Pubblicità

0
condivisioni

IAT (Internet Addiction Test)

internet addiction test psiconlineIl primo test apparso in rete per la diagnosi dell’abuso di internet è lo IAT (Internet Addiction Test), circa un decennio fa, è stato creato dalla Dottoressa Kimberly Young, è molto semplice, consente brevemente ed efficacemente di diagnosticare sul nascere questo disturbo.

Per determinare il livello della vostra dipendenza rispondete alle seguenti domande:

 

1. Quante volte vi siete accorti di essere rimasti online più a lungo di quanto intendevate?





2. Vi capita di trascurare le faccende domestiche per passare più tempo online?





3. Vi capita di preferire l’eccitazione offerta da Internet all’intimità con il vostro partner?





4. Vi capita di stabilire nuovi rapporti con altri utenti online?





5. Accade che le persone attorno a voi si lamentino per la quantità di tempo che passate online?





6. Accade che i vostri studi risentano negativamente della quantità di tempo che passate online?





7. Vi capita di controllare la vostra e-mail prima di fare qualche altra cosa importante?





8. La vostra resa sul lavoro o la vostra produttività sono influenzate negativamente da Internet?





9. Vi capita di stare sulla difensiva o di minimizzare quando qualcuno vi chiede cosa fate online?





10. Quante volte vi ritrovate a scacciare pensieri negativi sulla vostra vita con il pensiero consolatorio di Internet?





11. Vi capita di scoprirvi a pregustare il momento in cui andrete nuovamente online?





12. Vi succede di temere che la vita senza Internet sarebbe noiosa, vuota e senza gioia?





13. Vi capita di scattare, alzare la voce o rispondere male se qualcuno vi disturba mentre siete collegati?





14. Perdete ore di sonno perché restate alzati fino a tardi davanti al computer?





15. Vi capita di concentrarvi col pensiero su Internet quando non siete al computer, o di fantasticare di essere collegati?





16. Vi capita di scoprirvi a dire “ancora qualche minuto e spengo”quando siete online?





17. Avete già tentato di ridurre la quantità di tempo che passate online senza riuscirvi?





18. Cercate di nascondere quanto tempo passate online?





19. Vi capita di scegliere di passare più tempo online anziché uscire con gli altri?





20. Vi capita di sentirvi depressi, irritabili o nervosi quando non siete collegati, mentre state benissimo quando siete nuovamente davanti al computer?





Dettagli utente

0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdere le persone importanti …

  Crazy, 48 anni Buonasera, chiedo come si fa ad accettare prima la perdita di un marito e dopo poco quella di un fratello. {loadposition pub3} &n...

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

MUTISMO SELETTIVO

Il "Mutismo Selettivo", è un disordine dell'infanzia caratterizzato dall'uso appropriato del linguaggio in alcune situazioni, in particolare quelle familiari, e...

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la propria...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

News Letters

0
condivisioni