Vai al contenuto

Pubblicità

lastellaelarcobaleno

Ma l'amore allora esiste o no ?

Messaggi consigliati

Ospite filotea
si possono gestire

chissà che quando ci riuscirai i tuoi sogni (alludo a quelli notturni di cui parli in un altro 3d) non cambino e diventino più sereni.

ciao zazà,

non avevo ancora letto il tuo commento.

I sentimenti non si possono sempre gestire,ecco perchè ci innamoriamo!

Con i miei sogni notturni non ci azzecca niente...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


Ospite filotea
è che alcuni sogni rischiano di trasformarsi in incubi...

ti quoto ...

penso che difronte a determinate scelte bisogna davvero usare la ragione...

che tavolta viene soprafatta dai sentimenti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ciao Arco,

ancora innamorato di Stella?

AHI AHI

Andare in psicoterapia di sicuro non ti farebbe male,se dovessi avere problemi economici allora puoi recarti in un consultorio...

Secondo me non ti conosci abbastanza...

Cambiare legione,identità e sesso è una soluzione ad dir poco 'stupida',ma capisco il tuo stato d'animo..poi da un edonista come te,be' cambiare sesso sembra un'assurdità.

Tua moglie è sempre in terapia?Come procede?

Rispondimi seriamente,

sei innamorato di Stella?

un abbraccio

p.s. di sicuro juditta,quinta,mio e gli altri avranno da consigliarti al meglio.

la teoria del decimo mese è da gettare....

come diceva Mao colpirne uno per educarne cento.

Sai Tea certamente la psicoterapia mi aiuterebbe.Ma a cosa?A smettere di desiderare ciò che voglio e sogno.bè allora soldi buttati io dico,ci pensa l'esistenza a questo che bisogno c'è anche di sentirmelo dire?

Mi conosco abbastanza da non voler sapere di più per il momento,non do di matto,faccio il mio dovere come tutti i bravi soldatini in fila allineati e inquadrati,sotto naja,faccio tutto ciò che tutti si aspettano da me per avere il puzzle al suo posto ,tutti,Stella inclusa,sono di una concretezza materiale che mi disorienta,del resto è molto più facile recitare che vivere,le balle ben vestite sono le prime ad entrare ai ricevimenti in società.

No mia moglie ha smesso.Adesso sembra moderatamente serena.

Non passa attimo che io non pensi a lei,rispondi tu a me,cos'è?Demenza?Ossessione?Testardaggine?Romanticismo?Stupidità?mmm...la mezz'età?Trauma infantile?Allucinazioni?

abbraccissimo Tea.

P.s.ma perchè i consultori regalano i milioni di dollari??e a che ora aprono?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ciao zazà,

non avevo ancora letto il tuo commento.

I sentimenti non si possono sempre gestire,ecco perchè ci innamoriamo!

Con i miei sogni notturni non ci azzecca niente...

ti quoto ...

penso che difronte a determinate scelte bisogna davvero usare la ragione...

che tavolta viene soprafatta dai sentimenti

Forse sono stata imprecisa nell'esprimermi.

Ora non ricordo nemmeno perchè avevo fatto riferimento ai tuoi sogni.

Non intendevo gestione come sinonimo di controllo, o peggio, soppressione dei sentimenti.

Semmai intendevo l'uso della consapevolezza, un'utile mediazione o qualcosa tipo quello che hai scritto dopo e che ho quotato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite filotea
la teoria del decimo mese è da gettare....

come diceva Mao colpirne uno per educarne cento.

Sai Tea certamente la psicoterapia mi aiuterebbe.Ma a cosa?A smettere di desiderare ciò che voglio e sogno.bè allora soldi buttati io dico,ci pensa l'esistenza a questo che bisogno c'è anche di sentirmelo dire?

Mi conosco abbastanza da non voler sapere di più per il momento,non do di matto,faccio il mio dovere come tutti i bravi soldatini in fila allineati e inquadrati,sotto naja,faccio tutto ciò che tutti si aspettano da me per avere il puzzle al suo posto ,tutti,Stella inclusa,sono di una concretezza materiale che mi disorienta,del resto è molto più facile recitare che vivere,le balle ben vestite sono le prime ad entrare ai ricevimenti in società.

No mia moglie ha smesso.Adesso sembra moderatamente serena.

Non passa attimo che io non pensi a lei,rispondi tu a me,cos'è?Demenza?Ossessione?Testardaggine?Romanticismo?Stupidità?mmm...la mezz'età?Trauma infantile?Allucinazioni?

abbraccissimo Tea.

P.s.ma perchè i consultori regalano i milioni di dollari??e a che ora aprono?

Andare in psicoterapia non sono per niente soldi buttati.Io benedico i soldi che ho speso e ancora spendo per la psicoterapia.

Anch'io inizialmente non volevo andare in psicoterapia perchè ero sicura di stare bene e di avere tutte le situazioni in pugno,oggi rimangio tutto...mi sono scoperta debole,insicura...ma non scema.

I consultori aprono la mattina e normalmente fanno orario continuo fino alla sera...si va per appuntamento...puoi provare a recarti di mattino ,al consultorio del comune di residenza ,e chiedere un colloquio psicologico...di sicuro il personale ti darà tutte le informazioni.

Tua moglie a smesso per sua iniziativa o in comune accordo con lo psi?

Pensi sempre a Stella?

Anche quando...?Bah!!!

Secondo me la tua sta diventando ossessione...

Perchè non provi a pensare un pò a te stesso?

Senza creare danni a chi ti sta affianco...

kiss

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite filotea
Forse sono stata imprecisa nell'esprimermi.

Ora non ricordo nemmeno perchè avevo fatto riferimento ai tuoi sogni.

Non intendevo gestione come sinonimo di controllo, o peggio, soppressione dei sentimenti.

Semmai intendevo l'uso della consapevolezza, un'utile mediazione o qualcosa tipo quello che hai scritto dopo e che ho quotato.

Ok,allora ci siamo chiarite.

bacissimi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Andare in psicoterapia non sono per niente soldi buttati.Io benedico i soldi che ho speso e ancora spendo per la psicoterapia.

Anch'io inizialmente non volevo andare in psicoterapia perchè ero sicura di stare bene e di avere tutte le situazioni in pugno,oggi rimangio tutto...mi sono scoperta debole,insicura...ma non scema.

I consultori aprono la mattina e normalmente fanno orario continuo fino alla sera...si va per appuntamento...puoi provare a recarti di mattino ,al consultorio del comune di residenza ,e chiedere un colloquio psicologico...di sicuro il personale ti darà tutte le informazioni.

Tua moglie a smesso per sua iniziativa o in comune accordo con lo psi?

Pensi sempre a Stella?

Anche quando...?Bah!!!

Secondo me la tua sta diventando ossessione...

Perchè non provi a pensare un pò a te stesso?

Senza creare danni a chi ti sta affianco...

kiss

Che ti devo dire?

Come fai a dire che ora stai meglio perchè hai fatto psicoterapia e ti sei scoperta debole e insicura?Al massimo potrai sentirti maggiormente consapevole ma stare meglio e di fatto poi devi continuare ad andarci.Quindi o caratterialmente sei convinto che ti servirà ed allora puoi anche affidarti alla fede in Buddha,Maometto ecc,alla psicoterapia,tu per tu,di gruppo,con i fiori di bach oppure se come me pensi che uno si deve cavare fuori dalle pesche da solo,imparando a conoscere se stesso dai propri stessi errori e allora sono soldi buttati oltre al piccolo particolare di mettere la tua vita psicologica tra le mani di chi?Conosci le capacità del tuo psi da poter contare sul fatto che ti sta aiutando?Non credi che se andassi da un prete o leggessi libri sull'argomento potresti arrivare da sola a capire te stessa?Di fatto quando vai lìm alle sedute che fai?Non mandi fuori te stessa?No grazie fare le scale forse è più lungo come percorso ma non mi piace vincere facile e la mia vita comunque scorre come tutte le altre con la sua fenomenale bellezza ed inutilità al tempo stesso,insostituibile ed insindacabilmente fine a se stessa,ch'èl'essenza del vivere,nessun profondo significato,siamo creature nate per caso,abbiamo una vita media x,un sacco di possibili disturbi y,ci vengono insegnati un sacco di dogmi,limiti e traguardi che è bene nell'ordine :rispettare ciecamente,non valicare mai,raggiungere pena l'infelicità.Siamo questo e null'altro tant'è che chi non lo capisce o non lo accetta si è dovuto inventare nei millenni in cui la nostra consapevolezza d'essere si è fatta grande,un motivo superiore,insondabile,inponderabile e sconosciuto,la fede.Religiosa,sacra o pagana,politica,di un colore o del suo opposto.Il punto è che sembra così impossibile che ci sia "solo" quel che vediamo e sentiamo nella sua straordinaria banalità e semplicità che certo pensiamo qualcosa di più,c'è,da qualche parte.Bè non è così,nasciamo,viviamo per un certo tempo e moriremo un giorno,ritornando quell'inerte materia che eravamo prima di essere assemblati.Tutto quello che viviamo in mezzo ai 2 punti estremi dipende solo da quanto lasciamo che ci venga raccontata o meno una verità a cui credere e seguire.Per fortuna o per sfortuna sinora ho visto tutte e due le favole raccontate in maniera simmetricamente contrapposta da concludere che siamo ben poco padroni nel senso vero della parola delle nostre vite e peggio che generalmente senza un qualche tipo di condizionamento esterno faremmo fatica a fare qualsiasi tipo di cosa,di fatto siamo le bestie più arretrate del pianeta se non fosse per il pollice opponibile non saremmo qui a scrivere e leggere e produrre ,lavorare.....quindi la mente può stare benissimo così com'è ,non vi sono cure perchè non c'è malattia,solo brutte esperienze,sempre provocate da altre bestie come noi,nostri simili.La psicoterapia non può cancellare la nostra stessa natura non credi Tea?

Mia moglie ha smesso di comune accordo con la tizia del consultorio.

Penso ogni istante della mia vita a Stella,ma non mi sento ossessionato.

Sopratutto quando penso a me stesso penso a lei.

Mentire e nascondere me stesso a chi mi sta affianco non lo danneggia a quanto pare perchè si vede che la mia capacità recitativa è alquanto grande,stanno tutti bene a casa,tutto va bene.

Ciao Tea

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

arco ti faccio notare che quello che hai scritto dimostra che non sai praticamente nulla di cosa sia una psicoterapia, di come funziona e di quali siano gli obiettivi... potrei dilungarmi a rispondere ma andrei inevitabilmente ot

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

arco, psicoterapia. preti e libri sono cose completamente diverse e non paragonabili

mi sembra chiaro che non hai chiaro il concetto di psicoterapia, ma ti assicuro che leggendo libri in materia non ottieni lo stesso risultato che puoi avere con il confronto con uno psicoterapeuta (il prete poi non lo considero nemmeno.....)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite filotea

Ciao arco,

concordo con il pensieri di juditta e froggy...

Puoi prenderti un pò di tempo,e pensare seriamente a un aiuto da parte di uno psicoterapeuta che non ha niente a che vedere con consultarsi con libri e religiosità...io lo facevo prima della psicoterapia ...pensavo di aver raggiunto una buona stima di me...mentre dopo mi sono accorta che era solo un modo per soffocare le mie problematiche che solo una competenza psicolgica può aiutare ...poi i libri,religione sono cose che aiutano a migliorare la cultura ma non definitivamente te stesso...

Poi,una volta avuto un colloquio con un psicoterapeuta sarà lui a decidere se hai bisogno di un aiutino o se hai già raggiunto un buon alto grado di serenità...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
arco ti faccio notare che quello che hai scritto dimostra che non sai praticamente nulla di cosa sia una psicoterapia, di come funziona e di quali siano gli obiettivi... potrei dilungarmi a rispondere ma andrei inevitabilmente ot

ok assolutamente vero non ne sò nulla ne ho fatto ricerche in merito,il mio unico avvicinamento ad uno psicologo è stato quando ho smesso di fumare.Non so come funziona ma voglio abbandonarmi all'idea forse avventata di pensare che trattandosi di terapia,il suo obbiettivo sia portare chi ne fa uso lontano dal suo disturbo,magari comprendendolo e nel contempo svelandone le cause.Capirsi e curarsi?Ok magari ho sbagliato di nuovo.Però permettimi di pensare che come chi mi racconta che il percorso di fede e lungo e tortuoso e bisogna accettare di affidarsi a terzi che ti guidano in questo personalmente ed umilmente mi rifiuto di mettere svariati eurini nelle mani di uno specialista che mi faccia dire chi sono,perchè,sogni,aspirazioni,frustrazioni,il tutto ed il niente.Sarà che di salute ho altri problemi e non avendo ancora vinto la lotteria e tenendo famiglia devo fare selezione.Anche miamoglie andava ad un consultorio ma non era gratis quindi.

Se posso dire la verità anche sul come vedo poi un percorso psicoterapico giudicando anche dall'equilibrio riscontrato tra chi conosco frequentarli nella vita reale come qui nel forum stesso bè,my god,qual'è la percentuale di successo nella terapia?

Una cosa che so perchè lo stesso psi che mi fece smettere di fumare mi confermò quando glielo dissi è che la convinzione di avere dei benefici o della riuscita di qualcosa deve venire da noi prima di tutto,infatti sapevo bene che era così,infatti funzionò subito.Non credo però che si possa ingannare la mente su tutto e in soldoni credo che la psicoterapia somigli molto ad una sciacquata di cervello che non ho nessuna voglia di avere,se mi sbaglio lo scoprirò.

Per il resto J,grazie della nota ma sull'argomento in sè nulla di nuovo da aggiungere?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
arco, psicoterapia. preti e libri sono cose completamente diverse e non paragonabili

mi sembra chiaro che non hai chiaro il concetto di psicoterapia, ma ti assicuro che leggendo libri in materia non ottieni lo stesso risultato che puoi avere con il confronto con uno psicoterapeuta (il prete poi non lo considero nemmeno.....)

vabene Froggy come ho detto a J il punto è che non credo alla psicoterapia esercitata da terzi.Voglio rimanere padrone almeno della mia mente.Però è una bella idea per un topic

Cos'è la psicoterapia,obiettivi e percorsi.....oppure

Religioni,Politica e psicoterapia,quali le assonanze psicologiche?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ciao arco,

concordo con il pensieri di juditta e froggy...

Puoi prenderti un pò di tempo,e pensare seriamente a un aiuto da parte di uno psicoterapeuta che non ha niente a che vedere con consultarsi con libri e religiosità...io lo facevo prima della psicoterapia ...pensavo di aver raggiunto una buona stima di me...mentre dopo mi sono accorta che era solo un modo per soffocare le mie problematiche che solo una competenza psicolgica può aiutare ...poi i libri,religione sono cose che aiutano a migliorare la cultura ma non definitivamente te stesso...

Poi,una volta avuto un colloquio con un psicoterapeuta sarà lui a decidere se hai bisogno di un aiutino o se hai già raggiunto un buon alto grado di serenità...

Ma entrando nello specifico,dimmi Tea,perchè insisti a dire che dovrei fare questo check-up psicologico?

Evidentemente do adito di pensare che questo mi sia necessario altrimenti non me lo diresti.Però mi dite anche che è un argomento non assimilabile da libri od altro.Mmmm allora chi va in terapia diventa psicologo ed è in grado di riconoscere sintomatologie?Avete tutti fatto studi universitari specifici?Altrimenti non capisco...riconoscete in me qualcosa di vostri comportamenti pre-terapici?Premetto che non sono ironico,faccio solo domande.

Nel caso del fumo sapevo essere un comportamento errato,che pur sapendo non ero in grado con la sola volontà di terminare a livello cosciente.

Qui il piano è diverso almeno io credo e percepisco,a meno che non torniamo al punto in cui io mi chiedo se i sentimenti sono un disturbo psicologico,lo sono oppure no?Io non vedo problemi psicologici in quello che sento.Sociopolitci e religiosi sì ma di quelli me ne sbatto poichè non esistono in realtà.Allora se amo sono malato?Quindi se non amo sono sano?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
ok assolutamente vero non ne sò nulla ne ho fatto ricerche in merito,il mio unico avvicinamento ad uno psicologo è stato quando ho smesso di fumare.Non so come funziona ma voglio abbandonarmi all'idea forse avventata di pensare che trattandosi di terapia,il suo obbiettivo sia portare chi ne fa uso lontano dal suo disturbo,magari comprendendolo e nel contempo svelandone le cause.Capirsi e curarsi?Ok magari ho sbagliato di nuovo.Però permettimi di pensare che come chi mi racconta che il percorso di fede e lungo e tortuoso e bisogna accettare di affidarsi a terzi che ti guidano in questo personalmente ed umilmente mi rifiuto di mettere svariati eurini nelle mani di uno specialista che mi faccia dire chi sono,perchè,sogni,aspirazioni,frustrazioni,il tutto ed il niente.Sarà che di salute ho altri problemi e non avendo ancora vinto la lotteria e tenendo famiglia devo fare selezione.Anche miamoglie andava ad un consultorio ma non era gratis quindi.

Se posso dire la verità anche sul come vedo poi un percorso psicoterapico giudicando anche dall'equilibrio riscontrato tra chi conosco frequentarli nella vita reale come qui nel forum stesso bè,my god,qual'è la percentuale di successo nella terapia?

Una cosa che so perchè lo stesso psi che mi fece smettere di fumare mi confermò quando glielo dissi è che la convinzione di avere dei benefici o della riuscita di qualcosa deve venire da noi prima di tutto,infatti sapevo bene che era così,infatti funzionò subito.Non credo però che si possa ingannare la mente su tutto e in soldoni credo che la psicoterapia somigli molto ad una sciacquata di cervello che non ho nessuna voglia di avere,se mi sbaglio lo scoprirò.

Per il resto J,grazie della nota ma sull'argomento in sè nulla di nuovo da aggiungere?

semplicemente tu hai un idea della psicoterapia simile a... il lavaggio del cervello???

come se uno psi ti mettesse le mani nella testa e facesse tutto lui, mentre tu te ne stai li passivamente a farti aggiustare...

magari arco, magari... sarebbe molto più facile! invece è un duro lavoro a due, nel quale il sangue lo sputi tu paziente (e non tutti i pazienti sono pronti o hanno la volontà di farlo...) e un terapeuta mette in campo le sue competenze per aiutarti dove da solo non arrivi...altrimenti non avresti cercato una terapia.

poi c'è la psicanalisi intesa come percorso di conoscenza di se stessi...che non è necessariamente "curativa"

per il resto io non t'ho consigliato nessuna terapia, ho messo solo in evidenza i tuoi pregiudizi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Allora se amo sono malato?Quindi se non amo sono sano?

esistono anche modi "malati" di amare.

se lo chiedi a uno che segue di nascosto la ex e la perseguita...probabilmente ti risponderà che lo fa "perchè la ama..."

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
semplicemente tu hai un idea della psicoterapia simile a... il lavaggio del cervello???

come se uno psi ti mettesse le mani nella testa e facesse tutto lui, mentre tu te ne stai li passivamente a farti aggiustare...

magari arco, magari... sarebbe molto più facile! invece è un duro lavoro a due, nel quale il sangue lo sputi tu paziente (e non tutti i pazienti sono pronti o hanno la volontà di farlo...) e un terapeuta mette in campo le sue competenze per aiutarti dove da solo non arrivi...altrimenti non avresti cercato una terapia.

poi c'è la psicanalisi intesa come percorso di conoscenza di se stessi...che non è necessariamente "curativa"

per il resto io non t'ho consigliato nessuna terapia, ho messo solo in evidenza i tuoi pregiudizi.

bè ma consigliarmi una psicoterapia mica l'avrei presa come un'offesa anzi immagino uno lo facci ain buona fede riconoscendo che l'altro ne abbisogna.Il punto è che io non inseguo nè perseguito nessuno,faccio tutto il bravo padre e marito ecc ecc ma devo mentire sul mio stato d'animo,nè posso dire quel che sento liberamente senza ferire chi mi sta vicino.Allora direo che per la psicanalisi sono coperto da me stesso,mentre non capisco come potrebbe o meglio dovrebbe aiutarmi a fare che uno psicologo.A smettere di amare una donna?Boh non mi sembra una cosa sana in verità,a meno che amare ripeto non sia un disturbo.Parlo di sentimenti vissuti in maniera mediamente normale del tipo,ti amo vorrei esserti vicino,condividere.Nessun impermeabile,ne chiamate anonime conosco l'articolo,ci sono passato in adolescenza.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
bè ma consigliarmi una psicoterapia mica l'avrei presa come un'offesa anzi immagino uno lo facci ain buona fede riconoscendo che l'altro ne abbisogna.Il punto è che io non inseguo nè perseguito nessuno,faccio tutto il bravo padre e marito ecc ecc ma devo mentire sul mio stato d'animo,nè posso dire quel che sento liberamente senza ferire chi mi sta vicino.Allora direo che per la psicanalisi sono coperto da me stesso,mentre non capisco come potrebbe o meglio dovrebbe aiutarmi a fare che uno psicologo.A smettere di amare una donna?Boh non mi sembra una cosa sana in verità,a meno che amare ripeto non sia un disturbo.Parlo di sentimenti vissuti in maniera mediamente normale del tipo,ti amo vorrei esserti vicino,condividere.Nessun impermeabile,ne chiamate anonime conosco l'articolo,ci sono passato in adolescenza.

l'esempio era appunto un esempio di "amore" non sano. o comunque un esempio di come a volte si chiama amore ciò che non ha niente a che vedere con l'amore...

comunque non voleva essere riferito al tuo comportamento.

ripeto, non ti ho consigliato psicoterapie... dovresti fare questa domanda a chi te l'ha consigliato!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite filotea

Ciao Arco,

il mio psi mi ripete spesso:

Vuoi diventare brava come me? Allora fai quello che ti dico!!! E il tuo dottore ti aiuterà a diventare brava....

Io,non ho studiato psicologia e attualmento svolgo un lavoro diverso ,ma come in ogni contesto lavorativo ,sociale bisogna migliorarsi ,questo solo usando strategie comportamentali...

Non voglio insistere sulla psicoterapia,ognuno fa quel che si sente...poi in terapia ci vuole collaborazione ,se no è tutto inutile...

Allora se amo sono malato?Quindi se non amo sono sano?

Non sei malato!

Amare è una cosa bellissima,ma c'è bisogno di equilibrio...di conoscenza...

Perchè ti affligge così tanto stella?

Oggi,sei innamorato di lei?

Stella ,oggi,è innamorata di te?

Per me,tu hai vissuto bei momenti con stella,dovresti imparare a aprezzare le cose belle successe e quelle che oggi ti circondano...come i figli...Dici che sei un marito e padre perfetto,ma nessuno è perfetto!Non dovresti sforzarti a essere quello che non sei...i tuoi figli,moglie ,colleghi,amici,conoscenti (anche se rompi)ti amano così come sei...

Dai valore a te stesso e vedrai come Stella diventerà solo un ricordo...ma per favore che tutto questo ti serva a non cadere più...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.