Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Ciò che si ammirava spesso si rivela inutile,ecco una breve

storia.Dopo aver bevuto dalla sorgente dell'amore,vi

scorse la sua immagine allo specchio:ammirò le sue mani,

la sua testa,ma di improvviso un rumore.Cominciò la fuga,

lieve corsa verso una meta inesistente ,che ne imprigionò

le mani,il pensiero fino a dilaniarla.Morendo pronuncio

queste parole:" O si infelice sarò per sempre,troppo tardi

nell'intendo come mi giovava ciò che disprezzavo,come

doleva quello che avevo perso.

ANTONIO V.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


  • Risposte 462
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

Contemplo il lago silenzioso

che la brezza fa rabbrividire.

Non so se penso a tutto

o se tutto mi dimentica.

Nulla il lago mi dice

né la brezza cullandolo.

Non so se sono felice

né se desidero esserlo.

Tremuli solchi sorridono

sull'acqua addormentata.

Perché ho fatto dei sogni

la mia unica vita?

Fernando Pessoa (Canzoniere)

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

CANTO XXVI...Dante

Considerate la vostra semenza:

Fatti non foste a viver come bruti.

Ma per seguir virtute e conoscenza

Quando mi apparve una montagna,bruna

Per la distanza e parvemi alata tanto

Che mai veduta non ne avevo alcuna

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

La virtù ,dunque ,è un modo di vivere,non un modo di pensare

di elaborare strategie.Più mettiamo in campo giudizi o calcoli

razionali,più le sottraiamo spazio,più la soffochiamo.Non esiste

del resto una mappa valevole per tutti,è un viaggio dentro se stessi

condotto secondo una rotta del tutto personale."Scava dentro di te:dentro è la fonte del tuo bene e può zampillare inesauribile se continuerai a scavare"

ANTONIO V.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 
 
 
 
 

Ci sono tre tipi di persone:quelle che fanno

accadere le cose,quelle che guardano le cose

accadere e quelle che si stupiscono

di ciò che accade...

A.V.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ogni strada è soltanto una tra un milione di strade possibili.Perciò dovete sempre tenere

presente che una è soltanto la via.Se sentite di non doverla seguire,non siete obbligati a farlo in nessun

caso.Ogni via è soltanto una via.Non è un affronto a voi stessi o ad altri abbandonarla ,se è questo che vi suggerisce il cuore.Ma la decisione di continuare per quella strada ,o di lasciarla,non deve essere provocata dalla paura o dall'ambizione.Vi avverto:osservate attentamente e con calma.Provate a percorrerla tutte le volte che lo ritenete necessario.Poi rivolgetevi una domanda voi stessi,e soltanto a voi stessi.Questa strada ha un cuore? Tutte le strade sono uguali.Non conducono in nessun posto.Ci sono vie che passano attraverso la boscaglia o sotto la boscaglia.Questa strada ha un cuore? E l'unico interrogativo che conta.Se ce l'ha ,allora è una buona strada.Se non ce l'ha ,è da scartare!!!

A.V.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

purtroppo nella vita si prendono strade che al momento sembrano giuste ma poi si rivelano sbagliate , o nn giuste ......

nn è così semplice abbandonale anche se questo ci distrugge

ciao ciao

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
purtroppo nella vita si prendono strade che al momento sembrano giuste ma poi si rivelano sbagliate , o nn giuste ......

nn è così semplice abbandonale anche se questo ci distrugge

ciao ciao

Mi dispiace ma di qua non posso risponderti andrei ot...appena ho un pò di tempo rispondo al tuo mp...ti ringrazio comunque per avermi ascoltato.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

COME SIAMO...

Noi pensiamo molto meno di quanto sappiamo.

Sappiamo molto meno di quanto amiamo.

Amiamo molto meno di quanto si possa amare.

E così siamo molto meno di ciò che SIAMO

A.V.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

L'UOMO

L'uomo deve capire che nulla è veramente ,ma che tutto è nello stato del divenire e del cambiamento.Nulla sta fermo.Tutto nasce,cresce,muore.Nell'istante stesso in cui una cosa raggiunge il culmine,incomincia a declinare.La legge del ritmo è continuamente in azione.Non c'è una realtà.Non c'è una una qualità ,una sostanziale durevole delle cose.Non vi è nulla di permanente,eccettuato il cambiamento.L'uomo deve vedere tutte le cose evolversi da altre cose e risolversi in altre cose,in una costante azione o reazione,influsso o efflusso,costruzione o demolizione,creazione o distruzione,nascita e crescita e morte.Nulla è reale, e nulla dura,tutto cambia.

A.V.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

VIETNAM

Ricordi il giorno che presi a prestito la tua macchina nuova e l'ammaccai?

Credevo che mi avresti uccisa,ma tu non l' hai fatto.

E ricordi quella volta che ti trascinai alla spiaggia ,e tu dicevi che sarebbe piovito,e piovve?

Credevo che avresti esclamato"Te l'avevo detto!" Ma tu non l'hai fatto.

Ricordi quella volta che civettavo con tutti per farti ingelosire,e ti eri ingelosito?

Credevo che mi avresti lasciata,ma tu non l'hai fatto.

Ricordi quella volta che rovesciai la torta di fragole sul tappetino della tua macchina?

Credevo che mi avresti picchiata,ma tu non l'hai fatto.

E ricordi quella volta che dimenticai di dirti che la festa era in abito da sera e ti presentasti in jeans?

Credevo che mi avresti mollata,ma tu non l'hai fatto.

Si,ci sono tante cose che non hai mai fatto.

Ma avevi pazienza con me,e mi amavi,e mi proteggevi.

C'erano tante cose che volevo farmi perdonare quando tu saresti tornato dal VIETNAM

MA TU NON SEI TORNATO.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

JE VOUDRAIS ÊTRE MONGOLFIERA

Je voudrais être une mongolfiera, pour voir dall' ; haut les enfants courir heureux et " ; SPARARSI" ; balles de neige et pas imbracciare fusils avec des projectiles de plomb. Je voudrais être une mongolfiera pour voir ensemble : catholiques et protestants, arabes et hébreux, noirs et blancs… Je voudrais être une mongolfiera pour voir etendues de prati verts, et pas coulées de je cémente abusif… Je voudrais être une mongolfiera pour voir concerte de ; Zubin Metha dans Darfur… Je voudrais ne pas employer une mongolfiera

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Io sono verticale

Ma preferirei essere orizzontale.

Non sono un albero con radici nel suolo

succhiante minerali e amore materno

così da poter brillare di foglie a ogni marzo,

né sono la beltà di un'aiuola

ultradipinta che susciti grida di meraviglia,

senza sapere che presto dovrò perdere i miei petali.

Confronto a me, un albero è immortale

e la cima di un fiore, non alta, ma più clamorosa:

dell'uno la lunga vita, dell'altra mi manca l'audacia.

Stasera, all'infinitesimo lume delle stelle,

alberi e fiori hanno sparso i loro freddi profumi.

Ci passo in mezzo ma nessuno di loro ne fa caso.

A volte io penso che mentre dormo

forse assomiglio a loro nel modo più perfetto -

con i miei pensieri andati in nebbia.

Stare sdraiata è per me più naturale.

Allora il cielo ed io siamo in aperto colloquio,

e sarò utile il giorno che resto sdraiata per sempre:

finalmente gli alberi mi toccheranno, i fiori avranno tempo per me.

SYLVIA PLATH

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Il periodo in cui viviamo non è dei migliori.Ma nello stesso

tempo se non troviamo in noi stesso delle alternative,poi ci si

tuffa nei meandri della solitudine.Ebbene ci si può emozionionare davanti a un sorriso

di un bimbo,oppure leggendo una lettera di una persona cara,ascoltando della

buona musica.Può sembrare poco,ma a volte basta quel poco per

rendere felici una persona.Spesso si incontrano sguardi tristi,annoiati ,a

queste persone dico:giratevi intorno,regalate un sorriso a chi vi sta vicino,l'umore

potrebbe cambiare e domani ,ci può essere qualuno che ve lo renderà

con gli interessi.Non sarebbe bello?... concludo con un pensiero di MARIE FONTAINE:

"SE OGNUNO DI NOI DEDICASSE CINQUE MINUTI AL GIORNO A FARE

UN PICCOLO SFORZO PER MIGLIORARE ANCHE DI POCO LA VITA DI UN ALTRO,

IMMAGINA QUANTO SAREBBE MIGLIORE QUESTO MONDO".

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

LA VITA

di Madre Teresa di Calcutta

La vita è un'opportunità, coglila.

La vita è bellezza, ammirala.

La vita è beatitudine, assaporala.

La vita è un sogno, fanne una realtà.

La vita è una sfida, affrontala.

La vita è un dovere, compilo.

La vita è un gioco, giocalo.

La vita è preziosa, abbine cura.

La vita è ricchezza, conservala.

La vita è amore, godine.

La vita è un mistero, scoprilo.

La vita è promessa, adempila.

La vita è tristezza, superala.

La vita è un inno, cantalo.

La vita è una lotta, accettala.

La vita è un'avventura, rischiala.

La vita è felicità, meritala.

La vita è la vita, difendila.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Mi sono perso

tra note e fiati d'orchestra,

eppure non era la mia festa

Mi sono perso tra

grottesche esibizioni

di saltimbanchi senza emozione

Mi sono perso tra fantasmi eleganti

vestiti di nero

perchè tu non c'eri.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Non sono niente.

Non sarò mai niente.

Non posso voler essere niente.

A parte questo, ho dentro me tutti i sogni del mondo.

Finestre della mia stanza,

della stanza di uno dei milioni al mondo che nessuno sa chi è

(e se sapessero chi è, cosa saprebbero?),

vi affacciate sul mistero di una via costantemente attraversata da gente,

su una via inaccessibile a tutti i pensieri,

reale, impossibilmente reale, certa, sconosciutamente certa,

con il mistero delle cose sotto le pietre e gli esseri,

con la morte che porta umidità nelle pareti e capelli bianchi negli uomini,

con il Destino che guida la carretta di tutto sulla via del nulla.

Oggi sono sconfitto, come se conoscessi la verità.

Oggi sono lucido, come se stessi per morire,

e non avessi altra fratellanza con le cose

che un commiato, e questa casa e questo lato della via diventassero

la fila di vagoni di un treno, e una partenza fischiata

da dentro la mia testa,

e una scossa dei miei nervi e uno scricchiolio di ossa nell'avvio.

Oggi sono perplesso come chi ha pensato, trovato e dimenticato.

Oggi sono diviso tra la lealtà che devo

alla Tabaccheria dall'altra parte della strada, come cosa reale dal di fuori,

e alla sensazione che tutto è sogno, come cosa reale dal di dentro.

Fernando Pessoa, La Tabaccheria

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Lasciatemi morire

--------------------------------------------------------------------------------

Lasciatemi morire,

nella mia libertà è il mio solo tesoro

non conosce catene l’uomo in volo

e per il mio ultimo viaggio voi aprirete gabbie;

Lasciatemi scegliere

se del dolore sarò stanco

e nelle lacrime di chi m’ama

troppo arranco;

Lasciatemi morire

nei vostri occhi scorgo il fardello

lasciate scorrere via questo ruscello;

Lasciatemi morire,

non è nel lasciar libero un uomo

che avrete perso contro il frastuono,

cerco il silenzio fatemene dono

voglio volare oltre questo suono.

Lasciatemi morire,

cos’è una farfalla che non desia volo,

se non carta appassita

tra le sbarre di una prigione infinita.

Lasciatemi morire,

così come Il fiume scende al mare

io me ne vorrei andare;

Lasciatemi morire

ho della candela la sembianza

ma non scorgo più luce in questa stanza;

Lasciatemi morire

se è quando la vita non sarà più vita

ho nella libertà il mio solo tesoro

vi prego fatemene dono.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.