Vai al contenuto
  • Pubblicità

ARLEY

E se ci si innamora dello psicologo?

Messaggi consigliati

ma non sarebbe meglio presentarsi da Ugo scegliendo di farlo, piuttosto che arrivarci in crisi per gli scompensi di una sospensione improvvisa di un farmaco?

sarebbe una prova di quanto sei forse adesso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


ma non sarebbe meglio presentarsi da Ugo scegliendo di farlo, piuttosto che arrivarci in crisi per gli scompensi di una sospensione improvvisa di un farmaco?

sarebbe una prova di quanto sei forse adesso.

Buona giornata a tutte, mi aggiungo anche io anche se non sono esperta ,nel dire che sarebeb il caso di non interrompere così bruscamente il farmaco e poi da Ugo è meglio tornarci in una situazione di un minimo di equilibrio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Buon giorno anche a te Euri ,

Anche io come Judi non concordo , non necessariamente in quanto esperti , loro hanno sempre ragione. Stranamente è uno degli argomenti che toccano me in questi giorni.

In seduta con lui ho toccato sotto sua insistenza degli argomenti di cui non ho gran volgia di parlare , in quanto le persone a cui sono riferiti , è meglio perderli che tenerli con se .. prchè mi hanno distrutto la vita e in un certo senso mi hanno portato da Renato.

Ebbene ora vi spiego, durante il colloquio lui mi voleva per forza rifilare la sua visione di un dato argomento , e anche il modo di come sono io rispetto a certe cose , perchè a detta sua a un certo comportamento corrisponde per forza un modo di essere... Ho repilcato che io non sono un libro di teoria che ha studiato, e che delle volte posso non spiegrami bene , a questo lui ha aggiunto che se non mi spiego bene questo fa si che lui riempia quei buchi con le sue fantasie e quindi lui dia la sua interpratazione .

Fin qui posso essere in accordo con lui, ma credo che delle volte siano le sue teorie forzate dalle sue teorie di studio.Ecco perchè gli ribadivo che io non sono un libro e ho replicando dicendo come si sente lui quando fa la sua piscoterapia , non si sente oggetto di teorie ???

Se lui ti ha detto qualcosa che non senti tuo, non sottovalutare quel qualcosa, l'aspetto potrebbe in un certo senso appartenerti e la sua elaborazione integrarsi al tuo processo di crescita...

Con questo concordo , e ritengo che anche io debba continuare il discorso in merito, però la cosa che continua a farmi arrabbiare e che riesce in un unica seduta rifilarmi alcune teorie con cui concordo alcune che non mi calzano affatto, poi io intendo dai suoi silenzi che non devo fare fantasie su di lui (? o forse si ...) , o perlomeno che non devo chidergli nulla, il che fa in modo che io le facia a go go... ma allora lo fa apposta affinchè sviluppi fantasie .... è un contorcicuito , e non ne capisco molto il senso.

Pulcino, per quanto riesco cerco di essere discreta sul forum, ehm diciamo che ho i miei buoni motivi e diciamo che per alcuni motivi la neutralità non è molto rispettata

Immagino che tu abbia i tuoi buoni motivi , immagino sia successo qualche cosa , non volevo insistere , evidentemente non è così facile da poter esprimere senza essere "sgamati " , scusami se te l'ho chiesto.

, e poi non è un problema che mi pongo perchè prevale distintamente la dimensione del ''noi due'', è una coppia che lavora e che ha una forma sotto diversi punti di vista, uomo donna, analista paziente, amato amata, padre figlia, madre figlia. Cerca di tenere duro e di essere sempre sincera verso te stessa e verso di lui, abbiamo visto più volte in queste pagine che spesso l'atteggiamento di silenzio e distacco e un modo per difendersi rispetto alle giuste pressioni affettive, ci vuole tempo, bisogna abituarsi al clima emotivo che seduta dopo seduta si va creando e trasformando per poi iniziarlo a pensare e vivere. E' molto importante il tuo ritrovarvi una sorta di circolarità e ripetitività: è la tua storia che si sta riproponendo.

Questa frase mi colpisce molto perchè da alcuni tuoi post si sente che sei persa dall'uomo , nella sua totalità che è anche imperniata dalla sua professione, nel senso che come me ti affascina ancor di più perchè è capace di entrare dentro gli animi, ma anche perchè rispetto ad un panettiere è un lavoro che affascina, in più in alcuni post lasci intendere che anche lui si perde in te . In altri post sembra che tu di sistacchi da questa posizione iniziale , e perdonami se do questa interpretazione.

Io é giusto che io tenga duro, so che lui si difende da me dal mio affetto, ma a che serve ?? la sincerità cè, ancora di più la devo esprimere '?? la sua come la chiamiamo.. reticenza???

Un bacione pulcino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

no, non la vedo così.

io in questi tre anni ho dimostrato un'enorme capacità di autocritica e disponibilità al mettermi in discussione sempre. ma gli psicoterapeuti non sono gli oracoli della verità, e non è detto che ogni cosa che dicono sia esatta. infatti lui ha detto che ho fatto bene a rivendicare la mia verità!

-mai abdicare alla propria capacità di giudizio.

-nessuno psi è una divinità omniscente

tra l'altro non mi ha detto qualcosa che potevo o meno sentire mio, mi ha detto la sua sensazione riguardo al comportamento di un'altra persona. comportamento che io, conoscendo quella persona, valuto diversamente.

Judi sono assolutamente d'accordo con te, è giusto e importante rivendicare le proprie idee se riteniamo che l'interpretazione dello psi non sia giusta

come sai io proprio ultimamente ho fatto una cosa simile con donna bettina, ho contestato una sua interpretazione, abbiamo discusso, ho esposto le mie idee e ho ascoltato il suo punto di vista, ma non per questo mi sono "adeguata", ho tenuto il putno

fare questo mi ha fatto stare veramente bene, gli effetti positivi sull'umore me li sono portati dietro per un bel po' di gironi e anche donna bettina ha apprezzato il mio comportamento

quidni secondo me il tuo modo di reagire è stato positivo, denota una crescita, un cambiamento nel tuo modo di relazionarti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Non solo non mi sono informata ma so con certezza che non fa bene interrompere di botto.

Però l'ex-Celsa :Batting Eyelashes: mi ha fatto venire il dubbio che a forza di psicoterapia potrei aver maturato risorse mie personali per far fronte alla depressione.

muchacha non metto in dubbio che tu abbia sviluppato risorse per affrontare e gestire la depressione, ma qui stiamo parlando di chimica, di eliminare una sostanza a cui il tuo corpo era abituato

cerca di capire con qualcuno qual è il modo migliore per smettere di prendere queste pasticche e non rischiare di star male e di perdere le risorse interne che avevi maturato solo per un azzardo

Vediamo. Se mi prende brutta sono sempre in tempo a telefonare alla nuova psichiatra

la nuova psichiatra chi è ?! mi sa che mi sono persa qualche pezzo.....

o, perché no, a sventolare bandiera bianca con Ugo per chiedergli una revisione della terapia pasticcologica.

non sarà una tua strategia per tornare da ugo deresponsalizzandoti.... ? :Thinking:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Judi sono assolutamente d'accordo con te, è giusto e importante rivendicare le proprie idee se riteniamo che l'interpretazione dello psi non sia giusta

come sai io proprio ultimamente ho fatto una cosa simile con donna bettina, ho contestato una sua interpretazione, abbiamo discusso, ho esposto le mie idee e ho ascoltato il suo punto di vista, ma non per questo mi sono "adeguata", ho tenuto il putno

fare questo mi ha fatto stare veramente bene, gli effetti positivi sull'umore me li sono portati dietro per un bel po' di gironi e anche donna bettina ha apprezzato il mio comportamento

quidni secondo me il tuo modo di reagire è stato positivo, denota una crescita, un cambiamento nel tuo modo di relazionarti

io e te siamo le caxxiatrici ufficiali di psicologi! :D:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ragazze mie...

ieri l'ho visto di nuovo in una situazione extra-setting, nei vari momenti della mattinata ci ciamo cercati con gli sguardi... quando mi guarda sembra che mi spogli, chissà cosa gli comunico quando lo guardo io, devo essere piena di luce e di erotismo perchè mi sento che impazzisco in quel momento, scaldare, benedire.

Mi sono innamorata di nuovo, non ce l'ho fatta a distaccarmi come dicevo nei giorni passati, c'è troppa attrazione fisica ed ora non faccio che pensare a lui, mi è passata l'arrabbiatura dei giorni passati e mi è ritornato in mente il momento in cui ha scartato il mio regalo di san valentino che ha accettato e tenuto con sè... sembrava che mi mangiasse, è stato così dolce ed emozionante.

Però quando è così, non riesco più a vedere l'analisi, non me ne frega niente, voglio solo stare tra le sue braccia (..e mi sa, da come mi cerca, che neanche lui disdegnerebbe). Confrontandomi un po', ho capito che non riesce a lavorare molto bene con me, sono io che con i miei continui richiami non lo consento e quest'attrazione non lo rende possibile ma lui è tuttavia il mio analista, abbiamo camminato tanto insieme. La nostra storia, la mia storia è li dentro, non potrei mai cambiare, non potremmo separarci. Lui stesso mi ha detto in passato che si poteva continuare: io potevo, avevo le armi per farlo ed anche lui con le spalle ben piantate nella sua profesisonalità può condurre un setting del genere...

Ora però alzo bandiera bianca..lo amo, lo amo sul serio, amo tutto quello che mi ha comunicato in questi due anni e mezzo, quello che conosco di lui, quello che è,

amo anche l'analista ed il suo lavoro (faticoso) con me, non amo l'analisi che fraintende e denatura le passioni umane...allo stesso tempo sono tentata e ho paura di mandare il lavoro all'aria, ma la fenice risorge dalle proprie ceneri e vola trasformata, so che lui saprà elaborare e trasformare tutte le follie amorose che avvengono li dentro...mi sa che sto per tuffarmi di nuovo.

euri scusa, ma se pensi di essere realmente innamorata e che lui anche provi attrazione nei tuoi confronti non sarebbe meglio interrompere la terapia e vedere cosa succede con lui e contemporaneamente trovare un altro psi con cui cominciare un percorso che possa funzionare

così non mi pare tu vada da nessuna parte.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

euri scusa, ma se pensi di essere realmente innamorata e che lui anche provi attrazione nei tuoi confronti non sarebbe meglio interrompere la terapia e vedere cosa succede con lui e contemporaneamente trovare un altro psi con cui cominciare un percorso che possa funzionare

così non mi pare tu vada da nessuna parte.....

l'avevo pensata anch'io sta cosa...

come fa a esserci la necessaria neutralità, così?

io conosco una psi che sta facendo la scuola per diventare psicanalista junghiana, e ha fatto l'analisi prima di entrare nella scuola con un analista, e ora sta continuando con un altro... non vedo problemi reali, da questo punto di vista.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

[

quote name='juditta' timestamp='1299758755' post='322541]

l'avevo pensata anch'io sta cosa...

come fa a esserci la necessaria neutralità, così?

io conosco una psi che sta facendo la scuola per diventare psicanalista junghiana, e ha fatto l'analisi prima di entrare nella scuola con un analista, e ora sta continuando con un altro... non vedo problemi reali, da questo punto di vista.

è quello che cercavo di dire .... la sensazione era quella

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

euri scusa, ma se pensi di essere realmente innamorata e che lui anche provi attrazione nei tuoi confronti non sarebbe meglio interrompere la terapia e vedere cosa succede con lui e contemporaneamente trovare un altro psi con cui cominciare un percorso che possa funzionare

così non mi pare tu vada da nessuna parte.....

l'avevo pensata anch'io sta cosa...

come fa a esserci la necessaria neutralità, così?

io conosco una psi che sta facendo la scuola per diventare psicanalista junghiana, e ha fatto l'analisi prima di entrare nella scuola con un analista, e ora sta continuando con un altro... non vedo problemi reali, da questo punto di vista.

[

è quello che cercavo di dire .... la sensazione era quella

Già

.........eppure cosa possiamo saperne noi realmente?

Per me è meglio dare fiducia a questa coppia analitica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ma è ovvio che noi non possiamo sapere nulla se non quello che ci racconta euri...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ma è ovvio che noi non possiamo sapere nulla se non quello che ci racconta euri...

A prescindere da quello che riserverà il futuro a Euri, è bello pensare che ci potrebbe essere...potrebbe vivere questa stupenda passione/amore , al di là delle regole della terapia .... poi faranno iniseme la loro scelta ....è bello sognare no ????

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ragazze io mi sono spesso posta (ed ho posto) lo stesso problema che notate voi ma è lui che conduce il gioco, io non posso fare altro che affidarmi e continuare a esprimere i miei sentimenti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

è bello sognare no ????

nella posizione professionale in cui è euri direi di no...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

rispondevo sulla frase del sogno... non metto in discussione lui. è che tu hai detto che in teoria già quest'anno potresti aprire uno studio tuo, insomma sei in una posizione che necessita la capacità di tenere i piedi per terra.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

già...continuo a dire che mi fido di lui, mi aiuterà sicuramente ad armonizzare queste istanze cn un'identità professionale stabile

mi ha detto che posso diventare realmente una brava analista se sistemo i miei nodi di emotività.

Certo la situazione, con questa neutralità così precaria, non è l'habitat ideale perchè ciò avvenga ma io ora non ce la faccio

a prendermi le responsabilità verso me stessa (so che dovrei, ma non riesco) cambiando terapeuta e lui non ha intenzione di inviarmi nonostante in passato, nei rari barlumi di sanità, io lo abbia richiesto più volte. Andiamo avanti così, lui stesso dice che si può condurre un'analisi anche con questi presupposti e lo dice con una veemenza tale che io gli credo, alla fine è lui il professionista....

rileggendo mi sono ricordata che una volta mi ha detto che è stato lui a scegliere me, perciò non mi invierà mai anche se fosse per il mio bene...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao a tutti, ogni tanto mi riaffaccio, ma vivo di alti e bassi...... spero stiate tutti/e bene (se così si può dire....) Juditta... Digi....

Lunedì ho avuto la seduta dopo 15 giorni, di comune accordo abbiamo allungato i tempi, e tutto sembrava andar bene, l'altro giorno mi ha fissato l'appuntamento fra 3 settimane, io al momento gli ho detto si,si va benissimo, la mia dipendenza nei suoi confronti è decisamente calata...... Uscita da li, la confusione totale, sarei voluta tornare a dirgli che 3 settimane sono troppe, non credo vada bene, perchè sono sicura che con tutto questo spazio il filo che ci lega inevitabilmente è destinato a spezzarsi, sarà difficile mantenere da una volta all'altra il "filo del discorso" Credo gli parlerò la prossima volta, ma comunque non riesco a capirmi, non so perchè non riesco a darci un taglio..........Un abbraccio a tutte/i...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

alla fine è lui il professionista....

rileggendo mi sono ricordata che una volta mi ha detto che è stato lui a scegliere me, perciò non mi invierà mai anche se fosse per il mio bene...

mi potete dire quello che volete, ma 'ste frasi se le potrebbe pure tenere...

si è lui i professionista, ma tu hai dichiarato di voler aprire uno studio tuo. forse dovresti iniziare a vedere te stessa come una professionista.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao a tutti, ogni tanto mi riaffaccio, ma vivo di alti e bassi...... spero stiate tutti/e bene (se così si può dire....) Juditta... Digi....

Lunedì ho avuto la seduta dopo 15 giorni, di comune accordo abbiamo allungato i tempi, e tutto sembrava andar bene, l'altro giorno mi ha fissato l'appuntamento fra 3 settimane, io al momento gli ho detto si,si va benissimo, la mia dipendenza nei suoi confronti è decisamente calata...... Uscita da li, la confusione totale, sarei voluta tornare a dirgli che 3 settimane sono troppe, non credo vada bene, perchè sono sicura che con tutto questo spazio il filo che ci lega inevitabilmente è destinato a spezzarsi, sarà difficile mantenere da una volta all'altra il "filo del discorso" Credo gli parlerò la prossima volta, ma comunque non riesco a capirmi, non so perchè non riesco a darci un taglio..........Un abbraccio a tutte/i...

non te ne fare un cruccio, la fase della separazione ha i suoi tempi, ci possono volere anche mesi di sedute diradate.

spero tu stia meglio...

un bacione

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

A prescindere da quello che riserverà il futuro a Euri, è bello pensare che ci potrebbe essere...potrebbe vivere questa stupenda passione/amore , al di là delle regole della terapia .... poi faranno iniseme la loro scelta ....è bello sognare no ????

sognare è bellissimo, ma non ha nulla a che fare con il procedere della terapia.....

secondo me euridice dovrebbe capire cosa realmente vuole in questo momento, cosa è importante, se portare avanti la terapia o se provare ad avere un rapporto extraterapeutico con lo psi. le 2 cose non si escludono a vicenda, ma non credo siano realizzabili restando in terapia con questo psi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

già...continuo a dire che mi fido di lui, mi aiuterà sicuramente ad armonizzare queste istanze cn un'identità professionale stabile

mi ha detto che posso diventare realmente una brava analista se sistemo i miei nodi di emotività.

Certo la situazione, con questa neutralità così precaria, non è l'habitat ideale perchè ciò avvenga ma io ora non ce la faccio

a prendermi le responsabilità verso me stessa (so che dovrei, ma non riesco) cambiando terapeuta e lui non ha intenzione di inviarmi nonostante in passato, nei rari barlumi di sanità, io lo abbia richiesto più volte. Andiamo avanti così, lui stesso dice che si può condurre un'analisi anche con questi presupposti e lo dice con una veemenza tale che io gli credo, alla fine è lui il professionista....

rileggendo mi sono ricordata che una volta mi ha detto che è stato lui a scegliere me, perciò non mi invierà mai anche se fosse per il mio bene...

scusa euri , ma questa non l'ho proprio capita....

vuol dire che se lui si rendesse conto che per il bene della terapia tu dovresti andare da un altro psi lui non ti farebbe andare ?! :blink:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Ciao a tutti, ogni tanto mi riaffaccio, ma vivo di alti e bassi...... spero stiate tutti/e bene (se così si può dire....) Juditta... Digi....

Lunedì ho avuto la seduta dopo 15 giorni, di comune accordo abbiamo allungato i tempi, e tutto sembrava andar bene, l'altro giorno mi ha fissato l'appuntamento fra 3 settimane, io al momento gli ho detto si,si va benissimo, la mia dipendenza nei suoi confronti è decisamente calata...... Uscita da li, la confusione totale, sarei voluta tornare a dirgli che 3 settimane sono troppe, non credo vada bene, perchè sono sicura che con tutto questo spazio il filo che ci lega inevitabilmente è destinato a spezzarsi, sarà difficile mantenere da una volta all'altra il "filo del discorso" Credo gli parlerò la prossima volta, ma comunque non riesco a capirmi, non so perchè non riesco a darci un taglio..........Un abbraccio a tutte/i...

le separazioni sono sempre difficili e immagino che questa separazione sia ancora più difficile

credo sia normale avere degli alti e bassi, dei momenti in cui ci si sente più indipendenti e forti e poi dei momenti in cui si ha paura di "chiudere" questo rapporto

datti tempo, tutto il tempo di cui hai bisogno e non ti colpevolizzare per questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.