Vai al contenuto

Pubblicità

cometa

Gestire l'egoismo di una persona a noi cara....

Recommended Posts

In questo caso penso che dobbiamo chiederci.........:

1)E' questa la vita che voglio??Con queste caratteristiche???

2) mi merito tutto cio'????

Penso che di persone al mondo capaci di farti sorridere ne esistano molte altre.

Ovvio,comprendo che non sia facile staccarsi.

Pensi di marlo veramente?

Pensi che lui ti ami???

Cosa e' per te l'amore???

OK:.non sei forse ancora pronta a compiere il grande balzo ma perche' non iniziare con qualche piccolo passo...verso te stessa???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicità


però spesso ho pensato che con o senza di me non gli cambierebbe molto la vita, anzi starebbe pure meglio O.o'

viva l'autostima...

lo penso anche io.

Per le domande non so rispondere anzi non ho il coraggio.

Ci provo.

No non è questa la vita che voglio nè che merito.

Mi son fatta in quattro per lui e per i figli.

E ricevo calci in faccia di continuo (adesso è appena rientrato io lo sapevo a lavoro e invece era a far shopping con la figlia!!!!)

Io penso di amarlo ma per com'era prima.

Quello di adesso sinceramente mi fa pure abbastanza schifo.

Lui era bravo a parlare d'amore ma non penso che sappia amare che sè stesso.

Per me l'amore è la possibilità di guardar la vita dalla stessa prospettiva, con sguardi diversi che si confrontano e in libertà.

Ma è utopia.

Ps.:il mio non si stacca dalla play o dal pc neppure se scoppia un incendio in casa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No no Sally...non ti stai intromettendo affatto. :Hypnotized:

Anzi....

Queste domande sono per tutti quelli che si sentono di farsele..........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piuma......tu lo ami per come era prima.

In pratica lui ha tenuto una maschera per il periodo iniziale.

Quando il teatrino e' caduto lui ha mostrato il suo vero io.

Tu ami la maschera di prima.

Addirittura ora ti fa schifo.

Quindi penso che dentro di te non lo ami ora.

Penso che la vera motivazione per cui tu non riesca a chiudere sia la paura di affrontare te stessa.

Ti invito a farlo.Anche a piccoli passi.

Non smettero' mai di farlo.

Mi rendo conto sempre di piu' di quanti "impostori" ci siano in giro....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ok grazie cometa...

dunque vediamo

In questo caso penso che dobbiamo chiederci.........:

1)E' questa la vita che voglio??Con queste caratteristiche??? NO NO

2) mi merito tutto cio'???? NO ma è il risultato (anche) dei miei comportamenti, giusti o sbagliati

Pensi di amarlo veramente? SI

Pensi che lui ti ami??? sento che c'è un forte sentimento da parte sua per me, ma lui stesso non sa definirlo, come posso farlo io?

Cosa e' per te l'amore??? io so come mi sento quando mi bacia o mi accarezza, ma oltre questo credo che amore sia anche aver cura dello star bene dell'altro... così come amare sè stessi significa aver cura di sè stessi... moralmente intendo. e io amo più lui che me.

p.s. piuma ho inviato un mp.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si è facile andar in giro con una bella mascherina addosso e farsi accettare da tutti.

Non ho mai avuto paura di mostrarmi per come sono,anche perchè se non lo facessi farei una violenza a me stessa.

Ieri ero molto nervosa quando ho scritto che mi fa schifo...

Ammetto d'esser prossima a un crollo nervoso e domani cercherò aiuto nel mio medico (finalmente ne ho trovato uno!) perchè ho bisogno di sostegno.

I calmanti non servono a nulla, solo a rimandare il problema.

Anzi...Quando poi ti svegli ti accorgi che le cose non son cambiate ed è pure peggio.

Cometa come hai scelto d'affrontare l'egoismo?

Io ieri sera ho tentato nuovamente il dialogo.

Stavolta in campo neutro e davanti un bel panorama.

Sembrava averavuto successo...

A parte che continuava a fumare e mi son cuccata una piccola crisi d'asma (ma ovviamente lui neppure s'è sentito in colpa!)

Tornati a casa...Non so cosa gli è preso ma è crollato tutto.

E ha ripreso a pensare a sè e basta.

Stamattina risveglio pessimo.

Mi ha vomitato addossoi suoi pseudo problemi (tipo paura di perdere il lavoro più che immotivata . ha un'azienda che va bene. Nostalgia dei figli - li ha visti entrambi IERI! )

E io in preda al pianto l'ho "accusato" a mio padre...

Ma ovviamente mio padre non può far nulla a tanti km di distanza.

Non riesco a trovare soluzione.

Stasera gli ho prospettato una cenetta a lume di candela.

Spero che i figli se ne stiano un pò dalla madre e ci lascino un pò di respiro.

Vedremo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piuma,io sono ancora all'inizio della mia scoperta della persona a cui sto a finaco.

Ovvio,tutti abbiamo caratteristiche uniche che poi ciascuno interpreta come pregi o difetti piu' o meno marcati.

Personalmente e umanamente parlando (ma e' il mio personalissimo parere) penso che nel rapporto di coppia,soprattutto quando si vive insieme le occasioni di confronto siano molteplici.

Sta quindi a noi trovare l'equilibrio in noi stessi (cosa non facile!!!) che ci permette di essere obiettivi e capire fino a che punto dobbiamo essere tolleranti e generosi ma anche fino a che punto dobbiamo far valere il nostro io (con le nostre esigenze).

Io personalmente,anche grazie all'aiuto di questo forum, ho capito che mai in ogni caso bisogna perdere di vista se stessi.

Noi siamo i primi responsabili del nostro io.

Io senza trascurare il mio rapporto di coppia cerco sempre di tenere l'equilibrio dentro di me....mettendoci autostima,amor verso me stesso fuori e dentro che si traduce anche in amore verso i miei amici verso i miei familiari.Anche con piccoli gesti.

Coltivo i miei hobbies.Se una cosa mi da fastidio ho imparato a dirlo.

Ho capito che ogniuno (salve qualche brutto caso) in qualche modo ha in mano le redini della propria vita e giorno dopo giorno gli e' concessa la facolta' di decidere in parecchi casi.

Brava piuma....il fatto che tu cerchi aiuto e' gia' il primo piccolo passo verso la risalita.

Non colpevolizzarti mai se cerchi di avere da lui almeno il minimo sindacale di considerazione.

Non e' questa la vita che vuoi.Ne che meriti.

Hai tutta una vita davanti.

Puoi ricreartela moooooolto piu' bella di prima che nemmeno tu ti immagini!

Scusa se sono un po' duro ma ci sono trovato piu' di una volta in passato in questa situazione.

Deciditi a reiniziare a vivere.

La serenita' del vero amore non e' un optional nei rapporti di coppia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cometa,

Oggi l'aiuto par arrivare da solo...

Domani vengono i miei.

Non li vedo da 3 mesi e mio padre ha un buon rapporto con lui, tanto che a volte ne son un pò gelosa.

Si la vita è mia e sta a me permetter agli altri difarmi male e quanto farmi male...

Ma sai non riesco a immaginare nè voglio una vita senza lui.

Io continuo a credere che esista l'uomo che ho conosciuto...

Magari tenendo un pò i problemi lontani le cose potrebbero andar meglio...

Sua madre non fa che dirmi di dire ai figli di star un pò con la madre e non sarebbe male.

Non ho il coraggio di chiederglielo..ma lui dovrebbe pure capirlo da solo che è un momento delicato...

Sua madre poi non fa che dirmi che dovremmo avere un figlio per trovare un equilibrio.

Ho sempre pensato che un figlio è una meta non un modo per raggiungere una meta.

Eppure oggi mi chiedo se quella donna non ha ragione...

Del resto l'egoismo scemerebbe e la gioia di una nuova vita dovrebbe esser solo positiva...

Sbaglio?

Grazie comunque a tutti.

Questo forum è un pò una manna.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sai già come la penso :;):

sono contenta che vengano i tuoi... un po' di respiro...

goditi questi giorni e se puoi, non cercare a tutti i costi la giustificazione a tutto quello che non va bene.

ti abbraccio, stai serena ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
non cercare a tutti i costi la giustificazione a tutto quello che non va bene

Si forse è questo il vero problema.

Voler riuscire a tutti i costi a far funzionare questo rapporto.

Ho investito tutto in noi, non credo di riuscir a sopportare un fallimento..

Ricambio l'abbraccio Sally :;):

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Ho sempre pensato che un figlio è una meta non un modo per raggiungere una meta."

Gia'......anche se sono sicuro che tu gli daresti un amore infinito le parole sopra sono sacrosante.

Vedo tante coppie che per dare un impulso a un rapporto ormai logorato o con problemi cercano un figlio.

Io personalmente penso che mettere al mondo una creatura come rimedio a qualcosa che non va non facci altro che amplificare i problemi all'ennesima potenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io personalmente penso che mettere al mondo una creatura come rimedio a qualcosa che non va non facci altro che amplificare i problemi all'ennesima potenza.

Non ne son certa...

Magari se i problemi (come nelmio caso) per la maggiore scaturiscono da fattori esterni.... un figlio potrebbe creare maggiore armonia.

Stanotte ci pensavo...non abbiamo mai litigato per un problema nostro.

Ogni sua crisi deriva da stress esterno...lui sbaglia a scaricar su me e io sbaglio a reagire...

Beh spero di chiarirmi meglio le idee.

Di certo so solo che se desidero è una cosa è ritrovare lui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cambio l' ordine dei tuoi post perchè mi sembra parlino e si rispondano da soli

Si forse è questo il vero problema.

Voler riuscire a tutti i costi a far funzionare questo rapporto.

Ho investito tutto in noi, non credo di riuscir a sopportare un fallimento..

io vedo una situazione presente che non sussiste naturalmente ma solo per non vanificare gli sforzi del passato

Sua madre poi non fa che dirmi che dovremmo avere un figlio per trovare un equilibrio.

Eppure oggi mi chiedo se quella donna non ha ragione...

Del resto l'egoismo scemerebbe e la gioia di una nuova vita dovrebbe esser solo positiva...

disperata soluzione che si alimenta di speranze

un figlio potrebbe creare maggiore armonia.

un figlio come "tappabuchi" per ottenere un vantaggio...

Scusa la durezza, ma riflettici bene, l' amore scaturisce dall' equilibrio non viceversa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
l' amore scaturisce dall' equilibrio non viceversa.

Le tue parole mi hanno fatto pensare.

Sai quando vedi le cose buie cerchi soluzioni e quelle che apparentemente sembrano le vie più semplici a volte attirano.

Ma le vie più semplici per lo più son scorciatoie.

Niente figli.

Non finchè non cisarà armonia totale.

Se mai cisarà.

Il passato e la frustrazione di un errore da ammettere mi bloccano ma non è solo questo.

Se fosse solo qusto riuscirei a reagire e a far i bagagli.

C'è una speranza intimamente forte, viscerale, che mi spinge a restare...a credere.

Ma d'altro canto mi accorgo anche dei limiti che sto superando con me stessa.

Rischio un crollo ne son cosciente, ma non riesco a prevenirlo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per la prima volta stavo cercando il coraggio di scriver qualcosa anche io, questo post invece esprime uno dei problemi fondamentali che vivo oggi e mi accodo all'autrice...

In vacanza o in situazioni di svago è semplice mostrarsi come si desidera, si indossano maschere mirate al volere piacere all'altro.

E io l'ho provato sulla mia pelle e lo vivo giorno dopo giorno il "togliersi le maschere" che comporta poi la vita.

Quando ho conosciuto il mio attuale compagno era una persona piena di vita, energie, altruismo...

Ho scelto di star con lui nonostante i 28 anni di differenza per il livello di attenzione e di protezione che mi dava, oltre al dialogo che ovviamente era ben più articolato rispetto a un coetaneo.

Giorno dopo giorno invece vien fuori l'Egoismo, si con la "E" maiuscola.

Pensa solo a sè da quando si alza a quando va a dormire.

Il primo pensiero la mattina è fumare.

Io soffro d'asma e per me sta diventando una gabbia questo suo chiudermi dentro per fumar in balcone.

Specie adesso col caldo...Specie oggi mentre stiravo.

Ma non capisce, riesce a vedere SOLO le sue esigenze.

E non ha rispetto per nulla, nè per il lavoro che svolgo di continuo nè per me come persona.

Far da specchio non serve a nulla, ho provato ma nessun risultato.

Gli egoisti son così presi da loro che non se ne accorgono!!

Parlare con calma par sortire effetti ma solo molto temporanei...

Perchè quando si è egoisti, inutile che si "comprende" cosa sarebbe meglio... Tanto poi fanno come gli pare.

E a te resta la ragione.

(e che te ne fai d'aver ragione???)

Litigare serve ancor meno.

Il massimo che puoi concludere è che ti sbattino la porta in faccia.

E questo accade sempre più spesso.

O dal loro podio li puoi sentire esclamare "Io posso offrirti questo, se non ti sta bene vattene".

Del resto sembra che quasi ti facciano un favore a stare con te.

E poi a loro è tutto dovuto.

Tu devi fare ciò che fai, tu devi prenderti cura di loro etc..

Loro non devono nulla.

Di solito gli egoisti evitano ogni sorta di responsabilità.

Infantili, si spesso son infantili.

Il mio compagno ha 53 anni e passa ore ed ore a giocare ocn la play station.

Non gli importa se non esco da giorni e desidero far due passi.

No, le scuse che adduce son infinite.

Ed è "scelta tua" se la notte lo aspetti fino alle 4 per andar a dormire insieme.

Penso che gli egoisti non abbiano per nulla il concetto di "coppia" nè possano comprenderlo.

Per loro la coppia è qualcuno completamente devoto.

Si, per gli egoisti la coppia è formata da uno che si ama e da un altro che lo ama.

Bravi a mostrarsi completamente diversi per raggiungere lo scopo.

Ma una volta raggiunto lo scopo beh...ecco che la loro natura vien fuori.

Il solo consiglio che mi sento di darti è quello di non dimenticarti di te, di non annientarti dietro l'egoista che hai vicino.

Se puoi trova un sostegno psicologico...Io sto cercando di trascinarlo da uno specialista che possa fargli rendere conto che vive di dipendenze e che non riesce a guardar al di là del suo naso...

E se senti che non ce la fai, che non vuoi vivere così...

Non fare il mio errore, non illuderti che col tempo le cose cambiano.

La sola cosa che cambia è che è sempre più difficile andar via.

Io spero di trovar la forza per farlo, prima di soccombere.

...In fondo viver con un egoista è peggio che viver soli.

Ti senti...Invisibile.

Ciao Piuma, mi sono iscritta al forum dopo aver letto queste tue parole perché mi trovo in questa stessa identica situazione.

Anche nel mio caso l'uomo in questione è più grande di me e questo è per lui ulteriore motivo per mettersi su un piedistallo e pensare solo a se stesso. Questa situazione va avanti da un anno, all'inizio era l'uomo perfetto, quello che finalmente sapeva cosa voleva, quello che era presente tutti i giorni e voleva stare con me, poi nel tempo è uscito questo suo egoismo che lo porta a mettere se stesso al centro del suo mondo ed io ben fuori dai suoi interessi.

Nella vita ho un carattere da leonessa combattiva ma con lui divento un agnellino indifeso.

Discutere non serve a nulla se non a far si che lui prenda le parole che vuole per metterle nell'ordine che preferisce e infine per ritorcermele contro.

Ho provato a fare anche io l'egoista ma non serve a nulla, pareva quasi che gli facessi un piacere.

So che mi vuole bene e che ci tiene a me, io ne sono innamorata e quindi è difficile scappare da lui.

Ho letto che questa conversazione risale a diversi anni fa e ho scelto di risponderti chiedendoti... com'è andata a finire? Sei riuscita ad ottenere un rapporto un po' più equo? Se sì come hai fatto? Hai consigli da darmi per cercare di vivere serenamente questa relazione con lui?

Viste da fuori queste storie sono facili, da fuori è facile dire "scappa, lascialo, non cambierà mai" ma quando ci si è dentro ci si attacca davvero a ogni speranza, anche quella più disperata, ci si piega ad ogni sua volontà anche assurda nella speranza che si accorga di quanto bene incondizionato gli si voglia.

Grazie per il tuo tempo e spero in una tua risposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.