Pubblicità

0
condivisioni

TEST DI AUTOVALUTAZIONE DEL DISTURBO OSSESSIVO-COMPULSIVO

MAUDSLEY OBSESSIONAL-COMPULSIVE INVENTORY (RJ Hodgson, S Rachman, 1977)

doc

Rispondi ad ogni domanda segnando con una crocetta la risposta "vero" o "falso" corrispondente. Non ci sono risposte giuste o sbagliate, né "domande tranello". Rispondi con rapidità senza stare a pensare troppo all'esatto significato della domanda.

Evito di usare i telefoni pubblici per paura di potermi contaminare
Vero
Falso

Spesso ho pensieri cattivi ed ho difficoltà a liberarmene
Vero
Falso

Sono più preoccupato della maggior parte della gente per ciò che riguarda l' onestà
Vero
Falso

Spesso sono in ritardo perché mi sembra di non poter portare a termine ogni cosa in tempo
Vero
Falso

Mi preoccupo eccessivamente di potermi contaminare se tocco un animale
Vero
Falso

Spesso devo controllare ripetutamente alcune cose (per esempio, i rubinetti del gas o dell' acqua, le porte, ecc.)
Vero
Falso

Ho una coscienza molto rigida
Vero
Falso

Quasi ogni giorno sono tormentato da pensieri spiacevoli che mi vengono in mente contro la mia volontà
Vero
Falso

Mi preoccupo eccessivamente se per caso urto qualcuno
Vero
Falso

Generalmente ho seri dubbi anche sulle cose semplici che faccio ogni giorno
Vero
Falso

I miei genitori erano particolarmente severi durante la mia infanzia
Vero
Falso

Tendo a rimanere indietro nel mio lavoro perché ripeto le cose più e più volte
Vero
Falso

Uso una quantità di sapone eccessiva quando mi lavo
Vero
Falso

Alcuni numeri portano veramente male
Vero
Falso

Controllo più e più volte le lettere prima di spedirle
Vero
Falso

Impiego molto tempo a vestirmi la mattina
Vero
Falso

Sono eccessivamente preoccupato per la pulizia
Vero
Falso

Uno dei miei problemi più importanti è che presto troppa attenzione ai dettagli
Vero
Falso

Non riesco ad usare con facilità i bagni pubblici ben tenuti
Vero
Falso

Il mio problema maggiore è dover controllare ripetutamente le cose
Vero
Falso

Sono particolarmente preoccupato per i germi e per le malattie
Vero
Falso

Tendo a controllare le cose più di una volta
Vero
Falso

Sono obbligato a seguire una rigida routine quando svolgo le mie attività quotidiane
Vero
Falso

Mi sento le mani sporche dopo aver toccato dei soldi
Vero
Falso

Generalmente conto mentre svolgo un' attività quotidiana
Vero
Falso

Impiego molto tempo per completare la mia pulizia personale al mattino
Vero
Falso

Uso quantità eccessive di disinfettanti
Vero
Falso

Ogni giorno perdo molto tempo a controllare ripetutamente le cose
Vero
Falso

Quando vado a letto perdo molto tempo a piegare e ad appendere i miei vestiti
Vero
Falso

Spesso, anche facendo le cose con molta attenzione, ho la sensazione che non tutto sia a posto
Vero
Falso

Dettagli utente

0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senza via di uscita 2 (1572361…

straniero66, 53 Vi ho già scritto in precedenza e ho avuto la vostra risposta “SENZA VIA DI USCITA (1571319488503)”. Continuo a stare male, attualmente io ...

Senza via di uscita (157131948…

straniero66, 53 Sono sposato da 27 anni, una storia iniziata quando io e mia moglie eravamo poco più che ragazzini, in questi anni, come molte coppie, abbi...

Ansia e inadeguatezza (1570737…

Limmy6, 21 Sono una studentessa universitaria e da quando ho iniziato non ho avuto mai problemi a parlare con gli altri e a fare nuove amicizie. Conosco e ...

Area Professionale

Articolo 42 - il Codice Deonto…

Si conclude su Psiconline.it, con il commento all'art.42 (vigenza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana ha s...

Articolo 41 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.41 (Osservatorio Permanente) prosegue, su Psiconline.it, il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Articolo 40 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.40 (pubblicità professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo ...

Le parole della Psicologia

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

Amok

"Follia rabbiosa, una specie di idrofobia umana... un accesso di monomania omicida, insensata, non paragonabile a nessun'altra intossicazione alcolica".» (Zweig...

News Letters

0
condivisioni