Vai al contenuto

Messaggi consigliati

Non si sente con gli orecchi.

Mi sembra evidente.

E aggiungerei anche che:

- non si guarda con gli occhi,

- non si annusa con il naso,

- non si tatta con i polpastrelli,

- non si assapora con la bocca,

- non si ragiona con il cervello,

- non si provano sentimenti con il cuore,

- non bla bla bla ...

Altrimenti sarebbero sintomi di un chiaro distacco dalla realtà, un

rifiuto di accettare parti di sè, un palese rifugiarsi in una proiezione

di se stessi. Cioé fifoneria (se mi perdoni il termine insultorio).

Chissà se Bohm è capace di dimostrarlo [/i]scientificamente[/i]...

Comunque già Platone lo spiegò qualche secolo fa attraverso una

allegoria ..il mito della caverna, se non ricordo male.

E senza avere a disposizione un il microscopio e un abbonamento

a Focus!

Pensa te... (non con il cervello, eh!).

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Pubblicità


  • Risposte 93
  • Created
  • Ultima risposta

Top Posters In This Topic

A me sembra solo evidente che non senti, scrivi, tutto lì.

E certamente non scrivi di psicologia...divaghi...

Buon prosieguo...

P.S. prova a strapparti gli occhi e cerca di capire se quegli occhi guardano...,

- prova a strapparti il naso e cerca di capire se quel naso annusa

- prova a strapparti i polpastrelli, e cerca di capire se quei polpastrelli palpano...

- prova a strapparti la bocca, e cerca di capire se quella bocca assapora...

- prova a strapparti il cervello,e cerca di capire se da solo ragiona...

- prova a strapparti il cuore, e cerca di capire se da solo sente qualcosa

- prova a strapparti il bla bla bla ... e cerca di capire che siamo un tutt'uno...non semplici parole vuote...perciò studialo Bohm...e studia psicologia prima di fare l'ironico...prima di avere la ridicola presunzione di parlare di psicologia. o peggio, come ormai monotonamente fai, di ironizzare sulla psicologia...altrimenti ti toccherà continuare a fare il ridicolo buffone di corte ...la tua imperterrita, ossessiva, monocorde ironia dimostra solo la tua ignoranza in materia, oltre a dimostrare i tuoi personali problemi....

Uno psicologo sa di cosa sto parlando, tu no, tutto qui. E allora cerchi solo di distruggere...ironicamente...

Ora la tua ironia per me sai cosa te ne puoi fare...: te la puoi curare...è psicotica.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Una preghiera per i vivi

Riassumo per vedere se ho capito bene. Dando per buona l'ipotesi che

l'appendicite sia stata, se non causata, almeno favorita da dinamiche di

tipo psicosomatico.

Fatti

A 16 anni una ragazza:

- aiuta tutti gli amici a risolvere i loro compiti,

- a lei venivano affidati gli incarichi di fiducia

- quando c’erano iniziative per raccogliere soldi per beneficenza

ed azioni umanitarie era lei che faceva tutto

- cerca di fare la giornalista cercando di "comunicare" agli altri

- ciò che comunica nei suoi articoli è il desiderio di cambiare in

meglio il mondo

...

- le viene l'appendicite

- muore per un incidente in sala operatoria

Aioblu

- perché cioè cerca disperatamente di essere accettata…

- il mondo, per una ragazza di 16 anni è poco più che una proiezione

del "suo" mondo…

e allora cosa non andava in questo suo mondo?

- il fatto che sentendosi tenuta in considerazione molto poco

- doveva far salti mortali per essere e sentirsi accettata…

- un modo per dire quello che non riusciva a dire verbalmente

- più do più gli altri non vedono il mio problema…

- uno sforzo troppo grande per lei, sfibrante…

- che non poteva che manifestarsi in quel sintomo psicosomatico che è l'appendicite…per così dire:

- non ce la faccio più, devo impegnarmi tanto troppo ma non riesco a

raggiungere il risultato…

- quanto più mi credono felice…più non capiscono che ho troppo bisogno

io che loro mi vedano…

- si rendano conto che esisto…

- che anch'io ho i miei problemi di cui spero...

Io concentrerei l'attenzione sulla seconda parte ed in particolare su

questa cosa qui:

un modo per dire quello che non riusciva a dire verbalmente

Ma non per capire quello che Federica diceva verbalmente.

Ma per capire perché chi non capisce ciò che viene detto verbalmente...

... non capisce ciò che viene detto verbalmente (cosa che di solito si

apprende fin dalla prima infanzia).

Forse è otite.. boh? Non me la sento di fare diagnosi.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

La psicologia è proprio andare oltre il verbale, capendone il reale significato psicologico...cosa che chi è un pò dentro la materia riesce a fare e chi non lo è viene preso dalla paura/rabbia. A quel punto davvero parlare con i sordi diventa difficile...come dire la mia otite sulla quale proietta la sua sordità Ste che proprio da quell'orecchio non ci sente....che proprio non vuole saperne della psicologia...e scrive su psiconline...boh...

Ma che speri di distruggere al psicologia?Hai voglia a penare e fare l'ironico....

fossi in te mi curerei la psicosi razionalizzante che ti porta al delirio sorridente...sempre da parte mia andando oltre la tua parte verbale... :wink:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
La psicologia è proprio andare oltre il verbale, capendone  

il reale significato psicologico...

Provo a risponderti verbalmente dopo aver letto verbalmente ciò che hai

scritto verbalmente.

1) Andare oltre non significa eliminare. Se a una persona togli il diritto

di esprimersi verbalmente, per sostituire ciò che dice con la tua unica

"idea" (perché ne hai una sola), rischi di farle molto male. Comunicare

è essenziale per la vita di una persona.

2) Chi sei tu per dire qual'è il "reale" significato psicologico? Il depositario

della Verità Assoluta?

3) Perché non la pianti. Non ti rendi conto che hai infestato questo topic

di insulti ad una ragazza morta per un incidente? Lo sai che l'incapacità

di provare vergogna è considerato - dalla psicologia, non da me - un

sintomo grave?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

RAGAZZI E' UN MESE CHE PORTATE AVANTI QUESTA STORIA :!: :!: :roll: :roll: METTETE DEI FIORI NEI VOSTRI CANNONI

....................... POI BOH NN RICORDO LE PAROLE :!:

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

Scusa Tex, ti sembra una cosa poco importante?

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Scusa Tex, ti sembra una cosa poco importante?

NO STE' NN CREDO CHE SIA POCO IMPORTANTE MA CREDO CHE UN TAGLIO ED UN PO' DI ARIA FRESCA FACCIA BENE.

CMQ E' MEGLIO NN INTROMMETTERSI E CHIEDO SCUSA DI AVERLO FATTO :!: :!:

CONTINUATE

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Scusa Tex, ti sembra una cosa poco importante?

NO STE' NN CREDO CHE SIA POCO IMPORTANTE MA CREDO CHE UN TAGLIO ED UN PO' DI ARIA FRESCA FACCIA BENE.

Son d'accordo. Ma per avere un po' di aria fresca bisogna anche

tappare qualche buco dal quale escono sempre le stessa cose:

un'idea prevaricante, e tanti insulti per chi osa contestarla.

CMQ E' MEGLIO NN INTROMMETTERSI E CHIEDO SCUSA DI AVERLO FATTO :!:  :!:

Non chiedere scusa. Meglio sarebbe intromettersi...

CONTINUATE

... io ne avrei anche le scatole piene. Continuate voi.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
La psicologia è proprio andare oltre il verbale' date=' capendone

il reale significato psicologico...[/quote']

Provo a risponderti verbalmente dopo aver letto verbalmente ciò che hai

scritto verbalmente.

Molto povero modo di interagire alla lettera......psicotico direi...

1) Andare oltre non significa eliminare. Se a una persona togli il diritto

di esprimersi verbalmente, per sostituire ciò che dice con la tua unica

"idea" (perché ne hai una sola), rischi di farle molto male. Comunicare

è essenziale per la vita di una persona.

Io non elimino, però vado oltre.Io non tolgo il diritto a nessuno: solo la tua paranoia ti fa credere ciò...oltre ad altri meccanismi che sarebbe davvero troppo arduo spiegare a te...Io non sostituisco, dico la mia, interagendo profondamente.La mia non è un'idea unica, e non me la sono inventata dal nulla oggi : è una idea con un preciso fondamento basato sulla disciplina psicologica...che ti sfugge ovviamente...Vuoi dar da bere a qualcuno che io non creda nella comunicazione? E' triste pensare che qualcuno creda ancora al significato letterale delle parole che si dicono...senza cercare di ricavarne un senso più generale, complessivo, in cui percepisci te stesso e contemporaneamente vedi l'altro...ma mi rendo conto che per te è arabo...e cerchi di confondere le acque con affermazioni che tendi a riferire a me , e che non mi appartengono, appartenendo esse solo alla tua psicosi, che io continuo a vedere oltre il tuo verbale, pur partendo da quello....se tu avessi studiato un pò di psicologia e fatto un serio percorso su di te, ora sapresti di cosa ti sto parlando...ma proprio non ne vuoi sapere di approfondire...

2) Chi sei tu per dire qual'è il "reale" significato psicologico? Il depositario

della Verità Assoluta?

Io dico la mia quanto la può dire chiunque, te soprattutto compreso che vai a ruota libera ormai...senza più freni...una situazione che comincio a non accettare come prassi di permanenza in questo forum...ma non è parlando di me o dell'assoluto che si parla di psicologia... : io parlo a ragion veduta di psicologia, come qualcuno si è accorto qui: tu invece? Quale è il tuo scopo nel distruggere i topic dove si parla e si approfondisce sui temi di psicologia? Ormai la tua ignoranza in materia è diventata così violenta che cerchi di imporla, visto che te ne si dà facoltà, come tema centrale di ogni topic, con continui interventi ironici e semplicemente distruttivi...ma non starò oltre in questo che sta diventando sempre di più uno stupido, sterile, improduttivo gioco...

3) Perché non la pianti. Non ti rendi conto che hai infestato questo topic

di insulti ad una ragazza morta per un incidente? Lo sai che l'incapacità

di provare vergogna è considerato - dalla psicologia, non da me - un

sintomo grave?

Leggi sopra e pensa a te...a quello che fai tu...l'insulto sei tu: io cerco di capire in profondità, con rispetto massimo e dolore, compartecipazione, tu distruggi soltanto...sei un insulto alla psicologia...e non ho proprio nulla di cui vergognarmi...di cosa dovrei vergognarmi , dello sforzo che mi costa tentare un approfondimento, che tende a dare un contributo a chi legge, senza liquidare il tutto con una battutina spiritosa, come molto più semplicemente tendi a fare tu, visto che altro proprio non vuoi/puoi fare? Di cosa dovrei vergognarmi del lavoro di tanti anni che ho fatto su di me? di cosa dovrei vergognarmi dei decenni passati su libri di psicologia o partecipando a lavori centrati sui temi psicoterapeutici? Io giro a testa molto alta...anche qui per il forum...vergogna ti tu, della tua ignoranza in materia, che invece di capire presume di rispondere...e pure di essere simpatica...davvero scherzi...davvero ti sfugge la realtà...ma tu chi sei per presumere di essere in grado di criticare/rispondere alle mie osservazioni, alle mie riflessioni? Tutti possono rispondere scrivendo qualcosa, siamo in libertà no?Ma credimi, nel tuo caso, non è sufficiente questo diritto a rispondere qualsiasi cosa per capire nemmeno il significato verbale di quello che ti dico...altro che quello che c'è oltre...per quello ci potremmo vedere tra una ventina d'anni se ti va proprio bene...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

anche io ne ho le scatole piene.e mi sa che non sono l'unica.

se una riflessione non è accettata non c'è bisogno di farci pagine di polemiche sopra.

potevate fare due discorsi paralleli,sarebbero stati interessanti entrambi,probabilmente

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
La psicologia è proprio andare oltre il verbale' date=' capendone

il reale significato psicologico...[/quote']

Provo a risponderti verbalmente dopo aver letto verbalmente ciò che hai

scritto verbalmente.

Molto povero modo di interagire alla lettera......psicotico direi...

1) Andare oltre non significa eliminare. Se a una persona togli il diritto

di esprimersi verbalmente, per sostituire ciò che dice con la tua unica

"idea" (perché ne hai una sola), rischi di farle molto male. Comunicare

è essenziale per la vita di una persona.

Io non elimino, però vado oltre.Io non tolgo il diritto a nessuno: solo la tua paranoia ti fa credere ciò...oltre ad altri meccanismi che sarebbe davvero troppo arduo spiegare a te...Io non sostituisco, dico la mia, interagendo profondamente.La mia non è un'idea unica, e non me la sono inventata dal nulla oggi : è una idea con un preciso fondamento basato sulla disciplina psicologica...che ti sfugge ovviamente...Vuoi dar da bere a qualcuno che io non creda nella comunicazione? E' triste pensare che qualcuno creda ancora al significato letterale delle parole che si dicono...senza cercare di ricavarne un senso più generale, complessivo, in cui percepisci te stesso e contemporaneamente vedi l'altro...ma mi rendo conto che per te è arabo...e cerchi di confondere le acque con affermazioni che tendi a riferire a me , e che non mi appartengono, appartenendo esse solo alla tua psicosi, che io continuo a vedere oltre il tuo verbale, pur partendo da quello....se tu avessi studiato un pò di psicologia e fatto un serio percorso su di te, ora sapresti di cosa ti sto parlando...ma proprio non ne vuoi sapere di approfondire...2) Chi sei tu per dire qual'è il "reale" significato psicologico? Il depositario

della Verità Assoluta?

Io dico la mia quanto la può dire chiunque, te soprattutto compreso che vai a ruota libera ormai...senza più freni...una situazione che comincio a non accettare come prassi di permanenza in questo forum...ma non è parlando di me o dell'assoluto che si parla di psicologia... : io parlo a ragion veduta di psicologia, come qualcuno si è accorto qui: tu invece? Quale è il tuo scopo nel distruggere i topic dove si parla e si approfondisce sui temi di psicologia? Ormai la tua ignoranza in materia è diventata così violenta che cerchi di imporla, visto che te ne si dà facoltà, come tema centrale di ogni topic, con continui interventi ironici e semplicemente distruttivi...ma non starò oltre in questo che sta diventando sempre di più uno stupido, sterile, improduttivo gioco...

3) Perché non la pianti. Non ti rendi conto che hai infestato questo topic

di insulti ad una ragazza morta per un incidente? Lo sai che l'incapacità

di provare vergogna è considerato - dalla psicologia, non da me - un

sintomo grave?

Leggi sopra e pensa a te...a quello che fai tu...l'insulto sei tu: io cerco di capire in profondità, con rispetto massimo e dolore, compartecipazione, tu distruggi soltanto...sei un insulto alla psicologia...e non ho proprio nulla di cui vergognarmi...di cosa dovrei vergognarmi , dello sforzo che mi costa tentare un approfondimento, che tende a dare un contributo a chi legge, senza liquidare il tutto con una battutina spiritosa, come molto più semplicemente tendi a fare tu, visto che altro proprio non vuoi/puoi fare? Di cosa dovrei vergognarmi del lavoro di tanti anni che ho fatto su di me? di cosa dovrei vergognarmi dei decenni passati su libri di psicologia o partecipando a lavori centrati sui temi psicoterapeutici? Io giro a testa molto alta...anche qui per il forum...vergogna ti tu, della tua ignoranza in materia, che invece di capire presume di rispondere...e pure di essere simpatica...davvero scherzi...davvero ti sfugge la realtà...ma tu chi sei per presumere di essere in grado di criticare/rispondere alle mie osservazioni, alle mie riflessioni? Tutti possono rispondere scrivendo qualcosa, siamo in libertà no?Ma credimi, nel tuo caso, non è sufficiente questo diritto a rispondere qualsiasi cosa per capire nemmeno il significato verbale di quello che ti dico...altro che quello che c'è oltre...per quello ci potremmo vedere tra una ventina d'anni se ti va proprio bene...

Basta

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
 

finitela.

non ho nessuna intenzione di sprecare la mia giornata a cancellare i vostri bisticci.

andate a scannarvi in privato,e buon divertimento

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
finitela.

non ho nessuna intenzione di sprecare la mia giornata a cancellare i vostri bisticci.

andate a scannarvi in privato' date='e buon divertimento[/color']

S. non sono bisticci. Qui c'è uno che attacca sistematicamente.

Se trovi un intervento scorretto da parte mia fammelo notare,

altrimenti taci.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

impiegherei più tempo a trovare un intervento corretto tuo o di aio, in questo post.

ma non ho tempo da perdere,ergo o la finite tutti e due oppure il post conoscerà l'oblio definitivo.

S.

ps:"taci" lo dici a tua sorella,grazie

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
impiegherei più tempo a trovare un intervento corretto tuo o di aio' date=' in questo post.

ma non ho tempo da perdere,ergo o la finite tutti e due oppure il post conoscerà l'oblio definitivo.

S.

ps:"taci" lo dici a tua sorella,grazie[/color']

senti S. io ho fatto semplicemente quello che tu stessa stai facendo nel tuo post che riporto...vedo che sei molto attenta alle offese che ricevi...ed io non dico che sei scorretta nel farlo...figuriamoci se ste ti avesse detto che dici "scemenze"...

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
impiegherei più tempo a trovare un intervento corretto tuo o di aio' date=' in questo post.

ma non ho tempo da perdere,ergo o la finite tutti e due oppure il post conoscerà l'oblio definitivo.

S.

ps:"taci" lo dici a tua sorella,grazie[/color']

Se trovi un intervento scorretto da parte mia, me lo dici e mi spieghi

perché è scorretto. Altrimenti taci, che di illazioni siamo capaci tutti di

farne.

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 

ok.chiudo.

forse quando vi passa riapro

Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Ospite
Questa discussione è chiusa alle risposte.
  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.




×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.