Vai al contenuto

Pubblicità

lastellaelarcobaleno

Ma l'amore allora esiste o no ?

Recommended Posts

Dedicato ad Arco :3_6: ...ed a tutti quelli che, come a me, gli si è spezzato un sogno:

"CI VUOLE TEMPO PER ACCETTARE LA FINE DI UN SOGNO, E CI VUOLE TEMPO PER CAPIRE CHE, DI SOGNI, SE NE POSSONO FARE ALTRI." :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicità


io di tutta questa storia mi domando . .ma come si fa a tornare indietro ?. .

e lo dico per tutti e due.

quando capisci che non ami piu' la persona che ti sta a fianco non conviene lasciarsi innanzitutto. ?

civilmente ?

oppure non ho capito un H : (

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Grazie Priscilla...

ho provato a metterlo alle strette, credimi, in 2 anni, forse le ho provate tutte, ma stavo rischiando di perderlo. Lo vorrei tant otutto per me!!! Mettere sotto pressione una persona è sempre sbagliato...

Oggi che è sabato e tante mie coetanee son in giro a divertirsi, io sono rimasta qui ad accarezzare pensieri e riocrdi. Stasera mi sentivo sola. I miei migliori amici sono troppo distanti .Se li chiamassi li troverei di certo ,am farei star male anche loro, quindi

VI DICO GRAZIE per i consigli ma soprattutto per la vicinanza che mi state dimostrando. Ve ne sono tanto grata

ARCOOOOOOOOOOOOOOOO L'AMORE ESISTEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

ps PRiscilla, per quello che scrive Arco, è solo AMORE...

io invece sarò stupida...ma il fatto che lui non voglia stare con te...non ti mette qualche dubbio che questo AMOREEEEEEEEE non sia poi così reciproco?

farò la figura della stronza. ma mi sembra che tu abbia una concezione assolutamente masochistica dell'amore. amore come schiavitù, annullamento di se stessi e delle proprie (legittime) esigenze ed aspettative. amore nel quale ci si deve annullare per non perdere l'altro.

ma è amore questo?

non credo neanche che sia l'amore in cui crede arco...

con questo non voglio dire che se non si è corrisposti l'amore svanisce magicamente. non è così e lo posso testimoniare in prima persona.

però forse è diverso amare qualcuno che non ci corrisponde, piuttosto che amare qualcuno che non ci rispetta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Dedicato ad Arco :3_6: ...ed a tutti quelli che, come a me, gli si è spezzato un sogno:

"CI VUOLE TEMPO PER ACCETTARE LA FINE DI UN SOGNO, E CI VUOLE TEMPO PER CAPIRE CHE, DI SOGNI, SE NE POSSONO FARE ALTRI." :rolleyes:

E ci vuole tempo esperienza e voglia di vivere per capire che i sogni senza un solido senso della realtà sono destinati ad autodistruggerci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E ci vuole tempo esperienza e voglia di vivere per capire che i sogni senza un solido senso della realtà sono destinati ad autodistruggerci.

Cara Zazà,

leggendo le tue parole, mi sembra di perpcepire che il mio è per te solo un sogno... Sarebbe piu corretto dire che è il mio desiderio. La realtà penso che si costruisca ogni giorno con azioni e scelte quotidiane..non credi? Io quando ho scelto di partire per venire qui, l'ho fatto consapevolmente. I rischi si posson calcolare, ma ovviamente non tutti. sn sempre stata una testarda ,e per le cose che dipendevano o dipendono da me, solo da me, se volevo veramente arrivare alla meta , ci sono sempre riuscita. Ho sofferto , sì, ma poi, mi snon sentita molto gratificata. E queste esperienze mi hanno fatto capire solo che se davvero si vuole qualocsa, la si puo ottenere. E non c'è santo che tenga. Poi se ci son i sentimenti a muovere i tuoi passi..e ki ti ferma piu. anke quando sei senza energie, per unattimo positivo su 10 negativi, riacquisti tutta la forza che avevi perso. Se potessi tornare indietro rifarei tutto. Magari dovrei pensare più a me stessa, questo si. ma un Amore cosi, non capita tutti i giorni. non l'ho alimentato di illusioni, nè l'ho alimentato da sola. E 'cresciuto nel silenzio, fion a diventare un oceano travolgente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E ci vuole tempo esperienza e voglia di vivere per capire che i sogni senza un solido senso della realtà sono destinati ad autodistruggerci.

possono esistere?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E ci vuole tempo esperienza e voglia di vivere per capire che i sogni senza un solido senso della realtà sono destinati ad autodistruggerci.

non lo so .. io credo che i sogni sono belli proprio perchè sganciati dalla realtà . .se no si chiamano progetti.

invece credo che i sogni vanno seguiti con coraggio anche se sembrano folli..

e poi se le cose vanno male pazienza..

ma metterli nel cassetto e buttare la chaive mi pare un po triste .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
è che alcuni sogni rischiano di trasformarsi in incubi...

ho letto un pò gli ultimi post, e condivido che i sogni vanno coltivati ma bisogna sempre tener distinti i sogni realizzabili, che hanno cioè qualche possibilità di farcela e per cui il gioco vale la candela e quelli che per riprendere la frase riassuntiva di juditta si possono trasformare in incubi....non dico abbandonarli completamente ma seguirli con una certa dose di razionalità....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cara Zazà,

leggendo le tue parole, mi sembra di perpcepire che il mio è per te solo un sogno... Sarebbe piu corretto dire che è il mio desiderio. La realtà penso che si costruisca ogni giorno con azioni e scelte quotidiane..non credi? Io quando ho scelto di partire per venire qui, l'ho fatto consapevolmente. I rischi si posson calcolare, ma ovviamente non tutti. sn sempre stata una testarda ,e per le cose che dipendevano o dipendono da me, solo da me, se volevo veramente arrivare alla meta , ci sono sempre riuscita. Ho sofferto , sì, ma poi, mi snon sentita molto gratificata. E queste esperienze mi hanno fatto capire solo che se davvero si vuole qualocsa, la si puo ottenere. E non c'è santo che tenga. Poi se ci son i sentimenti a muovere i tuoi passi..e ki ti ferma piu. anke quando sei senza energie, per unattimo positivo su 10 negativi, riacquisti tutta la forza che avevi perso. Se potessi tornare indietro rifarei tutto. Magari dovrei pensare più a me stessa, questo si. ma un Amore cosi, non capita tutti i giorni. non l'ho alimentato di illusioni, nè l'ho alimentato da sola. E 'cresciuto nel silenzio, fion a diventare un oceano travolgente...

Ti assicuro che sono l'ultima persona che può permettersi di giudicare le tue emozioni e le tue azioni, poi, parliamo di senso della realtà e non di realtà.

Anche il desiderio deve essere accompagnato da senso della realtà per trovare la sua giusta realizzazione.

Non volevo dire che il tuo è solo un sogno, e ora non riesco a pensare nemmeno chissà quali differenze tra sogno e desiderio.

è bella la tua caparbietà, la tua testardaggine e stanotte, quando ho postato nella sezione "caro diario" la poesia che segue, pensavo proprio alla forte determinazione, alla 'dolce prepotenza' che sottende all'amore intenso.

Da che m'avvelenò crudele Amore

la prima volta il petto col suo fuoco,

sempre io arsi al suo furor divino

che non un giorno abbandonò il mio cuore.

Qual sia fatica, e molte me ne diede,

qual sia minaccia e prossima rovina,

o idea di morte che di tutto è fine,

di nulla il cuore acceso si sorprese.

Più l'amore ci assale duramente

e più ci fa raccogliere le forze

e sempre freschi alle sue lotte rende:

ma non perchè ci vuole favorire,

lui che disprezza uomini e Divini,

ma per parer più forte contro i forti

Louise Labé, Il canzoniere

Senso di realtà può significare tante cose.......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
è che alcuni sogni rischiano di trasformarsi in incubi...

è esattamente quello che è successo a me perchè ero una gran testa di xxxx

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ho letto un pò gli ultimi post, e condivido che i sogni vanno coltivati ma bisogna sempre tener distinti i sogni realizzabili, che hanno cioè qualche possibilità di farcela e per cui il gioco vale la candela e quelli che per riprendere la frase riassuntiva di juditta si possono trasformare in incubi....non dico abbandonarli completamente ma seguirli con una certa dose di razionalità....

Quoto e aggiungo una certa dose di consapevolezza, che poi significa comprensione profonda di se stessi e dell'altro.

Per me non si tratta di fare i conti solo con la propria coscienza ma anche con il proprio inconscio che spessissimo ci porta in direzione completamente opposta a quella in cui crediamo di andare. Alla faccia dello nostro grandissimo desiderio di AMORE.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
non lo so .. io credo che i sogni sono belli proprio perchè sganciati dalla realtà . .se no si chiamano progetti.

invece credo che i sogni vanno seguiti con coraggio anche se sembrano folli..

e poi se le cose vanno male pazienza..

ma metterli nel cassetto e buttare la chaive mi pare un po triste .

Secondo me qui nessuno ha voglia di buttare la chiave, anzi ci stiamo smazzando per trovare il modo di aprire la serratura.

Mi dispiace se sono stata fraintesa, forse perchè non mi sono spiegata abbastanza e comunque sia ben chiaro che non ho ancora risposte.

Per me poi il progetto è un sogno che può diventare realtà, quindi qualcosa di ancora più bello.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
i sentimenti non si possono gestire...

si possono gestire

chissà che quando ci riuscirai i tuoi sogni (alludo a quelli notturni di cui parli in un altro 3d) non cambino e diventino più sereni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non esiste un sogno,per irrealizzabile ci sembri che non valga la pena di perseguire e vivere....per i progetti ci sono gli ingegneri.L'essere umano ha bisogno di astrarsi da se stesso,sognare l'impossibile,il paradiso,la lotteria,la grande impresa,l'amore vero......

Succede poi che una sera di Luglio improvvisamente il sogno s'avveri,contro ogni possibilità,probabilità....

Succede poi che incredibilmente dopo anni ed anni la luce squarci il buio e tu ti accorga di essere nel tuo sogno stesso divenuto realtà....

Succede addirittura a volte che persone eccezionali ti vengano incontro,mascherate da folletti o demoni e salvino la tua esistenza dall'abisso,la fine,rivelandosi come angeli custodi celati dal fango,dal pregiudizio....

A chi non sa o peggio rifiuta di sognare invece questo non succede forse mai in tutta la propria vita.

Per scrivere calcoli e fare conti ci sono i disegnatori,i matematici,per sconfiggere l'odio necessita sognare,amare,vivere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non esiste un sogno,per irrealizzabile ci sembri che non valga la pena di perseguire e vivere....per i progetti ci sono gli ingegneri.L'essere umano ha bisogno di astrarsi da se stesso,sognare l'impossibile,il paradiso,la lotteria,la grande impresa,l'amore vero......

Succede poi che una sera di Luglio improvvisamente il sogno s'avveri,contro ogni possibilità,probabilità....

Succede poi che incredibilmente dopo anni ed anni la luce squarci il buio e tu ti accorga di essere nel tuo sogno stesso divenuto realtà....

Succede addirittura a volte che persone eccezionali ti vengano incontro,mascherate da folletti o demoni e salvino la tua esistenza dall'abisso,la fine,rivelandosi come angeli custodi celati dal fango,dal pregiudizio....

A chi non sa o peggio rifiuta di sognare invece questo non succede forse mai in tutta la propria vita.

Per scrivere calcoli e fare conti ci sono i disegnatori,i matematici,per sconfiggere l'odio necessita sognare,amare,vivere.

..che bello!!! Quoto (non posso trattenermi!!)! :Batting Eyelashes:

..non penso che si possano fare dei calcoli sui sogni... pensare se mi andrà bene o mi andrà male, se mi conviene oppure no... almeno per me è così... ogni situazione è sempre "nuova" e inficiarla con i risvolti negativi di sogni precedenti è solo sintomo di paura e la paura va affrontata.. se poi non si riesce, pazienza... sarà per un'altra vita...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
..che bello!!! Quoto (non posso trattenermi!!)! :Batting Eyelashes:

..non penso che si possano fare dei calcoli sui sogni... pensare se mi andrà bene o mi andrà male, se mi conviene oppure no... almeno per me è così... ogni situazione è sempre "nuova" e inficiarla con i risvolti negativi di sogni precedenti è solo sintomo di paura e la paura va affrontata.. se poi non si riesce, pazienza... sarà per un'altra vita...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao arco,

anch'io ho sentito dopo tanto tempo romeo telefonicamente...sono contenta ma nulla cambia...

perchè senti il ripensamento di stella come un tradimento?

perchè mi aveva assicurato e giurato il contrario....è buffo ma capisco che nonstante tutto il male che ho provato non ne porto traccia ora con me.L'amo comunque,credo che in realtà nemmeno io ero consapevole qualche mese fa di quanto.Sarà che la sento sempre dentro e intorno a me....Ci sono momenti in cui ho l'impressione di attraversare la realtà invece di viverla....

Non essere così avara ,l'hai sentito e.....?Hai già smesso di amarlo ?Lui?

Noi no.

Ma come dici questo non cambia nulla per ora,forse per sempre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
..che bello!!! Quoto (non posso trattenermi!!)! :Batting Eyelashes:

..non penso che si possano fare dei calcoli sui sogni... pensare se mi andrà bene o mi andrà male, se mi conviene oppure no... almeno per me è così... ogni situazione è sempre "nuova" e inficiarla con i risvolti negativi di sogni precedenti è solo sintomo di paura e la paura va affrontata.. se poi non si riesce, pazienza... sarà per un'altra vita...

Sei grande Evita...ecco tu dicevi ...se mi conviene oppure no,e proprio cosi,i calcoli li fanno i matematici come dice il mio amico d'avventura Gian...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho scritto tanto.Del resto è da un pezzo che non scrivevo,in fondo ho capito che non ne varrebbe davvero la pena,però come gesto d'amore per tutti coloro che hanno risposto alle mie domande,ponendomi piccoli o grandi interrogativi,criticando il mio atteggiamento o lusingadomi con deliziosi complimenti ed a volte solidarietà umana non voglio comunque rinunciare ad amarli appunto non condividendo con loro il mio pensiero.Del resto se costa tempo leggere basta poca energia per migrare altrove.

Bene.In questi ultimi mesi scopro cose sempre interessanti ,riscopro verità offuscate dal tempo,ritrovo parecchi luoghi comuni ma vengo anche ed è l'aspetto più entusiasmante della vita,sorpreso ancora.

per esempio Verba volant scripta manent,ha un difetto originario:si riferisce alle parole,le chiacchere.Spesso scopro o devo constatare che le parole sono solo parole,nulla più.Non ci puoi servire la cena,ne bere quando hai sete,coprirtici se senti improvvisamente freddo,asciugarti le lacrime quando davvero non ce la fai più a fermarle.

Non siamo tutti uguali.Un amica mi fa spesso notare questo piccolo particolare su noi esseri umani.Siamo irrimediabilmente diversi.Altezza e colore degli occhi,sogni e aspettative,intenzioni e carattere,altezza,forza,sesso,sensibilità,tono della voce,capacità di emozionarsi,pelle,segni particolari,le mani,i capelli.....

Questo ci rende insieme riconoscibili,incompatibili,gemelli,estranei,belli e brutti dentro e fuori,buoni e cattivi,pigri ed iperattivi,rassegnati e guerrieri.Uomini e donne.

Poi a mescolare ancora le carte c'è l'eduazione,la religione con la dottrina,la scuola,la vita,il lavoro,l'amore.Solo per essere certi della diversità più assoluta.Deduco banalmente che diverso è bello,la vita si basa sull'incontro sulla più totale diversità,altrimenti saremmo estinti da un pezzo.manca un elemento per tenere in moto questa complessa macchina biologica.

L'amore.

Una donna molto speciale,che è mia sorella nonostante io sia figlio unico,che ha fatto sesso con me noonstante io non l'abbia mai incontrata,che è mia madre anche se è più giovane di me di qualche anno,mi ha involontariamente ma con tutte le migliori intenzioni fatto capire che:l'amore esiste ma non in quanto tale.

L'amore è principalmente una capacità dell'essere umano.Come tale essendo ognuno di noi diverso la stessa non si manifesta allo stesso modo.Inoltre amare comporta un certo dispendio di energie,emozioni,attenzioni,gesti,scelte,rinunce.Ne consegue spesso che l'affermazione che dichiara all'oggetto del nostro amore che appunto siamo emozionalmente pronti a donare noi stessi con tutto l'impegno che necessita e lo sforzo che ne deriva si fermino a volte poco dopo ,a volte da subito,più spesso dopo che lo sforzo ha bruciato completamente ogni resistenza.

L'amore è un dono,poichè donarsi non è semplice.L'amore è un regalo,IL regalo che fa la differenza tra la vita e la morte,non per niente spesso si afferma ti amo da morire.L'amore è condivisione, per lo stesso progetto di vita,per la stessa squadra,per lo stesso artista,per l'arte in genere,per lo sport,per il nostro prossimo,per la nostra metà ideale che riconosciamo a volte se siamo fortunati.A volte questo ci fa incrociare percorsi incredibili per poi non arrivare a nulla,a volte bastano pochi metri a volte centinaia di km.

E quindi l'amore vero?Solo l'amore condiviso e nutrito dello stesso impegno,volontà,sudore,sorrisi,gioia,sogni e gesti è quello vero.L'amore è se ti amo e tu mi ami e condividiamo questo attraverso i nostri stessi piccoli ,enormi,fondamentali,inutili gesti che compiamo ogni giorno per esprimere questo sentimento che vive in noi ma non è un muscolo involontario è la capacità di dire a qualcuno molto diverso da noi,che per poco o molto che abbiamo e siamo,vogliamo condividerlo.

L'amore è un rischio,quasi sempre che si prende al buio,sulla base emozionale dell'istinto capace di avvertirci che quell'anima tanto diversa da noi ha la capacità di amarci con lo stesso entusiasmo ed intensità.Tutto il resto che ne consegue è sovrastruttura,ordine precostituito,regolette scritte per normalizzare il vivere di chi altrimenti senza quelle stesse barricate da seguire si perderebbe nell'immensità della vita,coloro che od a torto od a ragione hanno bisogno di quei limiti,dettati da quello strano individuo che io debbo ancora conoscere banalmente descritto come Buon Senso.Questo signore avrà forse le migliori intenzioni ma poco capisce della vita e dell'amore secondo me.L'amore vero,cioè non quello annunciato ma che poi non si sa come gestualizzare non ha bisogno di buon senso.

L'unico vero senso della vita è nell'amare,come diceva del resto un nostro illustre antenato ,venerato e festeggiato ad ogni piè sospinto in tutto il pianeta.Eppure come il telegrafo senza fili,il suo proposito e sacrificio massimo sono stati poi quante volte riscritti tradotti,interpretati e piegati al bisogno di istituzioni e potere,sette e fanatici.Eppure io credo che il succo di quel che diceva sia tutto qui.Quando si baratta l'amore per il "buon senso" si rinuncia alla propria stessa umanità e ci si avvicina ad ogni altra razza animale che usa molto bene il buon senso per sopravvivere,mangiando quando sta per morire,accoppiandosi per procreare la specie,sospinta dal solo patrimonio genetico incapace perlomeno nel modo che noi conosciamo di "amare".Il che non rende gli animali migliori o peggiori non è questo il punto,li rende diversi da noi.

L'amore vero esiste nella misura in cui siamo capaci di esprimerlo,con noi stessi,le parole i gesti,le opere di cui siamo in grado per rendere migliore la vita di chi amiamo.Altrimenti è lettera morta,scritta con l'inchiostro simpatico,un illusione o forse un bisogno da soddisfare più che emozioni da condividere.L'amore non è per sempre poichè noi non siamo eterni,così finchè amiamo tangibilmente,questo è vero.E' per questo che parecchi mesi fa scrissi e ne sono ancora convinto che chi mente sui propri sentimenti verso qualcun altro in realtà lo uccide,gli toglie quel diritto di ogni essere umano di riempire la propria esistenza di quel dono immenso che è l'essere amati ed amare.Le cose,il potere,tutto il nostro vivere materiale non potrà mai comprare un emozione duratura e reale come un gesto d'amore vero,dato o ricevuto,condiviso.

Certo non sono un figlio dei fiori,conosco la differenza tra fatica e comodità ,abbondanza e mancanza,fame e sete e sazietà.Ho mangiato e bevuto ed avuto un sacco di oggetti belli macchine di lusso e gioielli.Eppure non ne ho ancora trovato nessuno capace di nutrirmi davvero come la sensazione che ho provato al mio primo bacio,alla nascita dei miei figli,all'abbraccio delle persone e sono tante per fortuna che hanno condiviso con me la vita a volte per mesi,spesso per anni,a volte per poche ore soltanto,donandomi il loro incondizionato amore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eccoci qua,alla soglia del decimo mese,fatidico,dopo il quale il mio "amore" dovrebbe esaurirsi,visto che non ha nessuna via di scampo,almeno visibile,praticabile.Nè vi sono le condizioni ammesso che lo volessimo per mantenerlo in vita con incontri segreti,clandestini,rubati.Brucia ancora,tale e quale,nonostante tutto,in barba ad ogni logica e pratica ma forse da lunedì o martedì al massimo(per via di fusi orari ed orari legali),cenerentola tornerà cenerentola,i cavalli topini ed il principe con la sua unica scarpetta in mano dovrà rassegnarsi a fare a meno della sua bella.Perchè la vita vera è fatta di gesti e cose concrete,decisioni dolorose ma"necessarie","inevitabili",come diceva la colonna sonora di Nashville di Altman :"For the sake of the children we must say goodbye...."

Questo mi ricorda tante altre cose che si fanno in "favore della famiglia o dei figli" tipo alcune delle più grosse guerre nel mondo,l'inquinamento e la deforestazione del pianeta,gli psicofarmaci prescritti a quello "troppo attivi",tanti bei canali tv 24 hrs a day perchè non si lamentino mai....mmmm ma questa è decisamente un'altra storia,che diviene importante nell'ambito del discorso generale ma non nello specifico.

Il punto in sospeso per me rimane quello,almeno fino a lunedi o martedì ....al massimo....

L'amore vero,esiste?Se si cosa è meglio e così sviluppiamo un discorso nuovo altrimenti poi c'è da annoiarsi a ribadire sempre gli stessi concetti :

1)ignorarlo,conviverci e sopportarlo come l'artrosi,l'astigmatismo e la calvizie?Cioè a dire,bene,stabilito il dato di fatto però hai un impegno sociale preciso,non si deroga,non si cambia,finche morte....ecc ecc

2)compromesso fraudolento,e quindi viverlo mentendo più o meno per sempre od almeno fino a che i più deboli non saranno forti e grandi abbastanza da sopportare la tremenda inenarrabile verità?Condividere poi quel che resta dell'esistenza?

3)come molti consigliano caldamente andare sotto psi per farsi dare una raddrizzata alle idee stabilendo che si tratta di una malattia una volta per tutte?

4)la legione straniera?cambiare nazione,identità,sesso?

c'è poi un problema nel problema:

che fare con il proprio coniuge?Essere onesti sempre e provare a mantenere vivo il dato anagrafico e storico e religioso e civile con "impegno" e "dedizione" parlando di quel che si sente anche quando può far male o mentire,pietosamente,usando le bugie di volta in volta come cerotti per tenere il vaso lì al suo posto sopra il centro tavola sul tavolo bello della sala con i bicchieri del servizio del matrimonio in vetrina?E via col liscio di tante bugie quante ne servono,come sale e pepe a fine cottura della salsa di pomodoro?Che fare?Io me lo chiedo sinceramente poichè se vedo che certo la mancanza di onestà insieme ad una bella dose di ipocrisia e faccia di tolla tengono lo show sempre vivo e vegeto mi chiedo se quello è bene o il piccolo misero meno peggio possibile?E ancora non mi sono risposto.

Quante altre opzioni?Ne vedete altre che mi sfuggono?

Tea e Q e J mi interessa molto il vostro parere oltre a quello di tutti comunque in genere ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest filotea
L'amore vero,esiste?Se si cosa è meglio e così sviluppiamo un discorso nuovo altrimenti poi c'è da annoiarsi a ribadire sempre gli stessi concetti :

1)ignorarlo,conviverci e sopportarlo come l'artrosi,l'astigmatismo e la calvizie?Cioè a dire,bene,stabilito il dato di fatto però hai un impegno sociale preciso,non si deroga,non si cambia,finche morte....ecc ecc

2)compromesso fraudolento,e quindi viverlo mentendo più o meno per sempre od almeno fino a che i più deboli non saranno forti e grandi abbastanza da sopportare la tremenda inenarrabile verità?Condividere poi quel che resta dell'esistenza?

3)come molti consigliano caldamente andare sotto psi per farsi dare una raddrizzata alle idee stabilendo che si tratta di una malattia una volta per tutte?

4)la legione straniera?cambiare nazione,identità,sesso?

c'è poi un problema nel problema:

che fare con il proprio coniuge?Essere onesti sempre e provare a mantenere vivo il dato anagrafico e storico e religioso e civile con "impegno" e "dedizione" parlando di quel che si sente anche quando può far male o mentire,pietosamente,usando le bugie di volta in volta come cerotti per tenere il vaso lì al suo posto sopra il centro tavola sul tavolo bello della sala con i bicchieri del servizio del matrimonio in vetrina?E via col liscio di tante bugie quante ne servono,come sale e pepe a fine cottura della salsa di pomodoro?Che fare?Io me lo chiedo sinceramente poichè se vedo che certo la mancanza di onestà insieme ad una bella dose di ipocrisia e faccia di tolla tengono lo show sempre vivo e vegeto mi chiedo se quello è bene o il piccolo misero meno peggio possibile?E ancora non mi sono risposto.

Quante altre opzioni?Ne vedete altre che mi sfuggono?

Tea e Q e J mi interessa molto il vostro parere oltre a quello di tutti comunque in genere ...

Ciao Arco,

ancora innamorato di Stella?

AHI AHI

Andare in psicoterapia di sicuro non ti farebbe male,se dovessi avere problemi economici allora puoi recarti in un consultorio...

Secondo me non ti conosci abbastanza...

Cambiare legione,identità e sesso è una soluzione ad dir poco 'stupida',ma capisco il tuo stato d'animo..poi da un edonista come te,be' cambiare sesso sembra un'assurdità.

Tua moglie è sempre in terapia?Come procede?

Rispondimi seriamente,

sei innamorato di Stella?

un abbraccio

p.s. di sicuro juditta,quinta,mio e gli altri avranno da consigliarti al meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pubblicità



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.