Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag 'violenza'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Calendari

  • Gli eventi della Comunità di Psiconline

Forum

  • Regolamento del Forum
  • Confrontiamoci con gli Esperti
    • La psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
    • I disturbi dell'alimentazione
    • La coppia, l'amore e la dipendenza affettiva
  • Confrontiamoci fra di noi
    • Avvisi e richieste
    • Parliamo di Psicologia
    • Fatti e misfatti
    • Chi mi aiuta?
    • Argomenti
    • Single, Coppia, Famiglia
    • Mobbing & Bossing: prevenzione e non solo cura
    • L'ho appena letto ed ora ne parlo! (Il libro che mi ha colpito ... )
    • L'ho appena visto ed ora ne parlo! (Il film che mi ha colpito ... )
    • Accordi e disaccordi
    • Parliamo di attualità...
    • La vita scolastica
    • Totem e tabù
  • Spazio libero
    • Ciao, io sono ....
    • Coccole e carezze
    • Hobby e passioni
    • Chiacchiere in libertà (lo spazio per gli OFF TOPIC)
  • Corsi, Convegni, Congressi, Incontri di Formazione
    • Convegni ECM
    • Convegni, Congressi e Corsi
  • Professione Psicologo
    • Avvisi e richieste
    • Problemi della professione
    • Psicologia ed Internet
    • Usiamo i Test Psicologici
  • Studenti di psicologia
    • Studenti di psicologia
    • Esame di Stato per Psicologi
    • La tesi di laurea
    • Studenti di psicologia.it

Cerca risultati in...

Trova risultati che contengono...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Trovato 5 risultati

  1. Buongiorno, vorrei sfogarmi su una situazione che mi fa soffrire da molto tempo. Sono un disagiato sociale di 23 anni con cronici problemi di comunicazione in famiglia, e del resto le cose sono collegate. Loro sono schivi, senza viziarmi non mi hanno fatto mancare nulla da piccolo, nemmeno rabbiose botte se per educarmi. Ne ho prese davvero tante, anche ingiustamente. Non mi hanno trasmesso l’importanza di coltivare amicizie perché loro stessi non ne avevano: mio padre ha un po’ rimediato negli ultimi anni, mamma no. All’alba dei 60 sta sempre sola, lavora per colmare i suo
  2. Sono una moglie, sposata da soli due anni, senza figli. Tutto è cominciato con una mia richiesta di aiuto, "vienimi incontro, ho un problema con il sesso, non con te, stammi vicino, fammi capire che mi vuoi bene, lo superiamo assieme..." Mi sono sentita rispondere di tutto..che l'avevo già data troppo a tutti, e che ora a quarant'anni, non ho più voglia di farlo, mi ha detto che se non lo facevamo, eravamo solo parenti o amici, e molto molto altro. Non ha capito, anzi, io dovevo farlo, altrimenti si litigava, molte, anzi tutte, le volte era una violenza..e lui si copriva gli occhi. Da li è sta
  3. ciao a tutti! sono nuova...mi sono iscritta a questo forum perché sento dentro la necessità di confrontarmi con qualcuno che, come me, nutre interesse per la psicologia. la domanda che vi porrò è forte...forse un po' scabrosa e contro tendenza.... ma mi chiedo...cosa spinge uno stupratore o un pedofilo a violare la sessualità della propria vittima? non mi basta la risposta superficiale "perché gli piace" o "perché è malato". vorrei capire cosa succede nella testa degli "abusatori". vorrei capire cos'è che scatta! perché non si fermano prima? perché non si fanno aiutare? perché agiscono in q
  4. Buon giorno sono fidanzata da sette anni e mezzo con il mio primo e unico ragazzo. All'epoca io avevo 19 anni e lui 22 io sono del sud e lui del nord. Premetto che sono una ragazza molto rigida ed esigente nel senso che metto in chiaro fin da subito cosa proprio non sopporto in un rapporto: il non rispetto dell'altro, le menzogne, le bugie e il tradimento per me sono cose oltre le quali non riesco ad andare per questo motivo il nostro rapporto è sempre stato un tira e molla perchè lui continuava a fare delle cose che a me non stavano bene tipo bere tanto (a volte l'ho dovuto recuperare per s
  5. "La maggior parte degli studi su popolazioni di persone con storie di pregresse esperienze traumatiche, mostrano un'alta comorbidità di disturbi psichici. In particolare, oltre al ben noto Disturbo Post-Traumatico da Stress, risultano predominanti disturbi di tipo ansioso, depressivo,psicosomatico e dissociativo. Tuttavia questi studi si riferiscono per lo più a situazioni traumatiche estreme, eventi esterni di cui il soggetto patisce, involontariamente, le sole conseguenze nefaste. Ma cosa succede nei casi in cui l'impatto emotivo della violenza si deve confrontare con una dimensione di respo

Pubblicità

© Psiconline® srl - (1999 - 2020) - P.IVA 01925060699 - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo forum può essere riprodotta senza il permesso scritto di Psiconline® srl Powered by Invision Community

×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.