Pubblicità

0
condivisioni

IAT (Internet Addiction Test)

internet addiction test psiconlineIl primo test apparso in rete per la diagnosi dell’abuso di internet è lo IAT (Internet Addiction Test), circa un decennio fa, è stato creato dalla Dottoressa Kimberly Young, è molto semplice, consente brevemente ed efficacemente di diagnosticare sul nascere questo disturbo.

Per determinare il livello della vostra dipendenza rispondete alle seguenti domande:

 

1. Quante volte vi siete accorti di essere rimasti online più a lungo di quanto intendevate?





2. Vi capita di trascurare le faccende domestiche per passare più tempo online?





3. Vi capita di preferire l’eccitazione offerta da Internet all’intimità con il vostro partner?





4. Vi capita di stabilire nuovi rapporti con altri utenti online?





5. Accade che le persone attorno a voi si lamentino per la quantità di tempo che passate online?





6. Accade che i vostri studi risentano negativamente della quantità di tempo che passate online?





7. Vi capita di controllare la vostra e-mail prima di fare qualche altra cosa importante?





8. La vostra resa sul lavoro o la vostra produttività sono influenzate negativamente da Internet?





9. Vi capita di stare sulla difensiva o di minimizzare quando qualcuno vi chiede cosa fate online?





10. Quante volte vi ritrovate a scacciare pensieri negativi sulla vostra vita con il pensiero consolatorio di Internet?





11. Vi capita di scoprirvi a pregustare il momento in cui andrete nuovamente online?





12. Vi succede di temere che la vita senza Internet sarebbe noiosa, vuota e senza gioia?





13. Vi capita di scattare, alzare la voce o rispondere male se qualcuno vi disturba mentre siete collegati?





14. Perdete ore di sonno perché restate alzati fino a tardi davanti al computer?





15. Vi capita di concentrarvi col pensiero su Internet quando non siete al computer, o di fantasticare di essere collegati?





16. Vi capita di scoprirvi a dire “ancora qualche minuto e spengo”quando siete online?





17. Avete già tentato di ridurre la quantità di tempo che passate online senza riuscirvi?





18. Cercate di nascondere quanto tempo passate online?





19. Vi capita di scegliere di passare più tempo online anziché uscire con gli altri?





20. Vi capita di sentirvi depressi, irritabili o nervosi quando non siete collegati, mentre state benissimo quando siete nuovamente davanti al computer?





Dettagli utente

0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Raptus

Il raptus (dal latino raptus, "rapimento") è un impulso improvviso e di forte intensità, che porta un soggetto ad episodi di parossismo, in genere violenti, i q...

Noia

La noia è uno stato psicologico ed esistenziale di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un...

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi nei suoi...

News Letters

0
condivisioni