Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

News di psicologia

LE NEWS DI PSICOLOGIA DA TUTTO IL MONDO

Tags: news di psicologia

Disturbo bipolare: ridotto volume dell’ippocampo

on . Postato in News di psicologia

Un nuovo studio ha scoperto che una riduzione del volume di alcune regioni dell’ippocampo (regione cerebrale preposta all’elaborazione della memoria e implicata nell’umore), è collegata al Disturbo Bipolare.

disturbo bipolare e ippocampo

I risultati sono stati pubblicati nella rivista Molecular Psychiatry.

I ricercatori partendo dall’ipotesi che diverse aree dell’ippocampo possano avere funzioni differenti e possano, altresì, essere compromesse differentemente in base ai diversi tipi di disturbi dell’umore (quali il Disturbo Bipolare e il Disturbo Depressivo Maggiore), hanno cercato di individuare gli eventuali danni presenti in queste aree dell’ippocampo.

Terapia Cognitivo-Comportamentale e SSRI nella Depressione

on . Postato in News di psicologia

Ricerche recentemente pubblicate hanno messo in luce come i trattamenti usati nel disturbo depressivo non solo riducano i sintomi, ma siano altresì associati a miglioramenti nella qualità della vita.

terapia cognitivo-comportamentale ed SSRI nella Depressione

Il presente studio, pubblicato sulla rivista Cognitive Behaviour Therapy, ha esaminato le due terapie maggiormente usate nella depressione, ossia la Terapia Cognitivo-Comportamentale (CBT) e la terapia farmacologica con gli Inibitori Selettivi della Ricaptazione della Serotonina (SSRI).

Prevedere l'efficacia del trattamento per gli adulti con autismo

on . Postato in News di psicologia

Dalla collaborazione tra i ricercatori del Center for BrainHealth dell’Università del Texas e quelli della George Washington University è stato possibile realizzare un protocollo capace di prevedere l’efficacia del trattamento individuale degli adulti affetti da un disturbo dello spettro autistico.

autismo

Utilizzando la Risonanza Magnetica Funzionale (fMRI), i ricercatori hanno individuato alcune regioni del cervello che correlano significativamente con un aumento delle abilità sociali in seguito a programmi di apprendimento basati sull’ambiente virtuale.

Negli adulti affetti da autismo, i quali mostravano una maggiore attività in quel network definito “cervello sociale” prima dell’apprendimento è stato osservato un miglioramento nella capacità di riconoscimento delle emozioni rispetto a coloro i quali presentavano una minore attività. 

Il Dottor Daniel Yang e i suoi collaboratori hanno notato che i partecipanti mostravano una maggiore attivazione cerebrale in determinate regioni del “cervello sociale” mentre osservavano rappresentazioni digitali del movimento biologico ("Biological motion”) - movimenti che simboleggiano un’azione umana, come, ad esempio, il gioco di battere le mani. Ciò ha reso gli interventi più efficaci per i partecipanti.

Sexting: un nuovo modo di comunicazione a sfondo sessuale

on . Postato in News di psicologia

Il sexting è un fenomeno piuttosto moderno, derivante dal sempre più dilagante utilizzo della tecnologia. Questo termine deriva dalla fusione di due parole inglesi, ossia "sex" (sesso) e "texting" (sms), ma si è espanso fino a comprendere la registrazione e l'invio di immagini sessualmente esplicite ed eccitanti attraverso telefoni cellulari e social network come Facebook, Snapchat e Instagram.   

sexting

Tra i giovani in Australia, il sexting è una delle forme di comunicazione più diffuse, ma le recenti ricerche dimostrano che questo tipo di fenomeno avviene in gran parte senza conseguenze negative e all'interno di relazioni già esistenti.

L’attività dell’amigdala come predittore di DPTS

on . Postato in News di psicologia

I risultati di un nuovo studio hanno mostrato come le tecniche di neuroimaging delle funzioni emotive del cervello possano contribuire a predire se una persona svilupperà un Disturbo Post Traumatico da Stress in seguito ad un trauma acuto.

dpts

La ricerca, effettuata presso l’Emory University in Georgia in associazione con l’Harvard Medical School e il McLean Hospital in Massachusett, ha dimostrato la presenza di una relazione tra l’attività di due regioni cerebrali chiave, coinvolte nella regolazione emotiva, l’Amigdala e la Corteccia Cingolata Anteriore (ACC) in seguito a un trauma e i sintomi di Disturbo Post Traumatico Da Stress (DPTS), emersi entro un anno dall’evento.

Questo studio introduce un nuovo potenziale biomarker per il DPTS, evidenziando un nuovo ruolo per le tecniche di neuroimaging nella ricerca sul DPTS” ha spiegato il Dottor John Krystal, redattore della rivista Biological Psychiatry. Infatti, l’identificazione di un biomarker per il DPTS potrebbe avere delle importanti implicazioni nella prevenzione e nel trattamento precoce dei sintomi di tale disturbo.

Tratti di personalità e comportamenti a rischio

on . Postato in News di psicologia

I tratti di personalità che predispongono i bambini a comportamenti a rischio nella scuola superiore (quali ad esempio l’assunzione di alcool e il fumare) possono già essere evidenti nella scuola elementare.

comportamenti a rischio (tratti di personalità)

Sebbene vi siano diversi fattori che portano gli adolescenti a cominciare a fumare e a consumare alcool, i ricercatori concordano nel ritenere che alcuni ragazzi abbiano tratti di personalità che li predispongono a questi comportamenti.

Per comprendere meglio come questi tratti si manifestino già in età scolare, gli studiosi hanno osservato 1.897 bambini in 23 scuole pubbliche del Kentucky, per un periodo di quattro anni, concentrandosi maggiormente su tre specifici tratti di personalità legati all’impulsività e alla tendenza ad agire senza pianificare il futuro.

I geni influenzano la capacità di leggere la mente

on . Postato in News di psicologia

Una nuova ricerca, pubblicata sul Journal Molecular Psychiatry, suggerisce che il DNA influenzi la nostra capacità di leggere i pensieri e le emozioni di una persona guardandola negli occhi.

empatia, leggere la mente

Vent’anni fa, un team di scienziati dell’Università di Cambridge ha sviluppato un test sull’empatia cognitiva, denominato “Reading the Mind in the Eyes Test” (o Eyes Test), che ha rivelato che la gente può interpretare rapidamente ciò che un’altra persona pensa o prova semplicemente osservando i suoi occhi.

Inoltre, ha mostrato come alcune persone siano migliori in questo rispetto ad altre e che le donne in media ottengono punteggi migliori in questo test rispetto agli uomini.

Differenti tipi di orgasmo e di soddisfazione sessuale?

on . Postato in News di psicologia

Nuove ricerche hanno scoperto che gli uomini desiderano fare più spesso sesso orale con le partner mentre le donne lesbiche tendenzialmente hanno più orgasmi.

orgasmo e soddisfazione sessuale

Da questo studio è emerso che gli uomini e le donne impegnate in relazioni con lo stesso sesso e con il sesso opposto tendono a sperimentare diversi tipi di attività sessuale e che anche i loro livelli di soddisfazione tendono ad essere differenti.

Una precedente ricerca, confermata da successive indagini, ha messo in evidenza il fatto che le donne lesbiche riferiscono di avere più orgasmi rispetto alle donne eterosessuali.

I ricercatori hanno cercato di comprendere come le persone sperimentano l'orgasmo derivante da una grande varietà di attività sessuali.

Stili di attaccamento e relazioni difficili

on . Postato in News di psicologia

Un nuovo studio ha cercato di comprendere perché le persone “difficili” hanno spesso relazioni problematiche.

attaccamento e relazioni difficili

Se pensiamo ai nostri familiari, alla nostra cerchia di amici e di colleghi di lavoro, possiamo rapidamente identificare le persone alle quali ci sentiamo più vicini. Inoltre, è anche possibile individuare altrettanto rapidamente quelle “difficili”. Per quanto possiamo provarci, spesso è impossibile avere interazioni piacevoli con queste persone. Grazie ad una nuova ricerca, è stato possibile scoprire cosa c’è che non va in loro e, per estensione, come comunicare con questo tipo di persone.

Probabilmente, la spiegazione psicologica più immediata del perché le persone difficili abbiano relazioni difficili può essere fornita prendendo in considerazione gli stili di attaccamento. Secondo questa prospettiva, la modalità attraverso cui, da adulti, ci relazioniamo alle persone della nostra vita è fortemente determinata dai cosiddetti “Modelli Operativi Interni”, che si sviluppano sulla base della relazione stabilita con i propri genitori o altri caregiver durante l’infanzia.

Se da piccoli abbiamo sentito di poter contare sulla capacità dei nostri genitori di accudirci, da adulti possiamo pensare, allo stesso modo, di poter contare su chi ci circonda. Questo stile di attaccamento viene definito “sicuro” in contrapposizione agli stili “insicuri”, in cui il bambino sente di essere trascurato o abbandonato dai suoi genitori. All’interno dello stile di attaccamento insicuro, è presente una variante “evitante”, caratterizzata dalla tendenza ad evitare le delusioni fuggendo dalle relazioni più intime, ed una “ansiosa”, in cui vi è una costante ricerca di rassicurazioni.

THC: effetti dose-dipendenti

on . Postato in News di psicologia

Coloro che consumano la marijuana riferiscono di farne uso per rilassarsi e alleviare lo stress.
Un nuovo studio (i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal Drug and Alcohol Dependence) supporta questa tesi ma solo se il THC viene consumato a basse dosi.

marijuana THC
I ricercatori dell’Università dell’Illinois e quelli dell’Università di Chicago hanno scoperto che gli effetti del THC (il principale composto psicoattivo della marijuana) dipendono fortemente dalla dose utilizzata.

Dosaggi molto bassi di THC possono ridurre lo stress, mentre dosi leggermente più alte, sufficienti a produrre una lieve “eccitazione”, incrementano i livelli di ansia.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Stress e psoriasi (14975571212…

Tamby, 41                 Ho mia figlia di 10 anni che da 3 e mezzo soffre di psoriasi, lei è una bambina all...

Problemi con la mia ragazza e …

Sabrina, 16                   Salve, sono una ragazza di 16 anni, impegnata da quasi un anno e mezzo i...

Signor (1497211992990)

bruno, 76             Ogni giorno mi sento depresso e sempre triste nella mia vita ho pero tutti mia madre e mia nonna gl...

Area Professionale

Approvato il documento dell’Or…

Discusso e approvato al Consiglio Nazionale dell’Ordine (riunitosi sabato 17 giugno) il Documento “Ruolo della Psicologia nei Livelli Essenziali di Assistenza” ...

Workshop: I Pericoli di Facebo…

Il giorno 24 maggio 2017, presso la sede di Pescara dell’Ordine degli Psicologi della Regione Abruzzo, si è svolto il primo dei due incontri dedicati alla Web R...

La psicosi: tra Jung, Freud e …

La psicosi è, in gran parte, il risultato di una diade soggetto-oggetto che è presenta nella mente dell’individuo psicotico. Questo signific...

Le parole della Psicologia

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

Ecofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata di rimanere da soli nella propria casa Una paura comune a molti che spesso si associa ad altre...

News Letters