo come a una sana speranza nel futuro, nelle persone..chissenefrega se a pagamento. Il pagamento non è garanzia di niente, si può andare per anni e anni in psicoterapia senza trovarci un briciolo di senso. Siamo noi che significhiamo il mondo e quello che ci succede...io non mi concentrerei troppo sull'aspetto mercenario. Ogni persona è una variabile imprevedibile nel percorso di formazione che è la vita....ogni persona è una possibilità, se si nega questo..cosa ha senso??????? io lavoro come educatrice, mi pagano per aiutare le persone ad aiutarsi....non mi metto certo alla stregua degli psicoterapeuti, ma ti assicuro che gli incontri che ho con le persone, certo non tutte, cambiano le carte in gioco, modificano non di poco gli equilibri, e questi incontri non sono meno autentici perchè vengo "pagata". Insomma...mai dare per scontato niente caro nello, le situazioni, tutte, possono diventare risorse. Parte da noi. Ciao!!
  2. ladani

    questione Nello

    ci sono chiacchiere e chiacchiere....uno psicoterapeuta non è un medico che ti cura la parte malata per rimettertela a posto. é un incontro..non so se questo Nello l'ha mai considerato....e un incontro può cambiarti il modo di vedere il mondo...se ci sono certo delle condizioni.. la prima forse è volersi mettersi in discussione. Il punto è che oggi c'è sempre più il bisogno di incontri "sani"..nei quali le persone si conoscono, parlano corpo a corpo e si scambiano pensieri sul mondo. Non capisco tutta la fermezza di Nello contro lo psi....che è un mediatore che non fa nulla al posto tuo
  3. Diario...dimmi due parole, sceglile dal cappello magico...ho bisogno di parole su cui pensare, dammele tu. Sento di non meritare nulla di buono, e di non buono.
  4. Ciao Eye, il punto è sempre uno..cioè come ti percepisci tu. Perchè comunque troverai sempre persone a cui piaci e non piaci...e non è detto che le prime prevalgano sulle seconde. Però mi sembra di capire che ci sono state e ci sono tuttora persone a cui tu piaci un sacco..che ti definiscono addirittura un modello..quindi in realtà tu non hai sperimentato solo interazioni negative da questo punto di vista, questo è importante..secondo me...no? eppure nessun commento positivo potrà essere risolutivo se prima non ti accetti per quello che sei.....e sei come tutti una persona che piace e non piace. L'identità non si forma una volta per tutte...cambia forma e si nutre delle relazioni che abbiamo, ma soprattutto si nutre dei significati che noi per primi diamo a quello che ci succede. Prova a valorizzare quelle interazioni che ti fanno star bene, non soffermarti troppo sulle cavoltate che a volte riescono a dire i ragazzini e alcune "donne" forse un po' troppo frettolose nei giudizi. La bellezza di una persona, di te, è l 'armonia di tanti elementi messi assieme..che possono anche essere non immediatamente visibili, ma questo sta agli occhi di chi guarda. Chi ti conosce da tempo..o comunque in modo non superficiale, cosa pensa realmente di te? Ti ritrovi in quella percezione?Le donne che hanno fatto commenti violenti sul tuo aspetto..ti conoscono? O la loro era l'impressione di una serata? Notte
  5. ciao Eye...mi ha colpito quello che scrivi..perchè potrei benissimo averlo scritto io. La verità è che mi è venuta la pelle d'oca nel leggere le tue descrizioni...la pelle d'oca. Non credo di essere vittima di pensieri persecutori...eppure, come te, mi capita spesso di vedere nei miei confronti atteggiamenti di altri che non c'entrano nulla con me e con i miei modi di fare...maleducazioni gratuite, scontrosità, prese in giro....bhè la mia autostima non è sicuramente delle migliori, ma ci sono gesti che a mio parere sono inadeguati e offensivi al di là di ogni autostima o teoria, come ad esempio il saluto che non sopporto mi venga negato se non c è un ottimo motivo dietro. Anch'io sto cercando di capire e capire non è semplice perchè io sono una marea di cose diverse, belle e brutte, come tutti....sono ironica, divertente, discreta, tagliente, solitaria e altruista..eppure l'analiisi di tutte le qualità che posso avere non sono sufficienti e necessarie per capire le situazioni che spesso vivo. Come te non ho ancora avuto l'occasione di sentirmi accettata e amata per quella che sono...non mezza relazione in cui mi sia sentita riconosciuta nella coppia...perchè in fondo la coppia non c'era. Forse fare esperienze diverse con persone diverse potrebbe smuovere qualcosa...per fortuna siamo tutti diversi..ed esistono persone speciali che sanno farci vedere aspetti di noi assopiti. io ti auguro di incontrare a cuore aperto la vita con tutte le sue sfaccettature....di incontrare e fare cose nuove che ti aiutini a smantellare quei rigidi modelli di pensiero in cui forse ti sei ( e mi sono9 ficcato. Io vorrei non tralasciare nessuna sfaccettatura della vita..e ho paura che una di queste non sia per me. ..se c'è un disagio non credo provenga da una parte sola(o da te o dagli altri)... Un saluto..paradossalmente molto vicino
  6. Sono d'accordo con Patrina...e anche con l'idea che la vita è quella che ti racconti, e se te la racconti più sul positivo che sul negativo..sarà comunque positiva e più felice. Complimenti a Samantha che la guarda per il verso giusto. E a Nello che la guarda al di là di tutto..la vita intendo. Io non ci riesco, mi inceppo in qualcosa..o forse in più d'una, ma sta di fatto che sono bloccata da qualche parte.. e non vado da nessuna parte. Sono giorni strani per me questi. Non mi sento..non mi riconosco, è dura da un bel po' ormai. La felicità mi sembra un'isola vicina ma allo stesso tempo irraggiungibile perchè non so nuotare...basterebbero due bracciate...so che da qualche parte dentro di me sono stata "programmata" anche per questo..ma ho troppa paura dell'acqua e non mi muovo. E'possibile non sentirsi in colpa quando nella tua vita va più o meno tutto...nessuna brutta malattia mia o dei miei cari, nessun trauma, il lavoro c'è.... eppure mi vergogno, come una ladra. Mi vergogno di non aver voglia di niente, di non provare trasporto per niente e nessuno, di passare le giornate come una scema a far sempre le stesse cose come un automa. Vorrei di più? Qui sta il fatto, non vorrei di più, non aspiro a niente eppure quel che ho mi sembra finto, di cartongesso...mi sembra senza amore. Vorrei vivermi le mie cose la mia vita con amore, non vorrei cambiarla o volere cose diverse, vorrei solo sentirla. Ma sento anestetizzata. Si chiama depressione? Crisi? Autenticità?...una cosa così l'ho provata solo ora nella mia vita. Mi chiedo perchè...e mi vergogno nell'ammettere che l'unica risposta che mi viene è "perchè non valgo niente, io sono il niente". Dentro me un vuoto che non fa domande e non da risposte. Vergogna perchè non riesco a vedere niente. La vita è quella che ti racconti.
  7. Caro Diario, è un casino. Cioè io sono un casino....qualcosa ultimamente mi disturba..io mi disturbo, quindi è proprio un casino. Forse ho capito che è meglio se cambio lavoro.....perchè non sono capace. Eppure non è proprio così...perà questa è la mia percezione. carissimo diario qui è un gran casino
  8. ladani

    Depressione

    Turbo..posso chiederti cosa succedeva quando il mostro era alla carica?...Forse è una domanda troppo persoanale..è che ultimamente ho degli sbalzi umorali che un po' mi preoccupano..credo che il mostro mi stia tenendo d'occhio.....................
  9. Guardo quanto costano i pianoforti e le foto di quelli super costosi e a coda che non avrò mai. Cerco spunti per tesi..... leggo posta Guardo la foto di quella con cui sta ora quello là..per vedere se è davvero cosi speciale.... faccio un giro qui guardo video musicali ....poi mi stanco..
  10. ladani

    Carattere difficile

    Ciao!..spesso mi capita di avere momenti simili al tuo amico....certo ogni persona è diversa, però posso dirti che sapere che ci sono persone che rispettano questi miei momenti senza giudicarmi, mi fa sentire un po' meno "strana"...lo apprezzo. Come apprezzo anche che a volte quelle stesse persone mi chiedano e mi mettano al corrente sulle loro perplessità in quei momenti. Fai come ti senti, lui farà altrettanto..non è detto che ti mandi via...
  11. Qualcosa puoi cambiare...di certo non un uomo di quell'età!! Puoi modificare il tuo atteggiamento..non è così automatico farlo..ma si può. Sotterra l'ascia di guerra, mettiti nella testa e NEL CUORE soprattutto, che tu non hai nessun potere su tuo padre..non puoi decidere niente per lui..è un bello smacco vero? Finchè ti aspetti qualcosa da lui starai male..e lo allontani ancora di più. Alcune dinamiche non si possono modificare come per magia...
  12. ladani

    Depressione

    X joker: Non sono ancora in cura..sono anni che mi riprometto di iniziare..poi trovo sempre scuse stupide per rimandare, il punto è che mi intimorisce e allo stesso tempo mi eccita l'idea di cominciare a prendermi cura di me...strano, vero? Ho anche a che fare in casa con una depressa "vera", mia mamma. Sono convinta del fatto che alcuni miei atteggiamenti sono miei e basta, nel senso che sono caratteriali, e credo di riuscire a individuarli, a vederli. Ma a volte ho degli atteggiamenti...che ho paura provengano dallo stare in casa con mia mamma, come ad esempio crisi di pianto, sbalzi d'umore particolarmente repentini, perenne senso di colpa....ecco, spesso non riesco a distinguermi da lei e ho bisogno di un aiuto, di qualcuno che insieme a me metta insieme la mia storia..perchè ho paura di perdermi. La chiamo depressa "vera" prchè purtroppo è evidente la sua estrema chiusura verso tutto e tutti, ogni giorno, in ogni momento...niente per lei è piacevole e meritevole di essere vissuto. Dove finisce lei? Dove inizio io?...da sola non riesco a vedermi sempre.. Anch'io sono dell'idea che è meglio stare in compagnia di pochi ma buoni!! Non mi posso lamentare ho intorno delle persone che mi vogliono bene davvero, nel senso che di me si prendono tutto il pacchetto vacanza, i lati belli e quelli meno. Mi ritengo fortunata nel conoscerle...e non ne vorrei altre, però il mio orologio biologico ultimamente mi ricorda che io non ho mai avuto una storia vera con nessuno, e sento che mi manca non aver fatto un'esperienza del genere. Mi sto fissando da parecchio tempo su sta cosa...e fissarsi non è mai la cosa migliore...
  13. ladani

    Depressione

    Troppo spesso vorrei chiudermi in casa, non vedere nessuno..starmene in silenzio. Troppo spesso mi sento a disagio perchè ho sempre l'impressione di non avere niente da dire..di non avere una vita. E invece ce l'ho ma non me la riconosco..e mi sento in colpa. Tremo ogni sera prima di dormire per la paura di rimanere sola. Non riesco a prendermi cura di me. Mentre faccio qualsiasi cosa..penso che non mi dispiacerebbe morire, andarmene proprio in quel momento lì.. senza rumore ...addormentarmi per sempre. Ho paura. E' una malattia la depressione?..Io non lo so, non ne sono così sicura. Più che malattia la vivo e la vedo come una condizione.....se reagisco o non reagisco in un certo modo o come si aspetta da me la società, sono io che non vado bene? sono io la malata? Se non mi adeguo ai canoni che dettano sono io in difetto? una persona depressa non è da aggiustare..da risolvere, da trasformare a tutti i costi. Io sono anche questo lato ombroso, se me lo togli del tutto non sarò più io, ma qualcosa che costruiscono gli altri. Ho paura perchè non so convivere bene con questa parte di me..ho paura di perderla del tutto e di esserne completamente inglobata. Paura di perdere l'autenticità...vorrei solo imparare a convivere con me, quanti professionisti ti aiutano davvero a farlo? Dobbiamo essere tutti contenti, sorridenti, a modo, efficienti, fare mille cose, avere mille amici, non avere ombre....è questo un essere umano? Non mi sento malata, mi sento presa in giro. Facciamo paura...come i portatori di handicap fanno paura ai "normali", perchè sentono e vivono in un modo diverso. Non c'è meglio o peggio, ci sono condizioni....modi d'esistere in base alle proprie capacità, che possono essere affinate, non sostituite.
  14. una vergogna. per tutti. non ho parole.............che vergogna
  15. Ciao Dori, prenditi cura di te sempre, anche quando sembra non esserci spazio. Fai quel che puoi per migliorare le situazioni, poi lascia che le cose accadino....non sentirti in colpa, mai. Non sentirti in colpa mai.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.