Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.668 - 16.04.2015

on . Postato in News libri e riviste | Letto 410 volte

  • La dea sulla terra. Le divinità che animano la vita delle donne
  • L' uno per uno. Elementi di diagnosi differenziale in psicoanalisi
  • Leggere, scrivere e far di conto. Serve altro?
  • La domanda. Come vento impetuoso
  • Il colloquio motivazionale nel trattamento dei disturbi d'ansia e dell'umore. Strategie per individuare e superare le resistenze al cambiamento
  • Cervello alto e cervello basso. Perché pensiamo ciò che pensiamo
  • Molestie morali. La violenza perversa nella famiglia e nel lavoro
  • Sogni celebri e bizzarri. Indagine sulla bizzarria onirica tra storia ed evoluzionismo
  • La diagnosi psicologica guidata dal MMPI-2. Descrizione della personalità e valutazione della psicopatologia

Woolger Jennifer B.; Woolger Roger J.
La dea sulla terra. Le divinità che animano la vita delle donne
2015, Collana: Specchi
Pagine: 470
ISBN: 9788869441080
Prezzo: € 18,50
Editore: Castelvecchi

Progressivamente ridimensionate dalla società patriarcale e dal cristianesimo, le divinità femminili hanno rivestito un ruolo fondamentale nella mitologia classica e in molti culti pagani, come sintesi di ciò che doveva essere nelle donne in carne e ossa, come forme archetipe di realtà naturali, tessiture primigenie che oggi giacciono, sopite o soppresse dall’attualità sociale e culturale, nello spirito di ogni donna. A oggi inedito in Italia, questo libro di culto tradotto in tutto il mondo è una rilettura in chiave junghiana delle qualità divine che appartengono a ogni donna. Ciascuna ha la sua dea, ciascuna ha di fronte a sé il percorso per scoprire la divinità d’appartenenza: Atena, figlia di Zeus, dea della saggezza, della sapienza, della lotta; Afrodite, dea dell’amore, della bellezza, della sensualità; Era, sovrana dell’Olimpo, dea del matrimonio e del parto; Demetra, sorella di Zeus, dea nutrice del grano e della gioventù; Artemide, divinità lunare, sorella di Apollo, dea della caccia; Persefone, sposa di Ade, dea degli inferi e regina dell’oltretomba. Sulla base di dieci anni di studi nel campo della psicoanalisi, La dea sulla terra delinea la strada per la conoscenza di sé, per evitare aspettative inadeguate, per affrontare i punti di svolta della vita imparando a riconoscere la divinità verso cui si è maggiormente inclini, senza però trascurare il bisogno di dialogo tra le dee, perché permettere a una di loro di dominare la propria personalità significa rendere impossibile l’inestimabile, polifonica ricchezza che un equilibrio “divino” ci può dare.

Jennifer B. Woolger. Psicoterapeuta e docente di Psicologia, ha un’esperienza trentennale di lavoro con donne, teenager e bambini. Ha ricevuto numerosi premi anche per la sua attività di videomaker ed è presidente della Laughing Bear Productions.
Roger J. Woolger. Ha studiato all’Università di Oxford dove ha conseguito tre lauree in Psicologia, Storia delle Religioni e in Filosofia. Ha insegnato presso il Vassar College, all’Università del Vermont e alla Concordia University di Montreal, e collaborato con il Carl Gustav Jung Institute di Zurigo, dove ha sviluppato il suo metodo “Deep Memory Process”.

Acquista il libro on line

 


 

Franco Lolli
L' uno per uno. Elementi di diagnosi differenziale in psicoanalisi
2015, Collana: Lezioni
ISBN: 9788862780452
Prezzo: € 18,00
Editore: Poiesis (Alberobello)

Saggiare l’esito difensivo di un incontro, del vis-à-vis che il soggetto ha in origine esperito con la castrazione. Ovvero individuare gli intoppi o la fluidità della sua antropogenesi, del passaggio, delicato, da essere vivente a essere umano. Il libro ha il pregio di condurre il lettore in un’atmosfera di temperata Zeigarnick, di ricercata sospensione nella quale le tre grandi strutture psichiche – nevrosi, psicosi, perversione – a poco a poco si rivelano sotto i suoi occhi. Mettendolo al riparo dall’inciampo cui l’analista meno avvezzo alla diagnosi in genere si espone: desumere la struttura dal sintomo o, tanto peggio, dal fenomeno. La clinica “capitoneggia” in quanto risignifica, après-coup, il lavoro dell’autore. Gli analizzanti tratteggiati infatti ascrivono alle tre strutture psichiche infinite nuance, testimoniando di come ciascuna si declini in ragione della particolarità soggettiva di chi l’assume. Un’operazione che restituisce alla teoria lacaniana il suo senso più profondo: cogliere nella diagnosi non già un’occasione per patologizzare il singolo ma per riconoscergli il suo modo, originale, di stare al mondo.

Acquista il libro on line

 

 

 

 

Fabio Rondot
Leggere, scrivere e far di conto. Serve altro?
2015, Collana: Saggi
Pagine: 136
ISBN: 9788871067605
Prezzo: € 14,00
Editore: Sonda

Quante volte, di fronte a un alunno che non raggiunge i risultati attesi, diciamo che «non si applica»? Forse perché fin dai primi anni di scuola bisognerebbe insegnare al bambino come e perché si apprende, fino all’età adulta.
Ne è convinto l’autore di questo saggio che propone un percorso articolato in sette tappe, illustra le otto leggi che governano l’apprendimento e le quattro dimensioni in cui rintracciarne le risorse funzionali; analizza le attività chiave per sopravvivere alla scuola, esaminandone le sette materie principali, dall’italiano alla matematica passando per le lingue e l’informatica. In particolare, risponde alla domanda fondamentale: quando-dove possono avvenire certi tipi di apprendimento? A partire dalla scuola dell’infanzia fino agli istituti superiori, spiega come evitare o risolvere i problemi più comuni.
Perché ogni persona che apprende ha diritto al metodo, ed è necessario che genitori e insegnanti siano preparati a un cambio di paradigma concreto e duraturo.

Acquista il libro on line

 

 

 

 

Maioli Sanese Vittoria
La domanda. Come vento impetuoso
2015, Collana: L'eco
Pagine: 152
ISBN: 9788821125171
Prezzo: € 12,00
Editore: Marietti

Dal dialogo ininterrotto dell’autrice con le famiglie, nasce questo nuovo libro che desidera essere reale compagnia alle mille domande e riflessioni dei genitori per la crescita buona dei figli: come muoversi nel labirinto complesso di esigenze, problemi, angosce, sollecitudini? Un faro di orientamento e una proposta.
Un libro dove la domanda non è solo esigenza di risposta ma metodo adeguato alla vita, soprattutto alla vita della famiglia.

Vittoria Maioli Sanese (Rimini 1943) è psicologa della coppia e della famiglia. Ha fondato nel 1970 il Consultorio Famigliare di Rimini, di cui è tuttora direttore. Oltre al lavoro clinico con le coppie, guida da anni gruppi di riflessione e di formazione per genitori, operatori sociali, educatori, psicologi e svolge un lavoro di ricerca sulla coppia e sulla famiglia dal punto di vista psicologico, esistenziale, sociale, culturale e antropologico. Numerosi i suoi interventi in occasione di convegni, congressi e seminari. Presso Marietti ha pubblicato: Perché ti amo (2006), Come figlio (2008), Chi sei tu che mi guardi (2010), Ho sete, per piacere (2004, II edizione 2014), La domanda. Come vento impetuoso (2015).

Acquista il libro on line

 

 

 

Henny A. Westra
Il colloquio motivazionale nel trattamento dei disturbi d'ansia e dell'umore. Strategie per individuare e superare le resistenze al cambiamento
2015, Collana: Scienze cognitive e psicoterapia
Pagine: 280
ISBN: 9788889627297
Prezzo: € 34,00
Editore: Eclipsi

Molti pazienti affetti da disturbi d’ansia e dell’umore richiedono un aiuto psicoterapeutico ma mostrano sentimenti ambivalenti nei confronti del cambiamento, che si traducono in difficoltà relazionali e resistenze ai metodi, tipicamente orientati all’azione, della terapia cognitivo-comportamentale. Può essere infatti molto difficile portare il paziente a compiere i passi necessari affinché i sintomi lamentati possano ridursi.
Constatata l’inefficacia di uno stile terapeutico direttivo, che spinga verso il cambiamento coloro che non appaiono pronti o motivati, l’autrice mostra come integrare lo spirito e i metodi del colloquio motivazionale all’interno di una terapia cognitivo-comportamentale, per aiutare il paziente ad analizzare e superare le proprie ambivalenze e resistenze, sviluppando un’adeguata motivazione intrinseca al cambiamento.
Scritto in modo semplice e pragmatico, il testo illustra dettagliatamente, passo per passo, le strategie e le tecniche proprie di questo approccio, attraverso numerosi casi clinici ed estratti di dialoghi tra paziente e terapeuta; costituisce pertanto un indispensabile manuale pratico per il clinico che si occupi di queste problematiche.

Acquista il libro on line

 

 

 

 

Kosslyn Stephen M.; Miller G. Wayne
Cervello alto e cervello basso. Perché pensiamo ciò che pensiamo
2015, Collana: Saggi. Psicologia
Pagine: 218
ISBN: 9788833925769
Prezzo: € 23,00
Editore: Bollati Boringhieri

Sono così tanti i libri su questo tema che i due autori, consapevoli della cosa, si chiedono fin dalla prima pagina: «Perché un ennesimo libro sul cervello?». E con buon senso dell’umorismo si rispondono da soli, baldanzosi: «Perché questo è diverso».
Se Stephen Kosslyn fosse una persona qualunque non ci sarebbe da fidarsi molto, ma dal momento che secondo Steven Pinker «Kosslyn è uno dei più grandi scienziati cognitivi a cavallo tra i nostri due secoli» vale invece la pena di capire meglio.
Il fatto è che molti libri sul cervello ripropongono troppo spesso acriticamente miti del passato, dandoli per scontati e ignorando che nei laboratori più avanzati da molto tempo il vento è cambiato. Uno di questi miti, forse il più ripetuto e tenace, sostiene che il cervello è diviso in «emisfero destro» e «emisfero sinistro», e che le due metà fanno cose differenti: la parte sinistra è analitica e logica, la parte destra è artistica e intuitiva. Pensiamo di saperlo tutti, lo diamo per scontato, ma non è vero. Si tratta in effetti di una semplificazione grossolana, e se per caso avete appena fatto un test per capire quale delle due metà di voi sia la più sviluppata sappiate che avete solo sprecato del tempo.
Ecco allora che Stephen Kosslyn, aiutato da Wayne Miller, ci propone invece un cervello «alto» e un cervello «basso». Sembra una provocazione, e in parte lo è. Il cervello in realtà non si lascia dividere tanto facilmente, ma è vero che contiene aree che fanno cose diverse, il cui sviluppo relativo determina molto di ciò che pensiamo e sentiamo. È questa la «teoria delle modalità cognitive», che viene qui divulgata per la prima volta, in maniera estremamente comprensibile, dopo decenni di ricerche.
A seconda di quali parti del cervello siano più o meno attive in ciascuno di noi, il libro propone quattro modalità principali di pensiero: la «modalità dinamica», la «modalità percettiva», la «modalità stimolativa» e la «modalità adattiva». Ci sono forti evidenze empiriche che le cose stiano a grandi linee così.
A quale delle quattro modalità apparteniamo? Il penultimo capitolo del libro offre un test per scoprirlo, e questa volta non è uno spreco di tempo, è un modo per conoscere meglio se stessi sulla base di conoscenze scientifiche solide e verificabili.

Stephen M. Kosslyn, già direttore del Centro di studi avanzati di Scienze del comportamento presso l’Università di Stanford, ha fondato e dirige le Minerva Schools, presso il Keck Graduate Institute, Claremont, California. È stato direttore del dipartimento di Scienze sociali presso l’Università di Harvard, oltre a lavorare nel Dipartimento di Neurologia del Massachusetts General Hospital. Autore di oltre trecento articoli specialistici e tredici libri, ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti negli Stati Uniti, in Francia e in Svizzera. In italiano è apparso Le immagini nella mente. Creare e utilizzare immagini nel cervello (1999).
G. Wayne Miller è giornalista presso «The Providence Journal», regista di documentari e prolifico autore di libri, sia di saggistica sia di narrativa. Premiato con numerosi riconoscimenti per il suo lavoro, ha fondato e dirige il Story in the Public Square Program (publicstory.org).

Acquista il libro on line

 


 

Hirigoyen Marie-France
Molestie morali. La violenza perversa nella famiglia e nel lavoro
2015, Collana: Einaudi tascabili. Saggi
Pagine: 280
ISBN 9788806226305
Prezzo: € 13,00
Editore: Einaudi

Può essere il coniuge che ci denigra in pubblico o si serve dei figli per ricattarci; può essere il capufficio che ci affida incarichi avvilenti e non ci fornisce dati che pure ci servirebbero; può essere il collega che ci manipola: in ogni caso stiamo subendo una molestia morale. Una violenza che non si manifesta sul piano fisico ma si esercita attraverso sottintesi, allusioni, sgarbi che si ripetono fino a diventare ossessivi, lasciando segni nel cuore e nella psiche. In questo libro, nutrito di molte testimonianze, Marie-France Hirigoyen descrive le molestie nell'ambito familiare e quelle sul posto di lavoro (il mobbing), analizza la personalità di aggressore e aggredito, fa il punto sulle possibili soluzioni legali e mediche, ipotizza nuove vie d'uscita. Il quadro che ne risulta è tanto dettagliato e allarmante quanto dipinto con passione: la passione di un'esperta che non esita a schierarsi con le vittime di quello che può essere considerato un vero e proprio assassinio psichico.
In appendice tre saggi scritti da Lella Menzio, fondatrice di Telefono Rosa; Harald Ege, il maggior esperto in Italia di mobbing; Pier Giuseppe Monateri, Marco Bona e Umberto Oliva, avvocati che si occupano principalmente di danno alla persona.

Marie-France Hirigoyen è psichiatra, psicanalista e psicoterapeuta familiare. Esperta in vittimologia, ha svolto numerose ricerche sulla molestia morale e partecipa spesso a stage di formazione insieme a medici del lavoro e presso aziende pubbliche e private. Molestie morali, best seller in Francia, ha suscitato una vasta eco sull'argomento, cui sono stati dedicati articoli e trasmissioni televisive. Nel 2006 Einaudi ha pubblicato Sottomesse.

Acquista il libro on line

 


 

Paoli Marco
Sogni celebri e bizzarri. Indagine sulla bizzarria onirica tra storia ed evoluzionismo
2015, Collana: Varie
Pagine: 224
ISBN: 9788891711137
Prezzo: € 29,00
Editore: Franco Angeli

Di tutti gli aspetti connessi alla sfera del sogno, quello della bizzarria onirica è forse il più sorprendente e quello che più allontana il sognatore dalla realtà della veglia. Si deve a tale fenomeno se la psicoanalisi freudiana ha giudicato il sogno deformato e bisognoso di interpretazione, e se le neuroscienze lo hanno ritenuto un prodotto casuale del sonno REM. Eppure finora non era stata dedicata all'argomento un'opera monografica, nonostante l'interesse suscitato nella letteratura scientifica a livello internazionale.
Il presente lavoro costituisce un approfondimento sul tema delle distorsioni visive e delle incongruenze narrative frequenti nell'esperienza onirica, sotto tre punti di vista:
a) la bizzarria nella storia del sogno, dagli autori greci e latini fino al Cinquecento;
b) l'esame degli oltre cinquanta contributi scientifici apparsi negli ultimi decenni del Novecento e nel primo di questo secolo;
c) una nuova ipotesi su come si genera il fenomeno della bizzarria.
Ad un certo momento, infatti, si viene ad infrangere la coerenza narrativa e visiva che fa credere al sognatore di vivere un'esperienza reale, e l'evento bizzarro, con la sua carica di illogicità e di violazione delle leggi fisiche, fa il suo ingresso sulla scena del sogno. La tesi è che ciò avvenga quando la volontà del sognatore non riesce ad affermarsi e viene coartata da un diverso esito della trama. Il meccanismo è quello del rifiuto della realtà a seguito della frustrazione del desiderio che Freud aveva individuato per i sogni diurni e le fantasie inconsce; ma che egli non avrebbe applicato alla fenomenologia onirica, anteponendogli quello della censura.
L'ipotesi viene testata ricorrendo ad un consistente set di sogni che possono definirsi celebri per essere entrati a far parte della letteratura specifica, con la parte del leone svolta da quelli contenuti nelle opere di Freud, Jung, Musatti e Hobson.

Marco Paoli è dirigente del Mibact dal 1993. Ha diretto l'Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane (ICCU). Ha fondato le riviste DigItalia e Rara Volumina. È autore di un saggio sui teorici del sogno nel Cinquecento. Studia da anni il rapporto tra arte figurativa e sogno, e al tema ha dedicato recentemente una trilogia (Pacini Fazzi, 2010, 2011, 2013).

Acquista il libro on line

 

 

 

Del Castello Emanuele
La diagnosi psicologica guidata dal MMPI-2. Descrizione della personalità e valutazione della psicopatologia
2015, Collana: Serie di psicologia
Pagine: 310
ISBN: 9788891710390
Prezzo: € 35,00
Editore: Franco Angeli

Il MMPI-2 è uno degli strumenti più validi per la descrizione della personalità e la valutazione della psicopatologia. Malgrado la fortuna che ha avuto nel nostro paese in ambito militare o medico-legale, sembra però non sufficientemente apprezzato in quello psicoterapeutico. Eppure è proprio in tale ambito che si dispiegano tutte le potenzialità dello strumento. Chi intende fare un uso clinico di questo test, quindi, può aspettarsi dal MMPI-2 un aiuto concreto ed efficiente.
Questo manuale vuole guidare il lettore, psicologo o psicoterapeuta che già opera o si sta formando, a utilizzare i dati che emergono dalla somministrazione del MMPI-2 per ottenere una descrizione esaustiva del funzionamento psicologico del cliente, proponendo una strategia di integrazione dei dati di tipo "strutturale".
L'intento, essenzialmente pratico, è dare all'indagine psicologica e al suo resoconto un'articolazione che guidi l'utilizzatore nell'esplorazione delle varie aree del funzionamento psicologico della persona, anche suggerendo l'eventuale integrazione di altri strumenti di indagine quando necessario.
Un manuale indispensabile per comprendere le potenzialità cliniche del MMPI-2 e un'occasione per ricordare che solo una consolidata esperienza clinica con il test consente l'acquisizione della competenza necessaria per utilizzarlo in setting diversi da quello clinico, in particolar modo in quello giuridico.

Emanuele Del Castello è psicologo, specialista in psicologia clinica, presso il Dipartimento di Salute Mentale dell'ASL di Caserta. È didatta/supervisore, docente di Psicodiagnostica e di Terapia di Coppia della Scuola di Psicoterapia Cognitiva, sede di Napoli e direttore dell'Istituto di Scienze Cognitive Applicate (Milton Erickson Institute of Capua). Con la FrancoAngeli ha già pubblicato: La diagnosi in psicologia clinica (con G. Caviglia, 2002), Psicoterapia dell'anoressia e della bulimia (con F. Aquilar e R. Esposito, 2005), L'induzione ipnotica (con C. Casilli, 2007), Ipnosi e scienze cognitive (con G. Ducci, 2011).

Acquista il libro on line

 

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre con disturbo narcisistic…

emcla, 32     Dopo diversi anni di quella che riconosco essere una dipedenza affettiva mi sono trovata a leggere del disturbo narcisistico di per...

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

News Letters